Trovare lavoro a Los Angeles

Shutterstock.com
Aggiornato 2022-01-26 13:35

La California è da tempo come il fulcro dell'innovazione e della creatività statunitense. Le principali città dello Stato, come Los Angeles e San Francisco, sono destinazioni popolari per neolaureati e professionisti esperti in cerca di nuove opportunità in svariati settori.

Se siete alla ricerca di un lavoro a LA , il seguente articolo intende fornire alcune informazioni utili sui passaggi da compiere e sui dettagli relativi alla ricerca di impiego in questa città.

I settori più richiesti a Los Angeles

Molti film e molte canzoni ne hanno parlato: molte persone vanno a LA per provare a diventare delle celebrità. Sede di Hollywood e luogo di nascita di film di successo famosi in tutto il mondo, Los Angeles è davvero la Mecca dell'industria dell'intrattenimento. Tuttavia, LA ha ben più da offrire che non la sola Hollywood.

Fra i settori che maggiormente contribuiscono all'economia della città vi sono i servizi alle imprese, il commercio, i servizi finanziari, l'high-tech (cioè l'alta tecnologia) ed altri ancora. Per informazioni più dettagliate sulle industrie principali a Los Angeles, fate riferimento all'articolo sul mercato del lavoro di Los Angeles.

Da dove iniziare la vostra ricerca di lavoro a Los Angeles come espatriati?

Ci sono diversi modi in cui si può portare avanti una ricerca di lavoro a Los Angeles.

Innanzitutto, si può cercare un'azienda nel paese in cui risiedete attualmente che abbia filiali a Los Angeles, e questa sarebbe la modalità più semplice. In questo modo, potete cercare lavoro da casa e trasferirvi dopo che vi siete assicurati un posto di lavoro.

Ricordate che non si può richiedere un visto per motivi lavorativi senza avere ricevuto un'offerta di lavoro concreta dagli USA. Sfortunatamente, ottenere un visto di lavoro trovandosi al di fuori degli Stati Uniti è piuttosto complicato: c'è solo un numero limitato di aziende disposto ad assumere stranieri e a fare da sponsor per il visto. Il processo di sponsorizzazione di un visto di lavoro per uno straniero è costoso, complicato e richiede diverso tempo. 

Se state cercando un lavoro a Los Angeles su internet, concentratevi su aziende che nella presentazione o nell'annuncio dichiarano di essere "visa sponsor", cioè disponibili a sponsorizzare il vostro visto, per avere maggiori possibilità di ottenere un impiego.

Un'altra opzione percorribile ma con tempistiche dilatate è quella di trasferirsi negli Stati Uniti per studiare. Essersi laureati presso un'universitá Americana (laurea triennale/di base, specialistica/magistrale o dottorato) può aumentare significativamente le vostre possibilità di assunzione. Inoltre, stando negli USA è possibile ampliare la propria rete di conoscenze e magari conoscere il futuro datore di lavoro. Per saperne di più sullo studiare a Los Angeles, fare riferimento all'articolo Università a Los Angeles.

Risorse per la ricerca di lavoro a Los Angeles

Ci sono diverse risorse, online e non, che possono essere utili nella vostra ricerca di lavoro.

Risorse online

Il posto più scontato da cui cominciare la ricerca è internet. Cercate offerte di lavoro nel vostro settore a LA e mettete fra le chiavi di ricerca "visa sponsorship".

Potete anche registrarvi e caricare il CV su popolari siti web per l'impiego come Careerbuilder.com o Monster.com. Potete attivare le notifiche per sapere quando vengono pubblicate nuove offerte nel vostro settore oppure fare una ricerca manuale.

Agenzie di headhunting 

Se siete professionisti alla ricerca di una posizione senior, potrebbe essere meglio passare attraverso un'agenzia di headhunting, o cacciatori di teste, agenzie specializzate nel ricercare personale. 

Fiere del lavoro

Se siete già a Los Angeles e state cercando nuove opportunità di lavoro, prendete in considerazione l'ipotesi di partecipare a una fiera del lavoro. Questi eventi sono un ottimo modo per farsi conoscere da grosse imprese. Inoltre, sono un'opportunità per parlare di persona con i recruiter.

Per sapere quali siano le prossime fiere del lavoro a Los Angeles, consultate il sito web National Career Fairs.

Contattare direttamente i datori di lavoro

Si può anche contattare direttamente i datori di lavoro mandando loro un curriculum e una lettera di presentazione, chiedendo se ci siano opportunità di lavoro disponibili. Fate qualche ricerca sulle aziende che vi interessano, cercate le informazioni di contatto del direttore risorse umane e contattateli via email, LinkedIn o altro network professionale.

