Scheda informativa Malta


Malta è una delle migliori destinazioni per gli stranieri che sono in cerca di un cambiamento nel proprio stile di vita.

Per cominciare ecco alcune brevi notizie sulla nazione:

L’Arcipelago si trova in posizione centrale nel Mediterraneo, offrendo così facile accesso ad Europa, Africa e Medio Oriente. I Paesi più vicini sono Italia, Tunisia e Libia.

Gode di 300 giorni di sole all’anno.

E’ facile trovare alloggio ed è abbastanza conveniente rispetto a molte altre parti d’Europa.

L’ economia maltese è stabile.

Il paese è membro dell’Unione Europea.

E’ ricca di tesori storici e archeologici.

E’ possibile partecipare a varie attività ricreative, come per esempio il Malta Jazz Festival che si tiene ogni anno in luglio.

Sempre più studenti hanno scelto questa destinazione per completare i propri studi superiori.

Malta si trova al centro del Mar Mediterraneo. E’ composta da 7 isole, tre delle quali sono abitate; Malta, Gozo (conosciuta come Ghawdex), e Comino (chiamata anche Kemmuna).

L’arcipelago si estende per un totale di 316 km² e ha una popolazione di 445,426 abitanti (dato stimato al 2016).

La città capitale è Valletta, patrimonio mondiale dell’UNESCO e più piccola capitale dell’Unione Europea.

L’economia del paese è principalmente incentrata sul commercio estero, produzione, turismo e servizi finanziari.

Negli ultimi anni l’industria del gioco d’azzardo online è cresciuta enormemente.

La produzione cinematografica è un altro settore in espansione: hanno scelto di girare a Malta film del calibro de Il Gladiatore, Troy, Warld War Z, Il Conte di Montecristo e Capitan Philips.

Con basse imposte sulla società e una forza lavoro produttiva e poliglotta, l’ economia del Paese è considerata avanzata e altamente industrializzata.

La produzione agricola è abbastanza ridotta, la nazione infatti produce solo il 20% del proprio fabbisogno alimentare.

La storia di questo paese è ricca, abbraccia migliaia di anni e rivendica molteplici influenze culturali.

Reperti archeologici indicano che le isole maltesi sono state abitate fin dal 5200 a .C. Alcune tra le più antiche imponenti strutture al mondo si trovano qui, più vecchie di Stonehenge, Newgrange e anche delle Piramidi di Giza. I Fenici, i Romani e i Greci hanno rivendicato a turno le isole maltesi nel corso dei millenni.

Nel 58 a.C. l’apostolo Paolo naufragò e fu portato dalle onde sulle spiagge dell’arcipelago. Rimase in loco predicando il Cristianesimo, che è rimansta la religione principale fino ai giorni nostri.

Malta è rimasta per diversi secoli sotto il dominio bizantino, fino alle guerre arabo-bizantine del 800 a.C..A seguito di queste battaglie nel territorio del mar Mediterraneo, le isole maltesi rimasero sostanzialmente disabitate per più di 100 anni.

Dal 1048 a.C. i musulmani della Sicilia colonizzarono il paese, introducendo tecniche di irrigazione, nuova agricoltura e, forse cosa più importante, la lingua che si sarebbe successivamente evoluta nell’attuale maltese.

I Normanni e il Regno di Sicilia presero il controllo delle isole poco dopo, reintroducendo una maggioranza cattolica. Malta divenne quindi parte del Sacro Romano Impero sotto il controllo spagnolo. Nel 1530 i Cavalieri Ospitalieri (conosciuti anche come i Cavalieri di san Giovanni e successivamente i Cavalieri di Malta) furono autorizzati a stabilirsi nell’arcipelago dopo essere stati cacciati dall’isola di Rodi dall’Impero Ottomano.

I Cavalieri di San Giovanni avrebbero avuto un enorme impatto sull’attuale nazione. Resistettero al Grande Assedio del 1565, respingendo gli sforzi degli Ottomani di occupare le isole come punto strategico per invadere l’Europa meridionale.

In segno di gratitudine la corona Spagnola mandò doni in denaro ai Cavalieri per aver fermato l’avanzata degli Ottomani e per aver quindi protetto il resto dell’Europa dall’attacco.

Con tale sostegno finanziario, i Cavalieri di San Giovanni progettarono e costruirono la nuova città capitale Valletta. Negli ultimi 500 anni Malta è stata conquistata da Napoleone, è passata poi sotto la protezione dell’Inghilterra e ha subìto costanti bombardamenti da parte della Germania durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1964 ha finalmente ottenuto l’indipendenza. Per 10 anni il paese ha mantenuto la Regina Elisabetta come Capo dello Stato, fino al 1974 quando si autoproclamò una repubblica indipendente.

Malta ha aderito ufficialmente all’Unione Europea il 1° maggio del 2004 e si è unita alla Zona Euro il 1°giugno del 2008, adottando l’Euro come valuta ufficiale.

Per quel che concerne flora e fauna, l’isola è arida e con poca varietà di flora endemica, a differenza di altri territori vicini nell’area mediterranea. Bacche, uva e olive, così come carrube e fichi, si possono trovare ovunque.

La fauna maltese è allo stesso modo limitata nella diversità, sebbene si possano trovare conigli, ricci, donnole, pipistrelli e lucertole. Non dimentichiamoci della popolazione marina, nelle acque dell’arcipelago si può avvistare una grande varietà di specie acquatiche.