Assistenza medica in Europa per RNH (ex modulo E101)

Salve, quando ero in carico al SSN italiano avevo come tutti una tessera sanitaria su cui e' riportato tra gli altri dati, anche un identificativo che serve per ottenere assistenza medica (non so' fino a che punto) in altri paesi dell' Unione. Secondo la mia ex ASL di Treviglio questa tessera non vale piu' essendo io passato in carico al SSN portoghese. Questa mattina sono andato alla Seguranca Social di Viana do Castelo per richiedere l'equivalente portoghese e mi e' stato risposto che loro lo rilasciano solo ai pensionati portoghesi e che dovrei richiederlo a chi mi fornisce la pensione, cioe' l'INPS.
Ovviamente faro' le debite ricerche in merito, ma' vorrei sapere se qualcuno ha gia' verificato la cosa. Grazie per ogni opinione informata.

Buongiorno a Tutti e a Tavazzi,
solo affinché io riesca a ben spiegarmi:
Seguranca Social sarebbe l'INPS;
Centro de Saude sarebbe la ASL.
Ciò premesso:
1)Alla Seguranca Social, al momento dell'iscrizione e da parte  loro il rilascio (provvisorio e/o definitivo) di un foglio con tanto di identificativo, deve essere consegnato l'originale del S1.
Infatti sullo stesso modello S1 é scritto a chi deve essere rilasciato. Non esiste tessera ma solo un attestato di iscrizione;
2) Al centro de Saude al momento dell'iscrizione va rilasciata copia sia del foglio della Seguranca Social sia dello stampato S1. A loro volta rilasciano un foglio "FICHA DE IDENTIFICACAO" con il n° SNS....... (Attenzione, in questo caso SNS ,non si riferisce alla Seguranca Social e altri riferimenti.
Anche in questo caso ai RNH non viene rilasciata una tessera bensì un foglio/attestato.
Per ulteriore informazione si noterà che in fondo al figlio/attestato é riportato l' identificativodella Seguranca Social.
Con quel foglio del Centro de Saude si può tranquillamente avvisre le pratiche necessarie verso ospedali pubblici i quali attribuiranno al paziente un n° di Processo e da quel momento tutto é automatizzato.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

L'iscrizione al SSP si fa portando al centro de saude di residenza il modello S1 che la ausl rilascia quando si riconsegna la tessera sanitaria. È importante controllare che alla registrazione  venga assegnato il numero di iscrizione al SSP che deve essere scritto nel foglio che viene rilasciato. Questo foglio di carta va presentato come la tessera sanitaria in quanto è il nostro documento sanitario.
La USL rilascia anche un foglio sostitutivo della tessera sanitaria valido per l'Italia e gli altri paesi europei con validità di 6 mesi rinnovabili.

Ciao tavazzi:
... direi che ti stia riferendo al mod. S1, in questo caso ho personalmente sperimentato le "ritrosie" dell' AUSL Bologna a rilasciare il modello. In dettaglio: il modello per avanzare la richiesta del rilascio dell' S1 si trova sul sito del Ministero della Salute (att.ne: quello da utilizzare per "pensionati" è quello che riporta in indirizzo: ..."Ufficio 8  Viale Giorgio Ribotta, 5 00144 Roma) compilato nei campi richiesti. Personalmente l'ho inoltrato alla Asl competente tramite PEC (dopo averlo compilato, datato e firmato l'ho riprodotto in pdf e inoltrato in allegato al messaggio) in data 16.01.18, già residente in PT.
Siccome al 17 febbraio -venerdì- non avevo ancora alcuna notizia (passati i 30 gg di tempo utili per le Pubbliche Amministrazioni)...ho dovuto telefonare e -nel modo più soft possibile- cercare di arrivarci a capo. Seguono una decina di telefonate -rimpallato da un servizio all'altro- fino ad arrivare alla referente della mia richiesta...che quel giorno era "fuori sede" per un corso di aggiornamento...
La settimana seguente, al telefono mi informa "candidamente" che non era riuscita a mettersi in contatto con me nonostante vari tentativi per mail...!...insomma voleva rispordermi dalla sua casella d'ufficio alla mia PEC...lasciamo perdere i miei commenti sul suo grado di "aggiornamento"...
In sostanza mi voleva dire che avevo dbagliato il modulo di richiesta, e successivamente x PEC mi ha inviato il modulo di richiesta giusto (v. sopra).
Nella mia richiesta erano compresi anche i miei famigliari (mia moglie e mio figlio di 7 anni) entrambi "a carico"... Fattosta' che il 1° marzo ricevo due S1: il mio e quello di mio figlio...e quello fi mia moglie no!...Seguono scambi di PEC in quanto la "referente", per poter rilasciare l' S1di mia moglie deve verificare il carico famigliare; visto che dal primo marzo sul sito Inps era disponibile l'ex CUD (ora Certificazione Unica) ho inviato stralcio della CU dove anche mia moglie è nell'elenco... Niente da fare: per l' S1 vuole la mia dichiarazione dei redditi -quest'anno dovrò fare l' ex UNICO, che adesso si chiama REDDITI- 2018 relativa ai redfiti 2017 che si fa IN LUGLIO!!!... In questi giorni, dopo aver sottoposto il quesito alla sezione della Commissione Europea inizierò il percorso in causa contro questa richiesta che rasenta l'assurdo tentando prima una risoluzione -anche per tutti gli altri expat- tramite SOLVIT.
...vedremo gli sviluppi, ma tanto per cominciare NON sbagliare modulo...
Ciao a te e a tutti.

