TRASFERIRMI PER 6 MESI IN SPAGNA OVUNQUE

Buonasera a tutti. La mia domanda è un po' complicata. Avrei bisogno di trasferirmi in Spagna se in Italia verrà introdotto obbligo vaccinale anti Covid 19. Non sono vaccinata e non mi vaccino. Ho un lavoro a tempo indeterminato e sono in maternità anticipata per gravidanza ad altissimo rischio con minaccia di aborto,non posso permettermi di rischiare di perdere il mio bambino se introducono obbligo vaccinale ma non posso nemmeno permettermi di non essere curata negli ospedali.Si tratterebbe di abitare in Spagna, curarmi lì, partorire lì e poi tornare in Italia. Sono disperata ho molta paura, aiutatemi per favore. Ho bisogno di qualcuno che possa dirmi: se con domicilio in Spagna posso percepire il mio stipendio di maternità anticipata dalla mia azienda in Italia senza rischiare nulla o fare rischiare nulla alla mia azienda, se solo con domicilio senza residenza, potrei farmi curare e assistere per la gravidanza in Spagna quindi prendere un medico, se in Spagna c'è obbligo di vaccino anti Covid e anche di qualcuno che mi aiuti a trovare un affitto e qualcuna che mi aiuti nelle pulizie e faccende domestiche. Per gli affitti ho già iniziato a guardare da sola ma per aiuto domestico non saprei dove mettere le mani.  Il mio compagno non si trasferirebbe con me perlomeno non tutti e 6 mesi e io non potendomi muovere avrei bisogno di un aiuto domestico. Scusate se è lunga ma dovevo spiegare bene la mia situazione.

Dio mio....ma vaccinati!!!! Non siamo nel Medioevo. Usa le tue energie per fare altre battaglie civili e non contro la scienza, che non ha mai ucciso nessuno. La politica sta abusando, questo e' vero. Però viviamo in una società e non devi pensare solo a te stessa. Senza la salute non c'è allegria.

Lei ha chiesto un aiuto per andare in Spagna. Non voglio iniziare una polemica, ma se si risponde solo nel merito della sua scelta di non vaccinarsi non le diamo certo una mano.

Ciao DANYINFLO82,

La tua richiesta è molto specifica e rientrano in gioco competenze in materia di legge che credo solo un commercialista/fiscalista internazionale possa darti.
Ad esempio, io non credo che senza la residenza in Spagna tu possa ricevere cure nell'ospedale pubblico e partorire. Altra cosa forse nel privato ma a costi elevati, suppongo. Un po' come in Italia.
A mio parere, data la tua situazione delicata, contatta un'agenzia di rilocazione che ti dia info in materiale fiscale e che ti faccia sapere che diritti hai a livello sanitario avendo solo il domicilio in Spagna. Io francamente non lo so e non mi azzardo a dare informazioni tanto per.

In bocca al lupo per tutto,

Francesca
Team Expat.com

Beh. Da Marzo ormai so che in ogni ambiente dove mi espongo
dicendo che non mi vaccino, ma parlo anche su altri argomenti che non c'entrano nulla vengo giudicata ed additata per le mie scelte...senza ragioni o connessioni con gli argomenti trattati.  Pensavo che i giudizi non arrivassero fino a qui, un sito  chiaramente fatto per aiutare chi vuole crearsi una vita all'estero ma purtroppo vedo che questi giudizi dilagano ovunque è inevitabile. Come non me ne sono mai curata finora non inizio da ora con commenti inutili alla mia domanda come peraltro Le è stato già fatto notare che non sono riguardanti ciò che chiedo, e vado avanti con le mie scelte. Lei vada pure avanti con le Sue e se non ha aiuto per me ma solo giudizi e consigli sul Suo privato e personale modo di vedere la scienza La invito a non continuare, ma se vuole beh io sono ancora del:"ognuno è libero di fare ciò che vuole"!!!!. Io incinta in minaccia di aborto dovrei vaccinarmi con un siero che ad alcune donne NEL MONDO ha fatto interrompere il ciclo mestruale. Tutto questo perché lo dice chi? Facebook? Internet? Medici di fama internazionale. Ce ne sono altrettanti di altrettanta fama che dicono il contrario. Nessuno e dico nessuno dei medici mi segue in questa gravidanza si è espresso chiaramente in merito alla mia richiesta di vaccinarmi qualora arrivasse l'obbligo in Italia. Perché???? Io i miei dubbi li ho se nessuno vuole prendere posizione. La ringrazio del Suo chiamiamolo consiglio a vaccinarmi ma non utile ai fini della mia domanda. Le situazioni disperate,chi ha scelto di farsi il vaccino per stare tranquillo non le potete capire, inutile tentare di spiegare. Cordiali saluti

