Aprire un'attività negli Stati Uniti

Shutterstock.com
Aggiornato 2022-02-03 12:51

Molte persone sognano di mettersi in proprio aprendo un'attività. Se vuoi trasferirti, o già vivi negli Stati Uniti, e vuoi creare qualcosa di tuo, devi pianificare la mossa con cura e studiare in maniera approfondita tutte le procedure, a partire dal tipo di visto che ti serve.

Non sorprende che un gran numero di imprenditori vedano gli Stati Uniti come il luogo perfetto per fare affari. Le statistiche sembrano essere dalla loro parte, poiché quasi la metà delle aziende che compaiono nella lista Fortune 500, lista annuale a cura della rivista Fortune che classifica le 500 maggiori imprese societarie statunitensi per fatturato, sono state fondate da immigrati o dai loro figli.

La buona notizia è che non è necessario essere un cittadino statunitense e nemmeno un residente negli Stati Uniti per avviare un'attività nel paese. Tuttavia, è necessario essere esperti in tutte le procedure e i regolamenti correlati.

Se ci si sta trasferendo o si vive già negli Stati Uniti e si intende avviare un'attività in proprio, è importante pianificare correttamente e comprendere tutte le procedure, compreso tutto ciò che c'è da fare per avere i visti, per la registrazione e il mantenimento della propria attività, gli obblighi fiscali, le responsabilità legali e molto altro ancora.

Tipi di società più comuni negli Stati Uniti

La prima cosa da fare è decidere che tipo di azienda si intende aprire. Questa è una decisione molto importante in quanto determinerà le operazioni quotidiane da svolgere, la tassazione, quale parte dei propri investimenti siano a rischio e molto altro. Le tre opzioni principali sono:

  • la LLC, cioè limited liability company (società a responsabilità limitata)
  • la C-Corporation
  • la S-Corporation

La LLC

La LLC (SRL) è in genere il tipo di azienda più adatto se si desidera avviare un'attività negli Stati Uniti come non cittadino.

Una società a responsabilità limitata protegge i propri beni da debiti commerciali e cause legali. Fondamentalmente, nel malaugurato caso che le cose non vadano come previsto, i beni personali dell'imprenditore (per esempio, i risparmi, la casa, l'auto, ecc.) rimangono intoccabili e sono, quindi, protetti. Inoltre, le LLC generalmente offrono strutture fiscali più economiche e semplici. Una società a responsabilità limitata è un'entità fiscale pass-through, il che significa che i guadagni che l'imprenditore incassa dalla propria attività "passano attraverso" (pass through) le imposte sul reddito e basta, vengono cioè tassate una volta sola come reddito. Per questo motivo, non c'è bisogno che il commercialista presenti moduli fiscali separati, il che comporta un grande risparmio sui costi.

La C-Corporation

Se non si è residenti negli Stati Uniti, si può considerare l'ipotesi di aprire una C-Corporation. Questa struttura societaria è generalmente consigliata a chi vuole condividere la responsabilità con altri azionisti che investiranno anch'essi nell'impresa.

Le corporations, cioè le società per azioni, sono generalmente una buona scelta per gli investitori in quanto essi possono detenere azioni passivamente senza dover partecipare ad attività commerciali.

L'unico grande svantaggio delle società per azioni è che vengono tassate due volte. Quindi, quando una società per azioni realizza un profitto, essa viene tassata una prima volta. Inoltre, quando un azionista riceve un dividendo dalle proprie azioni, viene tassato anche l'importo ricevuto dall'azionista.

Una C-Corporation ha particolarmente senso se non si è residenti negli Stati Uniti e si desidera detenere azioni di una società che si possono trasferire facilmente ad altri investitori o dipendenti.

Tuttavia, qualora si risieda negli Stati Uniti, in genere non è consigliabile fondare una C-Corporation: una S-Corporation potrebbe essere un'opzione migliore.

La S-Corporation

Una S-Corporation è una società per azioni nazionale e non è un'opzione percorribile per i non residenti negli Stati Uniti. Evita la doppia imposizione ed è, invece, tassata solo come S-Corporation. Pertanto, per chi risieda negli Stati Uniti e desideri avviare un'attività nel paese, una S-Corporation sarebbe un'opzione migliore rispetto a una C-corporation.

La più grande differenza tra una S-Corporation e una LLC è la struttura fiscale. Se si apre una LLC e non si sceglie di essere tassati come S-Corporation, si verrà tassati come unico proprietario, e se l'azienda ha molti proprietari, come impresa collettiva. Quindi, tutto quello che si guadagna (o perde) con la propria LLC verrà messo in dichiarazione dei redditi e sarà tassato solo sulla base di essa.

Con una S-Corporation, invece, si può scegliere di pagarsi uno stipendio. Ciò consentirà di mantenere i soldi all'interno della propria attività e di non sottoporli alla dichiarazione dei redditi e alla relativa imposizione.

