Green Pass in Europa per iscritto AIRE

Vorrei sapere se c’è o ci sarà una linea da seguire per ottenere il “Green Pass”, una volta tornati in Italia, da iscritto AIRE.

Ho trovato in rete solo questo:

I vaccinati all'estero

Prima o poi il problema si risolverà, mentre non si può avere altrettanto ottimismo per la questione vaccinati all'estero.
Due le questioni: chi, da cittadino italiano, ha avuto il vaccino (uno di quelli riconosciuti dall'EMA) in un Paese extra ue.

Secondo il dpcm del 17 giugno bisogna farsi convalidare i certificati vaccinali in Italia dagli Usmaf, Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera o nella rappresentanza diplomatica italiana presente nel Paese in cui si è avuto il vaccino. Sembra però che non sia ancora partito questo sistema di convalida, dato che i referenti non hanno ricevuto istruzioni a riguardo.


Grazie

Io mi sono ammalato di Covid in Tunisia. Farò la vaccinazione al 4° mese in Italia (soddisfacendo la normativa Italiana). Vedremo cosa mi diranno quando chiederò il green pass. Vi farò sapere.
P.S. Quando abbiamo fatto il tampone all'ASL a fine dell'isolamento fiduciario, a mia moglie, che è residente in Italia e ha la tessera sanitaria, hanno spedito l'esito del tampone e il pass di 48 ore. A me non hanno mandato neanche il risultato. Ho già inviato parecchie mail di protesta a vari indirizzi, ma non mi ha risposto nessuno.

massimoph ha scritto :

Vorrei sapere se c’è o ci sarà una linea da seguire per ottenere il “Green Pass”, una volta tornati in Italia, da iscritto AIRE.

Ho trovato in rete solo questo:

I vaccinati all'estero

Prima o poi il problema si risolverà, mentre non si può avere altrettanto ottimismo per la questione vaccinati all'estero.
Due le questioni: chi, da cittadino italiano, ha avuto il vaccino (uno di quelli riconosciuti dall'EMA) in un Paese extra ue.

Secondo il dpcm del 17 giugno bisogna farsi convalidare i certificati vaccinali in Italia dagli Usmaf, Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera o nella rappresentanza diplomatica italiana presente nel Paese in cui si è avuto il vaccino. Sembra però che non sia ancora partito questo sistema di convalida, dato che i referenti non hanno ricevuto istruzioni a riguardo.


Grazie

Sarebbe interessante sapere cosa risponde l'ambasciata alla richiesta di Greenpass e di convalida delle vaccinazioni
:)

Da ricerche effettuate il corriere della sera indicava che i cittadini italiani vaccinati all’estero , quindi anche iscritti a.i.r.e, possono farsi riconoscere il relativo certificato di vaccinazione, per i vaccini riconosciuti dall’ EMA, quindi esclusi i vaccini russo e cinese,  una volta giunti in Italia dall’ufficio USMAF (ufficio Sanità Marittima Aerea di Frontiera) oppure da ufficio Consolare e/o Ambasciata, in Italia , del paese in cui si è stati sottoposti a vaccinazione (nostro caso Tunisia).
Il Ministero della Salute a maggio/giugno scorsi  quando a emesso una circolare al riguardo erroneamente ha omesso di indicare gli organi competenti al riconoscimento dei certificati di vaccinazione eseguiti  degli italiani in paesi stranieri, quindi ad oggi non so se ha provveduto a tale errore con quanto indicato dal corriere della sera

Per vostra informazione:
https://m.facebook.com/story.php?story_ … 1169033602
Con gli onorevoli Fucsia Nissoli e Massimo Ungaro avevo già "collaborato" per fare vaccinare gli iscritti AIRE in Italia (non dimenticate che gli Italiani iscritti AIRE non potevano vaccinarsi quando in Italia, perché era impossibile iscriversi senza avere il numero di tessera sanitaria e perché la legge non lo prevedeva). Speriamo adesso la spuntino anche per i certificati. Non è tuttavia chiaro se varrà anche per chi si è vaccinato fuori dall'Europa

Per notizia …comunque ancora tutto poco chiaro….https://www.ilsole24ore.com/art/green-pass-requisiti-d-ingresso-i-vaccinati-all-estero-AE5BpnU

Luna60 ha scritto :

Per notizia …comunque ancora tutto poco chiaro….https://www.ilsole24ore.com/art/green-pass-requisiti-d-ingresso-i-vaccinati-all-estero-AE5BpnU

Estraggo dall’articolo, un passaggio interessante (almeno per me):

fino al 12 agosto è possibile ancora viaggiare in Europa anche senza green pass, ma mostrando le certificazioni che vi darebbero diritto (completamento ciclo, guarigione, tampone). Si tiene conto infatti dei ritardi di produzione dei green pass a chi ne avrebbe già diritto.

