Informazioni e nuove conoscenze

Buongiorno a tutti/e  :cheers:
Io sono Kia, sono italiana, ho 35 anni, una compagna, un figlio, un cane e un lavoro come terapista! Io e la mia compagna vorremmo trasferirci in costa del sol insieme a nostro figlio, e al nostro cane.
Stiamo valutando l'idea di trasferirci ma vorremmo poter valutare al meglio i rischi e le reali possibilità che potremmo trovare.
Nei mesi scorsi abbiamo anche contattato alcuni siti dove dei professionisti del settore dovrebbero aiutarti in vari modi a programmare ed organizzare il tuo trasferimento ma almeno per ora non possiamo dire di aver ricevuto un grande aiuto.. Allora abbiamo pensato di provare a rivolgerci a chi aveva fatto questa esperienza prima di noi nella speranza di fare un po' di chiarezza e magari anche qualche nuova amicizia.
Sono vari anni che pensiamo a un cambio di vita e ad un trasferimento all'estero e ora vorremmo addentrarci maggiormente in questo progetto! Qui lavoriamo come terapista (io) e OSS (la mia compagna) ma vorremmo cambiare paese, vita e lavoro anche perché vorremmo dedicare più tempo a nostro figlio e vivere in maniera un pochino più rilassata, cosa che in Italia è impossibile se vuoi arrivare a fine mese senza riempirti di debiti! Ci siamo innamorate di quella zona della Spagna quando siamo state li lo scorso anno, prima il desiderio di trasferirsi era comunque presente ma i paesi "presi in esame" non ci convincevano fino in fono, invece la costa del sol tra clima, mare, e stile di vita ci è proprio piaciuta! Noi torneremo da quelle parti per qualche giorno probabilmente a gennaio ma vorremmo iniziare a recuperare più informazioni possibili per programmare un eventuale trasferimento!
Che altro dire.. Nulla di particolare, posso solo sperare in qualche risposta e magari in qualche nuova conoscenza!
:top:  :cheers:

Ciao Kia e a tutta la famiglia,

Ben arrivati sul forum di Expat.com!  :)

I migliori auguri per il vostro progetto,

Francesca
Team Expat.com

Grazie :-)

Ciao Kia, speri in qualche risposta ma non hai fatto domande   :D  :/  ? Quale tipo di informazioni o aiuto vi serve? Informazioni sulla burocrazia? Scrivi che volete cambiare lavoro, che lavoro vorreste fare?

Io mi sono trasferita a Maiorca quest'anno ad aprile e diciamo che nella pratica è stato semplicissimo, è bastato prendere la decisione e fare il grande passo. La burocrazia si può risolvere senza dover "assumere" professionisti ma tutto dipende da quello che volete fare nella vita e da quale è la vostra situazione attuale. Avete tutti e tre il passaporto italiano? Avete un budget che vi permette di poter stare senza lavoro per un periodo mentre cercate quello che volete fare? Sapete lo spagnolo? Vostro figlio ha un'età in cui deve andare a scuola o ancora all'asilo?

Un po' più di informazioni e magari qualcuno può aiutarvi a trovare le risposte :-).

:cheers: Ciao! Hai ragione non ho posto nessuna domanda specifica perché in realtà alcune informazioni più tecniche mi sono già state date! ad esempio so che la vita costa mediamente il 30% in meno rispetto che in Italia, che c'è una certa difficoltà nel trovare posti di lavoro, che il clima è una meraviglia per la maggior parte dell'anno :cool: , che gli spagnoli sanno godersi la vita più di noi, che lo spagnolo si impara abbastanza facilmente ma che se lo conosci almeno di base è meglio! e che se per caso conosci anche una seconda lingua è meglio ancora!! Mi sono anche state date alcune informazioni riguardo alla burocrazia il sistema ospedaliero e a quello scolastico,  ma quando si parte per un'avventura di questo tipo mollando tutte cambiando vita normalmente si incappa in piccoli grandi imprevisti positivi e negativi di cui nessuno ti aveva parlato e che scopre soltanto vivendoli..

