Come gestire le finanze dopo il lockdown

  • Shutterstock.com
Articolo
Pubblicato 2020-04-28 08:55

Il lockdown ha permesso a tante persone di fare delle economie mentre ad altri ha causato la perdita dell'impiego e problemi finanziari. Viviamo un grave momento di crisi economica e di instabilità lavorativa, pertanto oggi più che mai ridurre le spese è un obbligo. Ecco dei suggerimenti per aiutarti a gestire le finanze dopo il lockdown se sei un espatriato. 

Fai un elenco delle tue priorità

Se sei un espatriato avrai sicuramente delle spese mensili da sostenere tra cui un affitto, bollette, retta per la scuola internazionale dei figli e assicurazione sanitaria privata. Ovviamente si tratta di uscite che non puoi tagliare ma puoi fare attenzione ad altre cose meno indispensabili. Puoi ad esempio mettere il timer all'aria condizionata cosi non sarà indiscriminatamente in funzione tutto il giorno ma per un periodo di tempo limitato. Stesso discorso per il riscaldamento. Se durante la giornata passi la maggior parte del tempo in cucina e nel salone, non ha senso riscaldare la stanzetta dove non entri quasi mai. 

Vivi come un locale

La pandemia di coronavirus ha portato molti paesi a chiudere le frontiere e questo ha avuto un impatto significativo sull'importazione delle merci. Aspettati quindi un aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, se non fosse già successo. Come far fronte all'aumento del costo della vita se ti è stato decurtato lo stipendio? La soluzione migliore è vivere adottando le abitudini della gente locale. Compra prodotti del posto. Vai a fare la spesa di frutta e verdura al mercato che ha prezzi inferiori del supermercato. Evita gli sprechi conservando i cibi in modo adeguato. 

Annulla gli abbonamenti non indispensabili

Se ami lo sport e il fitness probabilmente non vedi l'ora di tornare in palestra. Se però sei a corto di soldi la cosa più saggia è disdire l'abbonamento. Puoi continuare a mantenerti in forma andando a correre all'aria aperta o allenandoti seguendo dei tutorial gratuiti. Se stai cercando lavoro evita di abbonarti a Netflix. Se avevi prenotato una vacanza prima dello scoppio della pandemia e preferisci non partire, informati se è previsto un rimborso monetario.

Evita uscite inutili

La fine dell'isolamento è il momento tanto agognato per tornare alla normalità. Ti verrà sicuramente voglia di fare tutte quelle cose che ti erano state vietate. La cosa migliore però è fare un piano delle spese, anche se il tuo lavoro non è a rischio. La situazione non si risolverà in breve tempo perchè la crisi economica in atto non ha precedenti. Se ti sei trasferito da poco e non hai ancora visitato il tuo paese ospitante, aspetta tempi migliori. Alla lunga, rinunciare a qualche cena al ristorante, al fast food, all'aperitivo al bar o a comprarsi da vestire ti aiuterà a mettere da parti dei soldi. Ci vorrà del tempo prima di riprendere i ritmi di una volta quindi alla fine queste rinunce non ti costeranno poi così tanto.

Chiedi una sospensione dei pagamenti

Se sei stato licenziato a causa dell'attuale crisi economica o il tuo stipendio è stato ridotto, non farti prendere dal panico. La prima cosa da fare è chiedere al padrone di casa se ti accorda un periodo di sospensione sull'affitto o una riduzione sull'importo mensile. Se questa soluzione non fosse possibile prova a chiedere alla banca se ti accorda un prestito. Se stai pagando un mutuo e non puoi onorare la scadenza delle rate, contatta la società finanziaria per informare la tua attuale condizione e cerca un accordo. Contatta inoltre le autorità locali o la tua ambasciata per conoscere eventuali forme di aiuto finanziario messe in atto.

Articolo tradotto da How to manage your finance after the lockdown