Partorire in Austria

Gravidanza in Austria
shutterstock.com
Pubblicato 2023-11-21 13:31

Vivete in Austria e cercate informazioni sulla gravidanza? In questo articolo troverete informazioni su tutto ciò che riguarda le future mamme in Austria e quelle che vogliono diventarlo.

Il sistema sanitario austriaco gode di un'ottima reputazione.

Libretto madre-bambino in Austria

Avete già sentito parlare del famoso "Mutter-Kind-Pass"? Si tratta di un documento sotto forma di libretto, che in genere tutte le donne incinte in Austria ottengono.

Come funziona il Mutter-Kind-Pass?

Durante la gravidanza in Austria sono previsti diversi esami che vengono registrati nel libretto madre-bambino. Il "Mutter-Kind-Pass" viene solitamente rilasciato dallo specialista in occasione della prima visita.

Durante la gravidanza sono previsti i seguenti esami:

  • 5 visite ginecologiche

  • 2 ecografie

  • 1 esame interno

  • 2 esami del sangue

Ogni donna incinta in Austria ha diritto al libretto madre-bambino, indipendentemente dalla cittadinanza. In generale, i tempi di attesa per gli esami non sono lunghi rispetto agli standard internazionali.

In Austria è possibile fissare un appuntamento direttamente con un ginecologo, senza bisogno di una prescrizione da parte del medico di famiglia. In un trimestre di calendario (i trimestri sono: Gennaio-Marzo, Aprile-Giugno, Luglio-Settembre e Ottobre-Dicembre), si possono consultare un medico di base convenzionato e uno specialista convenzionato per ogni specialità medica, senza bisogno di una prescrizione.

Buono a sapersi:

Per consultare un medico in Austria è necessaria una e-card. Cliccate qui per leggere le importanti informazioni ufficiali sulla e-card in inglese. In sostanza, se vivete in Austria, dovete avere un'assicurazione sanitaria.

Assicurazione Sanitaria in Austria

Per le donne che non hanno un'assicurazione sanitaria in Austria e che sono senza fissa dimora, ad esempio, ci sono strutture speciali a Vienna e in altre città dove avranno la possibilità di ricevere consulenze ed esami. Inoltre, ci sono anche molti luoghi che potete chiamare o visitare di persona, se ritenete di aver bisogno di supporto per affrontare la gravidanza.

Esami in gravidanza e costi in Austria

Tutti gli esami sono gratuiti per la futura mamma se vengono eseguiti da uno specialista convenzionato con le istituzioni pubbliche. Uno specialista convenzionato è chiamato in tedesco "Vertragsarzt". Qui troverete un elenco ufficiale di tutti i medici convenzionati attivi presso l'istituto di previdenza sociale (ÖGK).

Naturalmente, potete anche scegliere un medico privato.

Vi consigliamo di presentarvi a tutti gli appuntamenti per poter richiedere l'assegno di assistenza all'infanzia. La conferma degli esami completati dovrà essere presentata all'assicurazione sanitaria.

Ulteriori esami in Austria: devo pagarli?

Alcune tipologie di esame, come la misurazione della cervice o l'amniocentesi, sono coperte dall'assicurazione sanitaria solo se il medico di base li prescrive.


Procreazione medicalmente assistita in Austria

La legge austriaca è relativamente severa in materia di procreazione medicalmente assistita (la cosiddetta "inseminazione artificiale"). In Austria esiste la possibilità di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita, ma è consentita solo nell'ambito di un matrimonio o di una convivenza, di una coppia di fatto o di una convivenza tra persone dello stesso sesso.

Inoltre, la procreazione medicalmente assistita è consentita solo se:

  • Tutti gli altri possibili trattamenti per la coppia per ottenere una gravidanza attraverso un rapporto sessuale non hanno avuto successo, oppure

  • I rapporti sessuali per ottenere una gravidanza non sono possibili a causa del grave rischio di trasmissione di una grave malattia infettiva, oppure

  • La gravidanza deve essere indotta in una delle due donne che vivono insieme in un'unione registrata/convivenza.

Buono a sapersi:

La maternità surrogata non è consentita in Austria.

Tutela della maternità in Austria

La tutela della maternità inizia non appena si informa il datore di lavoro della gravidanza in corso, che deve essere confermata da un medico. Per legge, il datore di lavoro deve essere informato immediatamente dopo aver ricevuto la conferma della gravidanza dal ginecologo.