Intanto stiamo a vedere l’evoluzione degli eventi.

In tutto questo marasma di notizie mi sembra, e dico sembra, di aver capito che il green pass, oltre a chi ha completato la vaccinazione, guarigione, sia rilasciato anche a chi si è sottoposto a tampone: di fatto niente di diverso da quanto ora in atto (in tutti e tre i casi puoi esibire la documentazione relativa), solo un poco di confusione mediatica collegata al rilascio di una certificazione più facilmente riconoscibile in tutta europa. All’uopo mi piace ricordare che, da almeno 40 anni, è presente un piccolo libretto giallo denominato “certificato internazionale di vaccinazione”, riconosciuto in tutto il mondo, ove sono riportate quelle vaccinazioni necessarie e/o consigliate per recarsi in paesi con rischi sanitari.... mi chiedo perché, a chi ne era già provvisto (e, quindi, probabile viaggiatore giramondo) non sia stata data la possibilità di annotarvi la vaccinazione contro il covid rendendo, nel frattempo, più facile lo spostarsi in ambito internazionale...🤔🤔🤔

Obtorto collo entro nella discussione.
Mi sembra di aver capito che con il Green pass, da poco ottenuto, posso entrare in Tunisia senza problemi essendo il trasferimento di residenza riconosciuto come stato di necessità. O no?
Altresì al rientro in Italia sono soggetto a 10 giorni di domiciliare.
O no?
Saluti

Luna60 ha scritto :

In tutto questo marasma di notizie mi sembra, e dico sembra, di aver capito che il green pass, oltre a chi ha completato la vaccinazione, guarigione, sia rilasciato anche a chi si è sottoposto a tampone: di fatto niente di diverso da quanto ora in atto (in tutti e tre i casi puoi esibire la documentazione relativa), solo un poco di confusione mediatica collegata al rilascio di una certificazione più facilmente riconoscibile in tutta europa. All’uopo mi piace ricordare che, da almeno 40 anni, è presente un piccolo libretto giallo denominato “certificato internazionale di vaccinazione”, riconosciuto in tutto il mondo, ove sono riportate quelle vaccinazioni necessarie e/o consigliate per recarsi in paesi con rischi sanitari.... mi chiedo perché, a chi ne era già provvisto (e, quindi, probabile viaggiatore giramondo) non sia stata data la possibilità di annotarvi la vaccinazione contro il covid rendendo, nel frattempo, più facile lo spostarsi in ambito internazionale...🤔🤔🤔

Troppo facile......

Come pure metterla obbligatoria. Come la profilassi antimalaria se voi andare in certi paesi...

L'UCAS purtroppo non e' mai morto...

Giovannibattista ha scritto :

Obtorto collo entro nella discussione.
Mi sembra di aver capito che con il Green pass, da poco ottenuto, posso entrare in Tunisia senza problemi essendo il trasferimento di residenza riconosciuto come stato di necessità. O no?
Altresì al rientro in Italia sono soggetto a 10 giorni di domiciliare.
O no?
Saluti

vai sul sito viaggiaresicuri.it e compila il questionario, la tua domanda lascia il tempo che trova perchè una risposta data oggi può essere non più valida tra due ore... con il questionario risolvi ed hai le idee chiare

Ciao Massimo..
Ho inserito post ora in merito a green pass
Ho parlato ieri con ministero salute
Prevedono da agosto... Forse... Una certificazione x chi ha fatto vaccino extra cee

mauro biazzi ha scritto :

Ciao Massimo..
Ho inserito post ora in merito a green pass
Ho parlato ieri con ministero salute
Prevedono da agosto... Forse... Una certificazione x chi ha fatto vaccino extra cee

Ciao Mauro! Ma il post di cui parli l'hai inserito qui sul forum? Perchè non l'ho trovato e mi interessava leggerlo per saperne di più su questo green pass.

