Close

1000 € di pensione

mauro biazzi :

Ciao sono mauro da 13 anni in Tunisia....certamente puoi Vivere con 1000 euro da Noi. ..e piu Che bene. ...se pensi Che al cambio attuale sono quasi 3000 dinari e un Ministro non ne guadagna piu di 2200. ..lo Stipendio medio Di un Funzionario si aggira Intorno ai 700 dinari. ...ti fa capire Che Potenzialita hai con  3000 Dinari mese

blitzquotidiano.it/politica-mondiale/tunisia-i-deputati-si-raddoppiano-gli-stipendi-2400-euro-al-mese-1240673/

Ciao Mauro, in questo articolo del 2012, c'è scritto che un ministro tunisino guadagnava 4800 dinari al mese e non 2200 mentre un deputato ne guadagnava 2300.

Non conosco la fonte di Blitz Quotidiano
Mentre  conosco la Fonte Tunisina....DA Dopo la Rivoluzione 2011...i Salari  di Tutti i Députati  Ministri  Compresi  sono stato Calmierati......con un Salario medio di 2300 dinari.... Poi ci sonoextra certamente,...trasferte...spese rappresentanza ecc.râ.....di ça.1000dinari

Grazie del chiarimento, prezioso come sempre.

per il volo usa skyscanner. trovi voli dai 100 ai 150 euro da milano bologna roma napoli etc.
non ci sono problemi ad andare a vivere in tunisia con la tua pensione ma occhio a quello che lasci in italia.

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/fi … 2017+B.pdf

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/fi … .03.17.pdf

Gli italiani che hanno trasferito la residenza all'estero ma versano i contributi per la Colf in Italia e continuano a pagare la bolletta della luce finiscono ora sotto la lente dell'Agenzia delle Entrate. Gli accordi internazionali hanno fatto scattare da quest'anno gli incroci con 53 Paesi e anche i Comuni faranno confluire le informazioni su coloro che cambiano la residenza chiedendo l'iscrizione all'Aire, l'elenco di coloro che hanno abbandonato l'Italia. E, mentre è stata riaperta la possibilità di aderire alla Voluntary Disclosure, il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, ha stabilito i criteri per la messa a punto delle ''liste selettive'' dei contribuenti a rischio che guarderanno alle utenze e alle Colf, ma anche all'apertura di partite Iva ma anche ai movimenti finanziari e alla mancata adesione alla regolarizzazione dei capitali all'estero.

In pratica si guarderà a criteri che fanno ipotizzare un'effettiva permanenza dei contribuenti in Italia in barba alla residenza dichiarata. Ovviamente con l'attenzione puntata anche su coloro che non hanno aderito alla voluntary, pur registrando movimenti di capitali da e per l'estero. I controlli - è scritto in una nota dell'Agenzia delle Entrate - riguarderanno i cittadini che sono andati all'estero hanno spostato la residenza da primo gennaio 2010....continua (vedi link)

ansa.it/sito/notizie/economia/2017/03/03/faro-del-fisco-su-residenti-allestero_9f78e426-3fc1-440e-a3c7-b95d2e9330bb.html

ok faccio questo esempio... ho casa in Italia dove vive un vecchio genitore lo faccio accudire da colf e pure da giardiniere e autista oltre che dama di compagnia, tutti questi li pago io regolarmente, anche le utenze domestiche sono a mio nome, io risiedo in Tunisia 200 giorni l'anno e il resto vado a trovare il genitore, una gita nelle filippine (quindi altro periodo fuori) e anche una passeggiata ai castelli con amici di scuola... che mi fa il fisco? Mi chiede dove sono stato 183 giorni? All'estero! Come lo dimostri? Con il  visto sul passaporto che lo giustifica, vivo in un paese dove non esiste visto? Come hanno fatto ad un italiano hanno chiesto contratto di affitto dell'anno oggetto di controllo e bollette della luce, gas e eventualmente telefono... ok e poi? Non dimentichiamo che attualmente un controllo viene effettuato tramite l'esistenza in vita. comunque ben vengano i controlli se li vorranno fare ma di certo non con le bollette della luce, acqua e gas di una casa dove basta una scrittura privata da un notaio per darla in gestione ad un parente. Ripeto la defiscalizzazione è una legge dello Stato, le altre sono norme transitorie, discipline, allegati e annessi e circolari, il tutto o è in linea con quanto stabilito dalla legge in riferimento o non ha valore se non puramente gossip da social network (o in questo caso chiacchiera da forum).

