Visti di lavoro e studio per gli Stati Uniti

Shutterstock.com
Aggiornato 2022-01-27 08:41

Se ci si intende trasferire negli Stati Uniti per lavoro, studio o per accompagnare un familiare o il coniuge, è importante conoscere i diversi tipi di visti di lavoro disponibili e iniziare la procedura di richiesta con largo anticipo rispetto alla data del viaggio.

Categorie di visti

Tutte le categorie di visti sono divise in due tipi principali: visti per non immigrati e visti per immigrati. Il tipo di visto che si deve richiedere è determinato dallo scopo del proprio viaggio negli Stati Uniti.

Le categorie di visto per non immigrati sono per coloro che hanno una residenza permanente al di fuori degli Stati Uniti ma intendono risiedere temporaneamente negli Stati Uniti. Questi visti vengono rilasciati a persone fisiche per affari, lavoro (sia specializzato si non), studio, oppure a persone in transito verso altri Paesi, a giornalisti e a coniugi di residenti permanenti. Affinché la propria richiesta di visto venga approvata, sarà necessario dimostrare che si intende tornare nel proprio Paese d'origine e che si hanno i mezzi finanziari per mantenersi mentre si è negli Stati Uniti.

I visti di immigrazione vengono rilasciati a coloro che desiderano vivere permanentemente negli Stati Uniti. Questi visti vengono concessi principalmente a coloro che hanno familiari stretti o che hanno altri rapporti familiari con persone che sono attualmente residenti permanenti. Altri vengono concessi a chi ha uno sponsor lavorativo nel Paese oppure al personale religioso.

Tipi di visti per motivi di lavoro e professionali negli USA

Le principali tipologie di visto di lavoro sono:

EB-1: Priority Workers (lavoratori prioritari)

Questi tipi di visti sono a loro volta suddivisi in tre categorie:

  • I visti EB-1A sono riservati a persone con capacità straordinarie.
  • I visti EB-1B sono pensati per professori e ricercatori di alto livello.
  • I visti EB-1C vengono concessi a dirigenti e manager di multinazionali.

Nella maggior parte dei casi, un datore di lavoro statunitense dovrà prima estendere un'offerta di lavoro permanente e presentare un'istanza. Tuttavia, con il visto EB-1A, anche l'auto sponsorizzazione è un'opzione percorribile.

Si noti che esiste una quota annuale per l'emissione di visti EB-1, attualmente pari a 40.000. Inoltre, possono essere applicate delle limitazioni in base alla nazione di origine.

EB-2: Advanced Degree or Exceptional Ability (laurea avanzata o abilità eccezionale)

I visti di categoria EB-2 sono concessi a persone con titoli di studio avanzati o cittadini stranieri che abbiano dimostrato abilità eccezionali nei campi delle arti, delle scienze o degli affari. In genere, questi tipi di visti sono soggetti all'approvazione del Dipartimento del Lavoro statunitense. 

EB-3: Professionals, Skilled and Unskilled Workers (professionisti, lavoratori qualificati e non qualificati)

Questi visti sono concessi a: lavoratori qualificati con almeno due anni di esperienza/formazione, professionisti con laurea triennale e manodopera non qualificata che non sia temporanea/stagionale. In genere, l'insieme dei requisiti per i visti EB-3 non è così rigoroso come per altri visti di tipo EB. 

Si noti che tutti i visti EB-3 e la maggior parte dei visti EB-2 richiedono la sponsorizzazione e l'approvazione PERM (programma di certificazione permanente del lavoro). Lo scopo del programma di certificazione permanente del lavoro è verificare che non ci siano lavoratori negli Stati Uniti in grado di ricoprire la posizione. Questo programma deve anche verificare che l'impiego del lavoratore straniero non influenzi negativamente l'economia degli Stati Uniti.

I visti per non immigrati concedono un'autorizzazione temporanea per il lavoro e non sono direttamente correlati all'ottenimento della residenza permanente. I cittadini stranieri che arrivano negli Stati Uniti con un visto per non immigrati posso svolgere solo il lavoro per cui è stato concesso loro il visto. Una volta scaduto, devono lasciare gli Stati Uniti.

Esistono diversi tipi di visti per motivi lavorativi per non immigrati.

E-1/E-2 Visa: Treaty Trader or Treaty Investor (commerciale o investitore proveniente da paesi in cui vige un trattato commerciale con gli USA)

I visti E-1 consentono ai cittadini stranieri di determinati paesi di entrare negli Stati Uniti ai fini del commercio internazionale. I visti E2 sono rivolti alle persone che provengono da Paesi che hanno firmato un trattato commerciale con gli Stati Uniti ed entrano per investire. Si noti che se si prevede di richiedere un visto E2, l'investimento deve essere sostanziale e deve essere effettuato verso un'impresa che abbia un forte impatto sull'economia statunitense.

H-1B Visa: Professional Workers in a Specialty Occupation (lavoratori professionisti in un ruolo specializzato)

I visti H-1B sono i visti di lavoro più richiesti negli Stati Uniti. Per ottenere un visto H-1B, il candidato deve ricevere un'offerta di lavoro da un datore di lavoro statunitense e deve essere in possesso delle qualifiche necessarie. Nella maggior parte dei casi, ciò presuppone almeno una laurea di primo livello/laurea triennale (o altro titolo universitario di grado superiore) e un'esperienza lavorativa nel proprio settore di specializzazione.

Il datore di lavoro potrà sponsorizzare il visto di lavoro presentando una domanda all'USCIS.