Agenzie interinali e società di personale

Potete integrarvi nel settore lavorativo di vostro interesse anche occupando posizioni a tempo determinato, facilmente reperibili tramite le agenzie interinali. La maggior parte di questi lavori temporanei spesso porta a posizioni a tempo indeterminato. Quelle che non sfociano in un'assunzione a tempo indeterminato vi danno comunque l'opportunità di fare esperienza e creare una rete di conoscenze che andranno ad aumentare le vostre possibilità di ottenere, in futuro, un impiego stabile. 

Annunci online, siti dedicati a offerte lavoro e bacheche di annunci di lavoro 

Siti come Indeed e LinkedIn sono un ottimo posto per cercare annunci di lavoro. Oltre a questo, fate ricerche e navigate in internet per vedere se il vostro settore offre siti specifici. Ad esempio, il sito Starwood Jobs è dedicato alle offerte nel settore dell'ospitalità. Fate attenzione a siti come Craigslist, poiché ad alcuni utenti interessa soprattutto approfittarsi di espatriati ignari. Troverete molte offerte su siti di lavoro come ZipRecruiter, LinkedIn, Indeed, Monster, WayUp e Simply Hired. Quest'ultimo è uno dei siti più storici e popolari per trovare impiego a L.A. Si trovano anche numerosi annunci di lavoro nelle sezioni dedicate dei giornali locali, in particolare nelle edizioni domenicali.

Come scrivere un curriculum americano?

Prima di iniziare la vostra ricerca di lavoro, è necessario scrivere un buon CV. Questo è essenziale per un'efficace ricerca di lavoro, e il vostro curriculum può influenzare direttamente il successo della vostra ricerca.

A seconda della posizione per cui vi candidate, può essere necessario includere o meno determinate informazioni nel curriculum. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, i punti essenziali sono:

Il formato. Uno dei formati più popolari negli Stati Uniti è quello che presenta l'esperienza lavorativa in ordine cronologico inverso: si mette prima il posto di lavoro occupato più recentemente e poi man mano le altre in ordine, appunto, cronologico inverso.

Un altro formato frequentemente utilizzato è il cosiddetto curriculum funzionale o basato sulle competenze. In questo caso, quello che viene messo in rilievo sono le capacità e le abilità del lavoratore in determinate aree più che l'esperienza lavorativa pregressa. Si possono anche combinare i due formati.

Informazioni personali. Nell'intestazione della pagina o comunque nella parte superiore di essa, è bene includere le proprie informazioni personali.

C'è chi scrive semplicemente il proprio nome e cognome. Chi lo desidera, può anche aggiungere la data di nascita e altre informazioni che ritiene rilevanti per il lavoro per cui si candida.

Si sconsiglia di menzionare il genere, lo stato civile, la propria religione, la propria etnia ecc. (a meno che non siano informazioni essenziali per il tipo di lavoro per cui vi candidate), dato che i datori di lavoro negli Stati Uniti rischiano conseguenze legali qualora compiano atti di discriminazione.

Informazioni di contatto. Nell'intestazione della pagina o nella parte superiore, è bene includere anche le proprie informazioni di contatto. È una buona idea anche aggiungere, qualora ne abbiate, eventuali link al  sito professionale e a profili social che abbiano a che fare con il lavoro a cui aspirate. In questo caso, è bene tenere il profilo social aggiornato e attivo.

Le ragioni per le quali si desidera questo lavoro. Si può anche includere una dichiarazione che spieghi come mai ci si sta candidando per questa posizione specifica. Si può parlare del perché si è interessati all'azienda, della propria esperienza e delle proprie capacità sviluppate nel settore, delle proprie aspirazioni professionali e di molto altro ancora.

Esperienza lavorativa. Come accennato in precedenza, è prassi generale iniziare dall'esperienza lavorativa più recente. Includete il nome dell'azienda, la durata dell'esperienza, il titolo o la posizione ricoperta, le responsabilità. Potete anche includere i principali risultati raggiunti.

Istruzione e studi. In questa sezione, menzionate la vostra laurea principale e tutti i corsi, certificati e seminari svolti nonché le conferenze a cui avete partecipato. Si noti che se ci si è laureati di recente, è bene mettere il proprio percorso di studi prima delle esperienze lavorative e soffermarsi maggiormente sugli studi svolti che non sul lavoro.

Lingue: questa sezione è molto importante quando ci si candida a una posizione lavorativa internazionale. Qui vanno elencate le lingue che parlate e il rispettivo livello (elementare, pre-intermedio, intermedio, avanzato, bilingue ecc.) ). Se avete lauree in lingue, diplomi linguistici o certificazioni linguistiche (TOEFL, IELTS, TOEIC ecc.) menzionateli in questa sezione. La conoscenza di una o più lingue straniere può rendervi particolarmente attraenti per un potenziale datore di lavoro.

