impronte digitali e altro (per richiedere il permesso di soggiorno)

Ciao tutti,

sono forse la più nuova del Forum.
Sono un'extracomunitaria ma con la carta di soggiorno italiana (vivo in Italia regolarmente da più di 20 anni) e da pochi anni ma sono anche sposata con un italiano.
Vivo molto felicemente già da tanti anni qui in Italia circondata dagli amici che mi dicono che sia oramai una di voi.

Ma anche a me, il magro che si conclude in questi ultimi anni ha fatto riflettere molto, e mi piacerebbe andare a risiedere e lavorare in Bulgaria, ma sarà ancora un po' più in là, visto che prima pensavo oramai di diventare una cittadina italiana (europea) e per quello passerà ancora più di 6 mesi.

Comunque ho già chiesto delle informazioni all'Ambasciata Bulgara su come deve comportarsi un'extracomunitaria con la carta di soggiorno europea, e mi pare che l'autorità bulgara mi tratterebbe già come se fossi un'italiana (che poi di fatti lo diventerò).

Ma ci sono alcuni documenti che non si sa come procurarli.

1.
"Le impronte delle dieci dita"

(le si procura direttamente in Bulgaria? Forse sì, perché dicono di dimostrare anche la ricevuta del pagamento delle cui certificazione. Potete darmi una conferma?)

2.
"Assicurazione medica valida per i viaggi all'estero per coprire l'intero periodo di soggiorno previsto con copertura minima di € 30.000. L'assicurazione dovrebbe essere in grado di coprire tutti i costi che possono sorgere in connessione con il rimpatrio per ragioni mediche, per le cure mediche di emergenza e / o ricoveri ospedalieri d'urgenza o morte nella Repubblica di Bulgaria"

(Per venire a vivere in Italia, mi ricordo che andava bene l'assicurazione italiana naturalmente. Come l'avete fatto voi italiani in Bulgaria? Come ci si trova con l'assicurazione bulgara?)

3.
"La prova di fondi sufficienti per mantenere se stessi senza ricorrere al sistema di assistenza sociale , per un importo non inferiore al salario minimo o pensione minima per il paese per la durata del soggiorno nel territorio della Repubblica di Bulgaria"

(Attualmente quanto è la somma di salario o pensione che ricevono i cittadini bulgari?)

4.
"(Se si desidera lavorare come dipendente)l'autorizzazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali"

(Questa autorizzazione è una cosa che potrebbe essere conveniente avere anche qunado una intende lavorare in proprio? Quanto tempo occorrebbe per ottenerla?)

Grazie e buon w.e. a tutti! :)

Ciao,

perdonami ma in tutto quello che hai scritto c'è qualcosa che non quadra.

Anzitutto:

1) se sei sposata con un italiano, indipendentemente dal fatto che tu possa essere una cittadina comunitaria o extracomunitaria, di quale carta di soggiorni parli?

2) se sei sposata con un italiano, tu vai al posto di polizia del tuo paese/città e portando il certificato di matrimonio, ottieni subito il permesso di soggiorno a tempo indeterminato o determinato (dipende da come gli gira al poliziotto in servizio) e comunque, nel secondo caso sempre rinnovabile.

3) cin il permesso di soggiorno e con il certificato di matrimonio, vai nel tuo comune italiano ed hai subito la carta d'identità italiana oltre a fare domanda di residenza.

4) ottenuta la carta dì identità italiana, dovrai aspettare per la residenza la visita dei vigili del comune dove abiti per l'accertamento che effettivamente risiedi nell'indirizzo indicato nella tua c.i. ed ottieni la residenza.

5) con la carta di identità italiana, entri ed esci in Bulgaria quando ti pare e senza alcuna formalità perché la Bulgaria dal 1-1-2007 è in UE.

6) dal 2007 la Bulgaria è in UE ma non è in area Shengen. Questo significa che "sulla carta" tu dovresti stare in Bulgaria per un max di 180 giorni all'anno divisi in due tronconi di 90gg.

7) ma siccome nessuno metterà un timbro d'ingresso sulla tua carta d'identità italiana, puoi stare in Bulgaria quanto ti pare, salvo che non combini qualche magagna.

Ecco, chiariscimi questi punti, poi ti risponderò al resto.

Ciao

Ciao Manuel,

ti ringrazio tantissimo del commento!

Io la carta di soggiorno (rilasciata dal comine di residenza in Italia) ce l'ho già.
Ma avevo dubbi se non me la ritirassero spostandomi in Bulgaria da sola (mio marito non può venire con me almeno per qualche anno).
Per quello, stavo pensando di acquisire prima la cittadinanza italiana per la mia certezza.
Tu dici che sia superflue?
Conosci qualcuno/qualcuna di extracomunitari che ha la residenza in un altro paese europeo e che entri in Bulgaria, ci viva ed esca come e quando vuole?

Poi il mio obiettivo principale è non solo stare in Bulgaria per stare e andare in giro, ma spostare proprio ufficialmente la sede della mia attività.

Mio marito al momento non è informato su come si vive in Bulgaria.
Quindi dal momento che mi trasferisco lì, dovrò spianare il terreno anche per essere convincente nei suoi confronti...

Quando mi sposto in un paese e comincio a lavorare, dover pensare sempre al rinnovo successivo del permesso di soggiorno dopo 180gg. mi procurerebbe l'ansia... no?
E' per quello che mi stavo informando come avere il permesso di soggiorno permanente in Bulgaria.

Adesso ti è più chiara la cosa? :)

Ciao e buona domenica,
Angie

Ciao Angle e buona domenica anche a te.

