L'Australia accoglie gli studenti internazionali ma lascia chiuse le frontiere

Vita quotidiana
  • universite en Australie
    Shutterstock.com
Pubblicato 2020-07-07 alle 14:44 da Veedushi
Un paio di settimane fa l'Australia ha annunciato la chiusura dei suoi confini fino al 2021 come misura preventiva atta a scongiurare una seconda ondata di COVID-19. La scorsa settimana, tuttavia, il governo ha informato la volontà di accogliere gli studenti internazionali. Perchè l'Australia ha deciso di attuare questa politica?

L'economia australiana si basa fortemente sugli introiti che provengono dal settore dell'istruzione superiore. Gli esperti prevedono perdite di circa 16 miliardi di dollari australiani entro il 2023 se l'industria si solleverà. Gli studenti stranieri contribuiscono in larga misura al benessere del sistema educativo pagando tasse elevate per poter studiare nelle università australiane. 

Il sito QS Top Universities ha stilato una classifica per determinare le migliori università del 2020. Cinque università australiane, ossia la National University of Australia, l'Università di Sydney, l'Università di Melbourne, l'Università del Nuovo Galles del Sud e l'Università del Queensland, si classificano tra le 50 migliori al mondo. Nell'elenco figurano più di trenta università australiane in totale. 

Le autorità australiane fanno sapere che, nonostante la crisi sanitaria in corso, hanno già ricevuto diverse migliaia di domande di iscrizione. Tuttavia, sulla base di un progetto pilota, saranno ammessi ai corsi solo 350 studenti. Tra questi, un numero consistente proviene dall'Asia. Saranno obbligatoriamente sottoposti ad una quarantena di due settimane in arrivo. 

Da dove vengono gli studenti stranieri?

La maggior parte proviene dall'Asia, in particolare da Cina (37%), India, Nepal, Vietnam, Malesia, Corea del Sud, Indonesia, Tailandia Filippine, e un flusso consistente arriva da Brasile e Colombia. Secondo un sondaggio effettuato dal Centre for Australian Studies della Beijing Foreign University, l'Australia è la destinazione preferita dagli studenti cinesi.

Le strategie messe in atto

Le iscrizioni degli studenti australiani vengono trattate con priorità.  Ciò nonostante le domande di iscrizione provenienti dall'estero e le richieste di visto non hanno cessato di essere trattate in queste ultimi mesi seppur con importanti rallentamenti. Molto probabilmente le formalità di ingresso richiederanno più del normale ma in linea di massima gli studenti stranieri dovrebbero poter frequentare i corsi a partire dal prossimo 27 luglio, data di inizio del nuovo semestre.

Con le attuali restrizioni sugli spostamenti internazionali, il tasso di immigrazione in Australia potrebbe scendere in modo significativo nel periodo 2020-2021. Secondo le previsioni del governo, per mantenere costante il tasso di crescita del PIL pro capite, nel prossimo biennio il paese dovrebbero accogliere tra i 160.000 ed i 220.000 immigranti. 

Quali sono le professioni richieste in Australia?

La regione del Victoria accetterà presto domande di visto Skilled Nominated  (permanente - sottoclasse 190) e Skilled Work Regional (provvisorio - sottoclasse 491).
 Il Nuovo Galles del Sud ha accettato domande di visto regionale (provvisorio) per lavoro specializzato (sottoclasse 491) fino al 26 giugno 2020.
Nel sud del paese le richieste per il sistema di nomina (nomination system) saranno nuovamente accettate da agosto, mentre il programma che interessa il Territorio del Nord è soggetto a nuovi criteri di ammissibilità dal 1 luglio.
L'Australia occidentale ha modificato l' elenco di professioni richieste sostituendo la posizione di Registered Nurse con le posizioni di Nuclear Medicine Technologist (251213) e Physicist (234914) specializzato in Medical Physicist.

La situazione appare vantaggiosa per gli studenti stranieri che già vivono in queste regioni perchè avranno maggiori probabilità di essere considerati per il programma di nomina del visto di residenza (residency visa nomination program). Nel Territorio della Capitale Australiana il prossimo giro di inviti per il visto sottoclasse 190 dovrebbe tenersi il 15 luglio 2020.

Alcuni punti da tenere a mente

Secondo l'indice dei prezzi al consumo le tasse sui visti dovrebbero aumentare dal 3%  al 4% da ora in avanti.
Dovete rispettare le regole di distanziamento sociale imposte dal governo ed informarvi su eventuali restrizioni in vigore nella regione in cui prevedete di stabilirvi. 
Ricordatevi di scaricare l'app COVIDSafe per ricevere gli ultimi aggiornamenti sulla diffusione del coronavirus in Australia. I test di screening sono disponibili in tutto il paese.