Fare impresa in Spagna

Shutterstock.com
Aggiornato 2021-10-21 15:15

La Spagna offre un ambiente commerciale favorevole a chiunque voglia avviare una piccola, media o grande impresa. Gli investimenti esteri da parte di imprese europee ed extraeuropee per rilanciare le prospettive occupazionali e l'economia sono i benvenuti. Avviare un'impresa in Spagna è entusiasmante ma bisogna fare i conti con la burocrazia. Le procedure e le formalità da seguire sono diverse. Abbiamo scritto questa guida per aiutarti se vuoi fare business in Spagna.

Perché aprire un'impresa in Spagna?

L'economia: come la maggior parte dei Paesi nel mondo, l'economia spagnola ha subito un duro colpo durante la pandemia del coronavirus, ma è ancora la 14° più grande al mondo, la quinta più grande dell'Unione Europea, con un PIL di quasi 1,4 milioni di dollari. Stato membro dell'UE, ha accesso al più grande mercato del mondo, l'Unione Europea.

Potenziale di mercato: ci sono circa 46 milioni di consumatori in Spagna e, in media, più di 70 milioni di turisti l'anno.

Un'infrastruttura ben sviluppata: la Spagna può contare su una vasta rete di autostrade, alcuni degli aeroporti più trafficati d'Europa e un esteso sistema ferroviario, compresa una rete ad alta velocità.

La qualità della vita: grazie a un elevato tenore di vita, a un sistema sanitario ben funzionante e alla cucina salutare, l'aspettativa di vita media in Spagna è più lunga che in molti altri paesi del mondo.

Forza lavoro qualificata: un'ampia fetta dei professionisti spagnoli ha un'istruzione superiore e conta più scienziati e ingegneri che in molti altri paesi dell'UE.

Incentivi fiscali: la Spagna incoraggia l'innovazione e attua una serie di incentivi fiscali per le attività di RDI (ricerca, sviluppo e innovazione).

Tipi di società in Spagna

La Spagna è una terra di opportunità per gli investitori stranieri e ci sono diversi tipi di strutture aziendali, quindi puoi scegliere quella più adatta alle tue esigenze. È possibile avviare un'attività in Spagna sotto forma di una nuova società, di un'acquisizione, di una joint venture, di una filiale spagnola legata a un'attività già attiva o di un ufficio di rappresentanza. Volendo puoi anche optare per essere un lavoratore autonomo.

Le strutture aziendali più comuni in Spagna sono:

  • Sociedad Limitada o S.L
  • Sociedad Anónima (società a responsabilità limitata)
  • Partnership
  • Attività individuale

Diamo un'occhiata più nel dettaglio alle tipologie più comuni di società commerciali.

Sociedad Anónima (S.A.) Società per azioni

  • Può essere composta da una sola persona
  • La società deve essere quotata in borsa
  • Deve avere un capitale sociale minimo di 60.000 euro con un versamento iniziale minimo del 25%
  • L'amministratore può restare in carica per un massimo di sei anni, ma in alcuni casi può essere rieletto
  • La responsabilità del socio è limitata al capitale conferito
  • L'impresa deve essere depositata presso il Registro Mercantile

Sociedad Limitada o S.L

  • Può essere composta da una persona
  • Il capitale sociale minimo da investire è di 3.000 euro
  • Deve essere depositata presso il Registro Mercantile
  • Può essere costituita con meno di 3.000 euro di capitale se si tratta di una Series LLC
  • La responsabilità del socio è limitata al capitale conferito

Per informazioni più dettagliate sulla creazione di un'impresa in Spagna, contatta l'ambasciata o il consolato spagnolo nel tuo paese d'origine o in Spagna.

Per avviare un'impresa in Spagna, devi avere il diritto di vivere e lavorare nel paese.

Se sei un cittadino dell'UE, hai automaticamente questo diritto, anche se dovrai comunque richiedere il tuo NIE (numero di identità dello straniero).

Come avviare la tua attività in Spagna

Chiunque può avviare un'attività in Spagna a condizione che risieda legalmente sul territorio. I passaggi chiave includono:

  • Assicurati di essere in possesso del NIE e del numero di previdenza sociale. Se non sei un cittadino dell'UE, avrai bisogno di un visto di lavoro per avviare la tua impresa.
  • Registra il nome della tua azienda presso il Registro Mercantile (Registro Mercantil Central - RMC). Dopo la registrazione otterrai un certificato di unicità, un documento che attesta che il nome dell'azienda è libero di essere utilizzato e che ti appartiene. Il processo può richiedere fino a tre giorni lavorativi.
  • Ottieni un CIF (Código de Identificación Fiscal) dalle autorità fiscali presso l'Agencia Estatal de la Administration Tributaria.
  • Apri un conto corrente aziendale e deposita il capitale minimo.
  • Stabilisci gli articoli della società.
  • Recati presso un notaio spagnolo con i tuoi soci per richiedere di essere nominato fondatore e direttore (i) della società. Da notare che il conto bancario deve essere aperto a nome dei soci. Dopo che il capitale minimo è stato versato, sarà emesso un certificato bancario. Dovrai mostrarlo al tuo notaio al momento della stipula dell'atto costitutivo dell'azienda.

Buono a sapersi:

Il processo di registrazione può richiedere diverse settimane, durante le quali non puoi operare. Puoi accelerare le cose grazie a un processo rapido chiamato Sociedad exprés che riduce la maggior parte dei passaggi coinvolti nella creazione di una società. È possibile creare e registrare una società in meno di 48 ore.

Aprire una filiale in Spagna

Se possiedi già un'attività in un altro paese e stai pensando di espanderti in Spagna, l'apertura di una filiale potrebbe essere un'opzione vantaggiosa. I costi, i requisiti e le formalità sono simili a quelli per la costituzione di una società ed includono:.

