Tunisia paese da dimenticare?

Passano gli anni ma non passa il continuo scontrarsi con la burocrazia tunisina.
Questo è un Paese idoneo per chi decide di venire in punta di piedi, ottenere la defiscalizzazione e muoversi sempre in punta di piedi cercando di non pestarli a nessuno, per il resto, entri dalla Goulette? Devi pagare balzelli e tangenti se vuoi introdurre qualcosa altrimenti vieni con la valigia e quattro cose personali e neanche, a un conoscente gli hanno sequestrato i goretex mimetici di quando era in servizio non so con quale motivazione, In questo paese i cittadini non godono degli stessi diritti di noi europei, non possono viaggiare se non dimostrano di avere denaro sufficiente, non possono avere ad esempio un'imbarcazione (non esiste il diporto nautico), se compri un'auto vieni fermato dal poliziotto che ti contesta un eccesso di velocità senza averti puntato il telelaser allo scopo di ottenere la bustarella. Se sei residente per alcuni versi vieni anche equiparato ai cittadini tunisini, se decidi di acquistare una barca da uno straniero assicurati che lui porti la barca in Europa e poi valla a prendere e riportala tu in Tunisia altrimenti può scattare il sequestro dell'imbarcazione. La dogana si sbizzarrisce anche nei confronti degli imprenditori che per ottenere lo sblocco dei container in dogana devono obbligatoriamente passare la mazzetta al doganiere pena il blocco ad oltranza della merce. So che molti riterranno impopolare questo post ma la Tunisia prima di dire di volersi adeguare all'Europa dovrà cambiare la mentalità delle istituzioni, dei dirigenti, funzionari e operatori. Ripeto, in questo paese se decidi di viverlo in punta di piedi va bene ma se vuoi sbizzarrirti un pochettino sbatti il grugno tante di quelle volte che alla fine decidi di mollare, rinunciare alla defiscalizzazione ma guadagnando senz'altro in serenità in Patria!

Ohhh, evviva ... che qualcuno (oltretutto che gode di credito) aprendo questo capitolo ed esprimendosi a ruota libera, la dice giusta, nuda e cruda e senza fronzoli.  Pareva fosse tabù !  E captavo fin troppo spesso reazioni tipo "a me, mai successo"...  (già, finché non ci sbatti, neppure ci vuoi pensare... o non troppo) e non sapevo se con questo si mettesse in dubbio qualcosa delle mie pur dosate osservazioni ( :D   scrivo molto, è vero, ma mi dosavo sui dettagli !!!)

Soltanto dovrei fare una "piccola osservazione integrativa", dove dici :  "In questo paese i cittadini non godono degli stessi diritti di noi europei, non possono viaggiare se non dimostrano di avere denaro sufficiente" (ecc.)    Quando vivevo in Spagna, viaggiando in Marocco mi ero trovata a dover sentire spesso la ... irritatissima-aggressiva nota di taluni marocchini che mi dicevano di come noi europei fossimo soltanto interessati al denaro  (... loro invece noooo!)   e dunque, di come fosse ingiusto ( :o  , per esempio, che loro non possano vivere da noi (nei paesi europei) se non che dimostrando di avere sufficienti mezzi di sussistenza -cosa che, secondo questi polemici marocchini, era un chiaro segno di razzismo-   "Por la madre que les parió !!" (roba da matti...)    Ebbene, non vi è stato modo di far loro capire che pure noi, persino all'interno stesso dell'Europa (e pure recandoci nel loro paese e in altri pure), non possiamo andare a vivere in un paese  -fosse pure vicinissimo ed europeo-  a meno di poter dimostrare la stessa cosa.   Lo sapevo benissimo, visto che andando a risiedere in Spagna come cittadina... svizzera (non uruguayana o marocchina o simili...), oltre all'estratto del casellario giudiziario  (ahahaha, magari lo chiedessimo a loro, quando arrivano....)  e a vari altri documenti, avevo dovuto -come tutti appunto- dimostrare di cosa vivessi, ovvero di disporre del necessario e in forma regolare, non saltuaria..... 
Eppoi, come dici, neppure possono però viaggiare, senza poter dimostrare di avere mezzi sufficienti con sé....   Va' bene ma.... dove la mettiamo la politica inerente le condizioni di immigrazione, oltre a quella dell'emigrazione?  Da un lato non vogliamo ritrovarci invasi da ogni sorta di gente e che davvero non dovrebbe arrivare, visto che con la quantità di persone che sappiamo e che non è stata -specie dal tempo della questione in Siria...- controllata ai vari passaggi in Europa- una gran quantità di gente senza scrupoli e del genere che sappiamo, ne ha ampissimamente potuto approfittare, infiltrandosi nella massa di gente....
   
Ma ora espongo pure un altro esempio -fresco fresco di questi giorni- che riguarda la mentalità della gente normale di qui;  e lo faccio proprio per avere cosí una sorta di equilibrata misura di confronto fra quelle che sono le regole e le leggi e gli abusi dai piani alti... eppoi però dall'altro, considerando il modus vivendi e operandi -sulla base di un pensiero che suppongo sia parte consolidata dentro qualche fibra del DNA...-  delle persone...   Dunque,  mi sono trovata un paio di volte con un giovanotto che sta cercando di migliorare la sua condizione facendo il mediatore immobiliare. Vive con la sorella e, intendiamoci, non è un approfittatore né altro di criticabile, sa stare al suo posto (non azzarda approcci o battutine) e il denaro che intasca lo riceve dai proprietari se e quando tramite suo riescono ad affittare il loro alloggio. 
Quello che faccio, è almeno pagargli il taxi e le spese o spesette varie, come per es. per il telefono, visto che le chiamate le fa eccome.   Ebbene, spesso ci siamo trovati ad anche poi dover percorrere a piedi un tratto di strada e quindi si parla...  E lui mi diceva di come degli arabi non ne voglia sapere, che la loro mentalità gli risulta insopportabile e che soltanto cerca di lavorare con/per gli europei, ossia cercando casa a loro.  Bene, ascolto e taccio.  Ma poi, dopo un paio di volte che agli appuntamenti o arriva tardi ... di parecchio, anzi, di troppo tempo, e visto che quando lo chiamo e lo richiamo, lì in piedi a qualche incrocio di strada o chissà dove, sempre mi dice "sto arrivando" ma poi non è cosí affatto,  ieri mi sono stizzita e gli ho detto : "Senti, tu dici che vuoi soltanto lavorare con o insomma per gli europei, dici pure che la mentalità araba o insomma maghrebina non la reggi e che te ne discosti, MA POI cosa fai ?  Fai che neppure ti passa per la testa che non sono gli europei che hanno in questo caso, visto che di business si tratta,  da adattarsi a te e, pure anziani e magari acciaccati, ritrovandosi ad aspettarti in piedi per strada e sentendosi dire e ripetere scuse.  Sei giovane, critichi la mentalità della tua gente, ma poi non ti sogni di pensare che sei tu a dover provare di essere bravo, affidabile, serio e che quindi, questi segni li dimostri proprio a cominciare dal modo di andare incontro alla loro, hmmm, alla nostra, di realtà.    Tu mi dici di sognare di poter andare in Europa, quindi ti ho detto un po' di come si sono messe le cose, in Europa, ma tu insisti.... Allora rifletti un pochino al fatto che semmai e proprio forse semmai... tu davvero in Europa ci arrivassi, eppoi semmai, semmai con fortuna tu trovassi/ricevessi un lavoro, ti dovresti allora alzare presto, presentarti puntuale, lavorare ad un certo ritmo, renderti conto che non ti casca in bocca niente e che nulla ti viene regalato, esattamente come non viene e non è stato regalato a noi europei,  Capito?   
E ancora: tu fai come quelli che critichi, dicendo che "gli arabi" parlano molto ma non fanno niente di quello che dicono.  Io allora ti devo dire questo:  da parte mia, riguardo a un alloggio (tipologia), ti ho dato criteri esatti, ti ho detto delle mie priorità e necessità, tu hai ascoltato e hai capito; ma poi.... cosa fai? Cosa hai fatto?  Cerchi  (proprio come tutti quelli che critichi) di convincermi a venire con te a vedere questo o quello, assicurandomi che si tratta proprio di qualcosa con quei criteri, eppoi invece si tratta del puro opposto o anche peggio.  Tu dunque, come i tuoi cari compaesani che critichi, prendi la gente per i fondelli, la tiri in giro e con l'unica idea fissa, quella che "basta fare arrivare le persone, ovvero i potenziali clienti, indirizzarli dove volete voi o, in questo caso, dove vuoi tu    E CHE TANTO POI, UNA VOLTA SUL POSTO, IL CLIENTE SI CONVINCE... e come? PERCHÉ COSÍ HAI /AVETE DECISO TU/VOI ?  Tu vuoi avere a che fare con gli europei, e allora considera che la prima cosa è il rispetto!  E questo è il rispetto: ascoltare davvero, ossia tener conto di quanto sentito, eppoi darsi da fare ed essere onesti nel dire se le caratteristiche corrispondono... sì, no, un po', non del tutto.... Insomma tu per vendere, devi dapprima imparare a saper vendere BENE !  E bene significa dire quello che è e cosí sarà il cliente o potenziale cliente a poi essere responsabile di aver deciso di venire a vedere, di prendere o non prendere ecc.ecc.    Ahhh, lui rideva, mi dava ragione, ma aveva già rifatto lo stesso sbaglio il giorno prima e quello ancora prima....  Ma lo ha capito eccome, che non basta desiderare e sognare, bisogna anche dapprima entrare nella mentalità ALTRUI, visto che ci si vuole avere a che fare....

