Close

RNH tassazione 5-10 % da 2018 per nuovi ingressi

Condivido pienamente il post di Mariella. È chiaro che la scelta del posto dove andare è dettata dall'interesse del singolo. Con tutte le motivazioni che Mariella ha elencato in modo molto chiaro. Ma, considerando che tutti i governi che si sono succeduti in Italia hanno messo le mani nelle tasche dei pensionati, il fattore che incentiverebbe a prendere tale decisione è senza ombra di dubbio è quello economico. Purtroppo.

ciao Stefano,
sei sempre molto interessante ed ecletticamente informato
staremo a vedere come si comporteranno le tassocrazie nordiche
certo che se mutassero unilateralmente gli accordi sarebbe un grave vulnus al diritto internazionale e comunque riguarderebbe solo i loro cittadini
non dico che sia impossibile e non so quanti scandinavi siano residenti in Portogallo
spero che le altre nazioni europee non vogliano comportarsi così' scorrettamente
già l'Europa serve solo per pagare grassi stipendi, viaggi e lussuosi soggiorni agli inutili eurocrati, che quasi sempre parlano per ventilare il loro alito pesante da lauti pranzi e luculliane bevute, vedi Junker, se neanche difende gli interessi dei suoi cittadini pensionati e di paesi che stanno cercando di venir fuori dalla crisi mi domando proprio a cosa altro serva 
un bell'esempio di accordo di esonarazione fiscale internazionale lo da la Francia con gli accordi del bandito Sarkozy, sig Bruni Tedeschi, che esonerano al 100% i poveri emiri del Qatar, che difatti hanno pensato bene di diversificare i loro investimenti, oltre a finanziare Daech e movimenti vari, si sono comprati il Paris Saint Germain, Neymar, mezzi quartieri di lusso e hotel palazzi a Parigi ed in Costa Azzurra
Suma a post!
che tristezza, altro che Panama e Paradise papers
coraggio, lottiamo
Dario

Le mie sonó le stesse considerazioni di quelle qui esposte da Mariella (come precedentemente fatto da altri, me inclusa)
A parte questo però,  mi scuso per avere io con un termine che voleva significare altro, procurato confusione.  Mi rendo conto che dicendo io "alla fonte" si sia intesa una deduzione...alla fonte nel senso classico di auell'espressione, cioè con l'addio all'importo lordo di una pensione.
No;  io intendevo che i paesi (non l'Italia in particolare o soltanto!)  si possono rendere forti di un semplicissimo ragionamento:  chi non ha da pagare tasse altrove ((neppue un pochino...)) le paga in casa, al suo proprio paese erogatore delle rendite (( questo io intendevo dire, con "alla fonte": non l'ente erogatore, ma il Paese...)).    Infatti, la legge che prevede che si paghino le tasse nel luogo di domicilio fiscale, non prevede che qualora vi é esenzione fiscale in quel paese, allora si sia esonerati del tutto...   E' su questo punto che per es. la Francia stava ragionando già più di un anno fa...    Con "alla fonte",  intendevo quindi il paese da cui provengono le pensioni.   Scusate ancora il bisticcio.
A parte questo, ok le opinioni, ma pure qui avrei dovuto allora dire  "speculazioni" ...mentali.  Nel senso che appunto di certezze riguardo una regola o legge che magari si vorrebbe fosse..inamovibile, non ve ne sono. Quindi, con tutto il rispetto, i vari  "secondo me" , valgono poco per questo, di motivo. Come ben detto da altri del foro, meglio pagare in Portogallo un 5, 10 o magari poi 20 %, piuttosto che tanto di troppo al paese da cui si decidesse di andarsene... 
Faccio però eco a quanto detto da Mariella, perché pagare meno o poche o anche zero imposte, ma poi sentirsi come un pesce fuor d'acqua e magari non arrivare a potersi sentire a proprio agio, sarebbe amaro. Lo si pagherebbe dunque salato in ben altro senso.

