INPS: controllo esistenza in vita 2018

Carissimi colleghi pensionati ecco quanto:

Accertamenti su pensioni estere
Al via la seconda fase di accertamento da parte dell'INPS dell’esistenza in vita per gli anni 2017 e 2018 dei beneficiari di prestazioni all’estero.

Con il Messaggio n. 1527 del 06/04/2018 l’INPS ha comunicato l’avvio della seconda fase di accertamento dell’esistenza in vita per gli anni 2017 e 2018 con riferimento al pagamento delle prestazioni all’estero. Il Messaggio fa seguito a quanto previsto con il Messaggio n. 3378/2017 sulla seconda fase dell’accertamento dell’esistenza in vita per i pensionati residenti in Sud America, Centro America, Nord America, Asia, Estremo Oriente, Paesi Scandinavi, Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi precedentemente esclusi.
Destinatari

Adeguamenti età pensionabile 2019 e 2020
9 aprile 2018Ad individuare i soggetti ai quali sarà inviata la richiesta di attestazione dell’esistenza in vita è stata la stessa Citibank in qualità di soggetto contrattualmente preposto a tale servizio.
Tra i destinatari della missiva, sono stati compresi anche i seguenti gruppi di pensionati:
•    beneficiari di pensioni di nuova liquidazione non compresi nella prima fase dell’accertamento;
•    soggetti esclusi dalla precedente fase della verifica in quanto residenti nelle sopra indicate aree geografiche non comprese nel primo blocco dell’accertamento (ad esempio, Brasile) e successivamente trasferitisi in Paesi oggetto di controllo nella prima fase (ad esempio, Francia).
Sono ovviamente esclusi coloro che ricevono prestazioni all’estero e che, pur avendo variato il domicilio nel corso delle due fasi, sono già stati sottoposti a verifica nella prima fase.
Attestazione

Pensioni in Italia: trattamenti e importi
30 marzo 2018. I pensionati che ricevano la missiva dovranno compilare imoduli di attestazione dell’esistenza in vita, firmarli e farli firmare anche da un testimone accettabile, quindi inviarli, unitamente alla documentazione di supporto, alla casella postale “PO Box 4873 Worthing BN99 3BG, United Kingdom”.
Saranno considerate valide anche eventuali certificazionidi esistenza in vita emesse da Enti pubblici locali, se considerate valide attestazioni ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato, ma l’Istituto consiglia di inviare a Citibank anche il modulo di attestazione dell’esistenza in vita predisposto dalla stessa.
Le attestazioni dovranno pervenire a Citibank entro i primi giorni di luglio 2018, in caso contrario le prestazioni saranno sospese a partire dalla rata di agosto 2018.
I Patronati abilitati da Citibank al “Portale Agenti” possono già generare autonomamente il modulo standard e quello alternativo per la prova di esistenza in vita e caricare direttamente sul sistema informatico di Citibank le copie in formato elettronico dei moduli debitamente completati e sottoscritti dai soggetti interessati e, a seconda dei casi, della documentazione di supporto e delle certificazioni di esistenza in vita emesse da Enti pubblici locali.
L’INPS rende noto che:
Riguardo ai pensionati residenti in Canada, Stati Uniti, Australia e Regno Unito, si sottolinea che saranno accettate da Citibank le attestazioni di esistenza in vita prodotte in forma telematica dagli operatori di Patronato che, previa verifica da parte della Banca del possesso della qualifica di testimone accettabile, sono autorizzati ad accedere alle specifiche funzionalità del portale predisposto dalla stessa Citibank.
Analogamente, costituiranno valida prova dell’esistenza in vita le attestazioni inviate tramite portale web dai funzionari delle Rappresentanze diplomatiche italiane indicati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, autorizzati ad attestare l’esistenza in vita dei pensionati.
dopo quest breve escurxus riepilogativo ecco il testo del messaggio Inps:

Direzione Centrale Pensioni
Roma, 06-04-2018
Messaggio n. 1527
OGGETTO:   
Pagamento delle prestazioni all’estero: avvio della seconda fase di accertamento dell’esistenza in vita per gli anni 2017 e 2018

    
Si fa seguito a quanto previsto con il messaggio n. 3378 del 30 agosto 2017 per comunicare che è stata avviata la seconda fase dell’accertamento dell’esistenza in vita per i pensionati residenti in Sud America, Centro America, Nord America, Asia, Estremo Oriente, Paesi Scandinavi, Stati dell’Est Europa e Paesi limitrofi precedentemente esclusi.



