Il visto per imprenditori negli Stati Uniti

Pubblicato 2022-02-09 07:33

Secondo i dati forniti dal National Bureau of Economic Research, la percentuale degli immigrati che avvia nuove imprese negli Stati Uniti supera il 25%. Se sei un imprenditore, e vuoi aprire un'azienda o fare affari negli, ti spieghiamo quali passi deve seguire per ottenere un visto.

Prima di aprire un'attività negli Stati Uniti, bisogna individuare quale sia la tipologia di visto da richiedere. Sfortunatamente, con l'attuale legge sull'immigrazione, non esistono visti del tipo "visto per imprenditore" generico, quindi dovrete cercare una soluzione applicabile al vostro caso all'interno del quadro attuale di riferimento.

Se state cercando di avviare un'attività negli Stati Uniti, ci sono due tipi di opzioni di visto da prendere in considerazione:

  • Visti per abilità straordinarie: EB-1 e O-1

  • Visti per investitori immigrati: EB-5 e E-2.

Si noti che con i visti O-1 ed E-2 è obbligatorio rientrare nel paese d'origine dopo aver completato le formalità, mentre i visti EB-1 e EB-5 consentono la residenza permanente.

Visti per abilità straordinarie

Chi ha ottenuto un grande successo nel proprio lavoro, o ha un'idea imprenditoriale innovativa, può richiedere un visto EB-1 o O-1. Questi tipi di visti vengono spesso chiamati "visto Einstein" o "visto per rockstar" poiché vengono spesso concessi a vincitori di premi Nobel e Pulitzer, attori e musicisti famosi, uomini d'affari di successo internazionale e così via.

Visto EB-1

Per avere i requisiti per ottenere un visto EB-1 è necessario dimostrare di possedere abilità e capacità straordinarie nelle scienze, nelle arti, nell'atletica, nell'istruzione o negli affari.

L'USCIS utilizza un sistema a punti per valutare queste abilità straordinarie, ed è necessario guadagnare almeno tre punti per qualificarsi per il visto. Ecco una lista dei "punti qualificanti" per il visto EB-1:

  • Un'azienda riconosciuta di alto livello ha investito denaro nella vostra attività.

  • La vostra startup è stata accettata in un noto incubatore.

  • La vostra attività è stata recensita da una nota pubblicazione statunitense o internazionale.

  • Siete stati invitati a parlare a eventi o conferenze di alto profilo.

  • La vostra attività ha un ingente valore sul mercato.

  • Avete ricevuto un prestigioso premio aziendale o una sovvenzione aziendale.

  • La vostra azienda possiede un copyright/brevetto di grande valore.

Come si può vedere da quanto elencato sopra, i criteri per ottenere un visto EB-1 sono molto selettivi. Tuttavia, se la vostra azienda è leader nel campo, questa potrebbe essere la soluzione più concreta per ottenere la residenza permanente negli Stati Uniti.

Visto O-1

Anche i visti O-1 si rivolgono a persone con abilità eccezionali. Tuttavia, poiché l'O-1 non è un visto di immigrazione ed è destinato a un soggiorno temporaneo, i criteri per ottenerlo sono meno selettivi.

Anche per qualificarsi per un visto O-1 è necessario possedere abilità straordinarie, come aver vinto un premio o un'ampia copertura mediatica.

Si può rimanere negli Stati Uniti con il visto O-1 per tutto il tempo in cui si gestisce la propria attività. Tuttavia, se l'attività fallisce o se decidete di cambiare occupazione, dovete lasciare il paese.

Visti per investitori

Il problema principale per quanto riguarda i visti per abilità straordinarie è che sono estremamente difficili da ottenere. Inoltre, l'approvazione della vostra domanda si basa su criteri soggettivi e dipende da come il funzionario USCIS valuta il vostro successo aziendale.

Se non riuscite a rientrare nei criteri dei visti per abilità straordinarie, potete richiedere uno dei due visti per investitori: EB-5 o EB-2. In questo caso, vi verrà concesso l'ingresso negli Stati Uniti in cambio dell'investimento di denaro in un'attività negli Stati Uniti e della creazione di posti di lavoro.

Visto EB-5

Il visto EB-5 è progettato per gli investitori immigrati. Dei due visti per investitori, è quello più difficile da ottenere. Per avere il visto EB-5, è necessario soddisfare i seguenti requisiti:

Fare un investimento di 1,8 milioni di dollari nell'attività che si sta avviando. Il denaro può provenire dal vostro patrimonio personale o da un prestito aziendale.

È necessario creare dieci posti di lavoro a tempo pieno per lavoratori locali qualificati.

Si noti che la quota annuale per i visti EB-5 è fissata a 10.000 all'anno, il che lo rende un programma piuttosto esclusivo.

Visto E-2

È piuttosto evidente che per un gran numero di imprenditori un investimento di quasi due milioni di dollari non sia fattibile. In questo caso, meglio puntare sul visto E-2 treaty investor (investitore da paesi in cui vige un trattato commerciale con gli USA).

Per avere il visto E-2, è necessario soddisfare i seguenti criteri:

  • Provenire da un paese in cui vige un trattato commerciale con gli USA (attualmente parliamo di ben 80 paesi).

  • Essere in grado di fornire prove del proprio investimento (mediante un contratto per un prestito aziendale, un estratto conto, un contratto per investimenti, ecc.).

  • Fornire i dettagli della propria attività (numero identificativo dell'imprenditore, per esempio il numero del registro imprese, licenza imprenditoriale).

Si noti che mentre non vi è alcun importo minimo di investimento richiesto per il visto E-2, l'esperienza della maggior parte dei richiedenti dimostra che è difficile che la propria domanda venga approvata se si investe meno di $ 100.000.

Per ulteriori informazioni sugli altri tipi di visto disponibili per gli USA, consigliamo di leggere gli articoli che trovi nella sezione Visti e permessi negli Stati Uniti.

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.