I visti H-1B sono legati a un datore di lavoro specifico: ciò significa che i titolari di visto H-1B non sono generalmente autorizzati a cambiare datore di lavoro. Il visto può generalmente venire prolungato per un massimo di sei anni.

Si noti che ogni anno viene rilasciato un numero limitato di visti H-1B e che la procedura per richiederne uno può essere piuttosto complessa. Questo è il motivo per cui molte aziende statunitensi che cercano di assumere lavoratori dall'estero spesso utilizzano studi legali specializzati in diritto dell'immigrazione per ricevere assistenza durante la procedura.

L-1 Visa: Temporary Intra/Intra Company Transferee (trasferimento temporaneo interno ad un'azienda)

Il visto di lavoro L-1 è pensato per i dipendenti di un'azienda che vengono trasferiti negli Stati Uniti da una filiale estera. I dipendenti possono essere trasferiti a una filiale statunitense già costituita oppure inviati nel paese allo scopo di aprire una filiale. Si noti che, per richiedere un visto L-1, il lavoratore deve essere stato dipendente della società straniera per almeno un anno, nel corso degli ultimi tre anni. I visti L-1 sono inizialmente concessi per un periodo di tre anni e possono essere prolungati fino a un massimo di sette anni.

O-1 Visa: Aliens of Extraordinary Ability (stranieri con capacità e abilità straordinarie)

I visti O-1 vengono utilizzati per reclutare cittadini stranieri che abbiano dimostrato di avere abilità straordinarie nelle scienze, nell'istruzione, negli affari o nell'atletica. I titolari di visto O-1 possono inizialmente rimanere negli Stati Uniti per un periodo massimo di tre anni.

Esistono altri tipi di visti di lavoro statunitensi rilasciati a persone provenienti da paesi specifici e che sono attive in specifici settori lavorativi.

  • I visti P sono destinati ad atleti, professionisti dell'intrattenimento e artisti.
  • I visti R vengono rilasciati al personale religioso temporaneo che voglia praticare il proprio credo negli Stati Uniti.
  • I visti TN/TD sono destinati ai cittadini del Canada e del Messico che lavorano per il NAFTA.
  • I visti E3 vengono rilasciati ai cittadini australiani che vengono negli Stati Uniti per lavorare in settori specializzati.
  • I visti I vengono rilasciati ai giornalisti che vengono negli Stati Uniti per partecipare ad attività e progetti legati ai media.

Importante: le normative sui visti sono soggette a modifiche e revisioni regolari. Inoltre, l'approvazione del visto per persone provenienti da determinati Paesi sta subendo ritardi e blocchi. 

Documenti per il visto e procedura di richiesta

La procedura e la documentazione per la richiesta del visto variano a seconda della tipologia. La cosa migliore sarebbe recarsi presso un'ambasciata o un consolato degli Stati Uniti nel proprio paese di residenza per avere informazioni precise sui passaggi da compiere per ottenere il visto desiderato.

In generale, il procedimento consiste nel fornire i documenti richiesti, nel pagare una tassa e nel presentarsi per un colloquio. Tutti coloro che fanno domanda sono tenuti a fornire un passaporto valido per almeno sei mesi oltre il periodo di soggiorno, una foto (assicurarsi che sia conforme agli standard statunitensi) e la prova che le tasse per il visto sono state pagate. Durante l'appuntamento per il colloquio, verranno prese le impronte digitali e fatta una foto. Occasionalmente possono essere richiesti una visita medica o documenti aggiuntivi. Una volta soddisfatti questi requisiti, vi verrà comunicato se il visto sia stato approvato o meno e quali siano le fasi successive per il ritiro del visto.

Importante:

È necessario lasciare gli Stati Uniti entro la data indicata sul timbro di ammissione o sul modulo I-94, a meno che la richiesta di prolungare il soggiorno non sia approvata dall'USCIS. In caso contrario, si rischiano l'espulsione nonché difficoltà a richiedere un altro visto in futuro.

Visti per studenti negli Stati Uniti

Chiunque desideri studiare negli Stati Uniti deve essere in possesso di un visto per studenti. Il tipo di scuola e il corso di studi determineranno se si abbia bisogno di un visto F-1 o M-1. I visti F-1 sono per studenti di programmi accademici quali università, scuole primarie e secondarie, scuole di lingue. I visti di tipo M-1 sono per tutte le altre istituzioni di formazione professionale e non accademiche.

Prima di presentare la domanda per un visto di categoria M o F, bisogna dimostrare di essere stati ammessi in una scuola approvata dal governo. Si verrà poi iscritti allo Student and Exchange Visitor Information System, cioè il Sistema di informazione per i visitatori per motivi di studio o di scambio (SEVIS), che richiede il pagamento di una tassa. La scuola fornirà un modulo I-20 che è da presentare al colloquio per il visto. Coniugi e figli di studenti internazionali possono accompagnarli presentando a loro volta il modulo I-20. Per ulteriori informazioni, potete consultare la sezione Studiare negli Stati Uniti

Altri tipi di visto per gli USA

Esistono circa 185 tipi di visti rilasciati dagli Stati Uniti. Per ulteriori informazioni a riguardo, consigliamo di leggere il nostro articolo intitolato I visti per gli Stati Uniti.

Indirizzi utili:

Ambasciata e Consolati degli Stati Uniti d'America in Italia
Elenco Ambasciate e Consolati USA nel mondo (sito in inglese)
Visti per gli Stati Uniti (sito in inglese)
Informazioni Visto studentesco (sito in inglese)

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.