I soggetti ai quali Citibank invierà la richiesta di attestazione dell’esistenza in vita sono stati individuati dalla stessa Citibank; infatti, poiché tale verifica generalizzata è condotta da Citibank quale soggetto contrattualmente preposto a tale servizio, i criteri adottati per la suddivisione per aree geografiche non potranno che essere riferiti ai dati di residenza registrati negli archivi della banca stessa.



Al riguardo, si specifica che in questa ulteriore fase della verifica sono stati compresi anche i seguenti gruppi di pensionati:

beneficiari di pensioni di nuova liquidazione non compresi nella prima fase dell’accertamento;
soggetti esclusi dalla precedente fase della verifica in quanto residenti nelle sopra indicate aree geografiche non comprese nel primo blocco dell’accertamento (ad esempio, Brasile) e successivamente trasferitisi in Paesi oggetto di controllo nella prima fase (ad esempio, Francia).
Inoltre, per evitare la reiterazione dell’invio delle richieste di attestazione dell’esistenza in vita, sono stati esclusi i soggetti che nel corso delle due fasi hanno variato il proprio domicilio e che sono già stati sottoposti a verifica nella prima fase.



Come di consueto, i moduli standard e alternativi di attestazione dell’esistenza in vita, una volta compilati dai pensionati e controfirmati da un testimone accettabile unitamente alla documentazione di supporto, dovranno essere inviati alla casella postale “PO Box 4873 Worthing BN99 3BG, United Kingdom”. Inoltre, potranno essere spediti al suddetto indirizzo anche eventuali certificazioni di esistenza in vita emesse da Enti pubblici locali, a condizione che le medesime costituiscano valida attestazione dell’esistenza in vita ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato. In tali casi, per facilitare la gestione delle procedure di validazione dell’attestazione, è necessario che le certificazioni rilasciate da Autorità locali siano inviate a Citibank unitamente al modulo di attestazione dell’esistenza in vita predisposto dalla stessa Citibank compilato dal pensionato.



Considerati i tempi necessari per il recapito delle richieste di attestazione, ed al fine di assicurare ai pensionati un lasso di tempo adeguato per adempiere all’onere di produrre la prova di esistenza in vita, le attestazioni dovranno pervenire a Citibank entro i primi giorni di luglio 2018 (anziché entro i primi giorni di giugno 2018, come inizialmente previsto al punto 3 del predetto messaggio n. 3378/2017). Il pagamento della rata di agosto 2018, per coloro che non attestassero l’esistenza in vita nel predetto termine, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza e, in caso di mancata riscossione personale entro il giorno 19 agosto,il pagamento della pensione sarà sospeso a partire dalla rata di settembre 2018.



Nei casi in cui non sia possibile disporre il pagamento presso le agenzie Western Union del Paese di residenza, i pagamenti delle pensioni intestate a soggetti che non avranno prodotto la prova di esistenza in vita entro i primi giorni di luglio saranno sospesi a partire dalla rata di agosto 2018.



In risposta alle numerose richieste di chiarimento pervenute dai Patronati, si ricorda che in attesa che vengano recapitate le comunicazioni personalizzate di attestazione dell’esistenza in vita ai pensionati coinvolti nella seconda fase della verifica, gli operatori di Patronato abilitati da Citibank al “Portale Agenti” possono già generare autonomamente il modulo standard e quello alternativo per la prova di esistenza in vita e caricare direttamente sul sistema informatico di Citibank le copie in formato elettronico dei moduli debitamente completati e sottoscritti dai soggetti interessati e, a seconda dei casi, della documentazione di supporto.



