Costo della vita in Tunisia nel 2022

Buongiorno a tutti,

A due anni dall'inizio della pandemia, è tempo di fare il punto sulle variazioni del costo della vita in Tunisia e, più precisamente, nella città dove vivete. Lo scopo è aiutare le persone che stanno per trasferirsi in Tunisia fornendo delle indicazioni sulle spese principali che dovranno affrontare.

> Se siete in affitto, quanto pagate al mese? Ricordate di specificare il tipo di alloggio dove vivete.

> Quanto spendete ogni mese per le bollette (acqua, luce, gas, manutenzione aree comuni, ecc.) e per tutte le altre uscite (telefono cellulare, abbonamento a internet).

> Quanto vi costa spostarvi (con i mezzi pubblici o in auto)?

> Quanti soldi vi servono per riempire il carrello della spesa in Tunisia?

> Quanto spendete per l'assistenza sanitaria (assicurazione sanitaria, visite, ecc.)?

> A quanto ammontano le tasse scolastiche per l'istruzione dei figli, a seconda del tipo di scuola che frequentano?

> Che uscite avete per le attività nel tempo libero?

Nel caso in cui sosteniate altre spese che non sono menzionate, non esitate a indicarle!

Grazie per il vostro contributo,

Francesca
Team Expat.com

Salve Francesca,

Vivo ad Hammamet dal Gennaio 2017, la mia locazione, ( S+1 ) di circa 40 mq. di nuova costruzione, ammobiliata in stile occidentale, (manca di lavastoviglie), è situata verso Hammamet Nord, iniziata al prezzo di 500 Dnt. oggi è a 650 Dnt.

NON vivendoci più di 8 mesi all'anno, il mio consumo Totale di Gas + Elettricità - STEG- si aggira sugli 850 Dnt. annui + consumo idrico -SONEDE- 80 Dnt. annui. La spesa per Internet, (modem Oredoo casalingo) si aggira sui 50 Dnt. al mese; Nei mesi in cui NON sono presente, lo spengo e non pago nessun abbonamento, ed è collegato alla mia SIM del tel. cellulare.

Mia moglie, NON residente in Tunisia, spesso torna in Italia, e quindi le spese di vitto, ristoranti, uscite, beni voluttuari diminuiscono...

Per mia scelta, NO - Automunito, Così a 67 anni ho l'occasione di mantenermi in buona salute, praticando escursionismo Urbano, nonché in ambiente naturale (colline) - Sono Guida Escursionistica da oltre 40 anni. Quando debbo fare modesti rifornimenti, faccio uso dei Taxi, che sono frequenti ed a basso costo; per spostamenti a Tunisi o Nabeul uso l'autobus urbano, (ancor meno caro dei Taxi). Vogliamo dare una cifra a questi spostamenti ? --- Circa 200 Dnt.

Quando si decide, con amici, di fare Gite ai numerosi siti archeologici o Ambientali o Turistici, Si affitta un Auto al RENT-CAR, Con - o - Senza Autista, dividendoci i costi, compresa la benzina ---- Totale 800 Dnt.

Spese x il carrello della spesa 150 Dnt. al Mese  ---- IDEM per le uscite mondane (ristoranti, Bar)

SPESE Sanitarie : NON usufruendo della Mutua Tunisina - CNAM- Mi rivolgo sempre ad ottime strutture private ove approfitto di farmi tutte le Indagini Sanitarie al prezzo paragonabile ai Ns/ Tikets sanitari Italiani o poco più. Avendo superato i 65 anni NON posso farmi un'Assicurazione Malattie, Ma si possono fare Convenzioni Annue con Ottime Cliniche, (a Scelta), p.es. Quì  ad Hammamet in Rue Kwait, vi è il Policlinico che né propone una a 1.000 €. annui.


Considerazione Finale:  L' ITALIA resta il Paese più bello del Mondo, Ma finché i Suoi politici NON si adegueranno a tutti gli altri paesi Europei, adottando una EQUA Tassazione per i Pensionati,(8-10-Max 15 %) e NON capiranno che è OLTRAGGIOSO tassare la PENSIONE, come fosse un reddito da Lavoro (dal 27% al 38%) ....... Finché resterà così, RINGRAZIO lo Stato Tunisino, (e la conv. Bilaterale  sulle doppie imposizioni), che mi accoglie ,e mi fa..... "Respirare" e Risparmiare !