Quindi, io mi adatto a tante cose e aspetti ecc. perché sono venuta io, a vivere qui.  MA chi vuole avere a che fare con me per affari, ha....hmmm... avrebbe allora da vedere cosa intendo e voglio io !  Non mi vendi acqua se voglio latte. E fosse questo persino di cammella, quello ha deciso il cliente e punto! (ahhh, ma quanto stanno a insistere e pure quando dici che si tratta del tuo NO definitivo....  Ma questo dell'insistere e insistere e insistere (cosa che lui davvero NON fa, ma troppi lo fanno -lo fanno fra di loro tanto quanto... e... pure se ne lamentano, alcuni, ma poi..... con te fanno uguale o peggio....-. Di fronte a un no, loro decidono che ti porteranno al sì -e se non oggi, domani....)

Manca il lavoro.... Ok, ma perché a nessuno viene in mente che con tanti anziani europei non sarebbe male preparare dei pasti e portarli a domicilio su richiesta?   Gente, studiate la situazione, offrite qualche servizio nuovo o innovativo... e svegliatevi un pochino, invece di soltanto stare seduti al bar aspettando la zia, la nonna o la mammina, o il pollo che passa (o la pollastrella)... Caspita, un sevizio anche della spesa a domicilio, per esempio già per l'acqua...  Ma no, la rispostà è "Qui da noi questo non esiste, mi dispiace"  ...  Por Dios! Se no esiste, è una fortuna per chi lo facesse diventare esistente, nooo?

Ora, riguardo al vivere in punta di piedi..., non potrei essere maggiormente d'accordo....  E non soltanto rispetto "alle autorità", ma persino verso certi "notabili", rispettatissimi (per qualche vantaggio ben sarà), ma che poi se sono del genere ... di quel genere che non vorremmo neppure in Europa (per idee e tendenze ... che si scoprono soltanto quando è già troppo tardi, perché all'inizio è tutta bravura l'inscenatura e il contorno...) allora è ancor peggio che qualche autorità (seppur abusiva per i modi) statale o locale...
Io qui in aperto non mi sogno neppure, di esporre le mie intensissime vicissitudini  -occorsemi e subite durante questi ultimi 7 mesi (roba agghiacciante e da plurime infarto)- con una coppia di privati che però hanno amicizie di quelle ... corrompibili e mantenute con il lardo in black che fluisce loro (a taluni rappresentanti della legge)  in cambio dell'abusare della "legge" (inventandosi diritti o formule che non esistono proprio, per puro abuso e argomentando pretestuosamente...!).  In due occasioni avevo pure bisogno urgente dell'intervento della polizia, trovandomi in pericolo, ma ... neppure hanno preso il telefono!  Sono stata terrorizzata e nulla, forse mancavano gli effettivi (basta che manchi una sola persona, visto che già non abbondano... e che per giunta -come mi è capitato di vedere standoci dentro, in qualcuno di quegli uffici di polizia del luogo- erano forse pure usciti dall'Ufficio per fumarsi due cicche e chiacchierare un po') .  Non sono affatto una persona paurosa. Né mi spavento facilmente, ma mi sono trovata davvero in pericolo e per periodi anche prolungati.  Ora è in corso un'inchiesta giudiziaria, finalmente, dopo essermi io dapprima recata direttamente da un Procuratore (Procuratore della Repubblica) e con una relazione da me scritta con tutti i dettagli -accompagnata dalla traduzione in arabo che avevo avuto cura di richiedere- , poi in Tribunale dal Giudice (ho saltato l'avvocato per aver capito che così ci sarebbero voluti mesi, dato l'iter... eppoi per tendenza e abitudine mia a vedere di sbrogliarmi io le matasse), ecco che ho avuto una sua lettera di indicazioni e raccomandazioni dirette alla Poli giudiziaria per andarvi io stessa direttamente dopo una seconda visita dal Giudice, esporre in Poli i punti-cardine come capi di accusa con il traduttore (perché venisse ammesso il tutto agli atti, dato che in francese non vale) e ora attendendo i risultati dell'inchiesta che avviene in questi giorni e fino poi alla convocazione -piuttosto prossima (dato che il tutto era urgente, visto lo stalking e oltre al resto di atti criminosi perpetrati nei miei confronti)- dal Procuratore, dopo che avrà convocato la parte malandrina....   
Purtroppo, se dunque i cittadini di qui non godono dei nostri stessi privilegi (viaggiamo perché i soldini ci sono e per questo è pure che ci trattano con "benevolenza", suvvia...), neppure godiamo noi della protezione di cui godremmo nei nostri paesi europei, dove -in questo caso- per lo Stalking si finisce in prigione, altro che balle.  Qui non viene considerato come un crimine, ma tenuto conto dei gravi fatti occorsi, l'esserci pure un comportamento persecutorio ostinato e tanto che neppure potevo più osare uscire di casa (dal posto in cui mi trovo provvisoriamente), fa sí che in qualche modo sia stato incluso nei capi d'accusa - e so già che qualora avvenissero ancora incontri anche solo casuali , sarà loro vetato avvicinarsi a me o rivolgermi la parola.
Ma per tornare al modo di esprimersi di Anto..., sí, in punta di piedi davvero.  Eppoi anche sempre trattenendosi al cospetto dei bugiardi... che sono una caterva.   Amen, non chiedo scusa per essere stata lunga... Stavolta mi sono tolta i freni ed era, anzi è e avviene proprio sotto l'Argomento giusto "intavolato" da Anto.  Grazie !