Anzitutto ti premetto che io sono italiano, di Roma, sposato nel 2000 con una cittadina bulgara a Roma e dal 2002 ci siamo trasferiti entrambi in Bulgaria soprattutto perché io ero andato in pensione e con la mia pensione avrei vissuto meglio (come meglio vivo) più in Bulgaria che non in Italia.
Ergo, fatta questa premessa, quello che scrivo non è frutto di sentito dire o letto da qualche parte, ma di esperienze dirette.

Consentimi quindi di richiederti, se sei sposata con un italiano (perché se invece ne sei convivente il discorso cambia moltissimo) di quale carta di soggiorno parli?

Tu, indipendente dal fatto che sia una cittadina comunitaria o extracomunitaria, avendo sposato un italiano dovresti avere la tua bella carta d'identità italiana. Parlo di C.I. e non di passaporto italiano perché per quello ci vuole anche la cittadinanza italiana i cui tempi per averla sono molto lunghi, dai 3 ai 5 anni. Mia moglie la ottenne dopo 5 anni dalla richiesta.

Con la carta d'identità italiana entri ed esci in Bulgaria quando e come ti pare, sola od accompagnata dal marito, perché la Bulgaria è dal 1-1-2007 in UE e senza alcuna formalità. Ti ho solo detto quel particolare dei max 180gg all'anno, divisi in due tronconi da 90gg consecutivi perché la BG non è ancora in Shengen. Ma è un dato questo irrilevante perché nessuno metterà un timbro di ingresso in Bg sulla tua C.I. e quindi nessuno potrà verificare quando sei entrata (salvo casi, come ti avevo precedentemente scritto) cui sicuramente non incorrerai.

Io cittadino italiano, quando mi sono trasferito con la moglie bulgara a Sofia, sono andato al comune di Sofia e con il certificato di matrimonio (tradotto e legalizzato) ho ottenuto la lichna carta (carta di identità bulgara), l'EGN (codisce fiscale bulgaro) ed il permesso di soggiorno per stranieri a tempo indeterminato. La procedura sarebbe stata uguale se io fossi stato un cittadino senegalese che ha sposato una cittadina bulgara.
Lo sai, aprendo una parentesi, quanti turchi ci sono in Bulgaria che cercano di sposare una bulgara per diventare cittadini comunitari e girare a loro piacimento all'interno dell'UE?
E come funziona in Bulgaria per gli stranieri sposati con un loro cittadino/a, così funziona in Italia ed in tutti i paesi UE.

Per quanto riguarda l'inserimento con il lavoro qui in Bulgaria, è cosa dura, molto ma molto dura per gli stessi bulgari, per uno straniero direi "missione impossibile", salvo l'aver la fortuna di essere dipendente di qualche multinazionale ed essere stata da questa qui trasferito per un certo periodo di tempo.

Plovdiv è la seconda cittadina bulgara dopo la capitale Sofia, e lì ci sono molti italiani che lavorano perché lì c'è l'ENEL italiana. Tanto per farti un solo esempio. 

Concludo: tu la carta d'identità italiana, il codice fiscale con relativa TEAM per l'assistenza sanitaria all'interno dei paesi UE, l'hai o non l'hai?

E se non la dovessi avere, perché non l'hai avendo sposato un cittadino italiano?

Ari-buona domenica
Manuel

Ah, dimenticato di risponderti su un'altra domanda.

L'unica cosa in più che può darti la cittadinanza italiana (a prescindere dai tempi per ottenerla) è la possibilità di poter votare in Italia per i politici ed i partiti italiani.

Quindi senza la cittadinanza non potrai votare e per come vanno le cose nel mio Bel Paese, non ti perdi niente...

Ciao Manuel,

mio marito è italiano, quindi ho già la carta d'identità italiana (ma c'è scritto sul retro "NON VALIDA PER L'ESPATRIO"), il codice fiscale italiano (è la prima cosa che danno agli stranieri che arrivano in Italia) e la TEAM.

Avrei ancora dubbi se in Bulgaria mi diano la carta d'identità bulgara senza passare dalla burocrazia che mi hanno spiegato dall'ambasciata bulgara, perché io non sono comunitaria e mio marito è un italiano che lavora in Italia.

Per il lavoro in Bulgaria, non cerco un posto come dipendente.
Devo solo spostare la sede della mia attività e mi hanno già detto dall'ambasciata quali documenti devo preparare.
Le mie domande rimangono quelle che ho esposto nel mio post iniziale.

Ciao e buona serata,
Angie

Ascolta Angie, questa mattina verso le 10 ti avevo dato una risposta lunga 1km e mezzo :) che ora ho cancellato perché ho preso una cantonata :mad:

Mia moglie infatti mi dice che la tua carta d'identità non è valida per l'espatrio perché non hai la cittadinanza italiana. E così fu anche per lei fino al riconoscimento della cittadinanza.

A questo punto non ho indicazioni da darti su tutti i punti che hai elencato nel tuo primo post, penso solo che puoi venire con il passaporto del tuo paese, se l'hai e se è ancora valido.

Dubito che possa venire qui con la sola carta di soggiorno, che io sappia si entra e si esce solo con una C.I. valida per espatrio o passaporto (paesi UE), passaporto valido (paesi extra UE).

In ogni caso ti faccio tanti e tanti auguri se riuscirai a realizzare i tuoi progetti.


Manuel

Ciao Manuel,

grazie per le tue spiegazioni.

Sia le impronte digitali che l'assicurazione sono cose che mi hanno detto di procurarle dall'ambasciata bulgara quando gli ho chiesto i documenti che devo preparare io che sono sposata con un italiano e che ho la carta d'identità italiana.
Quando visito la Bulgaria poi andrò a chiedere agli uffici di competenza.

Comunque le cose che hai scritto qua saranno utili per il mio marito quando deciderà anche lui di trasferirsi.
Quindi grazie ancora per i tuoi contributi!

Ciao,
Angie

Nuova discussione