1f917.svg

Buongiorno a tutti,


A due anni dall'inizio della pandemia, è tempo di fare il punto sulle variazioni del costo della vita in Tunisia e, più precisamente, nella città dove vivete. Lo scopo è aiutare le ... - @Francesca

 Salve Francesca, iniziamo in modo schematico questo sondaggio :)

Una cosa che mi stavo dimenticando di inserire è l'aumento del costo della vita, per noi europei è ininfluente ma per i tunisini è qualcosa di veramente drastico, speriamo che la stagione che si sta aprendo porti una grande affluenza di turisti che permetta al Paese di risollevarsi.

- Pago 1000 dinari tunisini al mese per una villa indipendente (non ammobiliata) con giardino a Sousse in zona turistica, sono a circa 50 metri dal mare;

- Luce e gas sono nella stessa bolletta che è bimensile, ho avuto problemi con un contatore rotto e manomesso quindi tra conguagli e soldi pagati sono andato in credito verso l'azienda fornitrice, ho appena finito di "non pagare" quindi penso che le prossime fatture tra luce e gas saranno di circa 150 dinari tunisini a bimestre, l'acqua è trimestrale, essendo una villa mi da un dispendio maggiore per il giardino e sono sui 40 dinari tunisini a trimestre, il telefono mi da un'opzione con dei bonus, ogni 5 dinari di ricarica mi da 50 dinari di bonus telefonate quindi con un esborso contenuto, circa di internet (il mio è a consumo) sono 80 dinari tunisini al mese;

- Viaggio in auto e copro distanze abbastanza importanti, circa 40 dinari di carburante mi durano 3 giorni (il gasolio senza zolfo che metto mi costa 1,915 dinari al litro - se ricordo bene);

- La spesa varia molto da dove la si va a fare, il Carrefour è la catena più dispendiosa, il mercato la più economica, riempire un carrello al Carrefour può costare anche 300 dinari in base a ciò che si prende, gli stessi prodotti al mercato sono meno di un terzo;

- Grazie a Dio sto bene :D so che le consultazioni sono aumentate ma ho potuto constatare che le tariffe variano di molto da medico a medico, se 20 dinari di differenza non sono una grande somma per noi lo sono senz'altro per i tunisini;

- Anche qui mi sono levato il vizio, ho potuto vedere però che ci sono scuole private del ciclo primario dove spendi anche 500 euro (non dinari) al mese e altre sempre private dove spendi 70 dinari al mese, anche qui penso che la qualità dell'istruzione sia sempre un paliativo;

- Troppe uscite :D non rinuncio a nulla ed è facile superare i 3000 dinari al mese (includo anche le spese per mantenere in efficienza la barca).

Finito.., baci 1f618.svg

Ciao,

vediamo di analizzare i dati proposti dall'Istituto Nazionale di Statistica (Tunisia) :

Indice dei prezzi beni alimentari  anno 2021 +7,6%

indice dei prezzi carburanti anno 2021 +5,4%

indice dei prezzi elettricità anno 2021 +4,1%

Tasso d'inflazione medio anno 2021 +6,6%

Questi sono i dati proposti dall'ente governativo preposto.

Ad esempio in pochi giorni, alcuni mesi fa, il prezzo del legno per falegnameria è aumentato mediamente del 20%.

Spese mediche ordinarie e specialistiche sono uguali allo scorso anno, mentre analisi e similari sono aumentati di circa il 7%.

Le sigarette sono aumentate del 15% circa nel 2021.

tariffa flat internet è rimasta invariata nello stesso periodo.

Secondo quanto io ho visto  penso sia più realistica una riduzione del potere di acquisto del 8-10% , infatti i buoni dello stato ad un anno vengono proposti ad un interesse del 7,6% che compensa solo parzialmente l'inflazione. (a detta di un agente finanziario che conosco)

I tunisini, come potete vedere facilmente dai tanti cantieri aperti,  investono principalmente nel "mattone" classico bene rifugio.

Se ho dimenticato qualche cosa fatemelo sapere.

A presto, Antonio

Personalmente , dall'inizio della pandemia, ho percepito un aumento dei generi alimentari di circa il 15/20% (pomodori da 0.850/1.00  a 1,200/1,400 tdn; petti di pollo da 11 a 13/14 tdn), per il resto dei costi penso Subdive abbia dato un'idea esaustiva. 