Conoscenze informatiche. Menzionate il livello di conoscenza di programmi e applicazioni di vario tipo quali elaborazione testi, gestione banche dati, ecc. e citate anche se avete esperienza nell'uso dei social media o cose del genere.

Referenze. Includete le referenze di precedenti datori di lavoro, se richiesto nell'annuncio.

Ecco alcune altre cose da tenere a mente quando si scrive un CV:

Usate la funzione di controllo ortografico una volta finito di scrivere. Errori di ortografia, battitura e punteggiatura possono lasciare una pessima impressione e precludervi la possibilità di essere assunti.

Scrivete il CV in modo chiaro e leggibile. Prendetevi un po' di tempo per trovare un modello di CV adatto, e controllate che la versione finale sia ordinata e chiara e che le sezioni principali siano messe in evidenza.

Evitate di inviare allegati pesanti. A meno che l'offerta di lavoro non richieda specificamente di inviare il vostro portfolio o altri extra, mandate una prima e-mail snella ed concisa, allegando solo il CV. Potreste sempre accennare che siete disponibili a mandare ulteriori informazioni su richiesta.

L'unica cosa che dovreste includere nel vostro CV è una lettera di presentazione o motivazione.

Come si scrive una buona lettera di presentazione?

Lo scopo principale di una lettera di motivazione o presentazione è quello di catturare l'attenzione del potenziale datore di lavoro, affinché arrivi a leggere il vostro CV. È anche un'opportunità per presentarvi in maniera meno formale rispetto ai fatti nudi e crudi elencati nel curriculum.

Quindi, come si scrive una buona lettera di motivazione?

Una lettera di presentazione dovrebbe essere concisa e concreta, ma con un tocco di personalità. Si può aprire spiegando perché siete interessati al lavoro e cosa vi rende i migliori candidati. Si può poi proseguire elencando le proprie qualità e aspirazioni, spiegando come potreste essere utili all'azienda e così via. Non è consigliabile riciclare la stessa lettera di presentazione quando si fa domanda per posizioni diverse. Al contrario, la cosa migliore sarebbe cercare di rendere la lettera il più specifica possibile per la posizione per cui vi state candidando.

Ecco un formato di base a cui attenersi quando si compone la lettera di presentazione:

Intestazione: qui inserite il vostro indirizzo, le informazioni di contatto e la data.

Saluti iniziali: scrivete il nome della persona a cui è indirizzata la lettera. Se non siete sicuri di chi sia la persona che leggerà, usate un saluto generico, quale Dear Hiring Manager (cf. Gent. mo direttore del reparto Risorse Umane) or Dear (nome dell'azienda) Recruiter (Gent. mo recruiter dell'azienda XY).

Presentazione personale: dichiarate per quale posizione vi state candidando, come mai pensate di essere idonei per il lavoro e perché siete interessati a ricoprire la posizione. Cercate di rendere questa sezione vivace e interessante: l'obiettivo è catturare l'attenzione del reclutatore e renderlo entusiasta del vostro CV.

Corpo del testo: qui si può spiegare quali siano le vostre capacità, qualifiche ed esperienze. Menzionate giusto le cose più importanti da mettere in rilievo, dato che il datore di lavoro troverà tutti i dettagli nel CV.

Conclusione: riassumete quanto detto e mettete una call to action, cioè un invito ad agire o reagire, che potrebbe essere semplicemente dire che rimanete in attesa di una risposta del recruiter.

Firma: concludete con una formula conclusiva (come "Sincerely", simile al nostro "Cordiali saluti") e con il vostro nome.

Ecco alcune altre cose da tenere a mente:

Fate del vostro meglio per scoprire il nome della persona a cui è destinata la lettera. Controllate il sito dell'azienda o il profilo LinkedIn oppure chiamate la reception per chiedere informazioni su chi stia gestendo la procedura di reclutamento. Ciò renderà la vostra lettera di motivazione più personale e la farà risaltare tra quelle degli altri candidati.

Siate brevi e concisi. La dimensione ottimale di una lettera di motivazione o presentazione è di circa 300 parole. Concentratevi sui punti più importanti.

Mostrate la vostra personalità. Una lettera di presentazione è l'unica occasione per fare una prima impressione memorabile. Non abbiate paura di mostrare un po' di carattere ed essere voi stessi. 

Partecipare a un colloquio di lavoro a Los Angeles

Un colloquio è un'opportunità per un potenziale datore di lavoro di conoscervi meglio. Se il vostro CV ha fatto una buona impressione, sarete invitati a un colloquio, o dal vivo o da remoto.

Si noti che, a seconda dell'azienda, potrebbe essere necessario passare attraverso diversi colloqui prima di ricevere un'offerta.

