Shutterstock.com
Aggiornato 5 mesi fa

Melbourne è una città florida e in crescita, con molte industrie in continua espansione. Se state progettando di spostarvi a Melbourne per lavoro, questo è il momento giusto. Il mercato del lavoro continua a crescere ed è previsto un netto miglioramento nei prossimi cinque anni. Secondo il Governo, il Victoria è il secondo Stato australiano più attivo nell'impiego, e il 76% della cifra stimata è concentrata a Melbourne.

Melbourne è la città con la forza lavoro maggiormente istruita nello stato del Victoria, con il 37% dei lavoratori che possiedono almeno una laurea triennale. Complessivamente i lavoratori sono abbastanza grandi di età: il 40% di essi hanno più di 45 anni e il 33% lavora part-time. Il tasso di disoccupazione giovanile è cresciuto; in ogni caso, è ancora al di sotto della media nazionale. In generale, l’economia del Victoria è positiva e ci si aspetta una crescita del 2%.

Le principali industrie nel Victoria

Le industrie più importanti– e in costante crescita – nel Victoria sono:

Sanità e assistenza sociale

Con l’aumento della popolazione, anche il settore dell’assistenza sanitaria e sociale continua a crescere, impiegando più di 1.5 milioni di persone in Australia. Questo campo comprende gli ospedali, il settore infermieristico e i servizi per l’assistenza domiciliare, l’assistenza sociale e i servizi ambulatoriali. Le occupazioni migliori sono l’infermiere, il badante e i lavori con i bambini.

Commercio

Il secondo in classifica, che impiega 1.2 milioni di persone in tutta l’Australia, è il settore commerciale. Il lavoro part-time è quello prevalente in questo campo che, generalmente, non richiede dei titoli di studio specialistici. Parliamo di supermercati e del campo dei motoveicoli, dagli accessori al carburante, e le occupazioni sono manager di vendita, addetto agli scaffali e assistente generale alla vendita.

Servizi professionali, scientifici e tecnici

La maggior parte delle occupazioni in questo campo richiedono una laurea e sono full-time, nelle città principali. Si parla di servizi legali e contabilità, settore veterinario e computer system design; i mestieri sono il contabile, il programmatore e l’avvocato.

Costruzioni

Il settore edile occupa 1 milione di australiani ed è prevista una crescita del 10% nei prossimi cinque anni. È un campo principalmente maschile, dove sono richiesti esperienze precesse di apprendistati e tirocini. I mestieri in questo settore includono il carpentiere, l’elettricista e l’idraulico.

Industria manifatturiera

In questo campo è prevista l’occupazione di 38mila lavoratori nei prossimi cinque anni, tuttavia è ancora classificato come sesto in Australia e quinto nel Victoria in quanto settore popolare e in crescita. Sono compresi cibo e bevande, petrolio e carbone, macchinari e mobili. I mestieri relazionati a questo campo includono artigiani dell’acciaio e delle saldature, manager di produzione e installatori di metalli.

Le industrie più importanti a Melbourne

A Melbourne sono disponibili 461.539 lavori, di cui i settori principali includono quello dell’istruzione, i servizi finanziari, l’ospitalità, il turismo, l’industria creativa e la sanità. Il settore della cultura crea il 63,89% dell’impiego totale nella città di Melbourne, impiegando più di 250.000 lavoratori.

Tra i settori più importanti ci sono quello finanziario, i trasporti, il computer system design e i prodotti polimeri. Il settore dei servizi finanziari sta crescendo velocemente, fornendo 60.957 posti di lavoro, ovvero il 13,21% dell’impiego totale della città.

Poiché Melbourne è rinomata per essere una città culturalmente variegata, con i suoi innumerevoli ristoranti, bar e caffè, il settore dell’ospitalità occupa il 10,31% del totale dell’impiego. Dal 2002 c’è stato un aumento significativo, sia tra i lavori full-time che tra quelli part-time.

Gli ultimi settori in classifica includono il settore agricolo, le scienze forestali e la pesca (meno di 1000), l’attività mineraria, il commercio delle balene, l’affitto, i servizi immobiliari e i servizi per elettricità, gas, acqua e spazzatura (meno di 12.000).

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.