per Arcangelo
per Sbertan
no, purtroppo non sono ancora in Portogallo. In riferimento all'Accordo, a me sembra che non sia il pensionato a scegliere ma l'Accordo stesso. Parlavo di aliquota bassa o pari allo  0 % soltanto in quanto favorevole al pensionato "francese" e sfavorevole al paese "Francia". Detto questo non so se per il 2018 sia realmente, legalmente possibile mandare in onda (eventualmente) una nuova legge poniamo ad aprile con decorrenza retroattiva ( 1°gennaio ) facendo riferimento all'anno fiscale. Potrebbe essere così ma non ne sarei sicura. Forse sarebbe invece corretta la decorrenza a far tempo dal 1° gennaio 2019 se tale legge venisse emanata. Detto questo chissà, ci vorrebbe un esperto in materia ....e forse neppure perchè decideranno ciò che vorranno......inutile ripeterlo. Un caro saluto  ad entrambi ed a tutto il forum

con riferimento alla ventilata possibile tassazione sul lordo del reddito pensionistico, mi risulta che l'orcamento 2018 sia già stato discusso ed approvato. Non ho trovato, però, alcun cenno riguardante la decisione presa in merito a quanto sopra.
Mi è sfuggita la notizia?
Buona serata a tutti,
angelo lainati

ANGELO LAINATI :

con riferimento alla ventilata possibile tassazione sul lordo del reddito pensionistico, mi risulta che l'orcamento 2018 sia già stato discusso ed approvato. Non ho trovato, però, alcun cenno riguardante la decisione presa in merito a quanto sopra.
Mi è sfuggita la notizia?
Buona serata a tutti,
angelo lainati

... le "risulta"
quindi dovrebbe aver  letto qualche articolo di  giornale o notizia in rete ... potrebbe gentilmente fornirci il link o dirci la fonte della notizia ? - grazie

purtroppo chi mi ha informato deve aver preso un abbaglio, forse giustificato dall'eccessivo interesse che riponeva nell'attesa di tale  notizia.
mi scuso per la mia ingenuità.
credo che la fonte che ha tratto in inganno fosse:
rtp.pt/noticias/politica/votacao-final-do-orcamento-do-estado-acompanhe-em-direto_e1042932
buona giornata

ANGELO LAINATI :

purtroppo chi mi ha informato deve aver preso un abbaglio, forse giustificato dall'eccessivo interesse che riponeva nell'attesa di tale  notizia.
mi scuso per la mia ingenuità.
credo che la fonte che ha tratto in inganno fosse:
rtp.pt/noticias/politica/votacao-final-do-orcamento-do-estado-acompanhe-em-direto_e1042932
buona giornata

grazie Angelo
il suo amico non ha preso alcun abbaglio, dall'articolo da lei linkato si evince chiaramente che il Bilancio Preventivo per il 2018 E' STATO APPROVATO il 27 novembre scorso ... in quel Bilancio NON è prevista alcuna tassazione riguardo le pensioni percepite dai nuovi RNH ... vedremo nel corso del 2018, dopo che saranno concluse le varie discussioni in sede Europea, se torneranno sull'argomento  :)

Grazie a tutti
Seguo con interesse.

quifinanza.it/soldi/il-portogallo-supera-litalia-ed-esce-dalla-crisi/161859/

Il Portogallo supera l’Italia ed esce dalla crisi
I bond lusitani rendono meno dei nostri. A inizio anno c'erano 180 punti a nostro favore

............. il Bilancio Preventivo per il 2018 E' STATO APPROVATO il 27 novembre scorso ... in quel Bilancio NON è prevista alcuna tassazione riguardo le pensioni percepite dai nuovi RNH ... vedremo nel corso del 2018, dopo che saranno concluse le varie discussioni in sede Europea, se torneranno sull'argomento .......
A tal proposito ad oggi ancora non si sono appresi ulteriori orientamenti, commenti, iniziative, illusioni, disillusioni in merito alla questione "tassazione"?

