Dichiarazione dei redditi

Salve a tutti.. Chiedo un informazione a chi risiede già da anni in Portogallo, residente in Portogallo per un anno intero gennaio - dicembre, la dichiarazione dei redditi va fatta in Portogallo o in Italia?  In Italia si ha diritto al un rimborso del 19% su tutte la spese sanitarie..... In Portogallo? Cordialmente saluto. E grazie

Gennaro Zobel :

Salve a tutti.. Chiedo un informazione a chi risiede già da anni in Portogallo, residente in Portogallo per un anno intero gennaio - dicembre, la dichiarazione dei redditi va fatta in Portogallo o in Italia?  In Italia si ha diritto al un rimborso del 19% su tutte la spese sanitarie..... In Portogallo? Cordialmente saluto. E grazie

Se si possiedono redditi in Italia, è necessario fare la dichiarazione in Italia pagando la relativa l'Irpef  (ed occorre farla anche  in Portogallo,  segnalando che l'imposta è stata pagata in Italia).
Per quanto riguarda le spese sanitarie (immagino che volessi fare riferimento quelle sostenute in Portogallo):

(Guida fiscale per i residenti all'estero -Agenzia delle Entrate Uff.Relazioni esterne)
Le deduzioni dal reddito complessivo e la detrazione d’imposta del 19 per cento competono solo se si realizzano, nell’anno d’imposta interessato, tutti i presupposti stabiliti dalla normativa fiscale vigente:
- la spesa deve essere stata sostenuta nel corso dell’anno per il quale viene presentata la dichiarazione dei redditi, anche se si riferisce ad altri anni (criterio di cassa);
- l’onere deve essere stato effettivamente sostenuto, non è sufficiente che il contribuente abbia assunto l’obbligo di pagare;
- le spese devono essere rimaste effettivamente a carico del contribuente intestatario delle ricevute, fatture o altro documento di spesa;
- le deduzioni e le detrazioni spettano ai contribuenti solo se le spese vengono sostenute nell’interesse proprio.

Tutti gli oneri portati in diminuzione dal reddito o in detrazione dall’imposta devono essere documentati:
vale a dire che i contribuenti debbono munirsi di ricevute, quietanze, bollettini di conto corrente postale, fatture, e ogni altra certificazione idonea a comprovare i presupposti oggettivi e soggettivi che giustificano il riconoscimento del beneficio fiscale.

Le certificazioni relative agli oneri dedotti o detratti non devono essere allegate alla dichiarazione ma devono essere conservate per tutto il periodo durante il quale l’amministrazione finanziaria ha la possibilità di richiederle in visione
(entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione cui si riferiscono).

E' bene  comunque rivolgersi ad un commercialista.
Un saluto
filippo

Nuova discussione