Vi presento Vanni, il mentore Expat.com per la Francia!

Buongiorno a tutti,

Con piacere vi presento Vanni, il mentore di Expat.com per la Francia!

Chi è il mentore?
Come sapete la missione di Expat.com è di condividere informazioni sulla vita all’estero,
aiutandoci tra di noi! Il mentore è un utente, espatriato e con una buona conoscenza del Paese ospitante, che fa parte del team di Expat.com e su base volontaria aiuta a tenere il forum attivo, guidando le persone che cercano consigli ed informazioni sulla vita in Francia.

Conosciamo un po' Vanni...

Presentati alla nostra comunità

Buongiorno, mi chiamo Vanni, e come te mi sono già posto la domanda: "e se andassi a vivere in Francia?".

Quali sono i motivi che ti hanno spinto a trasferirti in Francia?


Quando avevo poco più di 26 anni lavoravo in Italia come responsabile commerciale estero. Ho sempre avuto la convinzione che un'esperienza all'estero è molto importante per crescere personalmente e professionalmente. I criteri di scelta del paese di destinazione che avevo ritenuto erano: A) Cultura simile a quella italiana, B) Stabilità economica del Paese e livello dei servizi, C) Garanzie del lavoratore dipendente, D) Clima gradevole.
Alla fine il paese che per me riassume al meglio questi criteri è la Francia.

Da quanti anni vivi in Francia e in che città?

Una mattina di settembre di 9 anni fa ho salutato tutti i miei amici, sono entrato in macchina e ho guidato fino ad arrivare nella città di Nantes, situata nei Paesi della Loira (Regione occidentale della Francia) conosciuta anche come la "Città dei Duchi di Bretagna".

Quali sono gli aspetti che apprezzi maggiormente della vita in Francia?


Se devo pensare a una frase che i francesi utilizzano in continuo per esprimere quello che possono fare, è "j'ai le droit de faire..." (vale anche per vietare / interdire a un'altra persona di fare una certa azione... "tu n'as pas le droit de...").
I francesi fanno dei propri diritti individuali e collettivi il centro del vivere in comunità.
Questo lo si riscontra moltissimo nelle condizioni di lavoro: orari di lavoro, livello dei salari, bonus, partecipazioni, condizioni sanitarie .
La sanità pubblica: come in Italia, gran parte delle spese sono prese in carico dallo Stato, poi ogni lavoratore può completare con una assicurazione mutua. Non ho molta esperienza nel merito, tuttavia mi sembra di capire che le infrastrutture sono più egalitarie sul territorio francese e con dei livelli di qualità piuttosto elevati.

Qualche consiglio, a chi sta per trasferirsi o è appena arrivato in Francia, per affrontare al meglio la nuova esperienza di vita?

Se siete arrivati da poco in Francia dovete assolutamente procedere a:
1) migliorare il più possibile il vostro francese orale (raggiungere almeno un livello da poter comprendere e comunicare dei concetti di vita quotidiana). Una buona padronanza della lingua è alla base dell'integrazione sociale.
2) Districarvi tra il trovare un alloggio / un conto corrente / iscrizione alla sanità nazionale ed ottenere la "Carte Vitale" (equivalente della nostro tesserino sanitario).
Perché "districarvi"? perché per iscrivervi alla sanità locale dovete avere un conto corrente con una banca francese. Per avere un conto corrente dovete poter provare di avere un indirizzo fisso, e per avere un indirizzo fisso vi chiederanno un milione di documenti e garanzie.
Come suggerimento: 1 cominciate con l'alloggio (che è la parte più dura, ma in un primo tempo potete riuscire a ottenere facilmente degli indirizzi temporanei (hotel, stanza in affitto in coabitazione etc..) e poi in un secondo tempo potrete trovare una sistemazione migliore portando il famoso milione di garanzie e documenti richiesti / 2 scegliete una banca online le cui pratiche sono facilissime / 3 presentate il vostro "dossier" per l'assicurazione sanitaria nazionale.

Se questa parte amministrativa è già risolta, o in corso, in un primo tempo potrebbe essere più o meno difficile integrarsi nella vita sociale dei francesi: cercate dei connazionali italiani o degli eventi di aggregazione sociale per stranieri ogni città ne ha differenti (a Nantes ci sono i "café Franco / italien o Franco / Espagnol o Franco / Anglais, dove si incontrano persone che intendono praticare la lingua straniera indicata).
E quasi dimenticavo... leggete o postate degli annunci su Expat.com

A presto e in bocca al lupo!

***

Buona navigazione a tutti sul forum Francia :cheers:

Francesca
Team Expat.com

***
Se volete entrare a far parte del gruppo Expat.com dei mentori,
leggete qui.

Nuova discussione