Graziella ci parla di Parigi!

Ciao  a tutti!

Volete trasferirvi a Parigi e cercate informazioni utili?

Non perdete allora questa intervista di cui vi riporto un estratto:

Ciao Graziella, grazie per averci concesso quest'intervista. Ti va di parlarci un po' di te e dei motivi che ti hanno portata a Parigi?

Sono davvero contenta di poter parlare un po' della mia esperienza da expat, magari può essere d'aiuto a chi è ancora in Italia ed è titubante o a chi è già all'estero per sentirsi un po' meno soli. Forse quella che mi fai è la domanda più difficile, declinata in molte forme, che viene rivolta a chi se ne va dall'italia. Penso che i motivi che ti mettono in cammino lasciandoti casa tua alle spalle siano più o meno per tutti gli stessi: il lavoro che in Italia purtroppo scarseggia e la voglia di cambiamento. Detta così però a mio parere è un po' troppo semplicistica. A voler essere onesti il lavoro in Italia c'è, ma o non è pagato o è ultrasottopagato (500 euro al mese per una persona più che qualificata sono un insulto), e a quasi 30 anni non riuscivo più a vivere da lavoratrice ancora mantenuta dai genitori, così ho deciso di cogliere l'occasione al volo e provare a vivere per un po' all'estero e "vedere l'effetto che fa". Premetto che io sono stata avvantaggiata: lavoro in un'azienda di consulenza italiana ma i nostri clienti sono quasi esclusivamente all'estero. All'inizio questa cosa è stata un notevole aiuto nel mio viaggio. Poi io sono un po' un'anima inquieta e ad un certo punto ho sentito il bisogno irrefrenabile di riempire una valigia e affrontare una nuova sfida, vedere e conoscere posti nuovi, non solo a livello lavorativo ma anche e soprattutto a livello umano. Sono nata in un paesino minuscolo, 3000 anime a voler essere generosi e contando anche cani e gatti, e confrontarti con una città come Parigi non è affatto facile ma è anche molto stimolante...continuate a leggere!

Buona lettura!  :)

Francesca

Condivido tutto  brava

Ciao... e ls zona 19 di Parigi com'è?

Nuova discussione