Inoltre, gli operatori di Patronato abilitati potranno caricare a sistema anche le certificazioni di esistenza in vita emesse da Enti pubblici locali, a condizione che le medesime costituiscano valida attestazione dell’esistenza in vita ai sensi della legge del Paese di residenza del pensionato.



Riguardo ai pensionati residenti in Canada, Stati Uniti, Australia e Regno Unito, si sottolinea che saranno accettate da Citibank le attestazioni di esistenza in vita prodotte in forma telematica dagli operatori di Patronato che, previa verifica da parte della Banca del possesso della qualifica di testimone accettabile, sono autorizzati ad accedere alle specifiche funzionalità del portale predisposto dalla stessa Citibank.



Analogamente, costituiranno valida prova dell’esistenza in vita le attestazioni inviate tramite portale web dai funzionari delle Rappresentanze diplomatiche italiane indicati dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, autorizzati ad attestare l’esistenza in vita dei pensionati.



Per tutto quanto non specificato nel presente messaggio si fa rinvio alle indicazioni riportate nel citato messaggio n. 3378/2017.



    Il Direttore Generale    
    Gabriella Di Michele    

Buonanotte GF

Grazie

...non si potranno sentire ma ad un contributo di questo genere i miei applausi non sono stati sufficienti a sottolineare il pregio delle informazioni. Grazie davvero "gfranco cassinelli GF" che a mezzanotte si è preso la briga di  scrivere il suo post.
Dal profilo pare che tu non sua ancora expat...e se nel mio piccolo posso essere di aiuto (anche se non credo...vista la tua diffusa conoscenza) non esitare un istante.
L'argomento credo che sarà di mia prossima pertinenza (accredito lordo pensione Inps da aprile 2018) e, al solito, le novità in questo campo impongono attenzione/preparazione e in riferimento a Portogallo.
Ovviamente, come a tanti altri, sorgono le domande: come arriva la "richiesta", forse corrispondenza ordinaria cartacea ( via CTT?), e chi sono / dove sono gli "gli operatori di Patronato abilitati da Citibank al “Portale Agenti” possono già generare autonomamente il modulo standard e quello alternativo per la prova di esistenza in vita e caricare direttamente sul sistema informatico di Citibank le copie in formato elettronico dei moduli debitamente completati e sottoscritti dai soggetti interessati e, a seconda dei casi, della documentazione di supporto." qui in Portogallo?...e io che sto aspettando che finiscano questi giorni di pioggia per andare a pescare a Carcavelos!...

Ancora grazie!

domanda
esistenza in vita si può domandare anche al consolato d'Italia ?

Buongiorno a Tutti, riferimento "certificato esistenza in vita".
Posso dare un consiglio che sicuramente aiuta a non stare in ansia per quanto concerne l'esistenza in vita, pratica seguita da Citibank per conto di INPS per coloro che risiedono e percepiscono la pensione all'estero e nel caso specifico in Portogallo che in quella circolare non é affatto citato?

Ebbene:

ho chiamato la CiryBank al seguente numero 00390269430693, la procedura e l'attesa richiedono un po' di pazienza ma almeno si risolve concretamente il problema parlando con l'operatore  (seguire le indicazioni del nastro registratore).

Avere sottomano il n°di pensione , non preoccupatevi se durante il nastro registratore vi chiedono il numero di 12 cifre della Citybank  (io non sono stato capace di  trovarlo e ho proseguito nella mia chiamata).

All'operatore ponete la domanda se e quando e come procedere per l'invio del certificato di esistenza in vita e la Citybank  vi comunicherà:

°Se siete coinvolti o no in questo girone di "campagna;

°vi sarà comunque dato un n°di pratica;

°vi sarà suggerito cosa fare, come fare, dove fare e quando fare;

°il tutto con grande gentilezza, professionalità etc.

