Dichiarazione redditi

Buongiorno,
forse tra di voi c'è qualche contabilista in grado di risolvere il mio dilemma che a seguire
vado ad illustrare?
Qualche giorno fa, nella mia posta, è entrato il seguente messaggio:
"la dichiarazione dei redditi Portoghese è obbligatoria e non facoltativa per tutti coloro che
hanno ottenuto la residenza portoghese entro il 31 dicembre 2017". Trattasi, forse, di una
fake new? Io ho ottenuto la residenza ad inizio novembre 2017 e non sono titolare di redditi
prodotti in Portogallo: dovrò presentare la dichiarazione?
Grazie mille.

Si, anche se non hai redditi

marcav :

Buongiorno,
forse tra di voi c'è qualche contabilista in grado di risolvere il mio dilemma che a seguire
vado ad illustrare?
Qualche giorno fa, nella mia posta, è entrato il seguente messaggio:
"la dichiarazione dei redditi Portoghese è obbligatoria e non facoltativa per tutti coloro che
hanno ottenuto la residenza portoghese entro il 31 dicembre 2017". Trattasi, forse, di una
fake new? Io ho ottenuto la residenza ad inizio novembre 2017 e non sono titolare di redditi
prodotti in Portogallo: dovrò presentare la dichiarazione?
Grazie mille.

Lo stato portoghese  ti esenta la parte dei redditi di PENSIONE  (vedi codigo IRS) cioè ti applica lo ZERO % di tasse tanto che dopo fatta la dichiarazione vedrai che il calcolo approvato sarà con le tasse che pagheresti  DETRATTO L'ABBUONO in modo da portare il tutto a zero euro dovuti.

Questo in assenza di altri redditi, sia prodotti in PT che altrove , che sono da dichiarare ...e  per i quali non è detto che vi sia esenzione.

Il deposito titoli rimasto in italia ad esempio .... ed  in base  al tipo di titoli .... insomma il CONTABILISTA serve ogni anno, a meno che non si sia "bravini" nel farsela  On.Line.

Poi questa storia delle fake news .....

Scusa se chiedo  .... ma  chi   ha fatto il passaggio non  ha spiegato gli obblighi dovuti ??

Un saluto

Grazie mille Pasqui per l'informazione.

Un saluto.

Buongiorno Sbertan,
vista la tua "dimistichezza" con le dichiarazioni dei redditi avre una domanda da porre.
Io sono pensionato da ottobre 2017. In attesa di avere la pensione ho aperto una partita IVA in regime forfettario, quindi con tassazione separata.
Appena arrivo in Portogallo, naturalmente chiudo la posizione, ma nel frattempo ho emesso alcune fatture per prestazioni professionali, sempre in ambito di regime agevolato e tassazione separata.
Quando dovrò fare la dichiarazione dei redditi 2018, a tuo parere, tutto ciò che avrà a che fare con la partita IVA andrà ad influire sulla detassazione della pensione?
Grazie, buona giornata
Giovanni

Caio  GIORUGGE,

grazie per la stima  .... cerco solo di "ricordare"  e  mettere a fattor comune  .

Quel che penso è che se sei pensionato  ott.2017 sarai stato residente FISCALE in ITA per tutto il 2017,  quindi in PT avrai residenza fiscale nel/dal 01/01/2018 se farai richiesta entro 27/06/2017 .

Se così sarà farai la prima dichiaraz, redditi PT  nel 2019 .
Le fatture sono relative al 2017 per cui  comunque a carico della fiscalita ITA (dichiaraz.2018 per anno 2017).

Non so se emettendo fattura nel 2018 in ITA , questo possa e come influire nella dich. redditi PT del 2018 (a valere sul 2018).