Premetto che la prova circa la residenza all'estero di un cittadino italiano in un paese non incluso nelle black list del fisco spetta al fisco stesso. Quindi se tu affermi di aver vissuto all'estero per un certo periodo, spetta a loro dimostrare il contrario. Questo lo possono fare grazie agli innumerevoli scambi di informazioni ormai in vigore. Dubito ti chiederanno utenze o contratti d'affitto difficilmente verificabili.
Come ti ho gia risposto nella discussione precedente, se sei sicuro di essere perfettamente in regola, ovviamente non ti fanno nulla ma sei sempre sotto indagine in quanto rientri nella liste selettive.
Tu mi dirai ecchissenefrega? Ed io ti rispondo:" sei al corrente della nuova normativa circa il pignoramento diretto di conti correnti, stipendi e pensioni?".
Lo sai che poi spetta a te andare li a dimostrare che hanno sbagliato e magari fare anche causa? E cosa accadrebbe se tu ti trovassi nelle filippine e nessuno riuscisse ad informarti che il tuo conto in italia è stato pignorato?

Io comunque ho programmato un primo viaggio per respirare un po di aria africana.

Costo biglietto 130 euro
costo all inclusive per 7 gg in hotel 130 euro

E' tanto?

Headache :

Dubito ti chiederanno utenze o contratti d'affitto difficilmente verificabili.

Mi spiace che lo dubiti, non scrivo mai cose che non ho verificato e mi tocca pure dilungarmi per dirti perché l'ho scritto... ma perché non ci credete a prescindere?
Ok veniamo a noi, un italiano ha chiesto all'Agenzia delle entrate di Pescara il rimborso dei soldi pagati con le tasse il primo anno di residenza all'estero e invece pagate al fisco italiano (venne defiscalizzato il secondo anno), dopo 4 anni l'agenzia delle entrate gli ha scritto informandolo che aveva omesso (per una sua dimenticanza) l'attestazione del fisco tunisino sul modulo di richiesta di rimborso che avrebbe dovuto inviare in originale a suo tempo, quindi gli ha chiesto tutte le cose che ho riportato sopra, da qui, se non dovesse produrre quanto richiesto (e le entrate si sono riservate ulteriori richieste) verrà respinta la richiesta di rimborso del primo anno e rischierà di andare sotto controllo delle entrate. Questo nel mese di luglio... ripeto, per le altre casistiche non mi interessano e spero non mi debbano interessare mai, qualora dovesse succedere qualcosa mi preoccuperò al momento.

pasquale1960 :

Io comunque ho programmato un primo viaggio per respirare un po di aria africana.

Costo biglietto 130 euro
costo all inclusive per 7 gg in hotel 130 euro

E' tanto?

secondo me il biglietto è buono se parliamo di andata e ritorno se sono 130 euro mezza pensione è buono se sono 130 euro solo prima colazione puoi trovare di meglio.

No x Hôtel...mi sembra una buon Prezzo...considérato all  inclusive.... X Aereo dipende DA dove parti....Alitalia aveva promo...credo pero fino a 22 septembre...A/R a 158 euro

Ottime Puntualizzazioni Antonello

Il biglietto aereo a r da fiumicino.

Invece mi e' venuto il dubbio per il tutto incluso.....che teoricamente dovrebbe essere pensione completa + consumazioni al bar.....ma non vorrei aver frainteso......domani verifico

Be se e All  Inclusive la Paola stessa lo conferma....ma una verifica  non fa mai mâle....
X l aereo a che prima sul Blog e uscita  Nota ALITALIA a158 euro A/R

per informazione hotel in che città lo hai visto e se sousse come si chiama?

Si l hotel e' a Port el kantouki...vicino al parco giochi acquatico

Anto&Simo :
Headache :

Dubito ti chiederanno utenze o contratti d'affitto difficilmente verificabili.

Mi spiace che lo dubiti, non scrivo mai cose che non ho verificato e mi tocca pure dilungarmi per dirti perché l'ho scritto... ma perché non ci credete a prescindere?
Ok veniamo a noi, un italiano ha chiesto all'Agenzia delle entrate di Pescara il rimborso dei soldi pagati con le tasse il primo anno di residenza all'estero e invece pagate al fisco italiano (venne defiscalizzato il secondo anno), dopo 4 anni l'agenzia delle entrate gli ha scritto informandolo che aveva omesso (per una sua dimenticanza) l'attestazione del fisco tunisino sul modulo di richiesta di rimborso che avrebbe dovuto inviare in originale a suo tempo, quindi gli ha chiesto tutte le cose che ho riportato sopra, da qui, se non dovesse produrre quanto richiesto (e le entrate si sono riservate ulteriori richieste) verrà respinta la richiesta di rimborso del primo anno e rischierà di andare sotto controllo delle entrate. Questo nel mese di luglio... ripeto, per le altre casistiche non mi interessano e spero non mi debbano interessare mai, qualora dovesse succedere qualcosa mi preoccuperò al momento.

Ok ma io parlavo delle verifiche al fine dell'attestazione della residenza. Ergo residenzia fittizia, esterovestizione.
Il tuo caso è diverso, si tratta di rimborsi quindi non rientra nella casistica di cui si discuteva.

certo headache ma dove ti controllano realmente è proprio qui il resto non ha avuto mai alcun controllo e se ce ne fosse stato qualcuno avrebbero fatto bene!

Nuova discussione

Traslocare a Susa

Consigli per preparare un trasloco a Susa