... e per i balzelli, forse questo rientra nel capitolo ... anche del ..."Dare e Non ricevere"
Noi qui siamo pochi (di svizzeri in Tunisia... ve ne stanno soprattutto che contribuiscono o contribuivano ai piani di sviluppo del Governo Svizzero a favore delle popolazioni di zone disagevoli...  il resto, saremo una manciata o poco più...)  Dunque voi italiani, come i francesi, l'avete almeno facile per il rinnovo del permesso di soggiorno.  Noi invece, eccoti un po' che...  Ho insomma chiesto proprio pochi giorni fa, andando a ritirare il secondo "definitivo" , per quanto tempo, ossia per quanti anni lo debba poi rinnovare annualmente.  Non capivano quale fosse la domanda.... Finalmente, era perché davano per scontata la "normalità" del fatto che noi la si dovrà richiedere (per) sempre OGNI ANNO ...  Che privilegio, visto che la tipa aggiunge che pero' siamo molto stimati !    :o   
Quindi, in quel periodo del rinnovo sempre avró da essere qui e sempre ci saranno ogni volta i soliti francobolli e le solite foto e scartoffie e le solite cose...
Ah, bella barba davvero! E... con tutto quanto mi è capitato e che ancora ho da reggere, in energie di resistenza ancora per qualche tempo, pure a me sono venuti certi pensieri !!!
Mi sa che avrò da suggerire qualcosa all'Ambasciata.  Già sono in contatto con l'Ambasciatore per la qui precedentemente  menzionata questione**** da incubo e sarebbe allora magari il caso di vedere come "resettare" un pochino l'ingranaggio delle regole ...

**** conclusa la causa, mi rechero' alla radio locale e renderò pubblico il tutto.
         Oltretutto (oltre tutti i capi d'imputazione a carico de tizi in questione) vedere un po' se non dominassi la lingua francese, come me la sarei cavata...!   -v. post sulla questione delle lingue e se importi o non poi tanto... E siccome erano state da loro diffuse voci diffamatorie sul mio conto e con lo scopo di isolarmi, ora so io come rettificare  :joking:

ah  :D  ... e per le imbarcazioni da diporto, "avvoglia" che a loro non siano concesse... Pure ci mancherebbe, sai che diporto e per che trasporti ... lucrosi !?!  poi i furti e traffici di barche  e... le fughe loro... non di tipo romantico di certo :lol:
A noi è pure concesso di pagare anche i loro sbadigli, figurarsi quindi per il resto 😂 :unsure  :joking:

Io ho pure avuto il privilegio di essere stata derubata dei mobili ed elettrodomestici incl. climatizzatori nuovi, SmartTV , machine à laver, frigo e il resto....  E COSÌ ho pure perso la casa dove mi sarei trasferita xché ve li dovevo portare e nin li ho più...
É davvero il massimo....  E devo uscire fra 10 giorni da dove sto ora provvisoriamente da quando ho potuto andarmene da quella situazione, senza ancora avere idea di dove andare ...
Ma.... Allah è  grande !   :shy

:unsure     PICCOLE CONSIDERAZIONI AL MARGINE .... :

Premessa/Introduzione:
Uscendo di corsa dal posto dove "vivevo" e avendo perso la casa in cui sarei dovuta entrare (appunto non avendo più da portare i mobili all'istante, come soprattutto gli elettrodomestici), ho potuto venire provvisoriamente in una casa di  una tunisina che conosco da qualche tempo.  Era più o meno lurida (soprattutto la cucina, oltretutto enorme) e con me vivono ragni e ragnetti... (Mi reco al bar e al ristorante, di certo non sto io a fare le pulizie. Mi sono limitata al bagno) ....  Ma si trattava di poterci venire con tutti i numerosi cartoni e le non poche valigie, avere spazio per poter mettere un po' tutto sparso ovunque e per poter tirare fuori soltanto man mano ciò che mi serve e dunque, senza fare la difficilina o schizzinosa, perché già era stata una fortuna trovare questo posto (casa enorme...) almeno per un paio di settimane ...   Di fatto, questa casa dovrebbe venire occupata in novembre da francesi...

Succede che:
1.      questa donna (sorella del proprietario della casa in questione e circondata degli alloggi dei famigliari) mi dice che di italiani non ne vogliono perché fanno chiasso, hanno visite, parlano molto e hanno la televisione ad alto volume.   Ah, bene!  SENONCHÉ... , foss'anche la casa dei miei sogni, scapperei non appena possibile in quanto sono lei e i suoi parenti a sempre gridare, con voci stridule, e lei viene qui con suo figlio -di dieci anni- a trovare e aiutare la madre anziana... donna che ha una voce fortissima tipo anatra starnazzante (dico con tutto il rispetto, ma tanto per rendere l'idea) e il figlio in questione non parla mai, ma stridentemente grida le sue, io credo, poco sante ragioni.  Non l'ho mai sentito parlare, soltanto grida.  Eppoi vengono proprio davanti alla casa dove sto a giocare e tirare la palla e quindi ... tutto gridando.
2.      hanno due gatti, uno anziano e un giovane di razza siam.  Il Siam è bello ma aggressivo e litigioso.   Si da' il caso che un gattino striminzito cerca fortuna nel posto sbagliato....  A lui non viene concessa una briciola.... Questo, nè dalle persone e ancor meno dai gatti in questione e specie dal Siam....  QUINDI, chiaro che io mi sto occupando di alimentare questo poverino che sembra essere nato ad Auschwitz....  Ma ora gli altri gatti sono super-furiosi con lui e lo vorrebbero scacciare (stamattina ho temuto lo facessero fuori!).   Ieri sera, dandogli da mangiare, stavo lì con lui per non lasciare avvicinare il piccolo Siam che pur avendo mangiato, vuole lui quello che sta mangiando il piccolo-morto-di-fame-sopravvivente....    Quando arriva la donna (madre di quel bambino strillante e viziatissimo), le dico della cosa e lei nega, dicendomi che soltanto si avvicina per giocare.....   Io allora taccio, so per esperienza che i decreti dei tunisini sono intoccabili ed è inutile presentare prove o discutere. Rischi di brutto !!....
3,     Come sappiamo, non ha piovuto affatto, bensí diluviato....  E di notte, qui ancora alzata, ho sentito un grande tonfo, un rumore come di qualcosa di molto pesante che fosse caduto in vicinanza, ma senza capire cosa e dove....   L'indomani mattina, apro le imposte di una delle grandi stanze (tutte con balcone o terrazzo)  e vedo che buona parte delle parti in cemento armato che formano una struttura tipo pergola è precipitata sul terrazzo....   Guardo in alto e scopro che sono molte le travi di cui si vede l'armatura in ferro ormai arrugginito e che possono crollare da un momento all'altro...  Tutto è corroso, con profonde fenditure e crepe...
Vedo la donna sul mezzogiorno e le riporto quanto accaduto.  Risposta: no-no, è un pezzo che era caduto quest'estate ed è lí da allora, la struttura era stata riparata!   Qui però non posso lasciare passare la cosa e le preciso di essere stata sul terrazzo nei giorni scorsi e che quel pezzo non ci stava e che guardando in alto ho visto che proprio era caduta quasi tutta una trave e che.... altre parti erano pericolanti.  Si è irrigidita e ha commentato "mah... strano!  Ho fatto fare le riparazioni questa primavera e il muratore aveva fatto tutto...."  Taccio, ma il mio pensiero è che normale sarebbe preoccuparsi... anche nei confronti di chi entra fra poco nella casa e rischiando di beccarsi una trave in testa non appena decidesse di sdraiarsi al sole dell'inverno.   Per me, è inverno in un altro senso, ossia gelidamente deprimente....

