COVID-19 Situazione in Belgio

Buongiorno a tutti,

Spero stiate bene!

Chiedo il vostro prezioso aiuto per avere un aggiornamento della situazione COVID-19 in Belgio.

Quali misure restrittive continua ad adottare il Belgio per contenere il virus?

Il territorio belga è classificato in zone per indicare il tasso di rischio?

Come vi tenete aggiornati sull'andamento della pandemia in Belgio?

Come espatriati, avete diritto di farvi vaccinare contro il coronavirus in Belgio? Pensate di farvi vaccinare?

Che misure regolano gli spostamenti da e per il Belgio?

Come si svolge la vostra vita quotidiana e lavorativa in questo periodo? In quale città o regione vivete?

Grazie in anticipo per il vostro contributo!

Francesca
Team Expat.com

Buongiorno!

Vi riporto un aggiornamento che mi è stato dato da un nostro connazionale:

Quali misure restrittive continua ad adottare il Belgio per contenere il virus?
Tutte le attivitá ricreative negli spazi chiusi sono ferme. I ristoranti funzionano solo con il servizio da asporto.
Mascherina obbligatoria anche all'aperto
.

Il territorio belga è classificato in zone per indicare il tasso di rischio?
Non mi risulta. All'inizio c'erano delle distinzioni tra Vallonia e Fiandre. Solitamente Bruxelles capitale si adatta all'una o all'altra regione.

Come vi tenete aggiornati sull'andamento della pandemia in Belgio?
Google e sito governativo

Come espatriati, avete diritto di farvi vaccinare contro il coronavirus in Belgio? Pensate di farvi vaccinare?
Se un expat ha la residenza qui suppongo di sí. Se fosse disponibile lo farei.

Che misure regolano gli spostamenti da e per il Belgio?
Spostamenti solo per motivi lavorativi/diplomatici.

Buongiorno,
io risiedo a Durbuy, un piccolo paese nelle Ardenne.
Qui la situazione è totalmente ferma nonostante sia un luogo ormai poco frequentato.

Uso della mascherina ovunque e distanziamento obbligatorio. Tutti i ristoranti e le attività sportive/turistiche sono chiuse da tempo, l'unico modo per uscire è andare a fare la spesa al supermercato. Molte attività commerciali sono chiuse per mancanza di clientela.

Le scuole sono attive nelle classi primarie ma i genitori non possono accompagnare i bambini all'interno ed entrano ad orari scaglionati. Le classi secondarie fanno una settimana a scuola e una a distanza.

I servizi pubblici funzionano solo su appuntamento e anche le visite mediche sono diradate e gli esami di routine rimandati.

Tutto questo credo sia dovuto al fatto che non ci sono posti negli ospedali, ne abbiamo uno a Marche-en-Famenne ma è sempre al completo.

Insomma una situazione ancora di emergenza e non ci sono segni di miglioramento.

Cari Saluti a tutti.

Ciao,
la nostra situazione è migliore rispetto ad altri paesi europei, ma per prevenire una eventuale ricaduta, dobbiamo rispettare ancora le regole ripetute da mesi: gel disinfettante, distanza sociale, indossare la mascherina, fare la spesa entro 30 minuti e continuare ad evitare assembramenti.
Dal 27 gennaio al 1 marzo, saranno vietati i viaggi non essenziali da/al Belgio.
Il 13 febbraio potranno riaprire a certe condizioni, il settore del "contatto" non medicale (i barbieri, le parrucchierie, le estetiste e i tatuatori) e il settore immobiliare, ma solo se dal 5 febbraio le cifre saranno più basse.
Il settore horeca e degli eventi saranno ancora in stop.
Più o meno 200mila persone sono state già vaccinate e il governo è ottimista (beh, almeno loro, per fortuna…).
Una decina di giorni fa c’era stata una proposta di limitare ad una attività extra-scolastica gli impegni dei bambini e ragazzi, ma non è andata a buon fine e credo di aver intravisto qualche ghigliottina nella piazza del paese, ma può essere stata un’illusione ottica dovuta alla neve.
La mia attività lavorativa è in stasi e limitata all’insegnamento, ovviamente, e mi manca la mia famiglia, ma come ho già scritto, spero che da marzo si potrà ricominciare a viaggiare, seppur con i dovuti controlli e le buone precauzioni.
Dall’Overlook Hotel per oggi è tutto. ;)

Salve a tutti,

tutte le info sono disponibili qui in diverse lingue https://www.info-coronavirus.be/fr/

La mascherina obbligatoria all'aperto non č vero, dipende dal comune. Mascherina obbligatoria in tutti i luoghi pubblici chiusi, alle fermate degli autobus e nelle stazioni e ovviamente nei trasporti pubblici. All'aperto, come detto prima, dipende da ogni comune: a Bruxelles, in tutti i comuni se non sbaglio.