Grazie mille Francesca. Si avevo pensato anche io di contattare un avvocato di Diritto Internazionale anche se nella mia città non ne conosco nessuno fondamentalmente perché non ne ho mai avuto bisogno. Pensavo che essendo Europa potesse valere solo il  domicilio la per le cure pubbliche ma ne ne informerò meglio. Dovrei forse contattare anche un avvocato del lavoro per capire se posso percepire il mio stipendio pur vivendo lì?? O secondo voi mi farebbe tutto l'avvocato di diritto internazionale? Grazie cmq davvero per la veloce risposta. Il Vostro mi sembra un sito molto utile. Grazie. Saluti

Garazie Adelebia. Sono nuova nel sito e non so bene ancora come si fa a rispondere ad ogni singolo post. Cmq credo che il sunto di come ho risposto alla Sig.ra Liliana sia riproposto nelle Sue parole. Se volevo giudizi  ancora e ancora e ancora sulle mie scelte non scrivevo su un sito per chiedere aiuto per vivere all'estero. Spero che venga capito ma non ne sono tanto sicura....ormai il giudizio, ed il puntare il dito a chi sono i buoni ed a chi sono cattivi secondo non si sa quali criteri è una malattia  che dilaga da Marzo 2021 e c'ho un po' fatto l'abitudine.Cordiali saluti.

Liliana Scapini ha scritto :

Dio mio....ma vaccinati!!!! Non siamo nel Medioevo. Usa le tue energie per fare altre battaglie civili e non contro la scienza, che non ha mai ucciso nessuno. La politica sta abusando, questo e' vero. Però viviamo in una società e non devi pensare solo a te stessa. Senza la salute non c'è allegria.

Scusa Liliana, ma la tua risposta è fuori contesto rispetto al messaggio che ha generato questa discussione.
La nostra piattaforma è dedicata alla vita all'estero e a chi vuole trasferirsi. Non vogliano ne abbiamo competenze adeguate per affrontare l'argomento vaccini, che lasciamo a altri forum specializzati in materia.

Grazie per la comprensione.

DANYINFLO82 ha scritto :

Grazie mille Francesca. Si avevo pensato anche io di contattare un avvocato di Diritto Internazionale anche se nella mia città non ne conosco nessuno fondamentalmente perché non ne ho mai avuto bisogno. Pensavo che essendo Europa potesse valere solo il  domicilio la per le cure pubbliche ma ne ne informerò meglio. Dovrei forse contattare anche un avvocato del lavoro per capire se posso percepire il mio stipendio pur vivendo lì?? O secondo voi mi farebbe tutto l'avvocato di diritto internazionale? Grazie cmq davvero per la veloce risposta. Il Vostro mi sembra un sito molto utile. Grazie. Saluti

Prego figurati! Sai io cosa farei? Per chiarire i tuoi dubbi, contatterei un avvocato in diritto internazionale, aiutandoti con una ricerca internet.
Per non lasciare nulla di intentato, contatta via email (o per telefono, se disponibile) una delle sede di Ambasciata/Consolato italiano in Spagna. Potrebbero essere in grado di fare luce sulla questione domicilio estero/assistenza sanitaria o potrebbe avere il contatto di un esperto da passarti.
Senti anche il tuo comune di residenza in Italia e la Asl, anche li potresti avere dei consigli e delle dritte.
Leggi anche su questa pagina, modello S2. Potresti approfondire le ricerche in merito a questo modello.

