Guidare negli Stati Uniti

Ciao,

Per quelli di voi che ogni giorno si mettono al volante negli Stati Uniti:

Quali sono le caratteristiche del modo di guidare locale?

Il codice della strada ed i limiti di velocità vengono rispettati, com’è la qualità delle strade, c’è traffico nelle ore di punta, gli incidenti stradali sono frequenti?

Condividete la vostra opinione sul modo di guidare negli Stati Uniti e qualche consiglio per evitare pericoli.

Grazie in anticipo per il contributo.

Francesca

Salve!
Proprio la settimana scorsa sono stato alla "motorizzazione" locale per richiedere la patente americana, e mi dispiace ammetterlo ma anche in questo settore a livello burocratico noi italiani abbiamo solo da imparare.
Arrivato all'ufficio con tutti i documenti necessari (ci sono stato alcuni giorni prima a prendere un opuscoletto con tutte le info necessarie), ho preso il mio bel numerino e dopo una decina di minuti sono stato chiamato allo sportello.
Qui ho consegnato appunto la documentazione e messe solite firme di rito nei moduli di richiesta patente.
Mi hanno fatto la foto tessera al momento perche' ogni sportello ha un apparecchio fotografico (e dei "teli" azzurri per lo sfondo!) e subito la prova della vista per verificare necessita' delle lenti.
In pratica mi hanno fatto guardare dentro uno "scatolotto" dove c'erano una serie di numeri di dimensioni piccole per verificare il grado della vista e dei cerchi colorati per la prova di daltonismo.
Finiti questi accertamenti mi hanno detto di andare ad una postazione di un PC in cui era pronto il test pratico da superare, 30 domande un po' come da noi.
Per fortuna avevo preso giorni prima un libricino (gratuito) che si deve studiare per capire il codice della strada negli Stati Uniti.
Consiglio di cercare su internet o recuperare questo libro perche' parecchie domande sono sulle cifre delle varie multe che sono in vigore e sinceramente se posso arrivare col buon senso a capire che con doppia linea continua non si deve superare, le cifre sono aleatorie e vanno imparate a memoria.
Finito l'esame (che ho superato abbastanza easy), ho prenotato la prova pratica con l'esaminatore che mi hanno dato a settembre, dato che ci sono molte richieste.
Per quanto riguarda Houston, le strade sono tenute bene, e veramente grandi, le principali hanno minimo 4 o 6 corsie e la gente guida abbastanza bene secondo me e il fatto che qui ci siano tanti incidenti e' anche perche' ci sono TANTE macchine, Houston se ho capito bene e' considerata la terza citta' col piu' alto traffico degli States e quindi il traffico nelle ore di punta e' qualcosa di sconvolgente!
Ovviamente bisogna rispettare le regole, qui la polizia non scherza!
Concludendo credo che basta un pizzico di attenzione e un po' di buon senso e non dovrebbero esserci problemi...
Ah, recuperatevi un GPS che qui e' un labirinto! ;-)

Saluti!

Simone

Io avevo preparato questo piccolo prontuario se puó essere utile

psparse.com/usa-on-the-road-piccolo-prontuario-di-sopravvivenza/

Guidare qui è sicuramente più semplice che guidare in Italia. Le regole vengono osservate di più e in generale la guida è più civile.
Attenzione però: molti autisti non possiedono una patente e nemmeno l'assicurazione...
È un po' il Far West, a causa dell'immigrazione e spesso della disinformazione generale.

Per quanto riguarda la motorizzazione io ho avuto varie disavventure burocratiche.
Se prendere la patente è stato molto semplice, sia per la teoria che per la pratica, mi hanno sbagliato la data di nascita non una ma ben DUE volte...
Chiaramente se si viene fermati dalla stradale è sempre meglio avere i dati corretti, quindi ho dovuto richiedere la correzione e questo ha significato passare vari mesi senza una patente ufficiale, ma solo I documenti sostitutivi...
Un disastro!
Soprattutto visto che qui senza macchina si va in pochi posti.

In California ora anche gli illegali possono fare la patente e quindi in parte la situazione sta migliorando (pare un paradosso, ma sei illegale per il governo federale, alla DMV importa poco e ora permette, attraverso un processo particolare, di fare la patente).

Per quanto riguarda il guidare, devo dire che dipende: essendoci molte autostrade davvero grandi a volte si fa fatica a raccapezzartici. Ma a parte questo, e chi guida male (perche' ci sono anche qui tanti che guidano male) ci si muove bene. Bisogna abituarsi a fare un sacco ma davvero un sacco di miglia al giorno...