Per prepararvi al vostro primo colloquio, assicuratevi di fare qualche ricerca sul potenziale datore di lavoro. Controllate quali siano la cosiddetta missione e i valori dell'azienda, e provate a pensare a quale potrebbe essere il vostro contributo al team aziendale.

Sia che facciate il colloquio di persona, sia che lo facciate da remoto, ecco alcuni consigli:

Tenete il CV, la laurea e tutti i documenti utili a portata di mano nel caso serva buttarci di nuovo un occhio durante il colloquio.

Se venite intervistati da remoto, assicuratevi di avere una connessione internet stabile e che tutte le apparecchiature necessarie per la chiamata funzionino correttamente (webcam, microfono, ecc.).

Assicuratevi di rileggere il CV e la lettera di presentazione prima del colloquio in modo da avere tutte le informazioni ben in testa in caso di domande.

Illustrate le vostre abilità con esempi. Cercate di dimostrare all'intervistatore come le abilità che caratterizzano il vostro profilo possano concretizzarsi alla luce delle responsabilità previste dalla posizione offerta.

Menzionate ciò che vi ha interessato di questo lavoro e mostrate all'intervistatore che siete interessati a far progredire la vostra carriera all'interno della sua azienda.

Chiedete informazioni sul processo di ottenimento di un visto per motivi lavorativi.

Preparate alcune domande. La maggior parte dei colloqui termina con il potenziale datore di lavoro che chiede se si hanno delle domande. Questo è un buon momento per far emergere un certo interesse per l'azienda, la posizione, le responsabilità future, ecc. Poiché potrebbe essere un po' difficile farsi venire in mente delle domande interessanti sul momento, preparatene alcune in anticipo.

Infine, informatevi su quali siano gli eventuali passi successivi: vi chiameranno? Potrebbe esserci un ulteriore colloquio? Serve della documentazione ulteriore?

Una cosa opzionale ma che potrebbe rivelarsi un'ottima idea potrebbe essere mandare un'e-mail a chi vi ha fatto il colloquio per ringraziarlo per l'occasione e per il tempo dedicatovi.

Come ottenere un visto di lavoro per lavorare a Los Angeles

Come detto in precedenza, per lavorare legalmente negli Stati Uniti, è necessario richiedere un visto di lavoro in anticipo. Si tenga ben presente che recarsi negli USA con un visto turistico non vi dà diritto a cercare lavoro. 

Il processo per ottenere un visto per motivi lavorativi negli USA è spesso lungo e costoso, ma del tutto fattibile. Leggi l'articolo Visto di lavoro negli Stati Uniti per ulteriori informazioni sulle tipologie di visti di lavoro disponibili.

Suggerimenti per ottenere un buon lavoro a Los Angeles

La cosa più importante quando si fa domanda per un lavoro a Los Angeles è fare delle ricerche sull'azienda per scoprire come inserirsi e adattarsi a essa. Questo vi aiuterà anche a determinare cosa aspettarvi dal colloquio. La maniera in cui viene condotto il colloquio differisce in base alla cultura e alla mentalità di ciascuna azienda; alcuni possono essere rilassati e informali, mentre altri sono formali e rigidi.

Fare ricerche sull'azienda vi aiuta anche a capire quale sia il codice di abbigliamento appropriato per il colloquio. A Los Angeles, i dress code predominanti per il lavoro sono business casual e casual, dato il clima caldo tutto l'anno. Qualunque sia il codice di abbigliamento, assicuratevi di presentarvi puliti, freschi e ben organizzati.

Prima del colloquio, preparate risposte ben articolate alle domande che prevedete che vi faranno. Recatevi sul luogo prima del colloquio per imparare la strada da fare e per sapere se vi siano ostacoli o difficoltà, e organizzatevi per arrivare 10-15 minuti in anticipo. Portatevi dietro anche una copia del CV e di eventuali lavori eseguiti, opere pubblicate ecc. nel caso possano servire.

Salutate chi vi fa il colloquio con una stretta di mano decisa e fate domande sull'azienda quando vi viene data la possibilità di intervenire. Dopo il colloquio, stringete di nuovo la mano a chi vi ha intervistato, chiedete il suo biglietto da visita/le sue informazioni di contatto, dopodiché ricordatevi di mandare nei giorni seguenti un messaggio di ringraziamento per il tempo dedicatovi e chiedendo loro informazioni sulla decisione raggiunta.

Indirizzi utili:

USCIS: lavorare negli USA (sito in inglese)
Ministero del Lavoro - Statistiche Los Angeles (sito in inglese)
Indeed - Offerte Los Angeles (sito in inglese)
Monster.com - Annunci per Los Angeles (sito in inglese)

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.