E'  periodo festivo ... comunque lanciando la ricerca  ci sono solo i soliti oramai datati articoli  sett.-ott. -nov. 2017

HAI RAGIONE. AUGURI DI BUONE FESTE

SBERTAN :

riporto il post messo oggi in  discussione TASSE di Navigatrice

Navigatrice Oggi 12:50:50 Segnala #41
30 messaggi Altura, Faro
Buongiorno a tutti, sono stata al meeting dove gentilmente mi hanno permesso di assistere.
Questa e' la sintesi : la Francia ha deciso di chiedere un parere al loro consiglio di stato un' interpretazione sul 'accordo bilaterale con il Portogallo .
Il parere della corte e' stato che non puo' esistere una doppia esenzione, pertanto ha deciso di applicare la normale tassazione esistente in Francia anche ai pensionati rnh portoghesi .
Tenete presente che la stessa  interpretazione e' stata applicata ai residenti francesi in Israele
.
La conclusione e' stata anche da parte del rappresentante dell'ambasciata che sarebbe auspicabile una minima tassazione da parte del Portogallo.

Quindi cosa è successo? Il pensionato francese che aveva acquisito lo stato di RNH in Portogallo, si è visto arrivare la pensione tassata e non più al lordo? E se si, è stata retrodatata? O devono ancora decidere, aspettando la UE?

ciao SARO,
hai ben compreso il  problema ....  un pericolosissimo possibile precedente di uno stato "importante"  in EU.

Siamo ancora a questo punto che copio ed incollo.
Per il 2018 più passano i mesi e più è probabile per  chi prende residenza entro 30.06.2018  non cambi nulla,  peraltro come già stabilito nella legge di bilancio 2018.

Ciao

Stefano

"......il Governo PT ha nell'ordine dichiarato:
- che avrebbe valutato la cosa
- di averla valutata e PROPOSTO per il bilancio 2018 da  approvare entro il 31.12.2017 di lasciare la situazione inalterata
- di aver studiato le richieste degli altri stati ed  aver deciso cosa fare , ma di esternarlo solo dopo che si sarà deliberato in sede EUROPEA  in merito alle AREE FISCALI AGEVOLATE (o dicitura simile)   di tutti i Paesi  in quanto sono previste riunioni .... .

La mia TRADUZIONE di quanto sopra  (da bar  FINANZA) è che:

per i già RNH è probabilissimo che non cambi nulla.

per i nuovi, ci sarà una tassazione INSERITA solo DOPO le predette riunioni.
Badate che può essere inserita anche a metà 2018 a valere per tutto l'anno fiscale,quindi dal 01.01.2018.

QUESTE benedette riunioni ... a mio parere ... potranno "diluirsi" nel tempo in quanto sono diversi gli stati europei con aree  fiscali agevolate ed  ognuno tenderà a farsi i propri interessi.  ........ "

Io ho aperto la pratica Aire al mio comune il 4 gennaio 2018, ho completato la mia posizione fiscale portoghese, compresa casa e indirizzo di residenza come cittadino europeo...per cui mi farà piacere sapere se ci sono novità!!
Grazie
Fabio

Io ho avuto la residenza in portogallo ad ottobre 2017, preso il NIF, aperto il c/c bancario e preso casa in affitto con contratto regolarmente registrato. Sempre ad ottobre, tornato in Italia, ho fatto la precancellazione nel comune di residenza presso gli uffici AIRE. A febbraio 2018 è arrivata dall'Ambasciata di Lisbona la conferma dell'avvenuta iscrizione. Cosa fa fede per il discorso della defiscalizzazione? Il momento della domanda fatta ad ottobre 2017 o la conferma arrivata dall'Ambasciata a febbraio 2018? Se è valida la data del 2017, pur perdendo un anno di defiscalizzazione, dovrei rientrare tra coloro che hanno i beneficio della tassazione 0%. Se invece è valida la data di febbraio 2018 ... staremo a vedere cosa succede (ma nel frattempo si sa qualcosa sulla rinegozianizazione per una tassazione dal 5 al 10%?)
Grazie a chi vorrà rispondermi!