So che i pensionati sono esentati  per i redditi di natura H codigo IRS cioè pensioni .... e  se  producono reddito in PT questo si somma e  "passa"  all'aliquota più alta .

saluti

Stefano

Grazie  Stefano,
purtroppo ho alcune fatture nel 2018, la partita IVA la chiudo a fine marzo.
Il mio commercialista brancola nel buio su questa vicenda. Mi ha solo detto che a suo parere, essendo reddito prodotto in Italia e a tassazione separata, la questione si chiude in Italia con il pagamento dell'Irpef dovuta e, sempre secondo lui, non cumula con altri redditi.

Boh, incrocio le dita e ti farò sapere come finirà!!!

buona giornata
Giovanni

Ciao Giovanni

alcune fatture nel 2018, la partita IVA la chiudo a fine marzo.
e quindi nell'anno 2018 sarai un "portoghese" che ha prodotto redditi all'estero

Il mio commercialista brancola nel buio su questa vicenda.
ovvio non conosce (non può) le leggi dello stato che ti ospiteranno, qui servirà il CONTABILISTA in PT

reddito prodotto in Italia e a tassazione separata la questione si chiude in Italia con il pagamento dell'Irpef dovuta sempre secondo lui, non cumula con altri redditi.
.... potrebbe ... e  potrebbe no ...

AZZARDO
invocando il trattato per evitare le doppie imposizioni non pagherai in PT .... o  al  limite potresti pagare una differenza tra quanto pagato in IT e quello che potrebbero calcolare i Portoghesi

Contabilistaaaaaaaaa ... servirebbe un contabilista sul forum .....

Facci sapere

io seguo  :)

Scusa Stefano,
faccio alcune considerazioni:
1) io divento "portoghese" da aprile/maggio, per cui il reddito prodotto fin qui in Italia "teoricamente" nulla dovrebbe avere a che fare con il Portogallo, o sbaglio?
2) però, se non ho mal interpretato le tue risposte, di fatto, ottenendo la residenza prima di giugno, io diventerei fiscalmente "portoghese" dal 1/1/2018, ma questo significa che quanto mi hanno trattenuto e mi tratterranno come irpef sulla pensione, fino a che la pratica sarà conclusa, mi verrà ... restituito?

Se fosse come considerato nel punto 2), fatti due semplicissimi calcoli mi converrebbe abbondantemente annullare le due fatture emesse e restituire i soldi!!!!!

che ne dici?

Giovanni

Salve,
per sgombrare ogni dubbio , sono residente in Portogallo  dal 15/12/2017 (AIRE e dichiarazione  Ufficio Tributi febbraio 2018) , per il 2017 la mia denuncia redditi va fatta in Italia  (primavera 2018) che si compone di   redditi INPS e una fattura di consulenza di E. 5000,00).......E' corretto ??????
Grazie per il riscontro.
Remo Romandini

giorugge :

Scusa Stefano,
faccio alcune considerazioni:
1) io divento "portoghese" da aprile/maggio, per cui il reddito prodotto fin qui in Italia "teoricamente" nulla dovrebbe avere a che fare con il Portogallo, o sbaglio?
2) però, se non ho mal interpretato le tue risposte, di fatto, ottenendo la residenza prima di giugno, io diventerei fiscalmente "portoghese" dal 1/1/2018, ma questo significa che quanto mi hanno trattenuto e mi tratterranno come irpef sulla pensione, fino a che la pratica sarà conclusa, mi verrà ... restituito?

Se fosse come considerato nel punto 2), fatti due semplicissimi calcoli mi converrebbe abbondantemente annullare le due fatture emesse e restituire i soldi!!!!!

che ne dici?
Giovanni

Non è che "ne dico"  ... sono sicuro di quanto affermo.

Se leggi attentamente ..... vedrai che prima ho fatto 2 esempi  riferiti ad
ANNO FISCALE 2017 tassato in ITA
ANNO FISCALE 2018  tassato in PT

NON ci sono "mezzi" anni fiscali  ....l'anno fiscale d'imposizione per le imposte è SEMPRE solare.

veramente ci sono eccezioni ma non riguardano questa casistica.

