nuovo iscritto

Ciao a tutti, mi chiamo antonio e vivo a portiamo dal 1 giugno , sono in attesa dell'iscrizione aire, che mi dicono sarò informato tramite ambasciata.
Vi pongo il mio quesito voglio portare la mia auto in portogallo, e mi chiedono le bollette utenze, io nei documenti auto e patente carta d'identità sono residente a roma con la casa chiusa, e vivo in provincia di roma con mia moglie perché non valgono le utenze pagate da mia moglie? nonostante abbia presentato il certificato di matrimonio? chi mi può aiutare a capire?

Vanno bene anche estratti conto, banche e carte di credito per dimostrare che hai vissuto in Italia per l’ultimo anno.

l'estratto conto l'ho portato ma per mia comodità ha l'indirizzo di dove abita mia moglie mi chiedono le bollette gas e luce , ma se non ci vivo? la mia casa di residenza è chiusa e non ho utenze intestate pago solo il condominio.
grazie per l'aiuto.
L'agenzia che mi segue la pratica mi dice che non devo dimostrare che ero in italia ma che vivevo nella residenza dei documenti che ho, patente libretto auto patente e carta d'identità ma è possibile?
grazie a tutti

per ANTODB

.... e vivo in provincia di roma con mia moglie  .......
......  ma per mia comodità ha l'indirizzo di dove abita mia moglie  ......


Non sei in regola   per la Legge Italiana sulle Residenze art. 43 Cod.Civile ... aggiungo ... come tantissimi.
Il domicilio di una persona è nel luogo in cui essa ha stabilito la sede principale dei suoi affari e interessi  .
La residenza è nel luogo in cui la persona ha la dimora abituale


Avresti dovuto "regolarizzare" il luogo ove vivi realmente su tutti i documenti in quanto la RESIDENZA (ROMA) è l'unica probante a livello anagrafico ... non esistono "registri" con annotazioni sugli indirizzi dei DOMICILI (prov. ROMA)

I Portoghesi lo sanno e vogliono solo le prove che tu sia stato EFFETTIVAMENTE RESIDENTE A QUELL'INDIRIZZO a riprova che tu sia stato in regola.

Prova a bypassare portando una dichiarazione dei redditi e le copie delle spese condominiali .... avranno tutte l'indirizzo di RESIDENZA ANAGRAFICA, eventuali multe .... che so....  Atti Ufficiali dello Stato Italiano ricevuti all'indirizzo .... il tutto che sia  degli ultimi 12 mesi.

E' un tentativo .....

INOLTRE
L'auto deve essere di tua proprietà da ALMENO 6 mesi  ....... se così non fosse aspetta a fare domanda che trascorrano, sempre entro l'anno di prima residenza in PT cosicchè sia possibile ottenere l'esenzione da ISV.

uN SALUTO

grazie, ora mi è chiaro ho portato le bollette telefono intestate a mia moglie alla mia residenza e certificato di matrimonio ...... ma dicono che non è valido.
Mah?????????

per ANTODB

stavo cercando altro e mi sono imbattuto in questo pdf del 2016.

dlas.com.pt/xms/files/NOVIDADES_LEGISLATIVAS/Newsletter_novembro_2016_-_importacao_automovel_por_estrangeiros_para_Portugal.pdf

Dados os incentivos ao investimento estrangeiro (em especial, ARI e
Residente Fiscal não Habitual), seria de estranhar que não houvesse qualquer benefício em
matéria de tributação sobre veículo para “novos residentes”.

Neste sentido a Lei n.º22-A/2007, de 29 de Junho, que aprova o Código sobre Veículos (ISV),
no seu Capítulo VI (Regimes de Isenção), Subsecção III, vem estabelecer o regime
aplicável aos cidadãos estrangeiros que transferiram a sua residência para o território
Nacional.
Posto isto, a lei supra referida determina como beneficiários da isenção de ISV, os
maiores de 18 anos, habilitados a conduzir durante período mínimo residência (12
meses) que transfiram definitivamente a sua residência para Portugal (Art.º58/1).
..................
Documentos Necessários:
Declaração Aduaneira de Veiculo (DAV);
Certificado de matrícula e título de registo de propriedade do veículo;
Carta de condução válida há pelo menos 12 meses antes da transferência de residência;
Certificado de residência oficial;
Documento da vida quotidiana que ateste a residência no país de proveniência (Art.º 61/1 do Código do Imposto sobre Veículos).

+++++++++++++++++++++++++++++++++++

ALCUNE parti sono variate dal 01.01.2018 ... mi riferisco al poter chiedere esenzione ENTRO 12 mesi (prima erano solo 6 mesi)  ed essere proprietario da ALMENO 6 mesi (prima erano 12mesi) .... dicevo .... per la parte che ti interessa è citato l'articolo di legge.

Documento da vida quotidiana que ateste a residência no país de proveniência (Art.º61/1 do Código do Imposto sobre Veículos)

Nel Paese di provenienza ... cioè ITALIA non necessariamente ROMA anzichè provincia,

QUINDI chiedi verifica che tale articolo sia ancora intonso  e citalo  e produci come detto anche eventuali fatture del condominio ed altri atti  come dichiarazione dei Redditi in primis.

ciao

Stef

Grazie, quindi se ancora ha validità quanto descritto posso portare le utenze intestate a mia moglie con il certificato di matrimonio.
O ho capito male?

Hai capito male.

Sei TU il  RICHIEDENTE e  l'obbligato fiscale con il tuo NIF  verso AT Financas  !!

QUINDI
- chiedi verifica che tale articolo sia ancora intonso 
- citalo
- produci  dich. Redditi ultimi 12 mesi
- eventuali fatture del condominio
- eventuali altri ATTI

TUTTO INTESTATO A TUO NOME

Cosa c'entra tua moglie ??  :dumbom:

ok grazie,  l'agenzia mi aveva richiesto le utenze se intestate a mia moglie con il certificato di matrimonio.
Ma leggendo tutta la legge da te citata  ho capito che devo fare quello che tu dici e portare per es. le lettere inps inviatemi al mio indirizzo il condominio 730 e quant'altro a mio nome.
Grazie di cuore

Nuova discussione