Residenza e tasse

Buongiorno,
sto valutando poter vivere in  diversi paesi, da pensionato INPDAP e un trasferimento all'estero per ottimizzare una pensione di 1200euro circa.
Io e mia moglie cerchiamo un clima idoneo  per stare al mare tutto l'anno e la Tailandia corrisponderebbe visto che nel mediterraneo bene o male l'inverno si fa sentire.
Ho guardato sul forum ma chiedo
-per fisco e tasse  cosa si paga.
-la sanità.
Grazie
-

Ciao castel7,

Per la sanità vi conviene un'assicuzione privata internazionale.
A piè di pagina di questo articolo trovi dei link di assicurazioni da consultare: Il sistema sanitario in Tailandia
E scorri tra i post di questa discussione dove trovi un altro contatto: assicurazione sanitaria residenti in Thailandia

Saluti,

Francesca
Team Expat.com

castel7 :

Buongiorno,
sto valutando poter vivere in  diversi paesi, da pensionato INPDAP e un trasferimento all'estero per ottimizzare una pensione di 1200euro circa.
Io e mia moglie cerchiamo un clima idoneo  per stare al mare tutto l'anno e la Tailandia corrisponderebbe visto che nel mediterraneo bene o male l'inverno si fa sentire.
Ho guardato sul forum ma chiedo
-per fisco e tasse  cosa si paga.
-la sanità.
Grazie
-

Salve
per la tassazione potresti ottenere la detassazione e quindi ricevere la pensione al lordo per poi pagare le tasse qui e certamente conviene, tieni presente che dal 31 ottobre di quest'anno chi vuole risiedere in Thailandia sotto il visto  NON IMMIGRANT O-A che è quello da richiedere in ambasciata per poi poter risiedere per un anno da pensionato per poi rinnovarlo annualmente  è obbligatoria una assicurazione sanitaria con determinati massimali ti lascio il link  longstay.tgia.org/ poi ci sono anche altre regole piuttosto stringenti riguardo al reddito mensile.
Sono  residente in Thailandia dal 2011 e resto a disposizione qualora ti possano servire ulteriori chiarimenti, suggerimenti e indicazioni.
Ciao

Grazie se nn sono indiscreto dove ti eri sistemato o dove consiglieresti.
A me e mia moglie piacerebbe stare in Thai  un po' di mesi magari d'inverno, 
-stare lontano dai luoghi turistici o meglio dove il "turismo" ha fatto danni in tutti i sensi possibili.
-poter fruire di buona eventuale assistenza sanitaria senza fare chilometri (...ok per l'assicurazione)
- magari  una casa da affittare come base  (leggi pure anche capanna) portare il ns gatto

Per la detassazione della pensione  come hai proceduto è consigliabile un' agenzia.

Clay55 ho  letto adesso il tuo post dove già vedo che hai  descritto  dettagliatamente parecchie questioni di vita.
Considera il mio post solo per quanto tu ritenga  di residuale.
Detassazione, livello  sanitario...
In particolare parli di "città" dove vivi dove nel mio immaginario c'è un villaggio..

castel7 :

Clay55 ho  letto adesso il tuo post dove già vedo che hai  descritto  dettagliatamente parecchie questioni di vita.
Considera il mio post solo per quanto tu ritenga  di residuale.
Detassazione, livello  sanitario...
In particolare parli di "città" dove vivi dove nel mio immaginario c'è un villaggio..

Io vivo a Khon Kaen una città del Nord-Est circa 200 km da Ventiane Laos, ripeto per la detassazione è possibile e dove mi trovo c'è una buona scelta di ospedali pubblici e privati quindi non ci sono problemi. Khon Kaen non è una grande città comunque ci sono tutte le cose indispensabili e per andare a Bangkok con l'aereo ci vogliono circa 50 minuti (ci sono diversi voli giornalieri con 3 diverse compagnie) mentre con il bus ci vogliono circa 6 ore e anche qui ci sono almeno 2 compagnie e moltissime partenze ad orari vari anche notturni.
Da quello che dicono i prezzi rispetto ai posti turistici sono decisamente più bassi, certamente ho visto i prezzi di affitto a Hua Hin nota città sul mare ed i prezzi fanno tremare i polsi specie perche le locazioni riguardano immobili di un certo livello.
Infine ti lascio un link dell'ufficio immigrazione  dove potrai vedere i requisiti per la residenza http://www.mfa.go.th/main/en/services/4 … grant-Visa

Se hai altre domande non fare complimenti.

