Cercare impiego in Portogallo

trovare lavoro in Portogallo
Shutterstock.com
Aggiornato 2022-03-30 13:47

Trasferirsi in Portogallo significa adattarsi ad un nuovo stile di vita ed ambiente di lavoro, dove le opportunità per gli espatriati non mancano. Ecco una panoramica sul mondo del lavoro in questo Paese. 

L'economia portoghese ha avuto degli alti e bassi negli ultimi decenni, ma allo stato attuale è in crescita, favorendo chi cerca lavoro. Negli ultimi anni, il tasso di disoccupazione in Portogallo ha continuato a diminuire e, nel 2021, si è stabilizzato intorno al 6,1%. 

Questa è un'ottima notizia per gli espatriati che stanno considerando di trasferirsi in Portogallo, visto che molte aziende internazionali si stanno espandendo o stanno aprendo degli uffici sul territorio, e aziende nuove continuano a nascere. Consigliamo di iniziare la ricerca del lavoro da Lisbona, la capitale: è la città più grande del Portogallo ed offre maggiori opportunità d'impiego. Anche Porto, la seconda città più grande, è molto popolare come scelta per il trasferimento. 

Procedure per lavorare in Portogallo

Se progettate di vivere in Portogallo per più di tre mesi e non siete cittadini portoghesi, dovrete richiedere un'autorizzazione. Prima di procedere, informatevi presso l'Ambasciata Portoghese o il consolato nel vostro paese. 

Da notare che i visti o i documenti di tipo amministrativo possono essere necessari a:

  • cittadini dell'Unione Europea facenti parte della zona Schengen
  • cittadini dell'Unione Europea non facenti parte della zona Schengen
  • cittadini non appartenenti all'Unione Europea

Il mercato del lavoro in Portogallo

Sono molti i campi che offrono lavoro in Portogallo. Le aziende più popolari fanno parte dei settori di ingegneria, tecnologia, industria mineraria, istruzione, sanità, informatica, telecomunicazioni, energia e finanza, ma presentano buone opportunità anche le industrie tradizionali come quelle di turismo, agricoltura, manifattura e lavorazione (di vino, olio d'oliva, carta, pelle) e tessile. 

Gli espatriati possono trovare impiego nell'istruzione e nella sanità. I candidati che parlano fluentemente sia il portoghese che l'inglese avranno più facilità a trovare lavoro, specialmente nel settore dell'assistenza sanitaria. 

Gli studenti che cercano un lavoro part-time in Portogallo possono prendere in considerazione i settori del turismo, della vendita al dettaglio, dell'ospitalità o dei call center/marketing.

Come trovare lavoro in Portogallo

Prima di candidarvi per un lavoro in Portogallo, è importante che prepariate un curriculum dettagliato e aggiornato. È consigliabile redigere il cv secondo le abitudini portoghesi, così da avere maggiori possibilità di successo. Se avete dei dubbi, potete chiedere aiuto ad un amico portoghese o ad un collega, o anche iscrivervi ad un'agenzia di reclutamento, che vi fornirà suggerimenti su come scrivere il vostro curriculum. 

Solitamente, un cv portoghese è redatto in ordine cronologico ed è lungo due/tre pagine. Molti curricula includono anche una foto all'inizio della pagina. Spesso sono divisi in sezioni: 

  • Informazioni personali (dove inserite nome, età, dettagli di contatto...)
  • Istruzione (titoli di studio, corsi svolti e certificazioni conseguite, lingue straniere parlate...)
  • Esperienza lavorativa (posizioni ricoperte in passato, a partire dalla più recente. Includete informazioni sulle responsabilità, sui risultati ottenuti, ecc...)
  • Altri interessi ed hobby (è abbastanza frequente concludere il cv con una nota sulle attività che avete l'abitudine di fare dopo il lavoro come sport, lettura ecc. È una buona idea includere attività che potrebbero colpire il vostro datore di lavoro e che possono essere funzionali alla posizione per la quale vi state candidando)

In Portogallo, i curriculum tendono ad essere focalizzati sull'esperienza professionale e i titoli di studio. Non è particolarmente frequente scrivere di obiettivi personali ed aspirazioni, come invece è d'uso comune nei cv americani, ma in ogni caso non c'è nulla di male a farlo. 

Quando scrivete il vostro cv, affidatevi alle risorse online. Esistono dei siti, alcuni sono gratuiti, dove trovate dei modelli da seguire per aiutarvi a redigere e formattare il vostro curriculum.

Oltre al cv, molte posizioni richiedono ai candidati di inviare una lettera di presentazione, che di solito è lunga meno di una pagina ed ha l'obiettivo di riassumere le vostre competenze e spiegare perché siete adatti a quella posizione. 

Lavorare in Portogallo

La settimana di lavoro generalmente è di 40 ore, con 22 giorni di vacanze annuali. I lavoratori hanno anche diritto ad altri giorni di riposo durante i giorni di festa nazionale che sono 12 in Portogallo, più altri 2 opzionali. 

L'età pensionabile in Portogallo è di 66 anni e 5 mesi. In ogni caso, i lavoratori possono scegliere se andare in pensione prima o se continuare anche dopo il raggiungimento dell'età minima. Si è legalmente autorizzati a lavorare dopo i 16 anni. 

Lo stipendio minimo è più basso se paragonato a quello di altre città europee e Paesi esteri. Ad ogni modo, il costo della vita in Portogallo è più conveniente rispetto alle nazioni vicine.

Nel 2021, uno stipendio medio (minimo) si aggirava sui 775,80 EUR. 

Indirizzi utili:

Indeed Portugal (in portoghese)
Expresso emprego (in portoghese)
Empregos online (in portoghese)
Reed (in inglese)

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.