Vita in Repubblica Domenicana

Salve a tutti i fortunati che vivono in Repubblica Domenicana :D
Mi chiamo Vittorio,sono di Napoli e a 23 anni decisi di trasferirmi in Uk per migliorare il mio inglese,, col tempo ho lavorato nel settore dell` Hospitality prima come rosticciere, pizzaiolo, chef , poi spostandomi al Front of House come cameriere, barista e Assistant Manager di ristoranti e Coffe shops.

Ho da poco finito il mio master in Internationat Tourism and Hospitality Management qui a Cambridge e attualmente lavoro come Accomodation Consulant per una travel company. E` da un po di tempo che penso di andare via da qui e poi quando ho iniziato a vedere alcuni video sulla Repubblica Domenicana e su come gli italiani si sono integrati molto bene con quel genere di vita sto pensando seriamente di venire a vivere li , ma ovviamente preferirei venire a dare una prima occhiata tra Novembre 2018 e Gennaio 2019. Se possibile vorrei sapere come vanno le cose da quelle parti , stavo pensando di andare tra Santo Domingo , Las terrenas o La romana ( spero di averle pronunciate bene) e mi chiedevo che tipi di lavori potrei fare , o sarebbe meglio aprire un attivita e quanto costano gli affitti da quelle parti.
Se qualcuno pou darmi una mano lo apprezzerei davvero tanto, grazie mille in anticipo !!! :D

Ciao Vittorio,

Ben arrivato sul forum  :)

Ti passo la testimonianza di qualche expat italiano che ha vissuto/vive in Repubblica Dominicana. Si tratta di esperienze diverse tra loro e da ognuna puoi trarre spunti interessanti.

Testimonianza di Patrizia da Las Terrenas
Travel Pet Blog
Gabriella in Repubblica Dominicana: "Vivere in un Paese tropicale è sempre stato il mio sogno"
Brigitte a Las Terrenas: "Qui puoi scegliere come vivere, in Italia te lo impongono"

Auguri per il tuo progetto,

Francesca
Team Expat.com

Grazie mille Francesca :D

Facci sapere se riuscirai nel tuo progetto!

In bocca al lupo e a risentirci  ;)

Rispondo volentieri a Vittorio.
Caro Vittorio, Repubblica Dominacana è un paese dedito a due grandi settori: il turismo e l'agricoltura. Un terzo settore quello minerario non da un beneficio al paese in quanto il settore è di proprietà di compagnie straniere.
La maggioranza delle testimonianze che troverai qui e altrove ti dipingono il paese con una mentalità da turisti. Luoghi meravigliosi, spiagge da sogno, molto tempo libero, opportunità che cogli dalle piante.
Non è tutto così!
Ti do alcuni dati: la popolazione di quasi 11 milioni di abitanti è suddivisa in quattro classi sociali: il misero (non ha da mangiare), il povero (che mangia saltuariamente), il lavoratore (che all'interni di questa classe ci sono quelli che guadagnano 180 us$ al mese e quelli che guadagnano anche 5-6000 us$ al mese che sono i dirigenti di grandi imprese e funzionari pubblici), il ricco (ci sono 10 famiglie che possiedono circa il 75% del patrimonio dominicano e che sono gli opinion leaders del paese influenzando anche la politica; tra questi anche i narcotrafficanti).
Orbene i ricchi sono l'8-10% della popolazione; questo comporta che possono dare lavoro o non dare lavoro a secondo del loro umore. infatti la disoccupazione è alta e c'è una forte emigrazione verso uSA e Europa.
La vita è meno cara che in europa circa il 27-30% meno. Non  è così per le utilities (luce, telefonia, internet, gas) che sono più crae ad esempio che in Italia. Il settore immobiliare sia in acquisto che in affitto è vantaggioso: mediamente con 90000- 100000 euro puoi comprare ville con giardino di 1000 mq.; gli affitti sono generalmente avvicinabili: in periferia in residence con security un app.to di 120-150 mq di costa 300-400 euro mese comprensivo di spese.
La sicurezza è un punto dolente: in ogni strada e ogni giorno ci sono assalti e rapine con  morti; generalmente c'è un tasso di micro delinquenza importante, dovuto al fatto che non c'è lavoro e nei "barrios" quartieri periferici si annidano i capi che collaborano con polizia e per mantenere il loro dominio.
La salute è a pagamento. Non è molto attrezzata ed è carente di qualità, anche quella privata.
Il soccorso è dilatato nel tempo dovuto al fatto che nelle strade c'è molto traffico e le ambulanze non possono passare.
Mi fermo qui altrimenti faccio un trattato sulla vera Repubblica Dominicana.
Ultimo aspetto: la gente è solidale e ti saluta e ti sorride. peccato che il 70% di questi sorrisi e disponibilità sia interessata. sopratutto con gli stranieri che sono per i dominicani dei "bancomat" a due gambe.
Se necessiti altri dati, sono tua disposizione. A me piace che le persone che sognano possano raggiungere il loro sogno, però devono sapere quali energie mettere in campo.
Un caro saluto
Roberto

