Close

5 sbagli da evitare quando ci si trasferisce a Malta

Buongiorno a tutti,

Facciamo appello a voi che già vivete nel paese per chiedervi: quali sono gli sbagli da evitare appena arrivati a Malta?

A volte la mancanza di informazioni, l’inesperienza o l’impatto con una nuova realtà ci porta a fare dei passi falsi e con il senno di poi ci diciamo: “Se l’avessi saputo avrei cercato casa in quel quartiere oppure mi sarei comportato in tal maniera piuttosto che…”.

Quali sono gli errori che avete fatto freschi di trasferimento a Malta e come avete ovviato? Potendo tornare indietro cosa fareste diversamente?

Che consigli potete dare ai futuri espatriati per evitare che vivano la vostra stessa situazione?

Grazie per condividere la vostra esperienza,

Francesca

Buogiorno a tutti,
se si decide di abitare in una delle zone più gettonate e si possiede un'auto, è bene trovare una casa che abbia il garage.
Gzira, Sliema, San Julien, San Gwann, Birkirkara, Msida; sono aree con un'alta densità abitativa e parcheggiare puà essere un problema.
Se poi invece si decide di fare qualche chilometro in più allora si possono trovare soluzioni abitative più comode ed economiche.
A voi la scelta.

Salve,

naturalmente dipende dall' attività che dovrete svolgere a Malta ma soprattutto dal tipo di persona che siete, se più o meno amanti della quiete.
Questi consigli valgono per chi ama la quiete e non deve andare al lavoro alle 8 di mattina.

1.scegliete una zona non turistica, per esempio evitate zone come Sliema e San Giljan, possono diventare un inferno nei periodi estivi e a Malta l'estate dura 6 mesi.
2.evitate case senza riscaldamento (lasciate perdere i condizionatori o fan coil parlo di riscaldamento vero) diversamente la casa d'inverno diventa fredda e umida. L'umidità a Malta si vede !
3.fate un periodo di prova di 6 mesi prima di decidere se trasferirvi definitivamente e in quale zona
4.cercate di parlare subito inglese anche se i Maltesi capiscono l'italiano ... chi parla italiano non è proprio così ben visto
5.predentevela con calma, datevi tempo, cambiare paese non è una passeggiata.

Katia

Ciao a tutti....
beh...io alla luce di quasi tre anni....tra Malta e Gozo..potrei fare qualche riflessione col senno del poi ...come si suol dire
E la prima cosa è che l'ignoranza intesa come disinformazione non paga e tocca a noi...che approdiamo bellini bellini in un Paese nuovo, sapere le cose di base....personalmente l'unica cosa davvero che ho considerato di non aver fatto ..è stato di aver sottovalutato l'importanza della lingua...sto rimediando ora ...immersa in corsi on line e serie televisive rigorosamente in inglese e a tratti vado in crisi lo stesso :-))..ma, a parte quello...direi che per quello che riguarda bollette , ecc...è un must!! informarsi...ed è stata la prima cosa che ho fatto, ancora ospite di un'amica italiana trasferitasi prima di me....come si paga ? A chi?  Poi...devo dire ...ragazzi affidatevi ad agenti immobiliari seri o ad agenzie idem..io ho fatto un contratto regolarissimo....e sul contratto scrivono l'ultima lettura ..giusto perchè sia chiaro...il contratto acqua /luce dati gli spostamenti veloci e l'alternarsi delle persone...è intestato ai proprietari , ma la bolletta arriva a me ed è semplice controllare ...vicino a me c'è l'ufficio di Enemalta cui chiedere info in caso di dubbi....insomma un pò di attenzione ci sta proprio..ma se ci si affida a persone serie ...non ci sono problemi...i contratti parlano chiaro...e sulla mia bolletta posso leggere i miei consumi...e qualsiasi costo...io non ho avuto problemi nel trasferimento...mi ero informata con addetti della Camera di commercio di Malta..su vari punti...e per il resto ho cercato ogni tipo di informazione..,problemi zero...Qui non siamo in Italia...e per fortuna direi...e per me è tutto ok...Non possiamo incolpare gli altri se noi non ci prendiamo la briga di informarci a fondo.....Questo è un nostro dovere....

Nuova discussione

Traslocare a Malta

Consigli per preparare un trasloco a Malta