CONSIGLI DI VIAGGIO DALL' ITALIA AL PORTOGALLO

Un consiglio a chi per la prima volta si appresta ad effettuare il viaggio in automobile dall'Italia al Portogallo . Evitate assolutamente il tratto di costa Spagnola tra Barcellona a Valencia in quanto il rischio di essere rapinati è molto alto .  Banditi molto ben organizzati e dotati di più auto quando addocchiano un'auto con targa straniera cercano in svariati modi di farla fermare per poi agire . Uno dei sistemi più in uso è quello di segnalarvi a gesti un'anomalia del vostro veicolo .  A quanto pare , per sentito dire da un camionista, anche la costa Francese è ad alto rischio .
La soluzione più sicura e confortevole è senz'altro imbarcarsi a Genova su GNV intorno alle ore 13 e sbarcare a Barcellona la mattina seguente intorno alle ore 8 .  A questo punto, freschi e riposati si è pronti ad affrontare il viaggio per il Portogallo passando però da Saragozza/Madrid , anche per chi è diretto in Algarve . Certamente il percorso è circa 150 km più lungo ma la sicurezza non ha prezzo .
Un saluto a tutti , buon proseguimento .

Leggendo il tuo consiglio di viaggio sono molto preoccupata.
Dovendo portare anche il cane in Portogallo (Algarve) sono costretta a viaggiare in auto. Quale sarebbe la strada migliore programmando di fare 2 pernottamenti partendo da Milano. Grazie per la risposta

Ho vissuto un anno e mezzo in Algarve a Monte Gordo e ritornavo in Italia due volte all'anno in auto.
In effetti la costa spagnola dal confine con la Francia fino a Valencia non è  tra le più sicure sopratutto nei mesi di grande afflusso turistico , però con alcune accortezze non ho mai avuto problemi.
Utlizzavo il traghetto da Barcellona a Savona e viceversa, per cui i km. da stare all'erta erano solo 350 circa, ho sempre evitato di fermarmi nelle aree di servizio. Una alternativa che ho utilizzato alcune volte è stata quella di non utilizzare l'autopista AP7 ma l'autovia A7 che però per più di100 km è una comunissima strada statale, lenta, ma mi permetteva di evitare l'autostrada senza allungare l'itinerario fino a Madrid.
Ora mi sono trasferito nel Nord del Portogallo e per collegarmi con Barcellona devo passare da Saragozza per cui evito Valencia.
Confermo pure io la stessa pericolosità in costa azzurra, ma sempre nei mesi classici di grante turismo.
Nel resto dell'anno fermarsi in un'area di servizio si corrono gli stessi rischi  come in qualsiasi autogrill : occhi aperti sempre.

Grazie

Fabio P57 :

Ho vissuto un anno e mezzo in Algarve a Monte Gordo e ritornavo in Italia due volte all'anno in auto.
In effetti la costa spagnola dal confine con la Francia fino a Valencia non è  tra le più sicure sopratutto nei mesi di grande afflusso turistico , però con alcune accortezze non ho mai avuto problemi.
Utlizzavo il traghetto da Barcellona a Savona e viceversa, per cui i km. da stare all'erta erano solo 350 circa, ho sempre evitato di fermarmi nelle aree di servizio. Una alternativa che ho utilizzato alcune volte è stata quella di non utilizzare l'autopista AP7 ma l'autovia A7 che però per più di100 km è una comunissima strada statale, lenta, ma mi permetteva di evitare l'autostrada senza allungare l'itinerario fino a Madrid.
Ora mi sono trasferito nel Nord del Portogallo e per collegarmi con Barcellona devo passare da Saragozza per cui evito Valencia.
Confermo pure io la stessa pericolosità in costa azzurra, ma sempre nei mesi classici di grante turismo.
Nel resto dell'anno fermarsi in un'area di servizio si corrono gli stessi rischi  come in qualsiasi autogrill : occhi aperti sempre.

qui se ne parla:
youtube.com/watch?v=dqQrFT1UTrc

Preoccupante,
però il video è del 2011, potrebbe essere cambiato qualcosa nel frattempo?

Fio54 :

Preoccupante,
però il video è del 2011, potrebbe essere cambiato qualcosa nel frattempo?

Lascia perdere la data del video ......  ci  sono utenti del Forum  che sono stati "ranzati"  non più di 8 mesi fa .....

Fio54 :

Preoccupante,
però il video è del 2011, potrebbe essere cambiato qualcosa nel frattempo?

Il video serviva per far comprendere come operano in modo da evitare di fermarsi.

x sescocco
sì, certo, e in questo senso è molto utile... la mia domanda era per capire se nel frattempo era stato fatto qualcosa (da parte delle autorità o da chi è responsabile in qualche modo della sicurezza degli utenti di quelle strade) per fermare o arginare il fenomeno.
a quanto pare la risposta di SBERTAN toglie ogni dubbio.

io dovrò/vorrò fare il viaggio da varese.
bypasserò la zona di barcellona passando per il versante francese dei pirenei ma dovrò comunque passare per la costa azzurra anch'essa citata come non proprio sicura al 100% e dovrò pernottare 2 volte (pensavo + o - in zona montpellier e poi a bilbao) ...
qualcuno ha qualche info e/o suggerimento in proposito?

Preferisco anche io la tratta Nord, suggerisco pernottamenti in catena Ibis (fai la card on line del gruppo Accord) puoi  cambiare anche in viaggio, fermare la camera ... e scegliere i motel con il Park chiuso e cintato.

In alternativa se pernotti in piccoli villaggi (anche uscendo da autostr.) rischi meno ...

Meglio IBIS in FR e SP

grazie del suggerimento Ste, avevo sentito già parlare bene della catena Ibis quindi già ero orientato in quel senso. ho visto che a montpellier e a bilbao c'è la possibilità di scegliere fra diverse soluzioni.

per quanto riguarda la tratta nord per me sarà anche più conveniente volendo entrare in pt da nord (è quella suggerita anche da viamichelin).... poi dipende da uno dove deve andare... se la meta è Tavira, per esempio, diventa un po' lunghetta e dispendiosa...

per tornare al discorso sicurezza, c'è qualcosa che si può fare in forma preventiva per evitare quegli "arrembaggi"? ovviamente oltre al comune buon senso, il tenere gli occhi aperti e non fidarsi di nessuno?

Ciao a tutti !
Vivo a Parma ed avevo intenzione da metà settembre di fare una visita con il mio camper per vedere la città di portomao per un futuro trasferimento da pensionato ma leggendo un po’ vedo che viaggiare in mezzo proprio per venire in Portogallo e un bel casino !!!!!!!

Ola Robertoiliad,

forse è meglio viaggiare con auto a noleggio e pernottare un po' fuori dai centri della costa, ma da metà settembre dovresti trovare buone accomodations anche sul litorale.
Tenha uma boa viagem!

(e, se ti capita, leggi il Viaggio in Portogallo di José Saramago)

Nuova discussione