Concordo con quanto scritto sopra, io ho vissuto in Repubblica Dominicana per quasi 4 anni molti anni fà,al tempo di Balaguer,lo ricordo ancora quando passeggiava tutti i pomeriggi per il Parco Mirador, e poi ci sono tornata saltuariamente, ma vedo che alcune cose non cambiano mai:)
A me è piaciuto molto vivere in S.Domingo,una cosa importante è fare attenzione a chi frequentare.Ovviamente la povertà porta all'inganno soprattutto quando c'è la convinzione che gli stranieri siano tutti ricchi.Comunque io ho conosciuto persone molto buone e disponibili,mi ero integrata molto bene e ho sempre trovato rispetto anche da parte della polizia.Come tutte le grandi città ci sono zone che è meglio non frequentare se non debitamente accompagnato, mantenere un basso profilo e mai ostentare.Io ci ho vissuto da sola e non mi è mai successo nulla al contrario di altri italiani che ho incontrato....Mii ero fatta una piccola cerchia di amici del luogo andavamo a ballare nei locali non frequentati da turisti dove vivevi la la loro vera realtà.I dominicani/e ballano in modo meraviglioso.L'Isola è molto bella nonostante sia piccola ha tanti diversi paesaggi,l'interno per esempio è molto più fresco del litorale e pieno di cascate ci sono coltivazioni di fragole e altri frutti che nella zona calda dell'isola non crescono.La zona verso il lago Enriquillo ha un litorale bellissimo.
L'elite è irraggiungibile se non sei debitamente introdotto,lavorare non è semplice e il problema è sempre quello,conoscere le persone giuste,comunque è un paese bellissimo che ha fatto molti progressi da quando io ci ho vissuto ma è sempre consigliabile un annetto sabbatico per capire come funzionano le cose.
Bianca

Concordo con quanto scritto da Bianca.
Inoltre in questi ultimi mesi si è sviluppato un'onda di aggressioni e violenze gravi. Anche i turisti sono oggetto di aggressioni con morte. Tutto per rubarti cellulare, soldi e clonarti le carte di credito. Qui la vita umana vale pochissimo.
Non sto disegnando RD come un luogo da evitare, ma sono consapevole che ci sono argomenti che vanno comunicati, per non illudere chi crede di venire in RD a fare una vita da sogno. Per sintetizzare:
lavoro poco e mal pagato; violenze e delinquenze ad alti livelli; servizi quali acqua, gas, elettricità, telefono a prezzi cari rispetto all'Italia e non sempre disponibili; stranieri considerati oggetto di truffe, ruberie; classismo, se non fai parte del cerchio magico, politico ed economico, non sei considerato; servizio alla salute inesistente, con zone ad altissimo rischio di contrarre malattie concernenti l'immondizia abbandonata, topi, scarafaggi, zanzare; insicurezza nei posti di lavoro; amministrazione pubblica arrogante, inconcludente e costosa.
Per contro: natura bellissima, prodotti locali ottimi, cucina ricca, gente prevalentemente solidale.
Buona lettura
Grazie
Roberto
P.S. quello che dico non me lo sono inventato, è frutto di esperienze, di vita vissuta e di altre testimonianze non interessate!!!!

Salve, concordo con quello che hanno detto sopra. Da molti anni vado in R.D. avendo la moglie di la e vivo in provincia di La Vega, siamo nell'interno, in mezzo le risaie in un piccolo "pueblo" dove tutti ci conosciamo (sono l'unico italiano); quindi siamo molto distanti dai luoghi turistici dove gli italiani/stranieri vivono da eterni turisti e presi di mira da tutto e da tutti. Quando ho voglia di farmi qualche giorno al mare vado a Nagua, altrimenti in qualche rio della zona a rinfrescarmi. Vivo tranquillamente e serenamente benissimo immerso nella natura e con il suo andare e quando ho bisogno di qualcosa sono tutti disponibili. Non sono interessato a frequentare i ricchi, gli esibizionisti e gli pseudoconquistadores...ed il cerchio magico...che quando ho avuto di bisogno per incanto si è aperto. Vivo nel pueblo con la mia famiglia. Vale sempre il detto delle tre scimmiette. Un giorno vi andrò a vivere definitivamente. Saluti

Nuova discussione