  • Nominare una persona fisica o giuridica residente in Spagna per rappresentare la società di fronte alle autorità fiscali.
  • Fornire documentazione che dimostri l'esistenza della società all'estero e le modalità con cui la filiale è ad essa collegata (atto costitutivo).
  • Presentazione di una procura notarile.
  • Firma dell'atto pubblico presso l'ufficio del notaio.
  • Domanda di iscrizione al Registro delle Imprese.
  • Registrazione della partita IVA e per il pagamento della tassa sulle attività economiche.
  • Registrazione al sistema della previdenza sociale spagnola.

In genere, la creazione di una filiale richiede tra le sei e le otto settimane.

Trovare finanziamenti per la tua attività

Un finanziamento adeguato può aiutarti ad avviare un'impresa, permetterti di farla funzionare fino ad espanderla. Tra i finanziamenti alle imprese disponibili in Spagna trovi:

Prestito (prestamo): disponibile sia per residenti e per non residenti. Assicurati solo di guardarti intorno per trovare le migliori offerte proposte dalle varie banche e istituti finanziari.

Investitori informali/investitori aziendali: se le banche ti rifiutano un prestito, gli investitori informali (angel investors) potrebbero venire in tuo aiuto. Si tratta di soggetti privati che aiutano a finanziare attività nuove o esistenti in cambio di un buon ritorno sul loro investimento.

Sovvenzioni (subvenciones o ayudas): a volte sono disponibili sovvenzioni a livello europeo, nazionale, regionale e comunale per le nuove imprese e quelle esistenti. Verifica con la Camera di Commercio locale se sei idoneo a fare domanda.

Linee di credito (Cuenta de crédito o póliza de crédito): una linea di credito può essere utile, soprattutto all'inizio, quando potresti scontrarti con costi imprevisti.

Lavoro autonomo in Spagna

Se vuoi essere il capo di te stesso, potresti prendere in considerazione l'idea di diventare un libero professionista (autonomo), il che significa che non devi registrarti come azienda. Per diventare un lavoratore autonomo in Spagna, devi:

  • Ottenere il NIE e il numero di previdenza sociale.
  • Registrarti presso l'autorità fiscale spagnola e compilare il modulo 037 (modelo 037) presso l'ufficio delle imposte locale (Hacienda).
  • Iscriverti al regime di previdenza sociale spagnolo per i lavoratori autonomi (Régimen Especial de Trabajadores Autónomos, modelo TA0521).

Sia che tu abbia intenzione di lavorare come libero professionista o di avviare un'attività, è buona norma entrare in contatto con un Gestor (consulente fiscale). La maggior parte delle aziende utilizza un Gestor per la gestione della loro fiscalità. Il sistema fiscale spagnolo è complesso e le regole tendono a cambiare frequentemente.

Come lavoratore autonomo in Spagna, avrai due obblighi principali: 1) Pagare i tuoi contributi previdenziali mensili, che a partire dal 2021 sono in media di circa 290 euro al mese. In questo modo puoi accedere al sistema sanitario pubblico spagnolo e hai diritto alla pensione di anzianità. 2) Pagare le tasse.

Liberi professionisti in Spagna

Molti liberi professionisti, o freelancers, aprono una partita IVA (modelo 303) e si fanno assistere da un consulente per la dichiarazione dei redditi (RENTA).

La Spagna offre vantaggi fiscali ai liberi professionisti nei primi due anni dopo la registrazione della p.IVA. Per i primi 12 mensili, l'importo mensile delle tasse da versare è di 50€. I pagamenti salgono in seguito a € 137,97 al mese nei primi sei mesi del secondo anno e a € 192,79 al mese nel secondo semestre.

Vantaggi e svantaggi di essere un lavoratore autonomo in Spagna

Vantaggi

È il modo più economico e veloce per avviare un'impresa in Spagna e richiede poco se non nessun capitale iniziale.
Puoi organizzare il tuo piano di lavoro in autonomia.
Rispetto alla creazione di altri tipi di attività in Spagna, il processo per diventare autonomi è relativamente semplice.

Svantaggi

Non hai uno stipendio fisso e gli stessi benefici di chi ha un lavoro da dipendente.
Paghi le tasse in base a un'aliquota progressiva quindi potrebbe essere meglio costituire una società se il tuo reddito supera i 60.000 euro all'anno.
Non c'è distinzione tra i tuoi beni aziendali e quelli personali; pertanto, sei personalmente responsabile per qualsiasi debito contratto a causa del tuo lavoro.

Suggerimenti per avere successo come libero professionista in Spagna

  1. Stabilisci degli orari di lavoro e rispettali. Certo, la spiaggia, i chiringhitos e gli amici sono una valida distrazione ma devi rispettare un programma rigoroso se vuoi avere successo e guadagnare. Organizza la tua giornata lavorativa come se fossi in ufficio.
  2. Conserva le fatture in modo ordinato. Ciò renderà la vita più facile al tuo commercialista.
  3. Prima di iniziare un lavoro, chiedi al cliente di versare il 50% del totale. I clienti professionali e rispettosi non avranno problemi a pagare un deposito e capiranno che è per te un passo necessario. Se qualcuno non fosse disposto a pagare un deposito, potrebbe essere meglio non avviare la collaborazione.
  4. Non dare per scontato che, sei hai guadagnato bene negli scorsi 3 mesi, continui coì. Esiste sempre la possibilità che il lavoro rallenti o si fermi all'improvviso. Ovviamente ci auguriamo che questa possibilità non si verifichi. Non perdere di vista l'ottimismo ma sii realista.
Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.