QUINDI torniamo a quanto detto

alcune fatture nel 2018, la partita IVA la chiudo a fine marzo.

e quindi nell'anno 2018 sarai un "portoghese" che ha prodotto redditi all'estero  e  servirà il CONTABILISTA in PT per verificare che i redditi a tass. separata siano imponibili per quei 3 mesi solo in PT.

Per quanto riguarda le trattenute sulla pensione avrai diritto agli arretrati  dal 01.01.2018... e  te li daranno subito con la prima pensione detassata se lavorata la pratica in INPS entro il 30.09.2018.

Dopo tale data avrai la pensione detax  ma gli arretrati dal 01.01.2018 saranno da richiedere ad  AG.ENTRATE Pescara ..... è scritto tutto nel foglio di spiegazioni allegato al mod. per la detassazione inps CI531 - EPI/1

L'unica cosa che non so è come i PT  CONSIDERINO I REDDITI PRODOTTI ALL'ESTERO.
Questo perchè non sono  tutti uguali .... bisogna vedere nel trattato per le doppie imposizioni le varie TIPOLOGIE di reddito per far sì che siano solo in un Paese piuttosto che  in entrambi.

E' materia di commercialista Portoghese .... e  torniamo anche qui al bisogno di avere un contabilista.

STOP

Un saluto.

Stefano

remroroma :

Salve,
per sgombrare ogni dubbio , sono residente in Portogallo  dal 15/12/2017 (AIRE e dichiarazione  Ufficio Tributi febbraio 2018) , per il 2017 la mia denuncia redditi va fatta in Italia  (primavera 2018) che si compone di   redditi INPS e una fattura di consulenza di E. 5000,00).......E' corretto ??????
Grazie per il riscontro.
Remo Romandini

Buongiorno Remo,

vale la risposta data al post precedente

Grazie

Olá Remo,
se nel tuo "CERTIFICADO DE RESIDÊNCIA FISCAL (Mod. EP - I/1), che ti è stato restituito
dall'AT autoridade tributária e aduaneira, come data di acquisizione della residenza
portoghese sarà indicato l'anno 2017 dovrai fare le due dichiarazioni: una in Portogallo
e l'altra in Italia pur rimanendo la competenza fiscale, per il periodo d'imposta 2017,
in capo all'Italia in quanto Paese nel quale sei risultato avere la residenza per oltre
i 183 e/o 184 gg.

Un cordiale saluto.

marcav :

Olá Remo,
se nel tuo "CERTIFICADO DE RESIDÊNCIA FISCAL (Mod. EP - I/1), che ti è stato restituito dall'AT autoridade tributária e aduaneira, come data di acquisizione della residenza portoghese sarà indicato l'anno 2017 dovrai fare le due dichiarazioni: una in Portogallo e l'altra in Italia pur rimanendo la competenza fiscale, per il periodo d'imposta 2017, in capo all'Italia in quanto Paese nel quale sei risultato avere la residenza per oltre i 183 e/o 184 gg.
Un cordiale saluto.

ciao  MARCAV ....  Io direi proprio che non sia  così

L'anno fiscale se indicato è "TUTTO"  non esiste mezzo anno fiscale ed è solare.

QUINDI non potrà essere  mai  come hai  scritto sopra

nel 2017 il contribuente è fiscalmente INTEGRALMENTE  o  in ITA o in PT ...e  poi ... solo poi  può anche produrre redditi in altro Paese diverso da quello di residenza fiscale e dovrà indicarli nel Paese di residenza fiscale (forse)  oltre che pagare SUBITO il dovuto in quello ove sono prodotti.

Please  ... potete verificare su sito Ag. Entrate   :idontagree:     :idontagree:

Stefano

CORREZIONE  POST  N. 7  (sopra)

Ciao  GIORUGGE,

grazie per la stima  .... cerco solo di "ricordare"  e  mettere a fattor comune  .