Il costo dei trasporti - taxi - non lo percepisco aumentato ( con tassametro da Hammamet sud a Nabeul centro 15 km circa 10tdn) e, per quanto riguarda i consumi (utenze luce e gas) non è facile quantificarli proprio per la permanenza, in genere, random ma rimando a Subdive. Il costo degli affitti non ha risentito, almeno qui ad Hammamet, di rialzi dovuti alla pandemia, semmai il contrario: diciamo che si trovano appartamenti di due stanze/ bagno e cucina ammobiliati (minimo indispensabile ma cucina con elettrodomestici, in genere un televisore) riscaldamento ed almeno un condizionatore con una forbice dai 700 ai 1300 dtn, a seconda delle zone e del tipo di mobilio, poi molto dipende dalla possibilità di passaparola tra i locali che, se a volte porta a difficoltà altre porta a buoni affari (non lo consiglio ai neofiti). Un abbonamento ad internet per  casa consumo illimitato costa (12 giga)sui 38/40 tdn al mese, internet per il cellulare (qui il traffico voce è distinto dal traffico dati) dipende da quanti giga vuoi (ps qui li chiamano mega), diciamo che 6 giga al mese costano sui 14 tdn, 25 G sui 23 tdn, 55 sui 50 tdn ed, in genere, durano 30 o 60 gg - nel senso che se non li consumate tutti non li portate al mese successivo (abbiate pazienza sulle diciture, non sono tecnica ma i costi sono questi). Un trattamento dall'estetista (pulizia viso) in genere sui 30/40 tdn (poi, ovviamente, potete spendere anche il doppio se andate nei posti “per europei”); una seduta da un fisioterapista diplomato (non massaggiatore estetico) sui 30/40 tdn; le piccole riparazioni di sartoria (orli, restringimenti, etc etc) tra i 5 ed i 10 tdn); l'intervento di un tecnico (es. montare una tv al muro, collegamenti etc) 40/50 tdn; un buon panino 3 tdn, una colazione/brunch per due (e credetemi c' è di tutto, dolce e salato) 25/35 tdn. Per quanto riguarda l'assicurazione malattia/infortuni (il cui premio annuo aumenta con l'età) credo si possa trovare sui 4000tdn annui (Anto ne aveva fatto uno studio approfondito). Una pizza fuori può costare dai 15 ai 40 tdn, dipende dal locale (40tdn locale chic con musica dal vivo). 

Ricapitolando, dall'inizio pandemia i costi, sopratutto dei generi alimentari, sono aumentati, così come (Subdive) quelli di altre cose: rimane il fatto che qui la vita costa un terzo rispetto all'Italia.

Personalmente , dall'inizio della pandemia, ho percepito un aumento dei generi alimentari di circa il 15/20% (pomodori da 0.850/1.00  a 1,200/1,400 tdn; petti di pollo da 11 a 13/14 tdn), per il resto dei costi penso Subdive abbia ... - @Luna60

 Spiegalo ai Tunisini.. Che non sanno piu come fare X vivere..  Parlo del cero medio.. Operai /e.. Commesse.. Salario medio 400 dinari.. Maestri /e... Salario 1200 dinari... Personale Hôtel... À casa.... 

Concordo con quanto postato dagli altri utenti circa l'aumento dei prezzi ed il costo della vita in generale. Però se teniamo conto della perequazione della pensione  in base all'inflazione in Italia, avvenuta  a gennaio 2022, gli aumenti  i pensionati li  ammortizziamo bene.1f609.svg

ciao,

 perequazione della pensione  hiiiiiiiii
1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg1f923.svg

Saluti Antonio

Questa è l'ennesima discussione fuori posto che ha messo il sempre polemico @Giovannibattista e che giustamente Francesca ha bloccato, ci tenevo però a rispondere perchè resta visibile ai posteri e invece è importante chiarire i punti buttati li a cavolo da @Giovannibattista.