Ecco, sono soltanto più o meno piccoli esempi di come qui quello che NON è vero, se lo è per loro, è vero e basta.  Oppure, detto in altro modo, se qualcosa invece è vero, ecco sgorgare una spiegazione di un assurdo stratosferico inimmaginabile e da lasciare interdetti.
Sì, qui se il nero piace che sia rosso, è rosso.
E se il rosso per loro è verde, lo è e basta.

Ho riportato questi esempi tutti riferiti alla stessa persona. Ma ne ho fatte già davvero TROPPE, di queste esperienze.  E allora mi domando davvero che speranza ci sia !   Per me la risposta è chiara.  E per quella che potrebbe invece essere la mia, di speranza, nutro quella di potermene andare non appena avrò sistemato qualcosa altrove, nella pur dissestata Europa, ma almeno mi ci posso orientare meglio ...
Qui un SÍ  è un FORSE,    e un'ora/rio per incontrarsi, è una eventualità o probabilità... del tutto insostanziale o precaria (fate voi)... E se la persona non viene, di certo non esiste proprio che te lo faccia sapere prima.   Sono trascurati e trascurano, ovvio... E dunque hanno pure un concetto di pulizia che neppure i ratti sopporterebbero...   Sono curiosi e arroganti, e quando non lo sono è perlopiù per furberia e ti stanno studiando... (immaginare con che scopo non richiede grandi facoltà....),   dicono addirittura loro "i tunisini sono bugiardi", ma dovrebbero includersi, cosa che andrebbe però contro l'affermazione stessa  :lol:
Di persone che hanno una splendida casa e pulita, ve ne sono eccome...  Stranamente però (stranamente lo dico in modo ironico), quando affittano ad altri, a meno che l'abitazione sia nuovissima, la questione cambia di 360º  . Quindi, ecco chi siamo e per cosa siamo qui ....  Ufff, certo che ci sono eccezioni, ma è davvero il caso di ricorrere a quella frase un po' scema che conosciamo... (di:  "l'eccezione conferma la regola"  Insomma, l'eccezione non vi fa' una virgola....).
Una cosa però la devo dire:  PARE che davvero sia Hammamet il peggiore covo di tutte queste buone qualità caratteriali .....  Persino i tunisini se ne lamentano... e non per essere santi, ma per essere il de/grado tale e tanto da risultare essere più che insultante e, a volte, persino a loro.....
Quindi:  salute !   Ma preferisco pagare le tasse e ritrovarmi in un ambiente maggiormente consono ai miei criteri... non fosse già che di comportamento in generale.  Amen e fate vobis.

Mi è venuto ora in mente "un dettaglio"...  Su facebook, vedo dei posto loro in arabo. A volte se ne può leggere una specie di traduzione in lingua nostra....  Per esempio per quanto di inerente l'esondazione di un fiume e la fanghiglia delle strade dopo questo recente tempaccio è stato fatto girare.   Allora mi dico che tutto è normale.... che vi sia una mentalità che non è invece la norma per noi europei..... Perché non si commenta con espressioni personali proprie, no, tutto è preso dalle loro sure e dalle asserzioni che ne derivano.  Ecco, questo il punto:  le persone che si muovono in questo modo e che sono cresciute dentro questo sistema e mentalità, è come se fossero state indotte e condizionate a NON pensare con la propria testa e per invece ricorrere a frasi fatte, a retoriche, ad asserzioni fortunose quanto alienanti....  //  Genere:  "Perché Allah provvede e ha provveduto, perché noi siamo ricolmi della sua protezione, perché è la nostra speranza ed è tutto, il Signore, di cui viviamo e sperando sempre e abbiamo tutto grazie alla sua misericordia... e perché gli iniqui sarano cancellati , oh... sì, Allah è grande (e sta dalla nostra parte)"       :blink:
(Poi vi sono quelli che mettono pure loro questi post o commenti, ma in privato ti dicono che i peggiori sono proprio quelli che tanto vanno in Moschea...   VALLI A CAPIRE !!!!!!!!!!!!!!!  Tanto è inutile....)

Vero Lavinia, hai ragione… no non è una prerogativa di Hammamet ma della Tunisia. Ci sono persone che ragionano come noi europei e vivono al nostro stesso modo ma sono una minoranza. Al tunisino medio non importa se noi viviamo qui e spendiamo i nostri soldi, per loro se noi andiamo via comunque vengono libici o algerini e i soldi li spendono ugualmente. Ormai dopo tante vicissitudini ho capito quali sono all'interno della mia stretta sfera individuale le persone locali degne di stima e rispetto, gli altri li sopporto con diffidenza e ormai mi riprometto di stare qui finchè posso sfruttare la situazione, quando non sarà più possibile tanti saluti e torno nella mia cara Italia che è e rimane sempre la mia Patria!

... Non é una prerogativa di Hammamet, ma qui é in una percentuale orrenda. I tunisini diversi e che frequento con piacere sono quelli che qui ci stanno male per essersi sbagliati a rientrare dopo lunga permanenza all'estero, o addirittura essendovi nati, all'estero...   :huh:
In quanto ai libici, qui ve ne sono pochissimi e gli algerini vengono qui soprattutto in vacanza, ma da molti di Hammamet non bene accetti.  Hammamet era già  ai tempi pmeta di vacanze per gay  e, ancora oggi, per algerini che vengono qui x andare a puttana.  Poi vimsono le famiflie rumorose neflinalberfhi Hammamet credo sia per eccellenza meta di europei. Proprio per queston stanno le cose come stanno e....ora con grande penuria di abitazioni ... adatte. E "penuria" è tanto per non dire "assenza" !
Io sto qui fino alla sentenza di giudizio eppoi cambio aria. Dopo simili esperienze estreme, tante grazie!
(Sto pensando a Djerba, almeno per un po').      Ma nel frattempo può pure darsi che si diano a conoscere gli extraterrestri e/o che scoppi il Popocatepetl e/o che ci sia un'inversione dei poli, per cui non c'è da preoccuparsi  :joking:  e si tratta di prendere un giorno per volta...finché si puo'   ;)      :cheers:

laviniavirginia :

... (Sto pensando a Djerba, almeno per un po').   Ma nel frattempo può pure darsi che si diano a conoscere gli extraterrestri e/o che scoppi il Popocatepetl e/o che ci sia un'inversione dei poli, per cui non c'è da preoccuparsi  :joking:  e si tratta di prendere un giorno per volta...finché si puo'   ;)

Penso che è da molti anni che non vai a Djerba, ci sono appena stato e non credo sia adatta a te come non è adatta a noi, ti consiglio un viaggetto di qualche giorno in un albergo di Djerba tanto per assaporarne l'aria e il panorama :)

Anto&Simo :
laviniavirginia :

... (Sto pensando a Djerba, almeno per un po').   Ma nel frattempo può pure darsi che si diano a conoscere gli extraterrestri e/o che scoppi il Popocatepetl e/o che ci sia un'inversione dei poli, per cui non c'è da preoccuparsi  :joking:  e si tratta di prendere un giorno per volta...finché si puo'   ;)

Penso che è da molti anni che non vai a Djerba, ci sono appena stato e non credo sia adatta a te come non è adatta a noi, ti consiglio un viaggetto di qualche giorno in un albergo di Djerba tanto per assaporarne l'aria e il panorama :)

Wow,
Grazie per avermelo detto, di Djerba !   😊

Basterebbe accettare le regole del sistema e non cercare di forzarle continuamente.

