Consigli per chi cerca il primo impiego in Spagna

Ciao,

Che consigli puoi dare alle persone in cerca del primo impiego in Spagna?

Quali sono i passi da seguire ed i canali migliori per iniziare la ricerca: internet, agenzie di reclutamento, annunci sui giornali, il passaparola?

Quali i settori che offrono pių opportunitā?

Che raccomandazioni daresti a chi sta per iniziare la sua carriera lavorativa in Spagna?

Grazie in anticipo per il tuo contributo!

Ragazzi, non pensate che spagna sia l'eden,lo stipendio minimo e' inferiore a italia,si salvano i lavori nelle scuole,ospedali,e grandi imprese.il settore turistico e' una schiavitu', una marea di ore,tredicesima e quattordicesima comprese nello stipendio,la liquidazione non esiste.E se uno denuncia l' impresa che lavora deve aspettare 4 anni che il fondo salariale lo paghi.
Quindi attenzione non e' rutto oro lo che lucica.

Ciao e benvenuto!
Non so per gli altri ma la mia esperienza personale dal 2009 che sono qui è un misto tra infojobs e parlare con la gente.
Ho sempre lavorato, ho fatto di tutto, da recepcionista in un hotel, a traduttore, a professore, a agente di viaggi e mi sono messo in proprio da poco.
È vero che le grandi ditte hanno le condizioni più precarie, però devi sapere rifiutare offerte ridicole!
Tutto dipende dalla tua esperienza, dal campo, ma soprattutto dal tuo dominio dello spagnolo

Ciao a tutti e due e grazie per le informazioni!

In base alla vostra esperienza consigliate di essere in loco per iniziare a cercare lavoro?
Partire dall'Italia con cv alla mano e poi girare per le agenzie interinali?

Grazie mille,

Fancesca

Dipende da quello che cerchi e in che parte di Spagna...
Se parliamo di catene di hotel o grandi compagnie solo accetteranno cv via web.
Lo stesso vale per le agenzie iterinali: ti iscrivi sulla web e ri appunti ai lavori che ti interessano. Poi ti contstta l'ufficio locale. Per questo ti consiglio di farti un profilo su infojobs Spagna con un indirizzo (anche se fittizio) nella città dove vuoi andare a vivere.
La cosa principale è tener chiaro la città!
Senza sapere che lavoro cerchi non posso aiutarti di più, però ripeto che secondo me, e vivo qui da 5 anni, ci sono più possibilità qui che in Italia.
Mandami un privato e ti posso aiutare con indirizzo.

Ciao Marco, sono Lorenza della provincia di Bergamo. A metà settembre mi trasferirò in Spagna insieme al mio compagno e nostro figlio di 2 anni. L'idea è di trasferirci a Malaga. Io sono educatrice professionale e tanta esperienza in nidi d'infanzia, il mio compagno operaio in Italia ma scultore per i 10 anni che ha vissuto a Granada (è spagnolo, regione Almeria). All'inizio ci appoggeremo alla sua famiglia nella regione di Almeria, intanto cercheremo lavoro....io mi stò informando come aprire un'attività come madre del dia (nido in famiglia), lui cercherà qualcosa. L'idea futura è quella di poter aprire un laboratorio o negozietto di oggetti artistici/sculture.
Conosci la zona di Malaga?pensi possano esserci buone possibilità di trovare un lavoro? Non abbiamo fretta, abbiamo venduto casa e partiamo con un bel gruzzoletto di risparmi.
In ogni caso siamo carichi e convinti della nostra scelta verso il nostro sogno.
Grazie per ogni informazione e/o consiglio che vorrai darci.

Ciao Lorenza,

La zona di Málaga va benissimo!
Se poi venite con abbastanza soldi non avrete problemi. Il tema degli asili nido qui è un boom e se fate uno studio previo della zona giusta sono sicuro che funzionerà benissimo. Qui si spinge molto per l'educazione privata e ci sono molti incentivi, anche io ora lavoro in questo ambito.
Prima di aprirsi l'attività vi consiglio di accudire all'ufficio del CADE (sportello della comunità di Andalucía per i nuovi imprenditori) dove vi possono aiutare in tutti gli aspetti.
informati comunque se per la licenza d'apertura devi far convalidare titoli di studio ottenuti fuori dalla Spagna.
come ultimo consiglio, Vi consiglio, se potete, di comprare una casa più che affittare, io ho comprato un appartamento 3 anni fa al 30% del valore che era in vendita 8 anni fa.
Vi posso mandare link di pagine se vi interessano.

Ciao. Purtroppo i soldi non sono così tanti, la nostra casa era piccola e abbiamo svenduto a 50.000E che con risparmi e il resto arriviamo a 90.000 circa. Le case vedo che a Malaga costano abbastanza  e senza lavoro fisso non possiamo accollarci un mutuo.In ogni caso....con calma, se tutto và bene, ci penseremo.Il nido sarà un piccolo nido familiare proprio perchè mi han detto che normalmente quelli grandi hanno molti bambini per una sola educatrice mentre molti genitori cercano la tranquillità di un nido che possa seguire al meglio i propri figli.
Grazie per l'incoraggiamento, quindi Malaga la vedi in espansione anche dal punto di vista lavorativo?