Ad esempio un po' di tempo fa mi ha scritto una ragazza che ha frequentato la mia stessa università ma che fino adesso ho lavorato in un altro settore voleva maggiori informazioni riguardo al mio attuale luogo di lavoro ( Giusto per capirci lei è la ragazza che sta sostituendo la mia maternità) a lei in realtà non interessava tanto sapere a che ora devo bollare o quanti giorni di ferie all'anno mi spettano perché queste informazioni gliele ha date già il mio datore di lavoro! A lei interessava sapere di più i retroscena del lavoro che svolgo da 10 anni e soprattutto di quello che svolgo lì da sette ed ottenere quelle piccole e grandi informazioni che possono semplificarti la vita o evitare che ti si compilichi ulteriormente.. l'è interessato sapere, ad esempio, che se bolli con un minuto di ritardo ti tolgono mezz'ora di stipendio (e questo ovviamente nessuno glielo aveva detto) o che nei giorni in cui c'è la festa di paese se posteggi all'esterno della struttura (come siamo obbligati a fare perché neanche in quei giorni abbiamo il diritto di posteggiare all'interno) vieni multato indipendentemente dal fatto che tu sia lì per andare a lavorare! Sfortunatamente per lei quando ha parlato con me aveva già preso accordi riguardo ai giorni di lavoro e i miei capi le avevano fatto credere che io compresi anche tutti i sabati (cosa non vera) e che avrei smentito se solo ci fossimo sentite prima.

Quello che speravo di trovare scrivendo qui è proprio qualcosa di questo genere! Una sorta di esperienza di vita vissuta..
Come hai detto tu comunque avere più informazioni è utile anche per aiutare gli altri e non soltanto per fare conoscenza quindi posso dirti che io faccio la terapista e la mia compagna è un OSS, per entrambe praticamente non esistono orari! lei lavora nei weekend (ne ha avuti 2 a casa in un anno e sempre dopo un turno con due notti!) di notte, a Natale (a questo giro lavora 23, 24,25 e 27..ha a casa il 27! E ovviamente lavora a capodanno!!) Pasqua, Santo Stefano, Capodanno, eccetera eccetera ha dei turni quasi sempre sballati e che coprono la maggior parte dei momenti che normalmente si potrebbero passare insieme come una normale famiglia! per quanto riguarda il mio lavoro io esco di casa alle 7:00 del mattino (al più tardi) e non rientro prima delle 10:00 di sera e come è facile capire tutto questo si sposa malissimo con la presenza di un bambino!!! fino adesso abbiamo lavorato Praticamente come dei muli e senza nemmeno diventare miliardarie (e calcola che non siamo persone che si concedono grandi Sfizi! Il massimo della vita negli ultimi anni è stato andare ogni tanto a mangiare una pizza!!) Quindi adesso vorremmo cambiare un po' tutto siamo abbastanza sature e dei lavori che stiamo facendo e anche dei nostri ritmi di vita e soprattutto vorremmo goderci di più nostro figlio ( che attualmente ha 8 mesi quasi 9 ma che cresce spaventosamente in fretta!)! Questo non vuole assolutamente dire non lavorare ma semplicemente riuscire a farlo in maniera più umana!

la nostra prima idea era stata di aprire un bed and breakfast E devo ammettere che questo pensiero ancora non ci ha abbandonato, Ma come ogni nuova attività che si rispetti abbiamo fatto un business plan è valutato gli investimenti iniziali, quelli a lungo termine, la concorrenza, ecc.. Purtroppo gli investimenti iniziali sono veramente molto alti e questo ci crederebbe non pochi problemi!! Entrambe però abbiamo anche una passione per la cucina e abbiamo frequentato dei corsi sia di cucina che di pasticceria che potrebbero eventualmente rivelarsi un ulteriore sbocco lavorativo. La nostra idea sarebbe quella di lavorare in proprio (come credo intenda fare la maggior parte della gente che decide di cambiar vita in maniera Radicale) e anche in questo senso le esperienze degli altri potrebbero esserci estremamente utili (sempre che vada bene di condividerle!) In fondo chi meglio di coloro che abitano già in loco può dare un parere su cosa funziona meglio e cosa invece proprio non funziona o  Quali possono essere le zone migliori o peggiori per una determinata attività o ancora quali possono essere i problemi nei quali è più facile incappare ho le risorse che si potrebbero attuare, ecc..