Di seguito la sua discussione:

Viene detto e ripetuto che il costo in Tunisia rispetto all'italia è di un terzo.
A me sembra un po' esagerato.
Vediamo siete tutti di Roma o Milano?
Penso di no.
Al supermercato non vedo prosciutti Parma o San Daniele, o toscano o italiano.
C'è qualcuno che li vende ma a che prezzo?
Non vedo superalcolici o alcolici , c'è ne uno alla Medina di Hammamet a 160 dinari a bottiglia.
Mercato della frutta e verdura: costa poco ma che c'è, aglio melone albicocche, patate cipolle pomodoro, insomma l'offerta è scarsa.
Il caffè costa 1,50 dinari ma se ti siedi e sei invitato a farlo il prezzo è 3,60 dinari.
Non parliamo di elettronica, iPhone iPad , pc Intel i9, etc..
Mi limito solo al vitto per le altre spese ( auto e sanità) è stato già detto.
Mi si dirà ma sono biologici e questo è vero, poi ci sono le spezie e questo è positivo.
Mercato del pesce , ho visto quello di Sousse, cercavo aragoste non c'erano, calamari non c'erano,
una puzza incredibile, una cosa sorprendente, vendevano ricci ( quelli di terra) ma che ci fanno?
Ma nel complesso si ha un abbassamento del livello quantitativo delle scelte.
Questa è la mia impressione.
Salut 

1) Prosciutto, alcolici e superalcolici... perchè non vedi quanto li paghi in Algeria o in Arabia Saudita? Ringrazia che li trovi, in alternativa esiste sempre l'aereo, come faccio io, vado in Italia compro quelli che mi piacciono e me li mangio in Tunisia;

2) Frutta e verdura di che ti lamenti? Trovi quella di stagione che senz'altro è molto più genuina di quella che trovi a casa tua;

3) Se vuoi il caffè nespresso è normale che lo paghi lo stesso prezzo che lo pagheresti in Italia perchè qui sono prodotti d'importazione che si pagano in Euro;

4) Elettronica... come il punto 3, il Tablet che mi sono comprato a Bari ha lo stesso prezzo di quello venduto al Giant di Tunisi;

5) le aragoste le trovi congelate o a Cuba, prendi l'aereo e valle a comprare a Cuba, il pesce puzza? Ma dai? Davvero? Cavolo hai proprio ragione, quando è genuino il pesce puzza lo hai scordato perchè quello venduto in Italia è conservato con prodotti chimici per lasciargli lo stesso colore... non c'era il pesce che cercavi forse perchè i pescatori non sono riusciti a pescarlo? Magari è fuori periodo? Per il pesce stesso discorso che per la frutta e verdura, fresco e di stagione.... sai strano invece che non hai messo nulla contro la carne piena di mosche... boh;

6) abbassamento livello quantitativo delle scelte? te lo hanno detto che la Tunisia è in nord africa?

7)  Roma e Milano... che vuoi dire, proprio perchè sono due grandi metropoli riesci a prendere prodotti a prezzi nettamente inferiori che in altre città più piccole e provinciali.

8) Ogni volta mi domando perchè ti sto a rispondere!!!
@ercolani  

Ciao. Potresti gentilmente scrivermi cosa copre/comprende la convenzione con il Policlinico di Hammamet ? Sono molto interessata in quanto neppure io ed i miei familiari abbiamo la copertura CNAM. Grazie mille!!
@ercolani  

Ciao. Potresti gentilmente scrivermi cosa copre/comprende la convenzione con il Policlinico di Hammamet ? Sono molto interessata in quanto neppure io ed i miei familiari abbiamo la copertura CNAM. Grazie mille!!
- @Sir Biss

Ciao @Sir Biss, per non portare questa discussione fuori tema, puoi usare per cortesia la messaggeria privata per comunicare con @ercolani ?

Grazie e un saluto,

Francesca
Ciao a tutti

Alcune cose vanno cercate e con il tempo e la pratica le troverai anche tu.

1) derivati del maiale: a Sousse in una traversa della route touristique c'è un rivenditore italiano, i prezzi sono più alti che in Italia ma non inaccettabili.

2) aragoste, cicale, ecc. Si trovano al mercato, almeno qui a Monastir, non sempre ma si trovano ad un prezzo medio di 80 DT.

Il resto c'è tutto dalle cozze e vongole a tutti i tipi di pesce. 
Se poi ti piace la bottarga di tonno e la polpa di riccio si trovano a metà prezzo che in Italia.

A kelibia, Bizerta e Tabarka  trovi più spesso i crostacei.

3)Gli alcolici costano abbastanza cari perché gravati da tasse statali e di importazione.

Un buon vino locale si trova mediamente a 25/30 DT


4) Il formaggio buono e mozzarelle le acquistiamo in un caseificio italiano a Tunisi
a prezzi convenienti.

La ricotta locale è ottima e poco costosa.

5) La carne di vacca, montone, cavallo e dromedario si trovano, e le carni bianche ugualmente, compreso oche, anatre  e perfino le faraone.