Il mio appartamento a Jerez de la frontera mi è costato meno di 50 mila con 3 camere da letto. Comunque si Malaga è più cara ma si trovano occasioni per il vostro budget.
lavoro come dipendente o cameriere è difficile.
Moltre ditte del Regno Unito e Brasile hanno aperto call centre nella zona di Málaga, quindi automaticamente lavoro sicuro per chi parla bene l'inglese e altre lingue. Se ti assume una di queste ditte bene, i locali tendono a fare contratti x stagisti o full time con stipendio part time...
La idea del nido potreste svilupparla magari comprando una casa e adattando il piano sotto. Attenzone alle licenze che sono carissime e la tassa autonomo di 250 euro mensuali.

Ciao. Grazie per i consigli. Certo è che non possiamo investire troppo nella casa all'inizio, preferiamo prima sistemarci un pò col lavoro. Intanto staremo in affitto. Abbiamo pensato che se dopo 1 o 2 anni le cose non girano investiremo in qualcosa su un'isola, di quelle dove con poco si apre un'attività un minimo lucrativa. Non è la nostra idea e credo che tutto andrà per il meglio ma bisogna sempre avere una soluzione alternativa in testa!!
Mi hai detto che ora ti occupi del campo dell'infanzia, puoi specificarmi e declinarmi più di preciso?L'esperienza di qualcuno che già ha iniziato è sempre preziosa. Anche tu hai un titolo da educatore o pedagogista?o sei solo l'imprenditore che affida il lavoro?
Rispetto al lavoro da dipendente dici che è molto difficile, tu comunque te la sei sempre cavata mi pare leggendo i post precedenti...

Questa storia delle attività lucrative con poco o zero inversione iniziale solo la sento in Italia... Per mettermi in proprio qui ho fatto uno studio del mercato approfondito. Allo stesso tempo dopo 5 anni qui, vedo tanta gente arrivare da fuori con idee un po' campate in aria.
La mia esperienza personale penso sia differente alla maggior parte degli italiani che vengono qui. Io ho vissuto 14 anni a Londra e parlo 4 lingue. Sono professore di inglese e traduttore. Io ho trovato lavoro grazie alla conoscenza dell'inglese e la capacità di insegnarlo. Ho quasi 40 anni e per una persona con la mia esperienza ed età è praticamente impossibile passare i filtri di selezione (meno di 30 anni, laureato negli ultimi 2 ecc.),

Non saprei, io parlo per l'esperienza di due conoscenti italiani che si son visti ridurre da 38 a 18 le ore educative. A detta loro hanno investito 25.000 in un ristorantino (non cuochi, educatori!) a tenerife 2 anni fa. Lavorano e vivono,senza lussi, normale come qua ma con un paesaggio,clima e ritmi differenti. Sono felicissimi e ringraziano che la vita li abbia costretti a scegliere altro.
Sò che la situazione lavorativa  in Spagna non è semplice come in Italia. I genitori del mio compagno vivono con 420E a testa da 5 anni perchè non trovano lavoro, suo padre và in pensione ora. Certo nella regione di Almeria vivi con quei soldi se hai una casa tua e mangi di ciò che coltivi. E' pieno di inglesi in pensione, il pil sale così.
Tu sei sicuramente avvantaggiato perchè conosci diverse lingue....noi lasciamo qui due lavori a tempo indeterminato per un sogno e pensiamo sia la cosa migliore per noi e nostro figlio. Non ho ancora inteso di cosa ti occupi nel campo dell'infanzia e se hai avuto difficoltà burocratiche ad aprire la tua attività

Non saprei che dirvi, lasciare lavori sicuri per andare in un paese dove i lavori a tempo indeterminato praticamente non esistono mi farebbe paura nella situazione attuale (anche se noi abbiamo fatto lo stesso 6 anni fa).
Io sono professore di inglese, traduttore e interprete, e sono socio proprietario di una accademia di lingue. Problemi in aprire l'accademia non ne ho avuti anzi...
Hai che specificare che Almeria e Cadiz sono le provincie dove la vita è meno cara e abbiamo le migliori spiagge!
Io ho 2 figli, uno di 11 e il piccolo che compirà 5 in agosto, siamo venuti in Spagna per avere la famiglia vicino perché a Londra avevamo una vita molto agiata ma mancava la famiglia estesa. Volevamo che i bambini crescessero vicino ai nonni e i cugino visto che era la città natale della mia compagna.
I miei vengono spesso qui e anche noi andiamo in Italia molto.
Quello dei 420E da 5 anni non capisco molto visto che qui la disoccupazione la danno un massimo di 24 mesi.

Perchè avendo lavorato una vita il padre del mio compagno ha diritto ai 420E fino all'età pensionabile, tra le detrazioni della busta paga c'è un accantonamento che và in un fondo per quando la persona non ha lavoro essendo che in Spagna i contratti a tempo indeterminato sono sempre stati rari. Rispetto a mio padre che ha lavorato 35 anni sempre nella stessa azienda in Italia, in Spagna, su altrettanti anni, il padre di Felipe ha cambiato diverse aziende con diversi buchi fermi di mesi tra un contratto e l'altro. Certo è un rischio come dici tu ma bisogna essere positivi e pensare che la vita è una e se non si rischia non c'è possibilità alcuna di riuscire. Anche noi vogliamo stare più vicini ai nonni, la bisnonna speciale che ha Matias, gli zii e i cugini....Bene, chissà se ci incroceremo il quel di Malaga...presto arriviamo!

Nuova discussione