Tasse e accredito pensione

Salve a tutti, volevo chiedere a chi ne sa sicuramente più di me come funziona il tutto, considerando che pur avendo letto una molteplice di post vecchi di alcuni anni,  molto articolati e qualcuno anche discordante che non mi hanno permesso di avere chiara la situazione.Ammiro tutti coloro che si impegnano a dare consigli, ma vorrei che molto semplicemente e in modo ordinato mi si indichi chiaramente i vari passaggi e incombenze da espletare una volta che un pensionato come me decide di venire in Tunisia.Grazie
P.S.:- ho la cessione del quinto sulla pensione cosa comporta? Una volta accreditata la pensione in una banca tunisina è possibile bonificare moneta in Italia su altro C/C bancario italiano  ?

Puoi fare bonifici tra conto corrente tunisino in euro e conto corrente italiano a prezzi variabili secondo le banche.
Le incombenze che hai sono:
1. Stabilire le condizioni di partenza, si viene in Tunisia perché ex inpdap, quindi con una pensione almeno di mille euro, poi devi risolvere il problema cane, auto, pin inps, domicilio Italia, casa Italia, in valigia cosa mettere, passaporto, stato di famiglia, avere uno smartphone recentissimo, quindi la preparazione al trasferimento.
2. Devi scegliere agenzia disbrigo pratiche che costano 800 euro in media, per fare affitto casa annuale, pratica soggiorno, iscrizione aire, e. Pratica sanitaria forse. Nel frattempo alloggi in un hotel 3 stelle e troverai casa ad Hammamet. Se conosci il francese tunisino o l’arabo tunisino puoi fare tutto da solo.
3 io comunque ancora non son partito. Salut

Tralasciando il dove e come soggiornare o il tipo di telefono da procurarsi......

1) stipulare un contratto di affitto di durata almeno annuale con le firme legalizzate;

2) aprire un conto corrente, inizialmente in Euro, poi capirai se ti serve altro, e preferibilmente alimentarlo con qualche mille Euro che puoi portare in contanti (in tal caso obbligatorio dichiararli in dogana all'arrivo, pena impossibilità di versarli) oppure inviare bonifico da home banking italiano (in tal caso attendere 5 giorni lavorativi per vederli accreditati);

3) farsi rilasciare dal direttore della banca apposita attestazione per "carte de sejour";

4) pagare la tassa di 150 dinari per "carte de sejour";

5) farsi le foto tessera per "carte de sejour"

6) farsi dare in polizia due copie della domanda;

7) compilarle e firmarle (non legalizzata);

7) allegare ad una copia della domanda gli originali di contratto e ricevuta pagamento tassa oltre a copia passaporto (pagina dati personali e pagina con ultimo visto di ingresso); allegare alla seconda copia le fotocopie di tutto quanto sopra; allegare 4 foto e presentare il tutto in polizia che rilascia ricevuta sotto forma di permesso provvisorio;

8) compilare il formulario per richiedere l'esenzione dall'imposizione italiana;

9) farsi dare dal locale Bureau de Contrôle des impôts i formulari (richiesta attestazione di non imposizione e impegno a non lavorare in Tunisia) e le indicazioni su come compilarli;

10) riconsegnarli con copia del CUD, del passaporto (integrale), del permesso di soggiorno, e due copie originali della domanda di esenzione;

11) tornare a ritirare l'attestazione di non imposizione domandata;

12) con tale attestazione registrare il contratto di affitto;

13) portare copia del contratto registrato al precedente Bureau;

14) ritornare e ritirare le copie della domanda di esenzione attestate dall'autorità fiscale;

15) iscriversi all'AIRE

16) cambiare la banca di accredito della pensione direttamente nel portale INPS accedendo con il proprio PIN;

17) tornare in Italia e consegnare a mano (fortemente sconsigliata ogni altra modalità) una copia della domanda di esenzione;

18) attendere;

19) attendere;

20) attendere;

21) attendere;

.......

prima o poi arriva la pensione lorda e gli eventuali arretrati

22) in caso ciò non avvenga in un tempo soggettivamente variabile, sollecitare;

23) improvvisare....

Alternativa:

1) pagare i servizi di un'agenzia e seguire esattamente quel che ti dirà.

Dalle banche tunisine si possono rimandare soldi in Italia liberamente. Per ora.

La cessione del quinto comporta che continuerà ad essere trattenuto dall'INPS.

Dovrai entro la fine dell'anno inviare tu l'importo che non arriva direttamente sulla banca, in modo che il totale versato nell'anno corrisponda comunque al lordo CUD. Ma questa è un'altra storia e riguarda il post trasferimento.