:cheers:

mauro biazzi ha scritto :

Ciao Massimo..
Ho inserito post ora in merito a green pass
Ho parlato ieri con ministero salute
Prevedono da agosto... Forse... Una certificazione x chi ha fatto vaccino extra cee

Grazie per l’aggiornamento Mauro.

Sicuramente ci sarà una reciprocità di riconoscenza dei certificati vaccinali , atti al rilascio del green pass, tra  l'Unione Europea e gli altri Stati extraue.

Infatti Francesca...ho notato pure io che non è apparso... Non so...lo riscrivo....

Buongiorno. Sul sito viaggiare sicuri, nella sezione FAQ, leggo questo quesito: "Sono un cittadino italiano vaccinato all'estero, come faccio a ottenere la Certificazione verde Covid-19?"
Risposta:
"Per i cittadini italiani vaccinati all'estero che intendono rientrare in Italia e ottenere la Certificazione verde Covid-19, il Ministero della Salute sta individuando la procedura, anche in accordo con il Ministero degli Affari Esteri".

Enrico Cadeddu ha scritto :

Buongiorno. Sul sito viaggiare sicuri, nella sezione FAQ, leggo questo quesito: "Sono un cittadino italiano vaccinato all'estero, come faccio a ottenere la Certificazione verde Covid-19?"
Risposta:
"Per i cittadini italiani vaccinati all'estero che intendono rientrare in Italia e ottenere la Certificazione verde Covid-19, il Ministero della Salute sta individuando la procedura, anche in accordo con il Ministero degli Affari Esteri".

Esatto, siamo tutti in attesa delle disposizioni attuative, di fatto siamo tutti vaccinati ma è come se non lo fossimo.

Esattamente, quello che ho cercato di far capire ad altri italiani increduli. Siamo vaccinati clinicamente, ma per avere il riconoscimento "legale" di questa vaccinazione, occorre aspettare un po' e ora che ci stanno lavorando lo hanno esplicitato. Non è difficile da capire... ma spesso molti applicano le loro semplificazioni e fanno tutto facile facile

Buonasera, c’è un’ordinanza del Ministero della Salute del 29.07.2021 che “chiarisce” alcune cose. Purtroppo, vista la mia incapacità in ambito informatico, non riesco a copiarla qui. A me è stata girata sui social, forse se si cerca in rete con la data si trova.

Luna60 ha scritto :

Buonasera, c’è un’ordinanza del Ministero della Salute del 29.07.2021 che “chiarisce” alcune cose.

Trovata e letta ma non parla di conversioni di vaccini, da semplicemente le norme di viaggio, le stesse che trovi anche sul questionario del ministero della salute. :) speriamo che al più presto fanno qualcosa per riconoscerci.

Trovata!!! La circolare in questione è del 30 luglio 2021 ed il titolo è il seguente "Equipollenza certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi per gli usi previsti dall’ art. 3 del decreto-legge 23 luglio 2021", il protocollo informatico è: 0034414-30/07/2021-DGPRE-DGPRE-P
Leggendola si evince che le certificazioni rilasciate in Tunisia sono valide e, come è stato detto dalla ASL ad un amico è sufficiente il certificato con il codice QR, quindi non verranno convertite in green pass, sono direttamente loro ad essere considerate valide.
Cercate anche voi e parliamone, io ho capito così.

AntoTunisia ha scritto :

Trovata!!!

Leggendola si evince che le certificazioni rilasciate in Tunisia sono valide e, come è stato detto dalla ASL ad un amico è sufficiente il certificato con il codice QR, quindi non verranno convertite in green pass, sono direttamente loro ad essere considerate.

Grazie per l’aggiornamento.
Il buon senso, porterebbe a questa soluzione, anche se non sempre coincide con le norme.

Personalmente, mi muovo con copia del QR tunisino in tasca, per ogni evenienza.

Stamattina mi reco di di persona all ASL di zona... Cosi da aggiiornare tutti.. Una volta ricevute risposte... Spero...
Che tra il dire e il Fare... C'e di mezzo..... Specie di questi ultimi tempi...