I negozi sono aperti e ogni negozio ha le sue regole ma di solito non si puo' andare accompagnati, si deve usare il carrello, e rimanere per 30min massimo.

Dal 13 febbraio, riapriranno i parrucchieri. Dal 1° marzo (forse, ancora non č sicuro), riapriranno estetiste, barbieri, tatuatori.

Per tutte le altre attivitā culturali o sportive, o tutto chiuso o funzionano in parte rispettando regole precise (tipo piscine, musei).

Per il vaccino, hanno iniziato a vaccinare a gennaio. Per adesso, vaccinano il personale negli ospedali, nelle residenze per gli anziani o per disabili e i loro residenti. A marzo e aprile, le persone con fattore a rischio (anziani, malattie specifiche, ecc). In teoria da giugno, tutti gli altri.

Il vaccino č gratuito e per tutti (expat e non), ma se non siete residenti (cioč se non vi siete iscritti al comune) non so se potrete farlo perché tutti i residenti del Belgio riceveranno l'invito per posta.

Risposta alquanto completa. Io vivo nel comune di Anversa e mi era senbrato proprio che la mascherina fosse obbligatoria all'aperto, ovunque. Nei parchi, sí luoghi pubblici ma dove le persone vanno per fate attività fisica e prendere aria per eccellenza, vedo che comunque nessuno la indossa davvero. Se però un genitore sta vicino ad un altro nell'aria giochi mentre sorveglia i propri figli, la deve indossare perché lí le distanze di sicurezza devono rimanere le medesime.

Non so se sia stato detto che non possiamo andare all'estero e che solo gli spostamenti giustificati per motivi professionali e comunque motivati fanno al momento eccezione.

Nell'ambito "bolla sociale" le frequentazioni sono lumitate indoor ancora ad una sola persona, sempre la stessa. Fuori, in regime delle solite norme di sicurezza, ci si può incontrare.

Siamo in lockdown da meta ottobre ma questa volta, i magazzini e negozi di beni di prima necessità hanno incluso servizi come lavanderie e calzolai. Non ricordo esattamente quando si siano aperti gli altri negozi ma era a ridosso delle feste natalizie.

Per quanto riguarda le attività sportive di gruppo, sono ammesse solo quelle per bambini e ragazzi sotto i 12 anni.

Speriamo tutti in una nuova riapertura. Il sentimento generale è che le persone si stiano moralmente stancando, il che, con l'inverno lungo non aiuta il tono del morale...

Vi riporto altro contenuto che ho ricevuto da una nostra connazionale.

...Io non rientro in Italia da novembre, ma dalle info che ho raccolto, dal 27 gennaio al primo marzo, per chi rientrasse o arrivasse dall'Italia, le procedure sono queste:
Se sei arrivato con tampone negativo, fatto 72h prima della partenza, devi stare in quarantena e andrai ad effettuare un secondo test solo al 7°giorno. Riceverai un codice via SMS per prenotarlo. Ad alcune persone è arrivato la sera del 5° giorno. Attenzione: contano i giorni di quarantena partendo dal giorno successivo al tuo arrivo quindi si parte a contare dal giorno zero!

I bar e ristoranti quando riapriranno?

Giovi93 ha scritto :

I bar e ristoranti quando riapriranno?

Non credo sia stato ancora deciso.

Per il momento non si sa quando i bar e i ristoranti apriranno da noi. In realtà sono in gran parte aperti, avendo adattato i propri servizi per take away e delivery. Ma c'è ancora incertezza poiché si mantiene alta l'attenzione a limitare il più possibile i contatti sociali. È triste ma è opportuno e necessario.

Nuova discussione