PS ricordandomi del tuo gatto questo link dell'ambasciata italiana alla voce importazione animali domestici spiega la corretta procedura https://ambbangkok.esteri.it/ambasciata … _frequenti

Procedura per l’importazione in Thailandia di animali domestici


Si riporta di seguito la corretta procedura per importare animali in Thailandia, valida anche in caso di soggiorni turistici brevi.

Prima di partire

E’ necessario compilare il Modulo R. 1/1 (disponibile a questo link) con tutte le informazioni sul volo di arrivo in Thailandia e i dettagli sull’animale domestico.

Tre settimane prima della partenza, deve essere trasmesso all’Ufficio di Quarantena degli animali all’indirizzo qsap_bkk[at]dld.go.th la seguente documentazione:

1. Modulo R. 1/1 compilato

2. Copia del passaporto della persona che importa l’animale domestico

3. Record delle vaccinazioni (antirabbica e vaccini combinati DHP/L), che devono essere state fatte almeno 21 giorni prima della data di partenza

4. Foto dell’animale domestico

L’Ufficio di Quarantena degli animali, esaminata la documentazione, invierà via email il “Permesso all’importazione”, che ha validità 60 giorni.

All’arrivo

All’arrivo in areoporto l’importatore dell’animale domestico deve recarsi all’Ufficio di Quarantena degli animali (che all’areoporto Suvarnabhumi di Bangkok si trova vicino al nastro bagagli 8) ed esibire:

1. Il “Permesso all’importazione”

2. Il Certificato sanitario – Health Certificate, in lingua inglese (originale piu’ una fotocopia), rilasciato dall’Autorità italiana competente (A.S.L.);

3. Il Libretto delle vaccinazioni e/o il “Pet Passport”

Dopo il controllo dell’animale domestico e dei documenti, verranno rilasciati i Moduli di richiesta di permesso e importazione dell’animale. Verrà applicata una tariffa di 500 Baht per ogni animale domestico.

NB. Se l’importatore non richiede preventivamente il “Permesso all’importazione” e si presenta all’Ufficio di Quarantena degli animali solamente con il Certificato sanitario e il Libretto delle vaccinazioni, il personale dell’Ufficio si riserva di mettere in quarantena l’animale domestico (che quindi non potrà lasciare l’areoporto) il tempo necessario ad effettuare i dovuti accertamenti.

In dogana

L’importatore, una volta giunto in dogana, deve presentarsi alla “Red Line” (linea rossa) per dichiarare l’importazione dell’animale domestico, consegnando i moduli ricevuti dall’Ufficio di Quarantena degli animali. Le Autorità doganali chiederanno il pagamento di un dazio.

🐈😁

OPS

castel7 :

🐈😁

Egregio amico, a volte pensiamo che le cose siano semplici ma non è così, anche qui c'è burocrazia e regole non  sempre troppo chiare da rispettare, a dirti la verità dopo 8 anni di vita qui considerando i pro e i contro che ci sono ovunque, avrei deciso di spostarmi in un altro paese, certamente non tornare in Italia, ma mi frenano i miei animali non posso lasciarli qui il loro trasferimento oltre a lungaggini (per il mio cane per svolgere tutte le pratiche ci voglio almeno 4 mesi) , ci sono da affrontare spese che non si immaginano ad esempio il biglietto aereo per un cane che viaggia in stiva costa di più di quello di una persona, non tutte le compagnie aeree accettano animali, se hanno già un animale a bordo non ne prendono altri e poi bisogna seguire tutto un procedimento che include anche il permesso di esportazione con pagamento di una tassa ovviamente! Certamente si può fare da soli ma bisogna controllare che il veterinario rilasci tutti i documenti necessari e corretti, che il contenitore per la spedizione del cane sia adeguato per dimensioni e approvato dalla compagnia aerea insomma tutto secondo le norme altrimenti alla partenza se c'è una virgola storta non si parte! Così alla fine per evitare problemi bisognerebbe affidarsi ad una agenzia specializzata che sa come procedere e ci toglie da tutti i guai ma che naturalmente vuole il suo compenso.
Bene alla fine della festa solo per il mio cane andrei a spendere circa 2 mensilità della tua pensione considerando il cambio ora piuttosto sfavorevole!
Un saluto e ti auguro buone cose.

Nuova discussione