Io ho fatto la patente in Nord Carolina e quest'anno in California: devo dire che e' andato tutto liscio e in un giorno me la sono sempre cavata (anche perche' la California mi ha riconosciuto la patente scaduta del Nord Carolina e quindi non ho dovuto rifare il test di guida).

La cosa buffa e' che qui fai l'esame della patente con la tua auto. E io ho sempre auto con il cambio manuale: ho anche avuto l'impressione che l'esaminatore del Nord Carolina non avrebbe saputo guidare la mia auto XD XD

Buonasera a Tutti,
Sono fresco di esami per la patente, quindi posso dire che, sull'argomento sono abbastanza aggiornato. Il codice della strada e' molto simile a quello europeo, al di fuori di alcune differenze come ad esempio se ci si trova ad un semaforo con il rosso, chi e' nella corsia piu a destra e deve svoltare a destra, puo' farlo se la via e' libera. Oppure,arrivando ad un incrocio regolato dal segnale di stop, vi accorgete che il segnale di stop lo hanno tutti i lati dell'incrocio, la regola vuole che chi arriva per primo, parte per primo, seguito poi dal secondo arrivato da un'altra direzione e cosi via... Il che puo' sembrare strano, ma poi ci si abitua e lo si trova pure sensato.

Quello a cui ancora faccio fatica ad abituarmi e' la posizione fisica dei semafori, perche' si trovano normalmente posizionati oltre l'incrocio a cui ci si sta approssimando, in Europa e normale trovare il semaforo esattamente prima dell'incrocio all'altezza di dove ci si deve fermare, ovviamente anche qui ci si deve fermare prima dell'incrocio :),  ma a volte l'abitudine mi porterebbe a fermarmi all'altezza del semaforo, il che si resolve con decise frenate.

Riguardo la disciplina stradale l'impatto personale non e' stato positivo, almeno nei due stati dove ho l'occasione di guidare, mi pare che gli americani, di disciplina stradale ne abbiano meno di quella a cui ero abituato in Europa. In generale sono piu veloci, anche se i limiti di velocita' non lo sono e meno prudenti, soprattutto in autostrada.
Tuttavia tenendo presente la rigorosita' della locale polizia stradale, il mio consiglio e' di non superare mai i limiti e guardare sempre due volte prima di cambiare direzione/corsia.Con questo non voglio dire che qui siano piu' frequenti gli incidenti, anzi non ne ho mai incontrati di seri fino ad ora, forse per il fatto che il costo delle assicurazioni auto e' spropositato, soprattutto per chi non ha una locale storia assicurativa (il famoso bonus malus).

In possesso di residenza, la guida con una patente straniera, e' consentita per due mesi. Durante questi due mesi vi dovete recare al locale "Department Of Public Safety" muniti di documentazione, (per esempio patente straniera valida, prova/e di residenza, ssn...) e, a Dallas, tanta tanta tanta pazienza, perche' la fila e' lunga e dare cosi inizio al  processo per ottenere una patente locale, che consiste in esame di teoria ed esame di pratica.
L'esame di teoria, lo si fa, almeno a Dallas, nella stessa occasione in cui si presentano i documenti, occorre quindi andarci preparati.
Se avete passato l'esame di teoria allo sportello dove vi daranno il risultato potrete prenotare anche la data per la prova pratica, dove andate con auto propria, a noleggio, prestata  e appropriata documentazione. L'esame dura tra i venti e i trenta minuti e se il risultato e' positivo ricevete la patente via posta direttamente al vostro indirizzo di residenza, che deve percio' indicato correttamente durante la prima fase (consiglio doppia, tripla verifica).

Saluti,
Gianmaria

Verissimo il problema dei semafori!!! Mi sono più volte ritrovata ferma nel bel mezzo di un incrocio!!!! E poi c'è da dire che qui, quando il semaforo è rosso, è legale svoltare comunque a destra, seppur con cautela. I primi tempi si faceva fatica ad abituarcisi.

Vorrei fare una precisazione: non date per scontate le regole della strada e della motorizzazione....cambiano da Stato a Stato tanto che se ti trasferisci devi rifare l'esame della patente (almeno la teoria).

In California ad esempio i tempi per esempio si ha tempo 10 giorni per prendere la patente se si diventa residenti (e non due mesi). Per fare la patente qui in CA basta recarsi alla DMV locale (e se si e' in grandi citta' come San Diego e' meglio prendere l'appuntamento, si fa anche online) con i documenti richiesti e si procede. La teoria si fa subito, come l'esame dalla vista, mentre la pratica dipende dalle situazioni.

Stessa cosa per i semafori rossi: mi pare che la regola non valga in tutti gli Stati... meglio prestare attenzione e non dare le cose per scontate!

Nuova discussione