Io ho avuto la residenza in portogallo ad ottobre 2017, preso il NIF, aperto il c/c bancario e preso casa in affitto con contratto regolarmente registrato. Sempre ad ottobre, tornato in Italia, ho fatto la precancellazione nel comune di residenza presso gli uffici AIRE. A febbraio 2018 è arrivata dall'Ambasciata di Lisbona la conferma dell'avvenuta iscrizione. Cosa fa fede per il discorso della defiscalizzazione? Il momento della domanda fatta ad ottobre 2017 o la conferma arrivata dall'Ambasciata a febbraio 2018? Se è valida la data del 2017, pur perdendo un anno di defiscalizzazione, dovrei rientrare tra coloro che hanno i beneficio della tassazione 0%. Se invece è valida la data di febbraio 2018 ... staremo a vedere cosa succede (ma nel frattempo si sa qualcosa sulla rinegozianizazione per una tassazione dal 5 al 10%?)
Grazie a chi vorrà rispondermi!

Salve,   non appena ci fossero dati certi e novità, qui súbito compariranno.  Il prim@ che ne sa, qui riporta.
Tanto per dire del clima ... e per cui di come vanno in generale le cose da parte della UE (per es., in Francia era già da almeno 3 anni che mugugnavano), siccome i paesi con regime fiscale agevolato non sono soltanto quelli europei, già sono passati ad esercitare pressioni anche altrove, in paesi extra UE....
La vite si stringe sempre di piu'. E in diversi ámbiti e vari modi ...
A lunga scadenza, di "garanzie" e libertà ve ne saranno sempre meno. Si tratta quindi di fare le scelte che per sé possono valere nel breve e medio termine.

Buongiorno a Tutti e a Giancarlo,
Per diretta esperienza ha fatto data la presentazione della domanda presso il Consolato e il rilascio (originale) della rucevutina riportante data e protocollo;
Ad oggi non mi risulta che  ci siano evidenze di modifiche da parte delle Autorità Portoghesi in merito a tassazioni per i RNH.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

ciao GiancarloE

c'è confusione .....

la TASSAZIONE ZERO % in PT  ha regole diverse dalla  de-fiscalizzazione ITA.

La defiscalizzazione è concessa in  base al trattato bilaterale del 1984 per evitare le doppie imposizioni. STOP

Una volta defiscalizzato pagherai le tasse nel Paese che ti accoglie che nel caso del PT ... ad  ora ....  come  testimoniato sopra sono  ancora ferme per i PENSIONATI ad  aliquota IRS  pari allo 0 %  (zeropercento).

Tranquillo ...

Grazie a tutti per le risposte e per la cortesia.
E presto sarò in Algarve!

https://www.jornaldenegocios.pt/economi … _maislidas

Finlandia minaccia uscita unilaterale da accordi fiscali con Portogallo

La situazione sta definendosi .....

Leggendo l'articolo ... viste le pressioni Finlandesi .....  si prosegue verso la definizione di una tassazione definita "accettabile" ,  cioè che sia realmente percepita come tale.

Speriamo mettano un  7% ed  allunghino  a  15 anni la validità temporale.

Grazie Umberto

SBERTAN :

CUT

Speriamo mettano un  7% ed  allunghino  a  15 anni la validità temporale.

CUT

.......ai finlandesi. Noi italici ci terremmo volentieri 0.

😁

Umberto675 :
SBERTAN :

Speriamo mettano un  7% ed  allunghino  a  15 anni la validità temporale.

