BUROCRAZIA E RISPETTO DELLE DATE

Ciao a tutti.
A Giugno arriviamo in PT e vi rimaniamo tutto il mese. Per conoscerlo, valutare il posto e, molto probabilmente avviare fin da subito  le pratiche per la residenza. Nostro obiettivo è quello di essere operativi entro fine anno.
Ho letto in alcuni post che per evitare spiacevoli sorprese ai fini della defiscalizzazione sarebbe buona cosa rispettare certe date.
Scusate non capisco molto. In sostanza vi chiedo se cambia qualcosa attivare la procedura al 30 Giugno, piuttosto che al 31 Dicembre, oppure se a Giugno è già troppo tardi.
L'importante è sapere come muoversi per non farsi trovare impreparati.
Infatti se questo problema è reale, sapendolo adesso, potrei anche anticipare la data di arrivo, oppure nel caso non avessi ancora trovato il posto giusto, affittare provvisoriamente una casa, attivare la procedura ( entro la data )  per poi trasferirmi con tutta calma nel posto che andrò a scegliere.
Grazie a chi vorrà rispondermi.
Franco

Per ottenere la defiscalizzazione devi risiedere all'estero per almeno 183 giorni (anche non consecutivi) nel corso dell'anno.
Se arrivi a fine giugno sei fuori tempo massimo per il 2019. A meno che non attivi tutto entro il 28 giugno e comunque per tutto il 2019 non rientri in Italia.

no le date sono entro fine marzo residenza in pt per avere entro fine settembre inviato tutte le pratiche a inps , per pensione detassata
oppure poi chiedere il rimborso a pescara ufficio delle imposte purche siano trascorsi i 183/4 gg di residenza in pt entro anno solare .
poi dipende dalla freghesia -- tre mesi turista e poi prendere la residenza
andare in ottobre cercare casa nif e banca e fare le pratiche in pt da gennaio .

Nuova discussione