COMMISSIONI BANCA ITALIANA SU BONIFICO IN ENTRATA DALLA TUNISIA

Buonasera, apro questa discussione per  confrontare le commissioni  che le banche Italiane prendono per i bonifici in entrata da una banca Tunisina.
Personalmente la mia banca Italiana CheBanca, del Gruppo Mediobanca, su un Bonifico in entrata dalla Tunisia  dell'Importo di euro 21.000, mi ha  "tosato", fattemi passare il termine  66.00 euro di commissione  :/   La cosa mi lascia molto perplesso poichè la STB BANK, per lo stesso bonifico  in uscita  mi ha preso 25 euro.  Nei prossimi giorni  essendo in Italia devo recarmi in banca e voglio affrontare questa problematica in maniera documentata ed in tale ottica per essere aggiornato sul confronto mi piacerebbe sapere quanto prendono le vostre banche Italiane di commissione sui bonifici in entrata dalla Tunisia, in particolare se la commissione è sulla percentuale dell'importo del bonifico oppure fissa. Grazie e buona serata.

nei bonifici internazionali subentrano le banche intermedie. Non essendoci contatti diretti tra banca di una nazione e l'altra banca i soldi non vengono passati direttamente ma attraverso delle altre banche che vengono denominate così, ognuna di queste prende la sua commissione, più banche intermedie ci sono e più si paga, la fineco ad esempio per il bonifico in uscita indipendentemente dal suo importo prende 9 euro e qualcosa, poi in base a quali banche vai a sfrugugliare paghi anche somme importanti.

Strano.. Antonio.. Con STB.. I costi sono fissi.... 25 euro in uscita... 8 euro.. In entrata.... Qualcosa non torna... Chiedi alla tua banca motivi di sto Furto....

21.000 o 2.100?

Perché nel primo caso parliamo dello 0,3%, altrimenti detto 3 per mille!

Tra i costi più bassi in assoluto.

Detto questo fare comparazioni è complicato in quanto devi prendere la combinazione di tre banche: l'emittente, la ricevente e l'intermediaria.

Quindi a parità di banca italiana ricevente, i costi variano in base alla banca emittente, minimizzandosi nel caso in cui la banca tunisina utilizzi come intermediaria proprio quella ricevente, o il gruppo cui questa appartiene.

Se il costo è fisso e non in %, parlando in generale, conviene, potendo,  minimizzare la frequenza dei trasferimenti, massimizzando l'importo, in modo da ridurre l'incidenza dei costi.

Si confermo il bonifico in disamina era di eri 21.000 ventunomila,  STB   BANK, in uscita mi ha preso  25 euro, il Direttore mentre compilava il modulo mi ha chiesto se le commissioni di arrivo del bonifico le volevo mettere a carico della banca Italia e così ho fatto credendo che le stesse fossero basse. Successivamente quando il bonifico è arrivato si sono presi la commissione di euro 66,00. Adesso Lunedì mattina chiedo lumi sul perchè di tale importo. Anche se credo che la commissione è rinconducibile all'importo del bonifico  calcolata in percentuale. Comunque vi terrò  informati, anche perchè ritengo che la cifra sia elevata.

Si esatto Antonio... Cole dici bene tu.. Pero' se posso dari un consiglio.. Sempre spese 100% banca tunisina.. Mai a xarico banxa italiana... Commissioni decisamente piu basse qui... Ma ormai.. I Buoi... Sono scappati....  :mad:  :mad:  :mad:

Comunque stando a  quanto sotto riportato conviene pagare direttamente le commissioni alla banca che effettua il bonifico, nel mio caso alla STB Bank. in aggiunta ai 25 euro, perchè mi sa che le banche Italiane ci marciano un pò.

Bonifici extraeuropei
Più complessa è la situazione in caso di bonifici diretti in zone extraeuropee (vedi Come inviare soldi all’estero?).
In questo caso vi sono delle commissioni che sono tanto a carico dell’ordinante quanto del beneficiario; tuttavia il regolamento bancario internazionale prevede che le parti possano accordarsi diversamente.

In particolare si parla di bonifici con opzione SHA quando è il beneficiario che sopporta le spese bancarie reclamate dalla banca estera, così a carico dell’ordinante italiano restano solo le commissioni previste dall’intermediario nazionale (normalmente pari a € 15).

Si parla di bonifici con opzione OUR quando le commissioni reclamate tanto dalla banca nazionale, quanto dalla banca estera vengono interamente addebitate all’ordinante. Normalmente questa è l’ipotesi che trova di fatto maggior riscontro nella realtà.



Quando invece le commissioni della transazione sono interamente sopportate dal

beneficiario dei fondi, la banca nazionale addebita le commissioni alla banca estera che provvede a decurtale, unitamente alle proprie commissioni di intervento, dall’importo nominale da accreditare: in questo caso siamo di fronte ad un bonifico con opzione BEN.
In realtà questa soluzione viene utilizzata solamente per regolare pagamenti di forniture riservate a clienti con un ampio potere contrattuale da parte di aziende italiane che operano nelle esportazioni. Nella maggior parte dei casi viene impostata per default l’opzione OUR, soprattutto nel caso delle vendite online.

Comunque facendo la debita riflessione se la banca ricevente applica la commissione al bonifico in entrata a percentuale,  dividendo un bonifico da 21.000 per 10, in caso di bonifici da 2.100, verrebbe  6,60  a bonifico.

Queste sono le commissioni CheBanca per bonifici in entrata  proveniente da fuori area SEPA



Operatore    Commissione    Tasso di cambio    Costo totale
Chebanca Chebanca    12,50 € commissione fissa + 0,20% (minimo 3,00 €)    Tasso di cambio con maggiorazione dello 0,50% ¹    12,50 € + 0,20% + tasso di cambio della banca¹
TransferWiseTransferWise    0,51% €    Tasso di cambio reale (quello che si trova su Google)    5,14 €

MENTRE QUESTE SONO COMMISSIONI PER BONIFICI IN USCITA FUORI AREA SEPA
Bonifici internazionali al di fuori della zona SEPA (inviati)

Per quanto riguarda i bonifici esteri inviati fuori dall’area SEPA, bisogna distinguere tra quelli in euro e quelli in valuta straniera.

Per quanto riguarda quelli in euro, le commissioni fisse sono le seguenti:

7, 50 € per i bonifici disposti online
10,50 € per i bonifici regolati presso sportello
I bonifici internazionali in valuta diversa dall’estero

Piuttosto ordinario.

Il che vorrebbe dire che per 2.100 non sarebbero 6,6, ma 12,5 + 4,2 = 16,7, ovvero il 7,9 x mille.

Ad ogni modo il totale per 21.000 sarebbe 54 Euro; per andare a 66 ci stanno altri 12 Euro. A naso mi sa che sono le commissioni prese da Unicredit (intermediaria per l'Europa di STB).

Per completezza di informazione, parlato oggi con la Banca, sul bonifico di 21.000  euro in entrata dalla Tunisia loro si sono presi euro 7,50 di commissione fissa più lo 0,20% sull'importo totale.  Comunque dicono che le rivedono e le limeranno un pò, vedremo.

Nuova discussione