Soprende poi che sorprenda che non si tratti di un paese i cui cittadini godano delle nostre stesse liberta'.

Perche' molte di queste liberta' gli sono negate non da un regime o da regole e leggi interne, ma da noi e da paesi come il nostro. Dal cosiddetto "occidente".

Siamo noi a richiedere che debbano ottenere un visto d'ingresso.

passportindex.org/comparebyPassport.php?p1=tn&fl=&s=yes

Come si vede sono pochi i paesi in cui i tunisini possono recarsi senza visto, semplicemente prenotanto un volo ed imbarcandosi, come possiamo fare noi per venire qui. Ma non e' certo lo stato tunisino o un regime ad impedire loro di recarsi liberamente in Italia o negli altri paesi senza ottenere un visto. E le condizioni per concedere il visto sono sempre imposte da noi.

Quanto al diporto, esso esiste (evidentemente per chi puo' permetterselo), ma i limiti derivano dalle stesse ragioni di cui sopra. In marina come Sidi Bou Said o Gammarth e' pieno di imbarcazioni da diporto targate tunsine. Appartengono a tunisini. Che possono acquistarle e detenerle. Ma dato che il mare e' una frontiera e che al di la' di quella frontiera molti paesi confinanti richiedono il visto, si vede bene che, considerati anche gli accordi internazionali sottoscritti, lo stato deve controllare e limitare la libera navigazione. E quindi quando escono in mare se ne debboo stare a vista del porto di attracco oppure rispettare strettamente un piano di navigazione comunicato in capitaneria se devono andare da un porto all'altro, oltre ad ottenere preventivamente l'autorizzazione. E guai se non rispettano gli orari. Noi stranieri, salvo la necessita' (che scocciatura....) di fare dogana, siamo invece liberi di prendere il largo. E di andare e venire a piacimento.

La dogana portuale e' un'associazione per delinquere, e' vero, (e dove non lo e?) ma posso assicurare che utilizzando i migliori servizi di trasporto sul mercato ed avendo tutte le carte in regola non vi e' alcun problema e le merci entrano ed escono quotidianamente senza problemi.

Quanto ai privati il discorso e' semplice: salvo il bagaglio personale e pochi generi nei limiti consentiti, non e' permesso portare nulla. La cosa e' reciproca. Se compri casa hai diritto, una sola volta, a 15.000 Dinari in controvalore di masserizie di trasloco.

Gli stranieri che fanno le macchinate cariche di generei alimentari e apparecchiature varie, anche conto terzi,per non dir dei mobili, forzano il sistema. Il sistema e' abbastanza facile da forzare. Contenti gli stranieri, contenti i doganieri.  Ma chi si presta a pagare i doganieri per entrare con cio' che non e' consentito e' semplicemente complice del sistema.

Per inciso regole simili valgono con qualsiasi paese extra UE. Se ti trasferisci in Svizzera ha diritto entro 18 mesi a importare in esenzione doganale masserizie di trasloco entro un certo controvalore. Per il resto non e' che puoi attraversare la frontiera con quel che ti pare. Se ti fermano rischi il sequestro oppure il pagamento di IVA e dazi.

Fortunatamente la stragrande maggioranza sia dei pensionati sia  degli imprenditori non cerca di forzare il sistema, ne accetta le regole e gode dei vantaggi fiscali e non solo che il Paese offre.

A proposito di svizzeri ecc. ecc.: si', certo, il permesso di soggiorno, in quanto permesso, non e' mai "definitivo". Dura un anno. E ogni anno va rinnovato. Solo agli italiani viene concesso per due anni la prima volta, 4 la seconda e 8 successivamente.

Forse perche' siamo piu' simpatici  :D

Amici che hanno una catena di negozi per animali hanno dovuto rispedire un intero container al mittente perché la dogana lo ha tenuto fermo 3 mesi portando i mangimi in prossimità della loro scadenza e rendendoli di fatto invendibili, un amico che ha un'azienda di lavorazione di alluminio per infissi deve pagare il balzello doganale per avere le merci nei tempi previsti, a me stesso la dogana di una nota località ha inventato mille motivazioni per impedirmi di portar via la barca dal porto e solo dopo minacce di denuncia in ambasciata e alla loro direzione generale  hanno detto che "non c'era nessun problema e potevo andare via quando volevo"!
Grazie a Dio in Italia queste cose non accadono, qui quello che manca è proprio la libertà individuale di poter agire senza delinquere in modo autonomo come accade in Europa… qui per qualsiasi cosa bisogna richiedere un permesso, un'autorizzazione, una qualsiasi cosa che richieda un esborso da parte del contribuente… e se recrimini dicendo che comunque porti lavoro ti rispondono che non gli interessa, se vai via tu ne arriveranno altri e se vanno via gli europei ci sono sempre i libici e gli algerini.
Il diporto nautico in Tunisia è unicamente a livello locale in verticale dal porto per la lunghezza massima di 3 miglia. Vuol dire che i Tunisini se per caso posseggono un'imbarcazione possono uscire previa autorizzazione della Guardia Nazionale Marittima sulla verticale del porto e non allontanarsi oltre le 3 miglia. Per tutte le altre navigazioni devono essere autorizzati. Principalmente comunque le imbarcazioni immatricolate sono relativamente piccole e a motore e vengono usate per il noleggio orario. Chi ha i soldi magari al posto della barca compra altro all'estero.
Dimenticavo, la dogana mi fa il ragionamento che la loro opera è mirata a salvaguardare l'industria locale, ma che industria che se non ci fossero "gli sfruttatori europei" starebbero ancora con le pezze al sedere, quando gli fai notare che ci sono anche i distributori di benzina di contrabbando, che i negozi vendono roba contraffatta e che ci sono interi negozi che vendono prodotti tecnologici di provenienza libica e fuori dai dazi cambiano discorso… ma per favore! E' uno dei paesi con il più alto tasso di contraffazione altro che poveretti!
S'intende che non parlo della povera gente per strada ma del sistema dove chi chiede balzelli viene dall'alto diramandosi per tutto l'intero sistema statale.
Per fortuna è stato messo il numero verde di denuncia anche se ancora non lo ha provato nessuno di mia conoscenza e forse con il nuovo anno inizierà a cambiare qualcosa… speriamo!
S'intende che va un plauso e un grande ringraziamento alla dogana della mia località di residenza che si è interessata per aiutarmi a risolvere un problema che di fatto non sarebbe dovuto esistere.