Quel che penso è che se sei pensionato  ott.2017 sarai stato residente FISCALE in ITA per tutto il 2017,  quindi in PT avrai residenza fiscale nel/dal 01/01/2018 se farai richiesta entro 27/06/2017 . <<  errore è  27.06.2018

Se così sarà farai la prima dichiaraz, redditi PT  nel 2019 .
Le fatture sono relative al 2017 per cui  comunque a carico della fiscalita ITA (dichiaraz.2018 per anno 2017).

Non so se emettendo fattura nel 2018 in ITA , questo possa e come influire nella dich. redditi PT del 2018 (a valere sul 2018).

So che i pensionati sono esentati  per i redditi di natura H codigo IRS cioè pensioni .... e  se  producono reddito in PT questo si somma e  "passa"  all'aliquota più alta .

saluti

Stefano

Ciao Sbertan e, innanzitutto, un ringraziamento per l'ottimo servizio che stai rendendo
alla collettività di questo forum.

Nel merito della tua precisazione osservo come, prescindendo dalla competenza impositiva
che come da me precisato rimane in capo al Paese dove il contribuente risulta aver avuto
la residenza per un periodo superiore ai 183/184 gg, rimane, in capo ai contribuenti che
saranno risultati residenti fiscalmente (certificado de residência fiscal quindi) durante l'anno
d'imposta anche soltanto per un giorno, "L' OBBLIGO DICHIARATIVO".- (código IRS)

Un saluto

ciao ancora  MARCAV,

la cosa mi interessa  ... però  hai spiegato (non offenderti) male  o perlomeno non abbastanza  perchè io possa capire ...
oppure  sono io che non riesco a  capire  e   forse  anche altri che leggono.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
rimane in capo al Paese dove il contribuente risulta aver avuto la residenza per un periodo superiore ai 183/184 gg, rimane, in capo ai contribuenti che saranno risultati residenti fiscalmente (certificado de residência fiscal quindi) durante l'anno d'imposta anche soltanto per un giorno,  (dove in PT?) "L' OBBLIGO DICHIARATIVO" código IRS
cosa intendi per obbligo dichiarativo se non DICHIARAZIONE DELLE TASSE per capirci il ns. 730 ??
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

spiega meglio cosa intendi e fai un caso pratico ...  cioè  il tuo .
Visto che il tutto trae origine dal  tuo caso  ti prego di essere completo e dirci:

- sono arrivato in PT il  xxxxxx,  contratto di affitto decorrenza il xxxxxx
- iscritto in Camara Municipal con il Certif.do.didadao  data xxxx che scade il (+5 anni) il xxxxx

Iscritto Aire (cioè eliminato dai registri dell'anagrafe del comune italiano)
- in COMUNE IL xxxx
- in ambasciata il xxxx

Tu ..cioè la tua posizione dice che ufficialmente (è questo che interessa)  hai trascorso nel 2017 più di 183gg  in PT ??

Se così è sei residente fiscale in PT e NON (assolutamente NON) in ITALIA per quell'anno.
Dovrai fare la dichiarazione in PT nel 2018  a valere per il 2017.
In  ITA  se  hai appartamenti od altri redditi dovrai presentare 730 (o Unico) se non soggetti a  cedol.secca eccetera eccetera.


Tu ..cioè la tua posizione dice che ufficialmente (è questo che interessa)  hai trascorso nel 2017 più di 183gg  in ITALIA ??

Se così è sei residente fiscale in ITALIA e NON (assolutamente NON) in PT per quell'anno.
Dovrai fare la dichiarazione in ITALIA nel 2018  a valere per il 2017.
In  PT  se  hai attività che producono reddito dovrai presentare DICHIARAZIONE altrimenti no.


E' quest'ultimo il tuo caso  ??