Risposta per Anto: ritengo che la tua interpretazione sia valida. Se non sbaglio ho letto anche - scusate ma non trovo la fonte - che per essere considerati equipollenti i certificati vaccinali debbono contenere i dati anagrafici del vaccinato, la data/e di inoculazione, il batch del vaccino inoculato, ed essere o in italiano, o in francese, o in inglese (mi pare 4 lingua ma non la ricordo) oppure tradotti con traduzione giurata. Non parlano di QR code, che pure nel tunisino è presente: sarebbe interessante “passarlo” sotto i lettori appositi (che, se non sbaglio non sono i comuni lettori QR) e vedere cosa esce!

Si, in effetti il certificato vaccinale di paesi terzi, quindi anche Tunisia, è ( speriamo) valido per l’appunto l’importante che abbia tutti i dati a cui fanno riferimento Antonio e Luna60, ed altra cosa importante è che il vaccino sia tra quelli riconosciuti dall’Italia e dall’EMA cioè Pfizer , Moderna, Astra Zeneca e Jonson&Jonson!!  Se non erro comunque non viene rilasciato il Green - Pass, dovremmo avere al seguito il nostro materiale cartaceo.
Per avere ulteriori conferme ho paura che chiedendo all’ASL , ognuno alla propria di zona dove abita in Italia, si avranno varie risposte tra le quali molte errate.

franzii ha scritto :

Si, in effetti il certificato vaccinale di paesi terzi, quindi anche Tunisia, è ( speriamo) valido per l’appunto l’importante che abbia tutti i dati a cui fanno riferimento Antonio e Luna60, ed altra cosa importante è che il vaccino sia tra quelli riconosciuti dall’Italia e dall’EMA cioè Pfizer , Moderna, Astra Zeneca e Jonson&Jonson!!  Se non erro comunque non viene rilasciato il Green - Pass, dovremmo avere al seguito il nostro materiale cartaceo.
Per avere ulteriori conferme ho paura che chiedendo all’ASL , ognuno alla propria di zona dove abita in Italia, si avranno varie risposte tra le quali molte errate.

Purtroppo la Tunisia non è elencata nella lista dei paesi terzi (ARTICOLO 7) e quindi i certificati rilasciati in Tunisia non hanno alcun valore
Al momento per chi non si è vaccinato in ITALIA non si può avere il Green Pass Italiano.
L'unica persona che si sta dando da fare per cercare di risolvere (ha già risolto il fare le vaccinazioni per gli iscritti AIRE in Italia) è l'Onorevole Massimo Ungaro.

AntoTunisia ha scritto :

Trovata!!! La circolare in questione è del 30 luglio 2021 ed il titolo è il seguente "Equipollenza certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi per gli usi previsti dall’ art. 3 del decreto-legge 23 luglio 2021", il protocollo informatico è: 0034414-30/07/2021-DGPRE-DGPRE-P
Leggendola si evince che le certificazioni rilasciate in Tunisia sono valide e, come è stato detto dalla ASL ad un amico è sufficiente il certificato con il codice QR, quindi non verranno convertite in green pass, sono direttamente loro ad essere considerate valide.
Cercate anche voi e parliamone, io ho capito così.

Leggi bene la lista dei paesi terzi e vedrai che la Tunisia non c'è (articolo 7 della circolare https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_not … 0_file.pdf) del 29 luglio 2021 firmata dall'Onorevole Roberto Speranza.
Sulla circolare su-menzionata, firmata da Giovanni Rezza, Rezza si è dimenticata di precisare quali sono gli stati Terzi (già stabiliti il giorno prima) e ha creato molta confusione. Confusione ampliata dai vari articoli dei giornali che, pure, si sono dimenticati di leggere quello che Speranza aveva firmato il giorno prima.

Premesso che non ho letto tutto, perchè è un poema infinito, se non è già stato scritto, preciso che per gli AIRE che si sono vaccinati in ITALIA dall'1 agosto possono avere il Green Pass perchè, nel sito del Governo, c'è la possibilità di scaricarlo mettendo l'opzione "senza iscrizione al SSN", inserendo il codice fiscale e la data in cui ci si è vaccinati in ITALIA.