Non mi sono spiegato molto bene, a quanto pare. Io sono iscritto al SSN portoghese ed ho un Centro de saude nel quale sta il medico che me e' stato assegnato. La mia domanda e' relativa invece all'assistenza che posso avere nella UE in quanto residente portoghese. Una volta esisteva il modello E101 che era fornito a tale scopo. Oggi, in Italia, questo dato e' incorporato nella tessera sanitaria nazionale (retro tessera, prima o seconda linea dal basso). Mi chiedevo se il Portogallo rilascia anche esso un documento simile valido all'estero, e la risposta e' che lo fornisce solo per i portoghesi.
Poco importa, perche' nel frattempo uno stimato professionista di Lisboa mi ha risposto assicurandomi che la tessera sanitaria italiana all'estero mantiene tutta la sua validita' e questo e' quello che conta. Saluti

tavazzi :

Non mi sono spiegato molto bene, a quanto pare. Io sono iscritto al SSN portoghese ed ho un Centro de saude nel quale sta il medico che me e' stato assegnato. La mia domanda e' relativa invece all'assistenza che posso avere nella UE in quanto residente portoghese. Una volta esisteva il modello E101 che era fornito a tale scopo. Oggi, in Italia, questo dato e' incorporato nella tessera sanitaria nazionale (retro tessera, prima o seconda linea dal basso). Mi chiedevo se il Portogallo rilascia anche esso un documento simile valido all'estero, e la risposta e' che lo fornisce solo per i portoghesi.
Poco importa, perche' nel frattempo uno stimato professionista di Lisboa mi ha risposto assicurandomi che la tessera sanitaria italiana all'estero mantiene tutta la sua validita' e questo e' quello che conta. Saluti

ne sei proprio sicuro ?

Al momento posso essere sicuro solo della serieta' della persona, ma' e' gia' qualcosa. Ogni contributo informato e' benvenuto.

salve come cittadino Italiano residente all'estero,
ho facoltà di vivere parte dell'anno anche in Italia.Domando xchè  mi dovrebbero ritirare la tessera sanitaria/c.fiscale ?
Vivo in Portogallo da due anni e mi tengo ben stretta la mia tessera;
Un documento che a mio avviso  non dovrebbe essere ritirata.
Attendo notizie,
grazie saluti
Michele

tavazzi :

Non mi sono spiegato molto bene, a quanto pare. Io sono iscritto al SSN portoghese ed ho un Centro de saude nel quale sta il medico che me e' stato assegnato. La mia domanda e' relativa invece all'assistenza che posso avere nella UE in quanto residente portoghese. Una volta esisteva il modello E101 che era fornito a tale scopo. Oggi, in Italia, questo dato e' incorporato nella tessera sanitaria nazionale (retro tessera, prima o seconda linea dal basso). Mi chiedevo se il Portogallo rilascia anche esso un documento simile valido all'estero, e la risposta e' che lo fornisce solo per i portoghesi.
Poco importa, perche' nel frattempo uno stimato professionista di Lisboa mi ha risposto assicurandomi che la tessera sanitaria italiana all'estero mantiene tutta la sua validita' e questo e' quello che conta. Saluti

Per le esigenze UE extra Portogallo, incluse le necessità italiane, l’USL del comune italiano,  dove si è ex residenti, rilascia il modello S2 , simile al modello S1. Io l’ho richiesto al momento del trasferimento. Vale 6 mesi e si deve rinnovare presso l’ USL, si chiama anche tessera sanitaria europea. È un foglio simile al foglio  S1.

Confermo quanto scritto da Luited

Buona sera a tutti,noi siamo in partenza chi mi potrebbe dire quali  documenti devo portare dall'Italia e quali si devono presentare per iscrivere me e mia moglie al SS  portoghese??? Grazie in anticipo a chi mi vorrà rispondere

Buongiorno Nicola51
Effettui il trasferimento ora ?
Sei sicuro che sia corretto ?
Mi permetti di consigliarti di usare il motore di ricerca (la lente in alto) per una ricerca ?? Trovi tutto e ... Il periodo .... Non è. Corretto.  Buona ricerca e Buona Partenza se deciderai di trasferirti ora.