Fammi sapere se hai bisogno di altro e come procede la ricerca, se riesci a dipanare un po' la matassa!

Francesca, continuo a ringraziarti della tua velocità ed efficienza nel rispondermi, ed anche per l'avere fatto capire che risposte che non c'entrano nulla con le domande non devono esserci e soprattutto ti ribadisco che questa applicazione è veramente utile. Unica cosa...  che continuo anche a non capire come rispondere al tuo msg direttamente. Mah...lo capirò...generalmente non sono così imbranata con i forum...
.anzi faccio un lavoro sempre al PC  con siti di tutti i tipi!!! Cmq prima di tutto ho letto il link che mi hai mandato e ci sono cose molto molto utili. Per il resto mi informo come mi hai suggerito tu ed altri utenti. La macchina si è messa in moto. Le matasse da dipanare sono molte ma non voglio farmi trovare impreparata soprattutto con la mia gravidanza a rischio. Grazie ancora e ti aggiorno. Un saluto.

Ciao cara, non so rispondere alle tue domande.. dico solo di non mollare e di tenere duro! Anche noi ci trasferiremo, senza vaccino non abbiamo alcuna possibilità qui in Italia. Ti sono vicina col cuore

Alessiabra ha scritto :

Ciao cara, non so rispondere alle tue domande.. dico solo di non mollare e di tenere duro! Anche noi ci trasferiremo, senza vaccino non abbiamo alcuna possibilità qui in Italia. Ti sono vicina col cuore

Ciao Alessia! Grazie delle tue parole di incoraggiamento. Ho iniziato a scrivere mail a giro ad enti giusti,  patronati, per ottenere tutte le info ed anche a cercare un avvocato di diritto internazionale nella mia città. So che sarà dura ma ce la farò. Credo che in Italia si stia perdendo il lume della ragione ed a me basterebbe ( se tutto andrà bene )  far nascere il mio bambino nella libertà di scelta senza farmi il vaccino e poi tornare in Italia e decidere a quel punto purtroppo il da farsi per farlo crescere e vivere nella mia città che cmq amo e non lascerei più per nulla al mondo. Ho vissuto tanti anni all'estero, girato e vissuto in molti paesi del mondo per lavoro, mai in Spagna però dove sono andata spesso solo in vacanza, ed avrei avuto la possibilità di fermarmi in Inghilterra per esempio ma sono tornata nella mia città perché la amo troppo e non potrei mai lasciarla per tutta la vita. È solo adesso che sono incinta che mi terrorizza la cosa del vaccino. Prima ne avevo paura ecco perché non l'ho fatto, adesso ne ho il terrore. Grazie mille ancora del tuo appoggio

ciao DANYINFLO82,
ti scrivo dalle Canarie.
Io credo che, come cittadina comunitaria, tu abbia sempre diritto all'assistenza sanitaria di urgenza.
Però se la tua permanenza in Spagna è superiore ai 3 mesi credo tu debba farti 1 assicurazione privata spagnola che ti possa garantire di essere seguita anche durante la gravidanza.
Quello che però di voglio dire è che non vorrei che tutti i tuoi sforzi per evitare la vaccinazione obbligatoria alla fine risultassero vani perchè le leggi sul Covid continuano a cambiare in Italia e la Spagna sembra la copia differita dell'italia, ovvero in merito alle misure Covid prende piu' o meno gli stessi provvedimenti italiani, solo con qualche mese di ritardo! Quindi pensaci bene! un abbraccio e.... suerte