In seguito, il datore di lavoro effettua una notifica all'Ispettorato del lavoro e anche voi ricevete una copia di questa notifica.

Alcune attività sono vietate alla donna incinta durante il periodo di congedo di maternità. In particolare, il lavoro in piedi o il cosiddetto cottimo. Se le condizioni di lavoro non possono essere modificate di conseguenza, la gestante deve essere esonerata dal lavoro con la prosecuzione del pagamento dello stipendio.

In sintesi, una donna in attesa non è tenuta a lavorare in Austria nelle ultime otto settimane prima del parto e almeno nelle prime otto settimane successive.

Buono a sapersi:

La tutela della maternità in Austria si applica indipendentemente dalla cittadinanza, dalla durata dell'impiego e dall'orario di lavoro.

Protezione contro il licenziamento per le donne incinte in Austria

Le donne incinte assunte a tempo indeterminato sono generalmente protette contro il licenziamento dal momento della gravidanza. Il datore di lavoro, pertanto, deve essere informato il prima possibile. Questo vale generalmente fino a quattro mesi dopo il parto. Se il rapporto di lavoro è a tempo determinato, la protezione contro il licenziamento si estende di solito fino a otto settimane prima del parto (il periodo di protezione).

Il divieto di assunzione in Austria

Durante il periodo di divieto di assunzione, le lavoratrici riceveranno il cosiddetto "Wochengeld" (indennità di maternità) per almeno 16 settimane in totale. La richiesta di tale indennità deve essere presentata al fondo di assicurazione almeno 12 settimane prima della data calcolata per il parto.

Riceverete l'indennità settimanale dalla vostra assicurazione (la vostra "Krankenkasse", ad esempio ÖGK, SVS, BVAEB). Durante questo periodo, il datore di lavoro non è tenuto a pagarvi uno stipendio.

Buono a sapersi:

In caso di parto multiplo, prematuro o cesareo, il divieto di lavoro è esteso a 12 settimane dopo il parto.

Congedo parentale in Austria

Il periodo di congedo parentale in Austria inizia dopo il periodo di divieto di lavoro. I dipendenti che vivono insieme al bambino hanno diritto al congedo parentale fino al compimento dei due anni di età del bambino.

Lo sapevate?

In Austria, il congedo di maternità/parentale deve durare almeno due mesi. È inoltre possibile prolungare il congedo di maternità dopo un periodo inizialmente previsto oppure frazionarlo.

I genitori non possono usufruire contemporaneamente del congedo parentale per lo stesso bambino. Solo nel caso del primo figlio è consentita una sovrapposizione di un mese.

Buono a sapersi:

Esiste una legge relativamente nuova sul congedo di paternità, che consente ai padri (o al secondo genitore nelle coppie omosessuali) un mese di congedo dopo la nascita del bambino. Il padre/secondo genitore deve informare il datore di lavoro almeno tre mesi prima della data presunta del parto.

Assegno per la cura dei figli in Austria

Durante il periodo di congedo parentale, è possibile beneficiare di un assegno per la cura dei figli se sono soddisfatti i requisiti. Uno dei requisiti è il "Mutter-Kind-Pass" (libretto madre-figlio). I genitori possono scegliere tra cinque modelli di assegni per la cura dei figli. Questi diversi sistemi sono piuttosto complessi e possono essere calcolati in base al reddito o essere costituiti da una somma forfettaria. Vi consigliamo di informarvi dettagliatamente per scegliere quello più adatto a voi. L'importo dell'assegno familiare dipende anche dall'età del bambino o dei bambini.

L'assegno familiare ammonta attualmente ad un importo compreso tra 120 e 175 euro al mese per figlio, se il bambino vive stabilmente in Austria. L'importo totale mensile dell'assegno familiare aumenta per ogni figlio a seconda del numero dei fratelli e delle sorelle; recentemente è stato introdotto anche il cosiddetto assegno di avviamento alla scuola, pari a circa 100 euro all'anno.

Gravidanza e assistenza all'infanzia in Austria

Quanto tempo, in media, le persone che vivono in Austria rimangono a casa con il loro bambino prima di tornare al lavoro? E quanti uomini sfruttano la possibilità di rimanere a casa?

Ecco alcuni dati interessanti per voi.

L'età media delle madri al momento del parto in Austria è tra i 31 e i 32 anni. A differenza di altre regioni europee, nei Paesi di lingua tedesca le donne restano a casa più a lungo. Le statistiche lo dimostrano: In Austria, solo il 60% delle donne torna a lavorare quando il bambino ha due anni. Molte donne lavorano poi part-time. Questo non succede per la scarsità di strutture di assistenza ai bambini, ma è un fattore culturale.

