Close

Problema al lavoro

Salve a tutti.

Ho un problema al lavoro e spero che qualcuno sia così gentile da aiutarmi.
3 settimane fa ho iniziato a lavorare in un nuovo posto di lavoro firmando un contratto come chef. Prima di firmare il contratto mi era stato proposto di lavorare come kp e io ho rifiutato dicendogli che non era interessato a quella posizione.
Verbalmente abbiamo accordato che avrei fatto qualche turno da kp. non essendocene uno anche gli altri chef avrebbero fatto lo stesso.
Adesso dopo 3 settimane la situazione è che io ho lavorato solo da kp nonostante ogni giorni gli dicessi che questo non era il ruolo per cui avevo firmato il contratto e ci eravamo accordati.
La situazione per quanto mi riguarda è degenerata quindi penso di rivolgermi a qualcuno per agire legalmente contro di loro e da ora in poi mi rifiuterò di lavorare come kp.
Cosa ne pensate? Siete mai stati assunti per una posizione e poi i vostri manager vi hanno "costretto" a ricoprirne un'altra? Se Foste in me come vi comportereste?
Premetto che il contratto è un classico 0 ore senza praticamente nessuna tutela per il lavoratore e un sacco di punti a favore del datore di lavoro. Tra cui un mese di notice.
Grazie mille per l'eventuale risposta.

ciao Alberto ahimŔ non conosco le leggi inglesi ma suppongo siano simili a quelle italiane almeno in materia di tutela del lavoratore. A questo punto non credo nemmeno tu possa intraprendere un' azione legale perchÚ" verba volant scripta manet", e in ogni caso sarebbe la tua parola contro la sua, certo con qualche escamotage legale e un bravo avvocato potresti tentare se qualcuno Ŕ disposto a testimoniare in tuo favore ma a parte questo in ogni caso ci vorrebbe una prova materiale, poi pensa alla durata processuale e al profilo economico che comporta instaurare un processo. Non voglio certo scoraggiarti e hai tutte le ragioni del mondo..in ogni caso si tratta di demansionamento ma non capisco se ti hanno egualmente pagato in base al contratto sottoscritto o quanto previsto per kp. e visto che hai scritto che anche gli altri chef hanno accettato vuol dire che si trovano nella tua stessa situazione e ci sarebbero i presupposti per un'azione collettiva...come in ogni caso legale ci sono tante cose da ponderare,  secondo me dovresti pensarci meglio e decidere se andare avanti col rischio di svolgere un lavoro diverso rispetto a quanto previsto da contratto, praticamente sei in mano al datore, oppure licenziarti, nel senso che non puoi solo presentarti al lavoro dicendo "da oggi in poi non lavoro come kp" se non lo hai ancora capito lo hanno giÓ fatto e continueranno a farlo perchŔ hai dato loro la possibilitÓ di farlo. Prima di firmare il contratto avete concordato verbalmente che avresti lavorato come kp anche se solo ogni tanto e secondo me questa Ŕ stata la trappola, meglio se avessi chiesto di apporre una clausola al contratto che lo confermasse..da dire di cose ce ne sono insomma e sicuramente un modo si potrebbe trovare,ti consiglio a questo punto( se Ŕ questa la tua decisione) di consultare prima un legale o consulente specializzato in diritto del lavoro italiano per˛ e solo a titolo informativo per capire meglio la tua posizione e le leggi inglesi cosý da evitare di pagare inutilmente e solo per un info. Meglio essere certi di avere una chance prima di intraprendere questa battaglia..
ho anche trovato questo sito che potrebbe esserti di aiuto ma essendo una frana in fatto di computer non so come allegarlo..prova ad accedere ha un ricco contenuto.     http://koalalondinese.com/blog/2017/09/ … ivolgersi/
Un grandissimo in bocca al lupo,
Barbara

Buonasera Alberto345,

Credo tu ti possa rivolgere all'ente governativo Acas - The Advisory, Conciliation and Arbitration Service.

Trovi i numeri da contattare seguendo questo link https://www.gov.uk/pay-and-work-rights

Saluti,

Francesca
Team Expat.com

Innanzitutto grazie mille per le risposte, entrambe molto utili.
Ciao Barbara, onestamente non sono interessato ad avere delle referenze positive ne tanto meno a continuare a lavorare in questo posto. Voglio andare al lavoro sereno e so che questo posto non me lo permetterà dopo queste discussioni, vorrei quindi solo farmi licenziare o agire legalmente per annullare il contratto per non dover avere a che fare con il mese di notice previsto dal contratto  ed escludere in anticipo la possibilità che trattengano parte del mio stipendio perchè io non ho rispettato i termini. Non sono pratico di leggi ma penso che avendo firmato un contratto per ricoprire la posizione di chef possa rifiutarmi di lavorare in altre posizioni ed eventualmente rendere nullo il contratto perchè una delle parti non ha rispettato i patti. Il mio contratto non prevede da nessuna parte che io svolga differenti ruoli. Come hai detto tu sarebbe la mia parola contro la loro ma avrei dalla mia parte il fatto che tutti gli altri chef conoscevano la mia storia. Penso che almeno 2 di loro in caso di bisogno testimonierebbero quanto avvenuto in queste settimane.
E' vero che gli altri chef hanno accettato questa condizione ma per loro è davvero un turnarsi e fare qualche turno al mese da kp. Per me in queste settimane non è stato lo stesso, anzi è stato l'estremo opposto! Non ho mai lavorato come chef e solo da kp.
Guarda anche un altro amico mi ha consigliato di fare esattamente come dici ed infatti mi ha consigliato inizialmente di rivolgermi all'ente governativo che mi ha consigliato Francesca. Lunedi mattina mi presenterò in un loro ufficio e sentirò un pò che mi consigliano.
Ciao Francesca, grazie mille dei consigli! come ho già scritto anche un'altro amico mi ha consigliato esattamente lo stesso per iniziare a vedere come muovermi al meglio. Avere una conferma in più è rassicurativo.

Facci sapere se e come riesci a risolvere!

In bocca al lupo

Ciao Alberto, non per essere invadente ma per pura curiosità.. com'è andata? sei riuscito ad avere qualche informazione utile? di solito ci vuole del tempo ma spero almeno in un briciolo di speranza...Saluti,
Barbara

Nuova discussione