Spiega ... siamo  qui per capire  i meandri burocratici.... si sa  mai che sia cambiato qualcosa   tra 2017 e 2018.

Stefano

Grazie Stefano, sei stato chiarissimo per quanto riguarda il mio caso. E mi hai anche dato la bella notizia degli arretrati che non avevo preso in considerazione.
Adesso vedo di sistemare al meglio le cose con un fiscalista portoghese x la mia partita IVA.
Grazie ancora. Io andrò a vivere a Nazarè e quindi conto di incontrarti nelle occasioni che verrò a Porto.
Grazie ancora. Buona giornata
Giovanni

giorugge :

Io andrò a vivere a Nazarè e quindi conto di incontrarti nelle occasioni che verrò a Porto.      Giovanni

No Porto .. Io sarò a Sesimbra .... tempo di finire il mio progetto immobiliare ... ci vorrà un pò .

Stefano

Buon giorno ste..un negozio di 60..70 mq..in affitto cosa puo costarein portogallo vorrei venire la ad aprire una yoguteria

Gervasio antonio :

Buon giorno ste..un negozio di 60..70 mq..in affitto cosa puo costarein portogallo vorrei venire la ad aprire una yoguteria

Buongiorno,
questa discussione tratta di DICHIAR. DEI REDDITI .....  sei fuori luogo.  :dumbom:   :dumbom:

non saprei ...
Ti consiglio di prendere contatti  e/o cercare su siti dei 3  primari network di agenti immobiliari

Su.google.digita.ERA.RE-MAX.century21

Ancora  :dumbom:   :dumbom:

Buongiorno Sberdan,  mi infilo anche io nella questione della dichiarazione dei redditi.
Il mio caso è  questo,  ho avuto la residenza Portoghese il 15 di luglio , con iscrizione aire a quella data ( nel documento dell'ambasciata è  scritta questa data come "data di arrivo nella circoscrizione consolare").
La cancellazione dall'anagrafe del comune il 7 del 9, 2017
Quei 15 giorni mi fanno perdere la defiscalizzazione di tutto il 2017 , infatti l'inps già defiscalizza la mia pensione a partire dal 1 gennaio '18.
Siccome ho affittato lo appartamento in Portogallo il 1giugno, inoltre posso dimostrare di essere stato fuori Italia per almeno un ulteriore mese, quindi mi chiedevo se era il caso,  se avevo possibilità  di chiedere la defiscalizzazione 2017 alla agenzia delle entrate. Avevo letto che la prescrizione per la richiesta era di due anni e mi ripromettevo di verificare con calma,  la cosa però  si complica in quanto si intreccia con le varie dichiarazioni dei redditi da fare in Italia e in Portogallo.
In conclusione,  secondo te,  che vedo essere molto informato e molto preciso , avrei qualche possibilità  di ottenere la defiscalizzazione 2017 ??
Grazie in anticipo e un saluto a te e a tutti.

Buongiorno Sberdan.
Confermo in tutto e per tutto i miei due precedenti post: sono comprensibili e scritti in perfetto italiano, quindi....
A seguito della tua risposta alla mia iniziale domanda sul tema
"Dichiarazione dei Redditi in Portogallo" ho approfondito l'argomento con persone che la materia la conoscono meglio di me da poco
tempo arrivato in Portogallo.
Conseguentemente, nell'attesa che trascorrano i fatidici 183 gg.
per l'inoltro del mod. EP - I/1 all'INPS, per me il 3 maggio, io agirò
così-
- nel mese di aprile, con l'ausilio di un Contablista certificato AT
provvederò ad inoltrare, online, il Mod. 3 IRS (dichiarazione dei
redditi Portoghese) che, come correttamente da te indicato, avrà
come risultato finale in termini di imposta dovuta uno =0=;
- nel mese di maggio, poi, al rientro per la consegna del mod. EP
provvederò alla compilazione, online, del Modello Persone Fisiche, non
più quindi il Mod. 730, quindi,  in quanto residente all'estero.
A tutte le tue altre domande non rispondo convinto, come sono,
che genererebbero solamente ulteriore confusione (traduzione
nella nostra bellissima lingua delle parole fake new);
Se posso, così  come hai fatto per verificare le nuove disposizioni per
l'inoltro all'INPS del Mod. EP, ti suggerisco di fare una
verifica più approfondita sulla materia.