Ho ritenuto doveroso informarmarvi per chiarire quella circolare INPS che riguarda tutt'altra parte del Mondo  (l'unico paese europeo che viene nominato é la Francia che é a sua volta, se ho ben recepito, intersecata con il Brasile e l'Europa dell'est con i paesi limitrofi etc...), cosa c'entra il Portogallo?

Il consiglio comunque é  di sentire la Citybank visto che la circolare in questione ha creato, perdonate l'espressione, dei dolori di pancia a molti di noi che ci siamo anche sentiti a lungo e direttamente per evitare di creare confusione sul sito Expat.

Molto cordialmente,

alfredo luigi caruso

Confermo quanto detto da Alfredo Luigi Caruso aggiungendo che telefonando allo stesso numero oltre alle informazioni si può richiedere l'invio del modulo per l'esistenza in vita al proprio indirizzo di posta elettronica senza doversi preoccupare di riceverlo a casa via posta. Cosa molto tranquillizzante se nel frattempo si è da un'altra parte ed impossibilitati a recuperarlo.

...leggendo i preziosi interventi dei carissimi amici expat e le istruzioni, indicazioni, faq, ecc. su Inps / myInps, mi pare di aver capito che (una volta arrivato il modulo, poi compilato, validato dal "testimone attendibile",...insomma completato) vada spedito all' indirizzo citato...come? ...ordinaria corrispondenza?...spero esista anche la possibilità di un recapito "certo", con firma per ricevuta del destinatario del tipo raccomandata con avviso di ritorno... diversamente -in caso di disguidi/altro- il destinatario (quello che deve pagare) può anche sostenere che nessun modulo sia mai pervenuto... O facciamo un DHL?... Chi di noi ha già fatto (quindi personale esperienza) potrebbe essere così gentile da sgombrare anche questa ultima "nuvola"?....
Grazie, ciao a tutti!

Buongiorno a Tutti e a Ivo Oscar,
A mezzo A/R (coreiro registrado), é scritto forse male.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buongiorno a Tutti e a Ivo Oscar,
A completamento di quanto scritto in merito alla A/R non preoccuparsi se il destinatario della Citybank é una casella postale. La A/R deve essere ugualmente accettata.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

é qualche anno che questo obbligo esiste da quando le pensioni estere sono pagate da una banca estera, a Londra,
il documento puo' essere vidimato dal consolato di pertinenza, in Portogallo Lisbona e Porto, e credo anche dal console onorario di Faro,
fatta copia io l'ho sempre spedito per posta semplice prima da Monaco e adesso da Porto e finora tutto ok
almeno questa é la mia storia
un caro saluto a tutti
Dario

buon giorno
stanno arrivando l'esistenza in vita 2018.....qualcuno ha certificato con "junta de franqueisa?
   grazie

Ho ricevuto il MODULO CEV sul finire dell'anno scorso.
Il Modulo CEV deve essere FIRMATO IN PRESENZA DI UN TESTIMONE ACCETTABILE, il quale deve sottoscrivere egli stesso il modulo e apporre il suo timbro, compilando le parti a lui riservate.
Per questo mi sono recato presso la Junta de Freguesia di Vila Real de Santo Antonio, dove risiedo.
Il giorno successivo il Modulo, sottoscritto dal Funzionario abilitato, mi è stato restituito.
Ho provveduto alla spedizione del plico via CTT, utilizzando il CORREIO AZUL.

Buongiorno a Tutti e a Aasandro,
confermo di aver fatto tutto con la Junta di Freghesia senza alcun problema.
Molto cordialmente ,
alfredo luigi caruso

GRAZIE sempre utile la Vs presenza.