Insomma questa è un po' la nostra speranza Oltre ovviamente alla possibilità di fare nuove conoscenze che risultano sempre molto gradite!

Spero di non aver annoiato troppo a presto Kia :cheers:

non lo fate.la spagna e'arretrata di almeno trent'anni.le escursioni termiche sono forti.l'assistenza sanitaria pubblica e soprattutto privata(obbligatoria)un grande bluff.sono razzisti con gli itaniani.un funzionario pubblico -e concludo-mi ha detto:"qui siete tutti stranieri,non esistono gli europei e gli erxtracomunitari!,per noi siete tutti stranieri!"e lo fanno pesare...in piu'guars
datevi sempre le spalle sempre sempre sempre in ogni cosa...saluti.

Si confermo, anch'io ho avuto esperienze negativi con funzionari pubblici. Addirittura affermavano che la carta di identità italiana non era valida in Spagna, ho segnalato la cosa al consolato italiano a Malaga e all'ambascita italiana a Madrid. Insomma siamo considerati come gli exstracumunitari  in Italia.
Teli strappano... dalle mani....

Cavolo, mi dispiace! Fino ad ora avevo avuto solo riscontri positivi..con qualche pro e contro ma tendenzialmente positivi.. Beh ogni paese ha i suoi alti e bassi.. Grazie però per aver condiviso le vostre esperienze!

elvi79, il razzismo contro gli stranieri c'è in qualunque paese, la Spagna non fa eccezione. Vivo da soli 8 mesi a Maiorca e per fortuna non ho ancora avuto problemi del genere.
Ho avuto bisogno dell'assistenza sanitaria e quella pubblica ha funzionato benissimo, perché scrivi che quella privata è obbligatoria? Io non ho quella privata e usufruisco di quella pubblica, dipende forse dalle diverse situazioni in cui uno si trova dopo il trasferimento.

Si trovano funzionari pubblici gentili e meno gentili, in qualunque paese, Italia compresa.

Grazie Oriana per aver condiviso la tua esperienza con noi, ogni esperienza ci è utile!  Ovviamente qualche piccolo problema c'è sempre nella vita ed In qualunque posto si trovano "buone" e "cattive" persone e buone e cattive organizzazioni.. la speranza è sempre quella di riuscire a trovare le più buone persone e buone organizzazione rispetto a quelle cattive e di riuscire a inserirsi nel migliore dei modi

Mi dispiace:la mia esperienza con gli spagnoli e'completamente negativa.e'vero che ovunque ci sono persone buone e cattive ,ma si tratta di proporzioni e di atteggiamenti.un esempio?se vuoi comprare una casa prima devi sborsare all'agente 3000 euro(quota fissa)e poi puoi sapere la situazione e valore catastale!e per avere i soldi indietro...e'solo un esempio dello sfacelo sociale di questo stato.noi italiani siamo abituati a criticarci,ma io che ho vissuto in tre stati esteri,dico che la Spagna offre pochissime garanzie sociali e ripeto l'alto razzismo antitaliano che c'è,superiore anche al tedesco e all'inglese!(i cui stati,almeno,possono dirsi tali!)

elvi79, mi dispiace, devi veramente aver avuto sfortuna con gli spagnoli. Quello che tu scrivi sul come funziona per comprare casa non corrisponde alla mia esperienza.

Malgrado tutte queste esperienze negative sei ancora in Spagna o sei andato via?

Nuova discussione