Live in tunisia :

Perche' molte di queste liberta' gli sono negate non da un regime o da regole e leggi interne, ma da noi e da paesi come il nostro. Dal cosiddetto "occidente".

Siamo noi a richiedere che debbano ottenere un visto d'ingresso.

E meno male che lo richiediamo come per tutti i paesi non in area Schengen, queste sono le norme internazionali che regolano gli spostamenti dei cittadini dei singoli Stati… nulla di strano ma la normalità in tutto il mondo.

LIVE   poteva stavolta davvero fare a meno di venire pure a esprimersi -qui davvero per interesse di parte- da professorello redarguente e davvero a sproposito, visto che questi suoi argomenti erano pure già stati considerati, bastava leggere bene, o allora astenendosi soprattutto per il fatto che lui non è una parte neutra e ha interesse eccome che vengano qui i "piu' simpátici italiani" . Almeno uno spazio, come quello creato da Anto&Simo sotto questo argomento, lo poteva lasciare esente da tergiversazioni e a disposizione di chi abbia il fegato, o anche il bisogno di dirle, certe cose e di dire come si sente e cosa e come le vive. Tutto il resto e' ipocrisia. 
E ancora con x es. questo : "Quanto ai privati e' semplice"... Ahh, se lo dice l'esperto !  Bene, come mínimo hai mancato di rispetto e di buon gusto... Ma appunto, se ne capiscono fin troppo bene i motivi.

Anto....
A me sta tutto stretto perché non sono leccac...o....      E questo e' chiaramente imperdonabile, un po' ovunque ( eccetto che in Svizzera  :D  )
Ad ogni modo, come già ho scritto e quindi riguardo Hammamet, se gli europei se ne andassero, resterebbe loro poco piu' di un bordello...

Nota curiosa:  Per la difficolta' a trovare latte, ora la última versione che mi è stata data è che una mucca in Tunisia vale 1000 e in Algeria invece 5000.  Ergo, le mucche tunisine sono state vendute. E mo'... il latte ? Ah, quello adesso arriva dal Belgio ...
:lol:

......Dalle Ardenne.... del resto anche le mucche esercitano il diritto di.... "Sciopero" e ci stà tutto in una "giovane" democrazia; Perché si continuano , in questo blog, a fare paragoni con la  CH o con UE ?

        Basta con questi "provincialismi" .....Lo scopo di Expat è dare utili consigli a chi non ha esperienze di vita in Tunisia, tenendo conto del "Contesto attuale"....... Poi se mi sbaglio, ....."Mi coriggerete..... " NON ho l'ambizione di un PAPA  Santo !

Enrico, forse non hai letto bene.
E il titolo dell'argomento permette pure di astenersi dal leggere.
Chiaro che ognuno fa le sue proprie esperienze e le considera dal suo proprio punto di vista, avendole vissute sulla propria pelle.

OK, il titolo è chiarissimo..... Ma permettimi, Lavinia, di dissertare sul fatto che ....Si può dimenticare un Paese, con tutti gli argomenti che si vuole..... Ma astenendosi dai.....Paragoni....

Enrico E. :

OK, il titolo è chiarissimo..... Ma permettimi, Lavinia, di dissertare sul fatto che ....Si può dimenticare un Paese, con tutti gli argomenti che si vuole..... Ma astenendosi dai.....Paragoni....

Quando leggi di qualcosa su cui dissenti, perché allora non rivolgerti direttamente a chi i paragoni li ha fatti?  Mi consta che il mio unico paragone sia stato riguardo il dovere io come svizzera ripetere ogni anno l'iter di richiesta del permesso di soggiorno, rispetto a voi e ai francesi....  E ne ho pure spiegato il motivo......  Che poi siano stati fatti altri confronti, bene, allora però non si risponda tirando tutti dentro nel mucchio.  E proprio io... che ci tengo a fare le distinzioni in tutt'altro senso.  Scusa... ma sono piuttosto vulnerabile anche e proprio perché io in questo paese sono soltanto stata molto gentile, ossia fin troppo, frequentando persone del luogo che credevo fossero per bene (notabili della città...) ma poi ritrovandomi dentro un film come protagonista... linciabile... e ruolo protagonista in modo del tutto involontario (ahhh, se soltanto ne potessi uscire! E sì, ne uscirò, ma per il momento è dura...), cui è subentrata l'infame psicopatica con tratti di perversione narcisista.  Un incubo. E quindi piuttosto segnata dall'esperienza. Anzi, molto segnata e con conseguenze pesanti dal lato pratico... Quindi, attualmente, davvero non con molto buon occhio verso taluni aspetti, anzi talune realtà di qui.  Eppoi, non sono qualcuno che sopporta di vivere in un posto sospettando di tutti, ossia stando in guardia dalla mattina alla  sera e facendo attenzione di noi mai credere proprio mai a niente e a nessuno....   Quindi, ecco...    E per giunta ora senza casa.... Una meraviglia e, è vero, qui un confronto lo devo fare:  altrove vi è pure il crimine dello stalking, qui no.... Ma meno male vi sono altri 4 capi di imputazione contro questa persona (donna), quindi..... mi accontento e dell'ordine che le viene impartito: di non osare avvicinarmi più nè rivolgermi la parola ...

laviniavirginia :

LIVE   poteva stavolta davvero fare a meno di venire pure a esprimersi -qui davvero per interesse di parte- da professorello redarguente e davvero a sproposito, visto che questi suoi argomenti erano pure già stati considerati, bastava leggere bene, o allora astenendosi soprattutto per il fatto che lui non è una parte neutra e ha interesse eccome che vengano qui i "piu' simpátici italiani" . Almeno uno spazio, come quello creato da Anto&Simo sotto questo argomento, lo poteva lasciare esente da tergiversazioni e a disposizione di chi abbia il fegato, o anche il bisogno di dirle, certe cose e di dire come si sente e cosa e come le vive. Tutto il resto e' ipocrisia. 
E ancora con x es. questo : "Quanto ai privati e' semplice"... Ahh, se lo dice l'esperto !  Bene, come mínimo hai mancato di rispetto e di buon gusto... Ma appunto, se ne capiscono fin troppo bene i motivi.

Scusa, ma tu chi sei per valutare chi, come e quando si puo' esprimere? Ma come ti permetti? La liberta' di espressione e' forse a senso unico?

No, perche' potrebbe venirmi voglia di valutare che potresti TU trattenere le dita in molte circostanze che certamente di informazioni utili ne danno poche o punto.

E non e' neppure la prima volta che ti ergi a censore di post altrui. Se non erro non ti hanno ancora cooptata nel team di moderazione.

Il fatto e' che si sta dando una immagine molto parziale, non del tutto corretta del Paese.

Si portano due o tre casistiche che fanno notizia nel giro degli italiani. Io scrivo a ragion veduta perche' ho una visione un poco piu' ampia di quei cinque o sei casi di "amici che".....

Situazioni critiche ne esistono. Problemi se ne verificano. Ma davvero pensate sia credibile che oltre 3.500 aziende straniere operino in Tunisia da decenni se gli esempi riportati fossero la regola? Ma avete idea di quanti container ci starebbero fermi in dogana? Avete un'idea di quanto vale l'interscambio della Tunisia con la sola UE? Ma di cosa si sta parlando?