Buongiorno a tutti. Sono passate alcune settimane dal mio primo post e quesito. Ho scritto ad un patronato che mi era stato consigliato qui, ma non mi hanno risposto, ho mandato solleciti di risposta ma nulla, ho scritto ad un'altra associazione per stranieri che segue e gestisce le pratiche burocratiche ma mi ha risposto in maniera molto approssimativa dicendomi che di queste cose non si occupa( beh è una società di assicurazioni sanitarie, visti per stranieri e incartamenti vari burocratici per stranieri o immigrati in Spagna,se non se ne occupano loro chi se ne dovrebbe occupare non ho capito!!!), poi ho scritto al consolato spagnolo della mia città ed a quello di Roma,non so bene quale dei due mi ha risposto in quanto mi ha risposto una signora da un indirizzo generico gmail quindi credo nemmeno in maniera ufficiale sparando solo giudizi e non aiutandomi in nessuna delle domande che ho fatto. Sono molto delusa, perché ho notato che il giudizio dilaga e questa sorta di "discriminazione" dilaga anche da enti statali o privati che dovrebbero essere super partes senza giudizio alcuno. Noto che non sto ricevendo nessun aiuto da parte di nessun ente e non so come fare. In Italia le casistiche di persone alle quali sono state negate le cure perché non vaccinate stanno prendendo sempre più campo ed io sono terrorizzata. Vedi la donna che ha perso il bambino nel parcheggio del pronto soccorso. Io ho avuto due fortissime emorragie da inizio della mia gravidanza e una volta mi sono trovata come lei alla sua stessa settimana, al pronto soccorso non mi hanno fatto nulla di che ma mi hanno visitata, mi hanno controllata e poi rassicurata che tutto cmq stava andando bene, mi hanno fatto delle iniezioni e rimandata a casa,poi la mia ginecologa mi ha dato le cure giuste, ma sinceramente non so come sarebbe andata se non mi avessero fatto entrare in pronto soccorso ma il mio bambino è ancora qui con me e la storia di quella donna mi da i brividi. Ho paura che possa  capitare anche a me una cosa del genere e voglio correre ai ripari prima della tragedia ma non so davvero come fare. Ultima spiaggia che mi ero tenuta come ultima ipotesi visto il costo sarà quella di chiamare un avvocato di diritto internazionale a caso trovato su internet perché nella mia città non ne conosco nessuno, sperando che sia un professionista serio che possa assistermi senza presentare giudizi e senza farmi spendere soldi per consulenze inutilmente. Inoltre in Spagna ho visto che a breve toglieranno tutte le restrizioni e questa cosa mi convince ancora di più che dovrò partorire mio figlio/a in Spagna e non in Italia diventato un paese solo per chi ha deciso di vaccinarsi. Sono molto triste, ho trovato dei muri di gomma nel chiedere aiuto. Se sapete indicarmi altre strade prima di spendere da un avvocato di diritto internazionale che tra l'altro non conosco nessun nome nella mia città vi chiedo di darmi qualche dritta per favore

Ciao,ho letto il tuo messaggio,sinceramente,e parlo per esperienza,ho vissuto in spagna e non vedo le difficoltà paventate da altri.tu puoi trasferirti ,prendere una casa in affitto e richiedere il nie.gia con quello puoi scegliere un medico ,nel giro di un mese il comune dove ti sei trasferita viene a vedere se sei effettivamente li,come in Italia.con la tessera sanitaria europea che io sappia sei coperta,il fatto dei 6 mesi è opinabile in quanto nessuno sa se tu rientri un giorno in Italia e poi torni la..il discorso cambia se vuoi lavorare perché ovviamente devi dimostrare se sei fissa o no.io parlo della mia esperienza avuta a Malaga,sono passati anni ora non credo sia cambiata la procedura.gli amici che mi scrivono da la come puoi leggere sui giornali parlano di introduzione pass solo per alcuni locali,ma già molte comunità autonome lo stanno togliendo per evidenti problemi legati all'economia,cosa che in Italia va al contrario perché è un paese da fare saltare.fossi in te non aspetterei nemmeno un giorno,poi hai tutta la maternità da goderti se lavoravi qui più i 6 mesi di facoltativa pagata al 30%.buona fortuna.