A seconda dell'ammontare del profitto dell'attività, sarà necessario valutare quale delle due opzioni faccia risparmiare più denaro in tasse.

Si noti che non si può essere un azionista di una S-Corporation se non si è residenti negli Stati Uniti.

Impresa individuale

Ora, il modo più semplice per avviare un'attività negli Stati Uniti è aprire un'impresa individuale. Tecnicamente, è il tipo di attività più semplice che non richiede di presentare alcuna documentazione formale.

Si è automaticamente considerati imprenditori individuali se si è coinvolti in attività di vendita di beni o servizi ma non si è registrata alcuna impresa.

C'è però un grosso svantaggio qualora si apra un'impresa individuale: si è personalmente responsabili per tutto ciò che riguarda l'attività. Fondamentalmente, ciò significa che le attività e le passività dell'azienda non sono separate dalle attività e passività personali. Pertanto, si è personalmente responsabili di tutti i debiti e gli obblighi dell'azienda.

Registrare la propria attività

Una volta deciso quale tipo di società si desidera formare, sarà necessario dare il via e completare l'iter di registrazione della società. Si dovrà completare tutti i passaggi necessari per registrare l'attività prima di poter diventare operativi come imprenditori negli Stati Uniti.

A seconda del tipo di società che si intende fondare e del proprio status legale negli Stati Uniti, le procedure esatte per registrare l'attività potrebbero differire.

Sarà anche necessario riflettere e prendere decisioni riguardo alle seguenti cose:

  1. Sede/posizione. Dove si prevede di essere operativi e dove si vuole aprire la propria azienda? Su cosa si basa questa decisione? È bene considerare le opzioni quanto a catena di approvvigionamento, la disponibilità di personale qualificato, i servizi di supporto necessari e l'infrastruttura complessiva. Alcune località possono anche offrire incentivi fiscali e procedure di registrazione di un'attività semplificate per gli espatriati.
  1. Ottenere un EIN (Employer Identification Number, cioè numero di identificazione del datore di lavoro). Si tratta di un numero emesso dall'Internal Revenue Service (IRS) degli Stati Uniti per identificare un'azienda. È necessario un EIN per condurre legalmente attività commerciali negli Stati Uniti. Chi è un cittadino statunitense e ha un numero di previdenza sociale, può richiedere l'EIN direttamente dal sito web dell'IRS. Se non si è residenti negli Stati Uniti, si può ottenere un EIN straniero. Tuttavia, il processo per ottenerlo sarà diverso da quello previsto per i cittadini statunitensi.
  2. Ottenere un indirizzo postale negli Stati Uniti. Se si ha già un indirizzo aziendale, lo si può utilizzare come indirizzo postale. Questo indirizzo è dove arriverà tutta la corrispondenza riguardante l'azienda. Se non si ha ancora un indirizzo aziendale, si può utilizzare uno dei servizi che ne forniscono. Questo servizio farà in modo che tutta la corrispondenza che si riceve per la propria azienda venga inoltrata al luogo specificato.
  1. Apertura di un conto bancario negli USA. Se si è attualmente negli Stati Uniti, si può aprire un conto bancario di persona. Tuttavia, se si desidera aprire un conto non trovandosi di persona negli Stati Uniti, le cose possono essere più complicate. Si può provare ad aprire un conto da remoto utilizzando un servizio speciale, oppure ad aprire un conto negli Stati Uniti tramite una banca nel proprio paese d'origine. Se però nessuna di queste opzioni risulta percorribile, sarà necessario andare negli Stati Uniti per aprire un conto di persona. In genere, per aprire un conto bancario negli Stati Uniti, sono necessari i seguenti documenti:
  • EIN
  • Una copia dell'atto costitutivo della propria società
  • Patti parasociali (se si intende aprire una LLC)
  • E il proprio passaporto.
  1. Stipulare un'assicurazione aziendale. L'assicurazione aziendale vi proteggerà da possibili costi imprevisti associati alla gestione di un'azienda. Questi possono essere causati da disastri naturali, incidenti, azioni legali e così via. In genere si consiglia di assicurare la propria attività per evitare problemi correlati in caso qualcosa vada storto.
  1. Ottenere un ITIN (Individual Tax Identification Number, cioè numero di identificazione fiscale individuale). Se non si è cittadini statunitensi e non si possiede un Social Security Number, sarà necessario ottenere anche un ITIN. Si tratta di un numero rilasciato dall'IRS a coloro che necessitano di un'identificazione fiscale statunitense ma non dispongono di un Social Security Number. Sarà necessario contattare l'IRS e quindi seguire la procedura necessaria per richiedere il proprio ITIN.
  1. Capire come si configura fiscalmente la propria società e presentare le relative dichiarazioni fiscali  Si consiglia vivamente di consultare un commercialista in merito alle relative procedure fiscali per la propria attività. Affidandosi a una consulenza professionale, è possibile anche ricevere consigli su come ridurre le tasse.