Per quel che mi concerne tutti, ma proprio tutti i casi critici di cui sono venuto a conoscenza, sia coinvolgenti privati sia aziende, alla fine lo erano perchè in qualche modo si e' tentato di forzare il sistema o perche' per risparmiare si sono scelti operatori logistici secondari o addirittura di movimentare le merci in proprio. E in un paio di casi i problemi sono magicamente spariti rivolgendosi, su mio consiglio, cara Lavinia, al principale operatore logistico presente in Tunisia.

Sul diporto tocca ripetersi: concordo perfettamente sul fatto che i tunisini non possono navigare liberamente, ma, ribadisco, non perche' vi sia un regime illiberale; perche' gli stati confinanti (leggi Europa) domandano il controllo delle frontiere e i visti in ingresso e questo penalizza anche chi non ha alcuna intenzione di emigrare, ma solo di farsi un giro in barca (e nei porti citati altro che barchette ci sono....a vela e a motore; andate a farvi un giro). E ad ogni modo questo poco o punto impatta gli stranieri che possono andare e venire a piacimento (certo.....che scocciatura....si deve fare dogana...).

E staremo a vedere, perche' si vogliono creare almeno 7.000 posti barca per il diporto nei prossimi anni, con l'obiettivo di attrarre diportisti europei. E un piano del genere, per essere attuato, dovra' andare di pari passo con ulteriori semplificazioni della normativa sul diporto per gli stranieri. Peccato che, permanendo la necessità di visto, cio' avra' ben poca ricaduta sui (ancor pochi, questo e' vero) diportisti tunisini. E restera' impossibile, per uno straniero, imbarcare anche solo per una battuta di pesca o una veleggiata lungo costa, un amico tunisino.

Il fatto e' che diverse persone stanno qui di malavoglia. Si sentono costrette, non hanno avuto scelta e se l'avessero avuta sarebbero andate volentieri altrove.

Vivono male, paragonando costantemente (noi, loro; qui, in Italia...) e pretenderebbreo che il mondo girasse qui  come in Italia, non accettano le piccole limitazioni che risiedere qui comporta.

La Tunisia a mio avviso non e' un paese da dimenticare. E fortunatamente non lo e' per moltissimi.

E' un paese, come in ogni dove, da accettare e rispettare per quel che e' e per quel che puo' dare, senza forzature; a mio parere un paese con un grande potenziale peraltro.

E che non merita di essere dipinto a tinta unica con post cosiddetti "coraggiosi" da parte di coloro che avrebbero "fegato".

Cara Lavinia, non ritengo di doverti chiedere il permeso per esprimere questo pensiero.

Nessuno vieta a coloro che lo desiderassero di fare le valigie e partire per altri lidi. La Tunisia non li trattiene (pensa un po'.....). Magari ringraziando, prima di andare, per quei picoli benefici fiscali di cui ha goduto durante la residenza.

Lavinia, perdona, ma, infine:

laviniavirginia :

E ancora con x es. questo : "Quanto ai privati e' semplice"... Ahh, se lo dice l'esperto !  Bene, come mínimo hai mancato di rispetto e di buon gusto... Ma appunto, se ne capiscono fin troppo bene i motivi.

...ma da che pulpito! Da quando sei in Tunisia mi pare ti sia ficcata in un ca.....no dietro l'altro.

Forse un aiutino esperto ti avrebbe evitato molti grattacapi.

Ah ma gia'.......colpa dei tunisini, tutti sporchi, ladri, falsi, brutti e cattivi.

:D  :o  :cheers:

Decisamente rinuncio e mi dimetto da sola.
Altro che aiutino.  Grazie tante per il qualunquismo e l'impiegare tutto contro. Ho capito.
E noi, o in questo caso io in particolare, dobbiamo tacere perché dovremmo dunque chiedere il permesso per la libertà di smentire, o di poterci risentire....   Libertà o facolta' cui rinuncio quindi volentieri, ma se io abbia avuto vantaggi di quale natura, fiscali oppure no, lascia che sia poi io a stabilirlo.  Chi sei tu, piuttosto, per venire con tono da riprovevole paternalista ?    Spari un po' troppo a casaccio, senza cognizioni di causa. Infatti, qui non ho mai avuto nessunissimo problema amministrativo o di percorso in tal senso.  Ho "soltanto" avuto una full immersion nell'ambiente eppoi mi è toccata in sorte un tristissimo episodio e di natura criminosa, con 4 capi d'accusa e, figurati, NON contro di me. Io li ho subiti e sono pure finita 2 volte in ospedale. Punto!! Capacissima dunque di sapere a chi rivolgermi e di sapere come procedere per difendermi lo sono stata eccome. Le tue lezioni me le risparmio quindi volentieri e anche gli aiutini, figurarsi...  E non sono stata io a qui parlare di container, di dogana e di diporto, ma mi è chiaro che fungo ora qui unicamente da "cartello per tiro a segno", complimenti :  Di certo, ho respirato aria di machismo; grazie, almeno il quadro è completo...  :D  . 
Mi dimettero' quindi dal foro e starete così tutti ben meglio fra si voi e più  felici e tranquilli.
:cheers:

A Francesca:

  nessun timore, mi ritiro e così tutto rientrerà nell'ordine ...  :|

.......Dispiace x tutte  le TUE traversie,  :(  Ma era chiarissimo che la mia risposta NON era diretta solo a TE, ma genericamente anche  al "mucchio" :thanks:  Quindi tranquillizzati, non sei TE, l'unico capro espiatorio di questo forum .... :whistle:

Enrico E. :

.......Dispiace x tutte  le TUE traversie,  :(  Ma era chiarissimo che la mia risposta NON era diretta solo a TE, ma genericamente anche  al "mucchio" :thanks:  Quindi tranquillizzati, non sei TE, l'unico capro espiatorio di questo forum .... :whistle:

...Nessuno ha da esserlo ...  ;)

Ciao Lavinia,
Se posso esserti utile per una sistemazione più che dignitosa e gratuita sono a tua disposizione a Monastir.
Se invece ho frainteso ti chiedo scusa

glauco2013 :

Ciao Lavinia,
Se posso esserti utile per una sistemazione più che dignitosa e gratuita sono a tua disposizione a Monastir.
Se invece ho frainteso ti chiedo scusa

Ti ringrazio, sei davvero molto gentile !  Vedro' quest'ultima settimana se per intanto posso trovare ancora qui, anche data la non lontana convocazione dal Procuratore della Repubblica per sentirne il responso e sapere come si conclude la questione.  Ma poi una puntatina x vedere la rifarei ad ogni modo, a Monastir. Hammamet vorrei, anzi voglio, lasciarla alle spalle. E a Biserta ci sono troppi salafisti (basta, ne ho qui avuto un amarissimo assaggio...) e d'inverno lassu' fa freddo.  (In quanto a Kelibia non sta sul mare...). Ad ogni modo non sono una profittatrice, pero' capisco il motivo per cui hai detto gratuitamente: perché non sembrasse tu proponessi x fare affari . Grazie ancora davvero!
:)

