La sanitÓ in Portogallo

se non potro usufruire dei benefici in questo paese non ci penso nemmeno ad andare in posti come tunisia o peggio ancora bulgaria dove non ce legge e non ce sicurezza , grazie!!!

guardi io chiedo scusa se ho insistito , ma io come la maggior parte degli italiani che ancora vivono qui e come loro cerco di vivere gli ultimi anni della mia misera esistenza al meglio di come l'ho vissuta adesso e come la sto vivendo attualmente,  ma se devo andare in posti peggiori di questo paese governato da persone corrotte preferisco rimanere e sparare che un domani le cose possano andare un poco meglio, se esitera ancora l'italia un domani distinti saluti , le auguro una buona permanenza

ciao Claudio,
va bene che sei  deluso dal sistema (anche io) ma  non riuscirai da solo a cambiare le cose

" .... preferisco rimanere e sparare ...... "

Perdonami ... era  pronta .... e  servita ...

Un saluto da un ex Carabiniere  V Battaglione Emilia Romagna

Tra i pensionati espatriati c'è per caso qualche diabetico ? Come ve la cavate ? Ci sono centri per il controllo di questa patologia ? Quanto costa curarsi ?
Grazie a chi vorrà rispondermi
Patrizia

Buongiorno a tutti
Avevo chiesto per i dentisti ma nessuno a dato spiegazioni, tutti con denti perfetti?

Ma !

Io sto affrontando una malattia abbastanza complicata e devo dire che rispetto l'Italia credo qui siano molto meglio. Prima di tutto la cortesia e l'empatia del personale sanitario e' decisamente superiore alla arroganza e maleducazione che, spesso, riscontriamo in Italia. Solo noi italiani comprendiamo in confronto alll'atteggiamento del " lei non sa chi sono io....io non sono tenuto a... Altro punto a loro vantaggio e' che la sanità' e' NAZIONALe, non vi sono parrocchie e parrochiette regionali. In qualunque ospedale portoghese qualunque medico apre il database e trova la tua situazione clinica. Esami, analisi, TAC, RM etc...sono tutte a disposizione del paziente,  oltre che del medico, online, in tempo reale, ognuno ha un accesso online alla propria situazione clinica.. In Italia? Sono stato ricoverato d'urgenza a Padova ( dicono sia una eccellenza)....e vedi sti primari col codazzo di dottorini  che sgomitano per avanzare....va avanti chi e' nelle grazie del primario. Qui ogni medico esperto ha sempre vicino un giovane medico in formazione e lavorano assieme. Avevo bisogno della cartella clinica Italiana per portarla in Portogallo.....bisogna fare richiesta e aspettare una settimana...risultato? Ho dovuto rifare tutto qui.  Altra bella cosa, il follow up delle malattie. Io ho subito un intervento chirurgico e....senza dover fare più niente , periodicamente ricevo le convocazioni per visite di controllo. Una ultima cosa....sto seguendo cicli di chemioterapia in day hospital. Se voglio mi vengono prendere a casa e mi ci riportano ...basta chiederlo online o per telefono. I ticket ( taxa moderadora) decisamente bassi , ricette solo di principio attivo e poi il farmacista ha l'obbligo di mostrarti tutti i farmaci e tutti i prezzi, e per finire ...molte cure che qui sono gratuite, in Italia si paga il ticket. Decisamente meglio il Portogallo

Angelolusitano:
Grazie per il Suo resoconto, è di gran conforto sicuramente per molti

Buongiorno  a Tutti e a Angelolusitano,
premesso che sono un paziente trapiantato di rene da 25 anni.
Sottoscrivo al100% e più quanto da te riportato.
Non c'è paragone, in PT il paziente é  rispettato e pur ripetendomi confermo "passo per passo" quanto scritto da Angelolusitano.
Sì é  "graziati" nell'aver fatto la scelta di trasferirsi.
Io mi sono trasferito definitivamente e uscirò dal Portogallo verso il paese che ho lasciato solo in orizzontale per raggiungere il mio posticino, già prenotato, vicino a mia moglie al Verano di Roma.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

sono molto contento e sollevato dall'apprendere che la sanità portoghese è migliore della italiana. Per un cardiopatico che ha bisogno costante di farmaci specialistici e controlli al defibrillatore, la risposta di Angelolusitano è stata quanto mai esauriente. Adesso posso affrontare serenamente gli altri problemi burocratici che mi permetteranno di stabilirmi definitivamente in Portogallo e aprire una attività di ristorazione di cui detengo l'esclusiva nell'intero ambito comunitario. Un grazie da un ex colonnello della Guardia di Finanza sezione polizia investigativa di stanza a Roma.

Nuova discussione