Venditori Amazon FBA: tassazione. Tenete presente che se non si è residenti negli Stati Uniti e se l'unica attività svolta nel paese è la vendita di prodotti su Amazon, non si è soggetti all'imposta federale sul reddito.

  1. Mantenere separati i propri conti aziendali e personali. Tenere separate le proprie finanze vi aiuterà a non essere personalmente responsabili per gli obblighi finanziari della tua azienda (se si crea una LLC).
  1. Ottenere tutte le licenze commerciali necessarie e proteggere la proprietà intellettuale. Se si prevede di operare in aree che richiedono una licenza speciale, sarà necessario informarsi presso le autorità competenti riguardo ai costi da sostenere per ottenere questa licenza. Se si ha bisogno di proteggere la propria proprietà intellettuale o si ha intenzione di depositare brevetti, sarà necessario anche esaminare anche i processi correlati.
  1. Mantenere la propria attività e pagare le relative commissioni e tasse in tempo. Una volta costituita la propria azienda, sarà necessario mandarla avanti in conformità con le leggi e i regolamenti statunitensi. La mancata osservanza di regole e scadenze può comportare la perdita del patrimonio aziendale.

Importante:

Avviare una piccola impresa negli Stati Uniti è analogo al farlo in qualsiasi altro paese. È fondamentale fare ricerche di mercato, avere un business plan stilato in maniera ponderata e assicurarsi il capitale necessario per poter realizzare il proprio progetto imprenditoriale. La U.S. Small Business Administration è un'agenzia governativa ufficiale il cui ruolo è quello di fornire consulenze e di assistere i proprietari di piccole imprese.

Considerazioni sulla questione del visto

Coloro che sono in possesso di una Green Card e sono, quindi, residenti legali negli Stati Uniti, possono ignorare quanto detto in questa sezione. Ogni altro cittadino straniero, tuttavia, dovrà ponderare attentamente le opzioni per il visto che sono disponibili a seconda del proprio caso personale. I tre tipi di visto più comuni utilizzati per gli stranieri che intendono avviare un'attività negli Stati Uniti sono i visti E-1, E-2, e EB-5.

E-1 Trader Visa, cioè il visto per commerciali E-1

Un visto per commerciali è un'opzione valida per manager o figure specializzate che lavorano nel commercio internazionale. Consente loro di entrare negli Stati Uniti e continuare a fare il loro lavoro di commerciali, oppure operatori finanziari ecc. In questo caso, per "trade" (commercio) si intendono transazioni commerciali relative a beni o servizi quali banche, assicurazioni, turismo o consulenze.

E-2 Investor Visa, cioè il visto per investitori E-2

Questo visto consente agli espatriati di avviare una nuova attività o di rilevare un'attività pre-esistente subentrandovi come imprenditori. L'ammontare degli investimenti varia in base al tipo di attività e, sebbene si tratti di un visto non concepito per immigrati (il che significa che non porta alla cittadinanza), è valido a tempo indeterminato finché si continua a gestire l'attività.

EB-5 Immigrant Investor Visa, cioè il visto per investitori immigrati EB-5

Nota come la "Green Card da un milione di dollari", questo visto è disponibile per coloro che dispongono di una grande quantità di capitale che intendono investire attivamente in un'attività nuova o già esistente. L'investimento minimo è di $ 500.000 nelle aree rurali o $ 1.000.000 nelle aree urbane. È necessario dimostrare che i propri fondi provengano da una fonte legittima e che il proprio investimento porterà alla creazione di almeno dieci posti di lavoro a tempo pieno. Con questo visto per investitori è possibile ottenere una Green Card con diritto alla residenza permanente.

A seconda della propria situazione, altre possibili opzioni per quanto riguarda il visto possono includere un visto di lavoro per motivi di lavoro o un visto per motivi familiari (se si hanno parenti o un coniuge negli Stati Uniti). Si prega di notare, tuttavia, che questi tipi di visto non sono pensati per rimanere negli Stati Uniti più a lungo di quanto specificato e ci saranno quindi limitazioni alle attività che è possibile svolgere nel paese.

È sempre una buona idea fare qualche ricerca generale prima di fare progetti. Tuttavia, una volta che si è deciso di recarsi negli Stati Uniti per costituire una società, la cosa che più consigliamo vivamente è quella di consultare un professionista qualificato che sia competente in materia di visti e vedere assieme a lui quali opzioni siano le migliori per il proprio caso personale.

Siti utili in lingua inglese:

Agenzia governativa - U.S. Small Business Administration
Sito IRS - Avviare un'impresa

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.