Un saluto.

tuta.io :

la residenza Portoghese il 15 di luglio

ciao tuta.io

Certo provare a  chiedere non costa nulla .... ma la regola è facile in questo caso ....come hai detto  per 15 gg non hai  diritto alla detassazione per il 2017.

Piuttosto .. tu  hai ricevuto una richiesta /comunicazione di fare la dichiarazione dei rediti, come è capitato a  MARCAV ??

Scusa .. ma questa cosa m'intriga..

Grazie per una risposta

per MARCAV

hai un msg privato ....

Mi son perso in un bicchier d'acqua ,  conoscendo la materia  .... mi sono letto la risposta che hai dato  a REMROMA .... ed infatti  è chiarissima. ......

E' bastante avere la data del  certif.do.cidad  nel 2017  per dover presentare la dichiarazione dei redditi in PT ...  che sia nel primo o nell'ultimo semestre .... giusto ??

Ed allora l'esenzione concessa PARTE DA TALE DATA   conteggiando già 1  anno dei 10 concessi ....  non producendo  beneficio alcuno per  il pensionato in quanto tassato comunque in ITA ??

Questa la sapevo ..... non sapevo che  bisognasse fare la dichiarazione ..... o perlomeno non  avevo   ben "centrata" la  questione .

Ma se il ragionamento iniziale è corretto (data partenza IRS  0%  2017)  ovvio che si debba presentare.

E' questa la situazione ?

Un ringraziamento anticipato per la risposta

Stefano

No.  Non ho ricevuto nulla a riguardo....
Grazie della risposta.
Mi sa che il 2017 è  perduto per me......  :sosad:

E' proprio così; la dichiarazione portoghese, in predicato, avrà proprio lo scopo di legittimare, in primis,
l'avvio dei diritti previsti dalla condizione di RNH ma, anche, a determinare l'avvio del previsto
"contatore" decennale che A.T. avrà predisposto nei nostri confronti. La cosa, infatti, se hai fatto
caso, viene chiaramente indicata sulla certificazione che avrai, senz'altro, stampata dal portale dell'A.T.
al conseguimento dello status di R.N.H.-
Chiaro che, almeno nel mio caso, avrò perso un anno di esenzione; questo per mia scelta personale
avvenuta nel periodo in cui si ventilava la possibilità, da parte del Governo Portoghese, di introduzione
di una ritenuta sulle ns.pensioni. (fatto un rapido conteggio ne valeva la pena!)
Che dire? Anch'io, fino a qualche giorno fa, ragionavo come te, poiché ero in possesso di notizie
che parlavano in tal senso; ora il tutto (OBBLIGO DICHIARATIVO) ha trovato un suo fondamento.

Un saluto

Inps ha pubblicato la certificazione unica 2018.....è ora di fare   la dichiarazione redditi in portogallo

Che dici? Un bel pesciolino d'aprile per qualcuno!!!   :dumbom:

se non viola le regole del forum...

Guida alla compilazione Mod 3

Buongiorno a Tutti e a Alessandro,
per dichiarazioni redditi in Portogallo, salvo smentite, é  nel mese di aprile.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

marcav :

E' proprio così; la dichiarazione portoghese, in predicato, avrà proprio lo scopo di legittimare, in primis, l'avvio dei diritti previsti dalla condizione di RNH    ma, anche, a determinare l'avvio del previsto  "contatore" decennale che A.T. avrà predisposto nei nostri confronti.........