Grazie all'amico Mauro Buzzi ho scoperto questa piccola cittadina pulita e gradevole nel suo insieme, anche se, per degli acquisti che richiedono un po' di gusto e ampia scelta, mi rivolgerò a Sousse.
Sempre grazie a Mauro ho trovato questo appartamento a 400 mt. dal mare in un quartiere calmo e dignitoso in un condominio di due piani con ascensore, quattro appartamenti per piano, nuovo e all'europea. Sono qui da trte giorni e l'unico rumore è stato il mio con la tazza del caffè.
Io ne occupo uno al secondo: salone due camere letto, cucina abitabile e ampio bagno con box doccia in cristallo, due balconi in cui si potrebbe cenare fuori (io ci vado a bermi il caffè in santa pace) e pavimenti in marmo, televisione satellitare. Nel salone un'unica grande vetrata che dà molta luce
Quando e se credi una stanza posso metterla a tua disposizione, vista la situazione.
Chi mi conosce mi descrive discreto e riservato e poco incline a sapere i fatti degli altri.
Buona serata

Caro Live certo tu parli per interesse dato dalla tua attività ma le tante ditte che operano sul territorio pagano regolarmente balzelli ma a causa del basso costo della manodopera comunque ci rientrano nelle spese abbondantemente ma questo non vuol dire che i balzelli siano una cosa sporadica di alcuni. Come privato invece mi sono sempre rifiutato di sottostare a pagamenti non dovuti ed infatti scopro proprio oggi che la dogana in questione fa determinati giochetti semplicemente per "divertimento" rendendo "la vita difficile allo straniero". Bella cosa!
Ho anche letto che parli di barche e di diporto e qui ti dico chiaramente che parli di argomenti che non conosci e che hai iniziato a leggere proprio dai miei interventi e dalle mie richieste dal 2014. Il fatto di esserci una barca con bandiera tunisina a riva (alzata e sventolante) può voler dire anche che si tratta di una barca europea con bandiera di cortesia o può anche essere una barca che appartiene ad un tunisino ma non vuol dire che sia uno che fa diporto visto che in mare al di la delle barche pirata e dei motoscafi turistici non ci sta altro, avere la barca in parole povere non vuol dire navigare o essere in grado o abilitati a farlo infatti ribadisco che in Tunisia l'unico diporto nautico lo facciamo noi stranieri con bandiere europee e ci stiamo organizzando per creare una flottiglia almeno per girare per questo mare facendo vedere a chi interessa che ci siamo anche noi. Dico che non sei proprio ferrato in materia perché in un altro post addirittura facevi cenno che a Yasmine ci sia un elevatore per "super yacht"... superiori ai 50 metri? Si perché un super yacht se vuoi vederlo devi andare in luoghi specifici e qui in Tunisia se per sbaglio ce ne saranno un paio sono grasso che cola.
La definizione di imbarcazione da diporto a livello internazionale è una unità navale a vela o a motore con lunghezza fino a 24 metri (e sono quelle che abbiamo nei vari porti del mondo)… poi ci sta il resto e qui non ne facciamo parte altrimenti non staremmo a raccogliere info su expat possedendo simili barche. Continua pure con i tuoi interventi comunque, è sempre un piacere leggerti!

Grazie glauco,
se magari, di appartamento, ce ne fosse uno cosi, ma... con vasca da bagno, mi parrebbe davvero ottimo, molto probabilmente, trasferirmici sul serio...
Sai, per venire ho un trasloco di 5 valigie, una ventina di scatole, tutto il "vase- e pentolame" e ancora cose varie...  e., last ma tutt'altro che least, 2 armadi larghi 3 metri (per riporre tutto quanto... 😂) Quindi, capirai ...
Al massimo ci starei per un caffè e dovendoti pure chiedere info, x es. dove comperare "il latte", o dove sta la polizia e "cose simili"   :top:

Per la precisione e dovendo quindi contraddire quanto asseriva LIVE, appongo una nota riguardo i trasporti internazionali...di effetti personali e di suppellettili casalinghe; e quindi, non lo faccio per fare confronti fra paesi, ma per rettificare appunto... Infatti, pur sempre di informazione si tratta e quindi un po' di precisione ci vuole. 
Dunque,  se divenuti residenti e con NIF o NIE (numero di identificazione fiscale) in un paese come x es, anche in Marocco, oppure se per es. dalla Tunisia ci si trasferisse in Spagna, o in Portogallo, non vi è limite alcuno per quello che puo' essere il corrispondente valore pecuniario di queste cose personali (non destinate al commercio...).   La condizione è tutt'altra:  a seconda del paese in cui si entra,  indispensabile è  -in quello da cui si esce-  far stilare un documento-elenco precisissimo di tutto quanto verrà trasportato (se ne occupa la ditta di trasporti, oppure, x es. dal Marocco è richiesto che sia un agente della polizia locale). POI, a destinazione, un ufficiale della gendarmeria, dietro appuntamento, verrà a casa per vedere se davvero c'è proprio tutto. Questo, per appunto evitare che si dichiarino cose come fossero di e per casa propria... e invece con lo scopo di rivenderne...
La difficoltà posta dalla Tunisia e per cui non è concesso il passaggio per oltre -erano: -  7'500 euro (forse tuttora) o allora appunto 15'000 dinari,  è a dir poco ridicolo (in Europa con 7'500 euro ti comperi forse la cameretta dei bambini e pochino di piu').    Sarebbe pure assurdo, ma non lo è soltanto se si pensa al (loro) motivo  -e ben lo ha detto Anto- ...  Ma è sì, comunque sia, assurdo perché mettere i bastoni nelle ruote a chi intende entrare per vivere qui, proprio da furbi non sarebbe... se non fosse che per dare il tormento e per far sopravvivere talune pratiche sottobanco. Insomma, sempre la solita storia.....

A chi entrasse su expat o entra insomma a leggere per valutare se venire in Tunisia e, se si, cogliendo info e umori,  ben chiaro voglio dire una cosa:  che per gli italiani la parte  più "difficile", o insomma delicata, è quella che riguarda le modalità richieste dall'Italia stessa (INPS e non so che altro, visto che italiana non sono, ma sì
essendo l'italiano la mia lingua paterna -sì, paterna-), ma per la richiesta del permesso di soggiorno, a meno di non disporre di un minimo vitale, è davvero molto semplice.  Poi, il resto viene poco a poco, come per es, quando si tratta del pagare le tasse, o di dover dichiarare alla Recette de finances il contratto di affitto.
Per cui, personalmente non ho avuto bisogno di agenzie di servizio. Ma si mi ero fatta raccomandare un contabile. In modo che se la sbrighi al mio posto su quel fronte  :D 
 
PER CUI, la mossa di Live di far passare il messaggio secondo cui, visti i miei guai (che lui ha definito un po' diversamente e in modo denigratorio) non sarebbe forse stato male se io fossi invece ricorsa a "un aiutino", è... inqualificabile. Perché non c'entra proprio nulla e ancor meno con una da lui dunque supposta mia incompetenza o incapacità.
Bene, ho quindi ora deciso di non cancellare la mia iscrizione al foro. Anche se farò sì più attenzione,  astenendomi dall'esporre qualche situazione come spunto di riflessione -effettivamente non richiesto-.   In quanto poi alle risposte che le persone cercano sul foro, verissimo è che da altri di voi (Live incluso) già ne ricevono a sufficienza e di ottime.
:thanks:

Nuova discussione
connection to localhost:9312 failed (errno=111, msg=Connection refused)