Riscontro con ASL... Dopo passaggio in vari uffici... Sono uscito  come sono entrato... Senza nessuna risposta.. Pratica.. Di fatto non possono registrarmi x richiedere Authcode in quanto non risulto piu iscritto al servizio sanitario nazionale.. Consiglio... Richiamare Ministéro Salute x ragguagli... Richieste.. Loro non possono fare nulla... Mi viene da ridere...  :D  :lol:  :lol:

raffaelloc1948 ha scritto :
AntoTunisia ha scritto :

Trovata!!! La circolare in questione è del 30 luglio 2021 ed il titolo è il seguente "Equipollenza certificazioni vaccinali e di guarigione rilasciate dagli Stati Terzi per gli usi previsti dall’ art. 3 del decreto-legge 23 luglio 2021", il protocollo informatico è: 0034414-30/07/2021-DGPRE-DGPRE-P
Leggendola si evince che le certificazioni rilasciate in Tunisia sono valide e, come è stato detto dalla ASL ad un amico è sufficiente il certificato con il codice QR, quindi non verranno convertite in green pass, sono direttamente loro ad essere considerate valide.
Cercate anche voi e parliamone, io ho capito così.

Leggi bene la lista dei paesi terzi e vedrai che la Tunisia non c'è (articolo 7 della circolare https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_not … 0_file.pdf) del 29 luglio 2021 firmata dall'Onorevole Roberto Speranza.
Sulla circolare su-menzionata, firmata da Giovanni Rezza, Rezza si è dimenticata di precisare quali sono gli stati Terzi (già stabiliti il giorno prima) e ha creato molta confusione. Confusione ampliata dai vari articoli dei giornali che, pure, si sono dimenticati di leggere quello che Speranza aveva firmato il giorno prima.

Certo ma secondo la ASL di Mazara del Vallo il certificato comunque è valido perchè è rilasciato da un ente governativo, con un vaccino riconosciuto e contiene i dati richiesti. Direi senza sollevare tante obiezioni quando viene richiesto di mostrarlo con il relativo QR facendo gli gnorri perchè o facente parte di un paese o non facente parte comunque ciò che ci hanno messo in circolazione è qualcosa di certificato. Direi di provare a banfarla così.
Luna è tutto scritto nella circolare che ho evidenziato, è quella che riporta le caratteristiche che deve avere la certificazione per essere valida e riconosciuta. Dico solo che ci sta una gran confusione e neanche gli organi certificatori hanno le idee chiare. Comunque se va bene per la ASL penso che vada bene per tutti

raffaelloc1948 ha scritto :

Premesso che non ho letto tutto, perchè è un poema infinito, se non è già stato scritto, preciso che per gli AIRE che si sono vaccinati in ITALIA dall'1 agosto possono avere il Green Pass perchè, nel sito del Governo, c'è la possibilità di scaricarlo mettendo l'opzione "senza iscrizione al SSN", inserendo il codice fiscale e la data in cui ci si è vaccinati in ITALIA.

Buongiorno a tutti
confermo !
Vaccinato in Italia  a Verona  il 9 giugno dopo regolare iscrizione al mio rientro da Hammamet nel sito dell'ASL competente, dove c'era la possibilità di selezionare "Iscritto AIRE" .
La selezione AIRE permetteva di prenotarsi senza ulteriori specifiche di numeri, codici , o quant'altro.
Vaccino Jhonson e Jhonson  singola dose.
dopo circa una settimana ricevuto il msg SMS con il codice per lo scarico del green pass.
Scaricato regolarmente in 3 lingue ( italiano, inglese, francese)  dal sito governativo tramite SPID.
Lo SPID l'ho fatto alle poste senza problemi due settimane fa,  giusto per scaricare il green pass.
Saluti

Preciso che nel già citato DL si fa riferimento a paesi terzi, richiamando dm dell’aprile scorso, nel quale sono elencati i paesi terzi e la Tunisia è nell’allegato E. In questo del luglio, che richiama il DM di aprile u.s., secondo me , non viene richiamato l’allegato E  in quanto non apportate modifiche a differenza di altri allegati/elenchi paesi terzi. Comunque ribadisco che con certificazione del vaccino fatto non può esserci rilasciato il Green-Pass ma viene  riconosciuto il certificato in quanto in lingua francese , lingua compresa tra quelle indicate nel DL in argomento

Dardo01 ha scritto :
raffaelloc1948 ha scritto :

Premesso che non ho letto tutto, perchè è un poema infinito, se non è già stato scritto, preciso che per gli AIRE che si sono vaccinati in ITALIA dall'1 agosto possono avere il Green Pass perchè, nel sito del Governo, c'è la possibilità di scaricarlo mettendo l'opzione "senza iscrizione al SSN", inserendo il codice fiscale e la data in cui ci si è vaccinati in ITALIA.