Buongiorno a tutti. Ho letto un po' i vari post, ho però una domanda: ho capito che questo modulo da compilare arriva via posta, ma quando? Io adesso sono in Spagna, poi andrò in Italia un paio di mesi, poi sarò ancora fuori Italia e fuori Portogallo fino ad aprile. Premesso che sono residente in Portogallo da inizio 2018 e, più o meno, da questa data ricevo la pensione in portogallo. Potevo lasciare le chiavi della cassetta della posta a qualcuno, ma mi sono dimenticato......

Buongiorno,
io l'ho ricevuta ieri e mi da tempo fino a febbraio

Rotti Mauro: Grazie della risposta. Ma giusto per regolarmi, da quando sei residente in Portogallo?

tuta.io :

Rotti Mauro: Grazie della risposta. Ma giusto per regolarmi, da quando sei residente in Portogallo?

ciao a tutti,

Non vorrei ricordare sbagliato ....  ma chiedi //  chiediamo a chi l'ha già ricevuta che sia  una verifica che parte dal  2° anno ...  cioè per te dovrebbe essere dal prossimo anno.

Ma non sono sicuro ... servono testimonianze.

anch'io ho ricevuto verifica esistenza in vita il 30-10-2018 e sono residente in portogallo dal gennaio 2017...….per verifica si puo  chiamare alla Citibank telefono +39 02 69430693 ed attendere un operatore/trice che molto gentilmente verifica  se soggetto a verifica….la missiva deve arrivare entro il 15 novembre ed essere  rispedita entro 19 febbraio 2019
    cord/aasandro

Buongiorno a Tutti e a Sbertan e Aasandro,
corretto, arriva nel secondo anno. Per maggiore tranquillità contattare la Citybank al numero comunicato da Aasandro .
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

In caso di incertezza è possibile contattare Citibank.
Per assistenza è possibile contattare Citi in uno dei seguenti modi:
Servizio di Supporto Citi - inps.pensionati[at]citi.com
Per i residenti in PORTOGALLO, chiamare in Italia +39 02 6943 0693
Si può tekefonare e chiedere se il modulo è stato spedito e dove. Eventualmente é possibile chiedere un duplicato. Queste ed altre notizie sul gruppo *

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : In questo forum non Ŕ consentito fare promozione a gruppi esterni

Grazie mille a tutti. Proverò a contattare citibank. Comunque leggendo qua è la sembra che parta appunto dal secondo anno ma conoscendo la burocrazia meglio che verifichi.

Io sono residente in Portogallo dall'Aprile 2017 ed ho ricevuto la lettera il mese scorso per la prima volta.

Buongiorno a Tutti e a Tuta.io,
infatti é stato quello che ho fatto precedentemente all'arrivo del modulo.
Nel frattempo ho ricevuto il modulo, l'ho portato alla Junta de Freghesia per firmare e timbrare e successivamente spedito per posta in Inghilterra.
Verso fine mese contatterò City bank per accertarmi dell'arrivo. Non si sa mai (!!!).
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buongiorno
residente da marzo 2018 , Consegnato A INPS documentazione 22 agosto il primo ottobre liquidato e preso il lordo della pensione
28 ottobre ricevuto lettera da citi bank per esistenza in vita che mi da tempo fino a febbraio 2019 per inviare la lettera di risposta -

Sono residente in Portogallo dal 2017 ed ho ricevuto il modulo CEV nel 2917 e anche ora nel 2018

buon giorno  io ho spedito la verifica in corso (esist/in vita) il 30-10-2018 con la busta con indirizzo prestampato da Citibank 1/2 correio azul  .. il giorno 2 novembre ho verificato con servizio" correio on line" ed il plico è stato consegnato in Inghilterra…..per tranquillità telefonero  in italia a citibank

