Scheda informativa Bulgaria


La Bulgaria si estende su una superficie di 110.800 km² ed occupa la parte orientale della penisola balcanica; confina con Romania, Turchia, Grecia, Macedonia e Serbia.

Membro dell’Unione Europea dal 2007, ospita più di 7 milioni di abitanti, un milione dei quali vive a Sofia, la capitale. Altre due città rilevanti in termini di demografia ed attività economiche sono Plovdiv e Varna.

Sofia è nota anche per essere il centro accademico della Bulgaria in quanto ospita l’università più prestigiosa del paese; Plovdiv, invece, che è il secondo polo universitario e la seconda città più grande dopo Sofia, è conosciuta anche come capitale della cultura europea. Varna, infine, è la città bulgara più grande sulla costa del Mar Nero, molto popolare sia tra i turisti che tra gli studenti.

La lingua ufficiale del paese è il bulgaro, scritto in cirillico.

Oggigiorno la Bulgaria è da annoverare tra i paesi sviluppati, con un’economia basata principalmente sul settore privato: l’energia, l’industria mineraria, l’industria leggera e il turismo sono le sue principali fonti di reddito e di attività economica.

La Bulgaria vanta una potente rete energetica, una delle più importanti in Europa, e il settore industriale è costituito dalla produzione di rame, zinco, acciaio, carbone e tabacco su vasta scala.

Per quanto riguarda l’industria pesante, questa include la raffinazione del petrolio, la produzione e la riparazione di automobili, apparecchiature automobilistiche e per la comunicazione, attrezzature elettroniche e militari.

In generale sono molte le opportunità di lavoro che questo paese offre sia nel settore pubblico che in quello privato.

La Bulgaria è un paese prevalentemente montuoso. Al sud, la catena dei Monti Rodopi forma una barriera geografica e climatica con la Grecia; tuttavia, sia in primavera che in estate le temperature variano in base all’aria fresca di montagna o alla calda brezza proveniente dal Mar Egeo.

Il resto del territorio bulgaro è immerso in un clima continentale, con estati calde e secche e inverni molto rigidi, duranti i quali scende parecchia neve soprattutto in montagna, fino al mese di maggio.