Grazie .... mancava questo tassello  .......  :top:  :top:

Ciao sn Luisa e vorrei sapere se qualcuno sa se ad albufeira o dintorni c è qualche centro che si occupa di dichiarazioni dei redditi. Grazie

IO ho trovato un agenzia a V real  s antonio  che fa la dichiarazione (solo cud inps) per 15 euro....saluti

Grazie mille, mi potresti dare più informazioni in merito,   tipo denominazione e indirizzo o un indirizzo e mail? Grazie...

DICHIARAZIONE DEI REDDITI PORTOGALLO
- Fonte: Servicio Financias Amadora 3 -
Periodo di presentazione: da 01/04 a 31/05.
Residente Não Habitual:
IRS anexos "J" e "L".
In occasione di contatti con "contabilista" per altre informazioni i 2 "professionisti" mi hanno detto che "...non necessita presentare la dichiarazione IRS..." in quanto i redditi (unico reddito la pensione da Inps accreditata   al netto su c/c portoghese) non sono prodotti in Portogallo...A DIFFERENZA DELLE CHIARE INDICAZIONI DI OBBLIGO A PRESENTARE, nel periodo indicato, LA DICHIARAZIONE IRS compilando gli allegati indicati.
La Signora Juliana (a fronte della mia sfrontata domanda: "...magari Lei sa indicarmi il nominativo di un contabilista accreditato?...") mi ha detto che "la possiamo fare insieme qui", "di solito i privati fanno da soli sul Portaldasfinancias", "forse la prima volta -se mancano documentazioni, o altre particolarità- non si risolve in prima battuta, ma parte del lavoro è l'assistenza al contribuente", "ovviamente gratuito".
Si, magari col contabilista accreditato -se si sbaglia paga lui- sei fuori da tutto...ma mi è  sembrato che non sia una cosa complicatissima... e la Signora era ben informata di "come fare" l' IRS per RNH.
C'è anche da dire che -nel caso- da un professionista la mia IRS costerebbe circa 30/40 €...tipo un Patronato in Italia...
...ci sono ancora 3 settimane....poi vedremo, sono ancora indeciso; mi piacerebbe molto "fare da solo"...
🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾🌾
...questo è quello che somiglia di più a una mimosa...  A TUTTE LE DONNE: GRAZIE!!!

In occasione di contatti con "contabilista" per altre informazioni i 2 "professionisti" mi hanno detto che "...non necessita presentare la dichiarazione IRS..." in quanto i redditi (unico reddito la pensione da Inps accreditata   al netto su c/c portoghese) non sono prodotti in Portogallo

Caro IVO .....   andiamo bene .   :mad:   ..... MAI fermarsi alla prima osteria.

Dato che  il pensionato estero ed i suoi redditi NON SONO LO STANDARD per i contabilisti portoghesi  ... hai fatto bene a non fidarti.

INOLTRE
In caso di  titoli ed altri ammenicoli rimasti in ITALIA  da  inserire comunque nella dichiaraz. portoghese,   serve che siano  ben verificati  per il calcolo e serve un contabilista esperto  in  redditi esteri e loro tipologia.

Un appello a  Francesca perchè sia possibile inserire / fare / pensare  ad una pagina/discussione nella quale mettere  INDIRIZZI IN CHIARO DI CENTRI ASSISTENZA FISCALE   per ALGARVE - LISBOA - PORTO che eseguano le dichiarazioni per chi è RNH e sopratutto con  TITOLI in portafoglio rimasti in ITALIA.

Un saluto

Ste

Umberto675 :

se non viola le regole del forum...

Guida alla compilazione Mod 3

Sto pensando a qualche pensionato di Trivero ( é un esempio,un paese di montagna delle mie parti )
che si mette a leggere 300 pagine (in portoghese)  per fare la  sua dichiarazione dei redditi  :o  :/  :dumbom:

Nuova discussione