Hai considerato l'idea di partorire a casa con una brava ostetrica?
Io ho due bimbi e non l'ho fatto, ma tantissime mamme lo stanno facendo!
In ogni caso io starei tranquilla in linea di massima, e te lo dico col cuore! Non ho nemmeno vaccinato i miei bimbi coi vaccini pediatrici, quindi guarda non mi fa paura NIENTE ormai.
Io penso che ti stai un po' rovinando la gravidanza, che di per sé è una bellissima esperienza!
Se anche dovessi partorire in ospedale puoi fare un piano del parto (no collirio o vitamina k ad esempio), puoi fare nascere il piccolino e firmare x le dimissioni subito!
Non voglio pensare che possano farti qualcosa x il fatto che non sei vaccinata. Informati se nella tua zona ci sono ospedali (magari piccolini) con punti nascite eccezionali ( io sono veneta e qui ci sono ancora alcune eccellenze), fatti seguire da un avvocato piuttosto (nel caso in cui facciano qualcosa o minaccino di fare qualcosa), segui sempre il piccolino e non perderlo mai di vista e, soprattutto, se qualcuno ha super green pass fatti venire a trovare spesso all'ospedale (negli orari stabiliti), ultima cosa.. GODITI QUESTA GRAVIDANZA CHE È LA MIGLIOR COSA CHE POSSA SUCCEDERE A UNA DONNA! non focalizzarti che potrebbe andare male, che potresti perdere il bambino ecc... Alla fine si partorisce in qualche ora, al massimo firmi e  torni a casa subito. Puoi sempre partire col tuo compagno verso la Spagna, e magari insieme 💓 ti auguro tanto tanto bene
P.s. di dove sei di preciso?

Ma posso non lavorare e richiedere il nie? Come funziona? Tra poco mi trasferirò anch'io.. grazie

Certo che puoi,vai alla stazione di polizia o altro ente che trovi su internet e te lo fanno subito

Grazie mille ❤️ parto a giugno x Alicante! Grazie di cuore

Ti parlo da residente alle Isole Canarie. Il NIE non viene rilasciato senza nulla

Ah, quindi che serve?

Il NIE è un numero di identità fiscale tipo il codice fiscale e va richiesto  chi ha intenzione di resiedere in Spagna.
Esempio alle Isole Canarie il NIE viene rilasciato solo con un contratto di lavoro da autonomo oppure dipendente ed avere un conto corrente su posto

Da quando? Io prima della pandemia anche alle Canarie ,Tenerife ,sono stato in policia,ho pagato un piccolo versamento in banca e ho richiesto il nie ,subito rilasciato .

Ti è stato rilasciato il bianco con validità 3 mesi corretto ?

Perfetto, grazie infinite x la tua risposta

A me servirebbe proprio 3 media intanto..mi informerò una volta atterrata in spagna!

Si esatto

Il bianco a validità 3 mesi.

Per fortuna a valencia basta fare un corso di lingue per richiedere ed avere il Nie

a Gran Canaria no, nel 2019 mi rilasciavano il NIE bianco solo presentando una lettera d'impegno all'assunzione da parte di 1 datore d lavoro. Oppure c'è 1 altro metodo per avere subito il NIE verde, dimostrando di avere i requisiti economici: ovvero minimo 5000 euro in conto, certificato di empadronamiento e assicurazione medica privata pagata per 12 mesi.

   

dado77 ha scritto :

Da quando? Io prima della pandemia anche alle Canarie ,Tenerife ,sono stato in policia,ho pagato un piccolo versamento in banca e ho richiesto il nie ,subito rilasciato .

Nuova discussione