IvoOscar :

Ciao tavazzi:
... direi che ti stia riferendo al mod. S1, in questo caso ho personalmente sperimentato le "ritrosie" dell' AUSL Bologna a rilasciare il modello. In dettaglio: il modello per avanzare la richiesta del rilascio dell' S1 si trova sul sito del Ministero della Salute (att.ne: quello da utilizzare per "pensionati" è quello che riporta in indirizzo: ..."Ufficio 8  Viale Giorgio Ribotta, 5 00144 Roma) compilato nei campi richiesti. Personalmente l'ho inoltrato alla Asl competente tramite PEC (dopo averlo compilato, datato e firmato l'ho riprodotto in pdf e inoltrato in allegato al messaggio) in data 16.01.18, già residente in PT.
Siccome al 17 febbraio -venerdì- non avevo ancora alcuna notizia (passati i 30 gg di tempo utili per le Pubbliche Amministrazioni)...ho dovuto telefonare e -nel modo più soft possibile- cercare di arrivarci a capo. Seguono una decina di telefonate -rimpallato da un servizio all'altro- fino ad arrivare alla referente della mia richiesta...che quel giorno era "fuori sede" per un corso di aggiornamento...
La settimana seguente, al telefono mi informa "candidamente" che non era riuscita a mettersi in contatto con me nonostante vari tentativi per mail...!...insomma voleva rispordermi dalla sua casella d'ufficio alla mia PEC...lasciamo perdere i miei commenti sul suo grado di "aggiornamento"...
In sostanza mi voleva dire che avevo dbagliato il modulo di richiesta, e successivamente x PEC mi ha inviato il modulo di richiesta giusto (v. sopra).
Nella mia richiesta erano compresi anche i miei famigliari (mia moglie e mio figlio di 7 anni) entrambi "a carico"... Fattosta' che il 1° marzo ricevo due S1: il mio e quello di mio figlio...e quello fi mia moglie no!...Seguono scambi di PEC in quanto la "referente", per poter rilasciare l' S1di mia moglie deve verificare il carico famigliare; visto che dal primo marzo sul sito Inps era disponibile l'ex CUD (ora Certificazione Unica) ho inviato stralcio della CU dove anche mia moglie è nell'elenco... Niente da fare: per l' S1 vuole la mia dichiarazione dei redditi -quest'anno dovrò fare l' ex UNICO, che adesso si chiama REDDITI- 2018 relativa ai redfiti 2017 che si fa IN LUGLIO!!!... In questi giorni, dopo aver sottoposto il quesito alla sezione della Commissione Europea inizierò il percorso in causa contro questa richiesta che rasenta l'assurdo tentando prima una risoluzione -anche per tutti gli altri expat- tramite SOLVIT.
...vedremo gli sviluppi, ma tanto per cominciare NON sbagliare modulo...
Ciao a te e a tutti.

Grazie  per le preziose  informazioni ,il modello della domanda corretto è quello che si trova sul sito
http://www.salute.gov.it/portale/minist … #cosaServe
Io sono in pensione col sistema retributivo che devo fare???
Bisogna chiederlo prima di partire come dice l'azienda sanitaria di Firenze oppure dopo l'iscrizione all'AIRE come ho letto in diversi post ??
http://www.asf.toscana.it/index.php?opt … ;Itemid=78

Nicola 51 :

Grazie  per le preziose  informazioni ,il modello della domanda corretto è quello che si trova sul sito  http://www.salute.gov.it/portale/minist … #cosaServe
Io sono in pensione col sistema retributivo che devo fare???
Bisogna chiederlo prima di partire come dice l'azienda sanitaria di Firenze oppure dopo l'iscrizione all'AIRE come ho letto in diversi post ??
http://www.asf.toscana.it/index.php?opt … ;Itemid=78

Salve,
può chiederlo anche dopo qualche mese, non perde alcun diritto.

Sarà coperto sempre e comunque con la TEAM sino a  quando presenterà il mod. S1.
Poi avrà iscrizione  in PT e dovrà presentare per assistenza il codice che le assegneranno in PT.

In merito ai post che ha fatto sulla differenza di pensione  RETRIBUTIVA /  CONTRIBUTIVA  e  relativo rilascio di mod. S1 ..... c'è un errore di fondo diciamo ... IMPORTANTE

Lei   gode di pensione CONTRIBUTIVA  in quanto ha versato i contributi, la sua NON E' UNA PENSIONE RETRIBUTIVA.

La norma di "rilascio" è pensata per differenziare le pensioni CONTRIBUTIVE da quelle ASSISTENZIALI (quella definita "sociale" ...  eccetera).

La sua pensione è stata  invece CALCOLATA con il sistema RETRIBUTIVO, anzichè MISTO, anzichè  CONTRIBUTIVO.

Così è correttamente inquadrata la pensione.

Un saluto

Una domanda a proposito della sanità.
Se una persona in Italia ha delle esenzioni sulle medicine che assume x particolari necessità, come si ottiene la stessa esenzioni in pt?
Grazie
Giuseppe

La  rude gente di mare ha poca dimestichezza con il burocratese....Grazie per il prezioso aiuto

Buongiorno a Tutti e a GRG7...,
rivolgendosi con tutta l'appropriata documentazione medica italiana,  tradotta in portoghese e e con il FOLLOW-UP, i medici ospedalieri sanno di che si tratta , alla Commissione del proprio Centro de Saude per il riconoscimento dell'invalidita italiana e per poter usufruire dell'esistenza pubblica con esenzioni, etc...
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Nuova discussione