Buongiorno a tutti
confermo !
Vaccinato in Italia  a Verona  il 9 giugno dopo regolare iscrizione al mio rientro da Hammamet nel sito dell'ASL competente, dove c'era la possibilità di selezionare "Iscritto AIRE" .
La selezione AIRE permetteva di prenotarsi senza ulteriori specifiche di numeri, codici , o quant'altro.
Vaccino Jhonson e Jhonson  singola dose.
dopo circa una settimana ricevuto il msg SMS con il codice per lo scarico del green pass.
Scaricato regolarmente in 3 lingue ( italiano, inglese, francese)  dal sito governativo tramite SPID.
Lo SPID l'ho fatto alle poste senza problemi due settimane fa,  giusto per scaricare il green pass.
Saluti

In Lombardia uguale. Iscritto tramite ASL Valpadana, appuntamento dopo poco più di una settimana a Lonato (BS), fatto Johnson e Johnson. Non ho ancora ricevuto il Green Pass, perché non sono passati i 10 giorni, ma so che arriverà il codice a giorni.

Come riportato oggi dal quotidiano La Repubblica, il ministro della salute con propria circolare riconosce i certificati di vaccinazione e/o certificati guarigione da Covid , dei cittadini italiani abitanti in paesi extra eu al fine di ottenere rilascio green-pass in Italia . Bisogna recarsi presso ASL competente al proprio domicilio con documento identità , codice fiscale e relativo certificato vaccinale . Al fine del riconoscimento naturalmente il vaccino utilizzato deve essere tra quelli riconosciuti da EMA (Pfizer, Moderna, Astra Zeneca e Jonson&Jonson). Penso che passerà qualche giorno prima che regioni ed ASL si adeguino.

Fatta stamattina visita ASL.. Ne sanno meno di noi... Mi hanno rimandato a richiamare Ministéro Salute....
Vi fidate troppo di cio' che viene scritto... La realta e' un'altra storia...

mauro biazzi ha scritto :

Fatta stamattina visita ASL.. Ne sanno meno di noi... Mi hanno rimandato a richiamare Ministéro Salute....
Vi fidate troppo di cio' che viene scritto... La realta e' un'altra storia...

Mauretto un mio amico carissimo è andato alla ASL di Mazara del Vallo, gli ha fatto vedere la dichiarazione vaccinale avuta dalla Tunisia che è in lingua francese e contiene tutte le informazioni richieste e gli hanno detto che può andare dove vuole e va bene quella...
Stiamo attraversando un periodo di grande confusione, le Asl ne sanno meno di noi, il ministero della salute ancora meno, penso che quello che bisogna fare è forti del fatto che il vaccino è tra quelli riconosciuti e il documento è completo in tutte le sue parti dobbiamo imporci. Il green pass forse non ci verrà mai rilasciato perchè riterranno valido quello che abbiamo ma è importante battere i piedi e farsi sentire, non possono ignorare una documentazione completa e sono convinto che tra poco verrà fatta qualcosa che renderà superfluo tutto questo nostro discorso.

Non e la faccio ad allegare questa circolare, estrapolata da facebook, che riguarda la normativa per la concessione del green pass, per gli iscritti AIRE, vaccinati all'estero.

https://www.trovanorme.salute.gov.it/no … =H-R&c[0]=AT3UBAWj4ajpu3soUSgyyJQ-VubEc2NN_WoG3IWwtuW30DGJHBHbalg2Y0NFCw5sGYOq8wVsZFgzX3U_S-T-ruatBzRtkOJsOMVdAbbjarvC8qTM2vLTru0cIz2lkuYrCNJTitHNmunHsYooA20T6zXTGtDYWVpqUSTjoSehYEHllRn9-psF6HS9cs1if3z-oLs_MI2Eizv-AHXwRg

altro articolo-

italiannetwork.it/news.aspx?id=66671

Si certo Anto.. D'accordo con te.. Pero' sai dipende dove ti rechi... Alla fine trovi sempre dove c'e chi ti chiede Green Pass visto che si parla solo di questo.. e non si pone pensiero che avendo certificato vaccino e' la medesima cosa..
Cmq ieri sera ho letto che Ministéro salute ha innoltrato circolare a tutte le ASL x i vaccinati Esteri in modo di procedere alla registrazione Authcode x Green Pass....

Nuova discussione