A volte tramite qualche conoscenza anche il cinghiale.


Che altro serve? chiedi e ti sarà risposto.

Saluti

Antonio
Ragazzi.....è inutile: come dicevano i nostri vecchi “non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire” ed io aggiungerei...peggior cieco di chi non vuol vedere.

D'altronde viaggiare, vivere all'estero, prevede una mentalità aperta e disponibilità, non tutto viene spontaneo ma spontanea mi sorge una domanda:” ma che ci viene a fare, e, sopratutto, che ci resta a fare in Tunisia “chi” la disprezza?”  e ancora :”ma davvero c'è chi pensa sia necessario postare tutte le sue “impressioni” , perchè di questo si tratta, come se chi è qui, o chi vorrebbe/vorrà venire, sia privo di capacità critiche.?.”......

Sperando che chi, come dice Anto, potrebbe leggere ciò che resta scritto nel forum in un futuro, abbia la capacità di esercitare il proprio senso critico, magari aiutato dalle percentuali numeriche di chi narra in positivo, altrimenti....peggio per loro.

Ribadisco, oltre alla percentuale di “infelici costretti” che in altra discussione ha citato Dardo (e che, spesso, rappresentano poi quella parte di italiani che ci fa avere una cattiva nomea) , quelli che di noi hanno “scelto” la Tunisia sono tanti e sono soddisfatti anche perché, intelligentemente, non si aspettano il paese di Bengodi: esercitano un sano senso critico ma, fortunatamente, CONTESTUALIZZANO le loro impressioni!!! Un caro saluto a tutti
Buongiorno

Ho appena concluso il mio terzo soggiorno in Tunisia, il primo turistico , il secondo esplorativo in funzione possibile trasferimento, il terzo esplorativo ma con famiglia al seguito:

Autostrada: meno di un euro ....

Benzina : per percorrere 150 km ( con la mia auto) ho speso 7 euro ! In Italia spendo 20 euro per la stessa distanza!

Porto turistico: In Italia per la mia barca di 7 mt il costo dell' ormeggio annuale in un Marina ( livello medio recettivo) è di 2000 euro .Ho chiesto al Marina di Monastir ( livello medio) 850 euro , a Bizerte il Marina Port ( livello (alto) mi ha chiesto 1.100 comprensivi di elettricità e acqua !!!

Ristorante: abbiamo speso al massimo 20 euro a testa mangiando solo pesce e crostacei ; in Italia, in verità in location più belle e pulite , avremmo speso intorno alle 100 euro a testa

@mauvigia3 ti do una dritta, a Biserta hanno bisogno di barche, se contratti il prezzo ti fanno uno sconto magari mettendoti lo stesso prezzo di Monastir.

@Luna60 non potevi rendere meglio il pensiero condiviso penso da tutti noi nei confronti di persone che pensano di venire nel paese dei Mao Mao disprezzando a destra e a manca e facendo commenti assurdi e non richiesti ma oltremodo fuorvianti.

Il problema è che la persona che non si è mai mossa dal suo orticello e con difficoltà di adattamento la si vede prima sui blog e sui forum e poi nella vita reale e non è un problema di cultura ma è proprio intrinseco in queste persone.
Buongiorno a tutti.

Per gli appassionati e curiosi di economia vorrei segnalare questo sito it.tradingeconomics.com/

Dandogli un'occhiata ho evinto che:

Il cambio EUR/TND è praticamente fermo da 3 anni con variazioni dell' 1,5 percento.

Il tasso di inflazione sta crescendo rapidamente anche in Tunisi (7,8) Italia (6,9) con previsione di crescita in entrambi i paesi. Naturalmente il tasso di inflazione è calcolato con panieri e pesi diversi di prodotti nei rispettivi paesi.

A titolo di esempio in Italia la benzina è aumentata del 20 percento circa in pochi mesi ( al netto degli aiuti del governo). In Tunisia l'aumento è stato dell'8 percento circa da inizio anno.


Per quello che forse interessa di più a noi/voi il mercato immobiliare è stabile -10%.  Acquistare casa non senbra essere ancora un buon investimento.

Aumentano ancora gli stranieri che si trasferiscono in Tunisia ed Hammamet  si conferma la città turistica più cara per l'acquisto degli immobili.

Qualcuno può confermare questi dati ?


Grazie
@AntoTunisia 

Grazie Antonio 
@AntoTunisia 
Grazie per la dritta !