Nel 2022, il tasso di occupazione delle donne con figli di età inferiore ai 15 anni era del 78,6%.

Nonostante la regolamentazione legale, in 8 famiglie austriache su 10, il padre non usufruisce del congedo parentale e non riceve mai i sussidi per la cura dei figli.

Il tasso di part-time attivo delle donne con figli di età inferiore ai 15 anni è di circa il 73%.

Il tasso di part-time attivo degli uomini con figli di età inferiore ai 15 anni è di circa il 7%.

(fonte Statista Austria).

Partorire in Austria

La nascita di un bambino in Austria può avvenire in ospedale, in ambulatorio o a casa. Potete decidere quello che vi conviene di più, preferibilmente insieme al vostro ginecologo.

Se desiderate partorire in ospedale, dovete registrarvi nel reparto maternità dell'ospedale di vostra scelta, in modo che vi venga riservato un letto. Nella migliore delle ipotesi, questo dovrebbe essere fatto con un certo anticipo, in modo da poter scegliere personalmente l'ospedale. Ecco un elenco di tutte le possibilità.

Quando partorite in ospedale, avete la possibilità di portare con voi una persona in sala parto. Può trattarsi del vostro partner, di un familiare o di un amico.

Il parto ambulatoriale significa che si partorisce nel reparto maternità di un ospedale. Se non ci sono complicazioni, potrete lasciare l'ospedale con il vostro bambino dopo poche ore.

Buono a sapersi:

Dopo il parto, i genitori possono usufruire di visite giornaliere a domicilio da parte di un'ostetrica, dal giorno successivo alla dimissione dall'ospedale fino al 5° giorno dopo la nascita. La vostra assicurazione sanitaria in Austria ne copre i costi.

Se desiderate avere un parto in casa in Austria, dovete scegliere un'ostetrica che si occupi di voi durante la gravidanza, al momento del parto e dopo la nascita. Sulla pagina Hebammen.at è possibile trovare un'ostetrica.

In Austria è necessario registrare la nascita del bambino entro una settimana. L'ospedale registrerà automaticamente la nascita presso l'ufficio anagrafico locale ("Standesamt"), se il parto avviene lì.

Riconoscimento della paternità in Austria

Ogni Paese applica leggi diverse. Com'è la situazione in Austria per quanto riguarda la paternità?

Se un bambino nasce da genitori non sposati, o se il marito non è il padre del bambino, il padre naturale può riconoscere la paternità con una dichiarazione personale. Nel certificato di nascita, il padre può essere indicato solo se riconosce volontariamente la paternità o se la paternità è stata accertata giudizialmente. Di solito il riconoscimento di paternità viene fatto in occasione dell'annuncio della nascita.

Il modo più semplice per farlo è recarsi all'ufficio anagrafe ("Standesamt"). Lì potrete anche farvi rilasciare il certificato di nascita e organizzare l'affidamento. Se vi trovate all'estero, potete contattare l'autorità di rappresentanza austriaca.

Ci sono alcuni documenti da presentare. Secondo le direttive dell'ufficio anagrafe, i documenti in lingua straniera devono essere presentati in originale insieme ad una traduzione certificata in Austria.

Cittadinanza del bambino in Austria

La cittadinanza austriaca non viene concessa automaticamente alla nascita. Se uno dei due genitori è cittadino austriaco, di solito viene concessa automaticamente nel caso della madre e, dopo il riconoscimento, nel caso del padre (se desiderato).

Le norme dipendono anche dal fatto che si sia, o meno, sposati. Se volete saperne di più, potete leggere il nostro articolo sui visti in Austria.

Consulenza e aiuto per le donne incinte in Austria

In tutto il Paese si possono trovare consultori che offrono consulenza gratuita e anonima su una serie di questioni diverse riguardanti la vita familiare. Esistono oltre 300 consultori familiari e per partner, finanziati dal bilancio della Cancelleria federale, Divisione per la famiglia e la gioventù. Non esitate a cercare tutte le informazioni di cui avete bisogno.

In questa pagina potete cercare uno dei centri ("Familienberatung") e trovarne uno nella vostra regione. Potete entrare in contatto in qualsiasi momento, indipendentemente dalla vostra situazione familiare/di coppia.

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.