...come al solito, cose,pareri  e constatazioni diverse. Si afferma "al secondo anno, io sono residente in Portogallo da fine aprile 2018, niente pensione al lordo, e probabilmente dovro' fare richiesta di rimborso all'agenzia delle entrate di Pescara(bello!)Ieri mi e' stato comunicato che mi e' arrivata una air mail Al mio indirizzo in Italia, ma come!citibank da maggio mi paga la pensione in Portogallo e mi spedisce la richiesta di esistenza in vita in Italia!! chi ci capisce e' bravo. Se non si spedisce il modulo debitamente compilato entro il 12 febbraio , l'erogazione viene sospesa. Sembra che si debba compilare l'originale inviato da loro, niente fotocopie! In sintesi, a me e' arrivata la richiesta in Italia, sono solo ,sono vedovo...intendo non ho nessuno li' quindi?Poi non e' nemmeno un anno che sono qui, percio' non e' vero(nel mio caso) che e' per il secondo anno!ne ho proprio le tasche piene del bel paese..

cordialmente

pvr

buongiorno

un Italiano RNH con banca in italia e conto estero nella sudetta banca non gli arriva la richiesta di esistenza in vita perche INPS gli fa i versamenti sul cc in Italia .

Buongiorno a Tutti e a Chumy,
é  proprio così.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Chumy :

buongiorno

un Italiano RNH con banca in italia e conto estero nella sudetta banca non gli arriva la richiesta di esistenza in vita perche INPS gli fa i versamenti sul cc in Italia .

Scusami, non capisco.
<banca in Italia e conto estero nella suddetta banca>
la banca è in Italia
il conto estero è in Italia?
io sono un Italiano RNH

Ringrazio per i chiarimenti

Alfio

alfiosca :

la banca è in Italia
il conto estero è in Italia?
io sono un Italiano RNH
Alfio

Salve Alfio,
ne abbiamo parlato a "manetta  ribaltata" come diciamo in Emilia .....

In qualità di iscritti AIRE e residenti esteri tutti i rapporti con la/le  banche ITALIANE sono considerati come conti esteri (conti, c.risparmio, c.deposito, depositi titoli, gestioni patrimoniali ecc.).

I rapporti cointestati sono da scindere (quelli in delega no) in quanto non e possibile la presenza di una diversa fiscalità,  qualora gli altri titolari rimangano fiscalmente in Italia.

E' necessario comunicare la residenza estera alla propria banca, così come all'assicurazione per   RCA o Polizze investimento od altro,  meglio con PEC o Posta RR ... cosicchè poi l'onore e l'onere sarà solo dell'intermediario.

INSOMMA in qualità di cittadino Italiano, non più residente in Italia, ma bensì residente all'estero (RNH  non c'entra nulla ... agli italiani non interessa)  nella fattispecie  PORTOGALLO ... è necessario sottostare a qualche obbligo .

Ne parleremo probabilmente ancora ........

SBERTAN :
alfiosca :

la banca è in Italia
il conto estero è in Italia?
io sono un Italiano RNH
Alfio

Salve Alfio,
ne abbiamo parlato a "manetta  ribaltata" come diciamo in Emilia .....

In qualità di iscritti AIRE e residenti esteri tutti i rapporti con la/le  banche ITALIANE sono considerati come conti esteri (conti, c.risparmio, c.deposito, depositi titoli, gestioni patrimoniali ecc.).

I rapporti cointestati sono da scindere (quelli in delega no) in quanto non e possibile la presenza di una diversa fiscalità,  qualora gli altri titolari rimangano fiscalmente in Italia.

E' necessario comunicare la residenza estera alla propria banca, così come all'assicurazione per   RCA o Polizze investimento od altro,  meglio con PEC o Posta RR ... cosicchè poi l'onore e l'onere sarà solo dell'intermediario.

INSOMMA in qualità di cittadino Italiano, non più residente in Italia, ma bensì residente all'estero (RNH  non c'entra nulla ... agli italiani non interessa)  nella fattispecie  PORTOGALLO ... è necessario sottostare a qualche obbligo .

Ne parleremo probabilmente ancora ........

Grazie per la risposta.

Come sempre rapido e preciso

Buona serata
Alfio

Nuova discussione