;)

Incredibile ragazzi non osavo sperare tanto , grazie Giovambattista e Live del vs tempo nelle risposte che sono state ampiamente esaurienti, da questo punto in poi basta seguire passo passo le indicazioni fornite ai vari punti.
Mi suggerite prima di qualsiasi cosa effettuare un breve viaggio esplorativo ?
Vorrei contattare un'agenzia seria che mi aiuti in tutte le incombenze sopra elencate in considerazione che non parlo  francese ne arabo ma solo un po' di inglese che a quanto pare non è richiesto.
Una domanda una volta aperto il C/C presso una banca Tunisina e avuto l'accredito dello stipendio c'è una forma di controllo sulle operazioni effettuate ? Nel senso posso disporre delle somme accreditate sul conto a mio piacimento oppure ci sono delle restrizioni ?

Ragazzi non siamo poi io faccio parte del club dei nati stanchi.

Giovannibattista :

Ragazzi non siamo poi io faccio parte del club dei nati stanchi.

Buongiorno a tutti volevo dire che siamo inversamente giovani ... :-)

Comunque avevo avanzato altri quesiti c'è la possibilità di avere qualche consiglio in merito ? grazie

P.S. Giovannibattista anche io mi chiamo Giovanni tu quando vai ?  Ciao

nardusgio :

Incredibile ragazzi non osavo sperare tanto , grazie Giovambattista e Live del vs tempo nelle risposte che sono state ampiamente esaurienti, da questo punto in poi basta seguire passo passo le indicazioni fornite ai vari punti.
Mi suggerite prima di qualsiasi cosa effettuare un breve viaggio esplorativo ?
Vorrei contattare un'agenzia seria che mi aiuti in tutte le incombenze sopra elencate in considerazione che non parlo  francese ne arabo ma solo un po' di inglese che a quanto pare non è richiesto.
Una domanda una volta aperto il C/C presso una banca Tunisina e avuto l'accredito dello stipendio c'è una forma di controllo sulle operazioni effettuate ? Nel senso posso disporre delle somme accreditate sul conto a mio piacimento oppure ci sono delle restrizioni ?

Al momento puoi farne quel che vuoi.

..e se  a quell'esauriente  riepilogo in inizio di qsto  thread aggiungessimo qualche dato di aggiornamento, certo  di un tema in passato  variamente trattato sul forum, ma di grande importanza e utilità..
In forum, scorrendo,  si legge di tempistiche assai  diverse per Provincia, sia   per la detassazione (comunque par capire orma i canonici 183 gg?) che per i successivi rimborsi, ove dovuti,  da parte di INPS,(li effettua entro l'anno solare se tutto a posto entro settembre?) e parrebbe  esser meglio  evitare di chiedere il rimborso dovuto a Ag.dE comunque molto più tardivo (nn anno/i) e , a seconda della "decorrenza" della stessa e pagamenti dovuti di Add.li Reg.li/Comunali.
Per chi riesce per competenza ed  esperienza ad avere una visione di insieme:
assai  diverse per Provincia, sia   per la detassazione:
-quale sarebbe il periodo migliore per realizzare il trasferimento da un punto di vista fiscale/burocratico e avere una "decorrenza" fiscale favorevole?
-   i  rimborsi  Irpef da parte di INPS, mi risultava che  sono predisposti entro settembre, cioè i mod.EP devono essere consegnati entro?
- il rimborso dovuto da Ag.dEntr.arriva dopo anno/i?
-per poter pagare di diritto le tasse in Tunisia (su 20%) e non pagare in Italia nè Irpef nè varie Add.li Reg.Com, (comunque c ca 1000Euro, secondo importi pensione) occorre avere in definitiva, da quando e quale documento che provi la residenza fiscale in Tunisia dal  1° gennaio e  il permesso provvisorio o definitivo prova la residenza fiscale o che altro?

:D IL PERIODO MIGLIORE è arrivare ed Iscriversi all'AIRE ad inizio anno, cioè Gennaio-Febbraio ! :one

Per iniziare con il piede giusto, Il documento che dimostra in maniera incontrovertibile,  per AdE  la residenza fiscale in Tunisia  è iscrizione AIRE?
Se al 1° gennaio sei ancora residente i
fiscale in Italia cosa comporta .. almeno Add.li
forse son dovute..?

AIRE non dimostra altre che la data effettiva del cambio di residenza anagrafica; meglio: la data di decorrenza inserita dal tuo comune alla ricezione del modello CONS01 dall'Ambasciata.

Residenza fiscale è attestata da autorità fiscale tunisina e vale comunque per l'intero anno solare, dato che la convenzione con la Tunisia non prevede il frazionamento del periodo di imposta.

Periodo migliore: ottobre/novembre per l'ano successivo; in subordine gennaio/marzo.

Tema addizionali esaurientemente trattato in altro post.

Rimborsi AdE: tre anni.

:cool:

"...Residenza fiscale è attestata da autorità fiscale tunisina e vale comunque per l'intero anno solare, dato che la convenzione con la Tunisia non prevede il frazionamento del periodo di imposta..."

Potresti gentilmente fare un esempio.
Per aver titolo a pagare in Tunisia dove se non erro si paga in Dicembre, e non in Italia.

Grazie per delucidazioni.

Che la residenza fiscale vale comunque dal 1 gennaio.

Anche se ti trasferisci a giugno.

Nuova discussione