Aggiornato 7 anni fa

Ecco qualche informazione su come come organizzare gli spostamenti Tunisia per chi viaggia con in mezzi pubblici.

Per chi si muove senza mezzi propri, presso le stazioni ferroviarie e degli autobus c'è sempre un confortevole "taxi collettivo" (comunemente chiamati louage) pronto a trasportarvi fino alla prossima città, o da una località all'altra in modo rapido ed efficiente: si tratta solo di aspettare una mezz'ora finché la gente non basta a riempire il taxi, che di solito può portare 5 persone. Gli autobus pubblici ed i treni sono economici, anche se significa viaggiare in modo molto più lento.

Il trasporto in autobus è gestito da una compagnia nazionale, la SNTRI, ma anche da compagnie private con mezzi spesso vecchi e senza aria condizionata.

La rete ferroviaria non è molto estesa ma moderna.

Per quanto riguarda la sicurezza, i piccoli crimini come scippi e borseggi sono possibili, per cui occorre stare attenti, soprattutto se si viaggia da soli in aree desertiche; comunque si tratta in generale di un Paese abbastanza sicuro, in cui rapine e furti sono relativamente rari. Occorre inoltre tenere presente che la Tunisia ha una maggioranza musulmana, per cui i turisti in viaggio devono attenersi a certe norme e costumi. Le donne devono essere vestite in modo semplice, coprire le proprie braccia e gambe fuori dalle aree balneari.

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.