.......ai finlandesi. Noi italici ci terremmo volentieri 0.😁

Interessante Umberto ...  questa  sembra una "boutade" 

ma  se  analizziamo i TEMPI con i quali i Finlandesi hanno approvato la LORO parte del trattato corretto (dic.2016)  ed i tempi dei PORTOGHESI (ancora nulla di fatto) vediamo che la "melina"  del PT è ancora in corso.

Se si ragionasse per trattati  , la tassazione potrebbe essere applicata via via solo agli  stati che protestano e minacciano di  ABBANDONARE UNILATERALMENTE  l'accordo .... 

Sarebbero comunque  tempi lunghi e diluitivi del processo di instaurazione della tassazione  in quanto bisognosi di  trattativa e ratifica nei rispettivi Parlamenti .... e  via  via  con  stati diversi.

E'  possibile  a mio parere  .... di  fatto è ciò che sta succedendo.

:/  .... tranne che se la UE/Bruxelles non sta poi a guardare e prende il mattarello per spianare la pasta tutta allo stesso spessore...
No, pure la mia adesso è una boutade, ma sappiamo della loro specialità, nel prescrivere la lunghezza delle zucchine e la percentuale di cacao nel cioccolato, in modo che tutto sia pari ovunque, cioè "giusto" secondo le loro pinze mentali ...

(Non chiedetemi riferimenti perché avevo letto la cosa en passant, cioè che Bruxelles pare dunque avesse già detto al Portogallo "adesso non ne avete più bisogno" (nel senso che ce la faceva a pagare il debito senza queste facilitazioni.) Che poi ci voglia ancora tempo, indubbiamente sì ma...).

non é possibile, qualsiasi modifica di un trattato bilaterale accettato delle due parti necessita dell'accordo delle due parti per essere modificato
quindi il Portogallo deve essere ratificato dalle parti per la modifica
non é detto che non avvenga, discussioni sono in corso
non mettiamo in giro voci allarmistiche ma solo notizie certificate
un saluto a tutti
Dario

Buonasera Dario,
perfettamente d'accordo.
Questa é  un'altra notizia tipo la circolare INPS per l'esistenza in vita di cui il Portogallo non era menzionato.
Spesso "tacere" é  segno di buon senso e intelligenza.
A presto,
alfredo luigi caruso

grazie Alfredo!
"pacta sunt servanda"
dicevano i nostri antenati, quelli che avevano le palle e hanno conquistato il mondo occidentale di allora,
altra pasta rispetto agli smidollati odierni
:)  :cheers:
Dario

Ciao Dario,
permettemi di completare, non solo l'Occidente ma la Siria, la Giordania e il Sinai per poi aggiungere l'impero dei Parti.
Avevano raggiunto anche l'attuale Iraq e il Golfo Persico.
Caro Amico, ecco perché mi sento estraneo a questo mondo e oltre a quello da te specificato, io aggiungerei..."di morti di fame in materia celebrale.
Sono certo che ci siamo perfettamente intesi.
Un affettuoso saluto, alfredo

perfettamente!  :D

ciao   Dario,

forse hai saltato questo post di Umberto.

Su quelli successivi si ragionava (come al solito) modello  "bar sport ..pardon ... Bar Finanza"

Umberto675 :

jornaldenegocios.pt/economia/impostos/detalhe/governo-finlandes-ameaca-rasgar-tratado-fiscal-com-portugal?ref=economia_maislidas

Finlandia minaccia uscita unilaterale da accordi fiscali con Portogallo

no, l'ho visto,
ma la risposta é la stessa: gli accordi bilaterali devono essere ratificati con l'accordo di tutte le parti,
cosa tuttora non avvenuta,
il resto é solito "chiacchiericcio"
ciao

ratificati ... esatto ...

la Finlandia nell articolo dice  che in mancanza di ratifica  applicherà la tassazione   :idontagree:  ... se non ho sbagliato la traduzione

possibile ma sarebbe un atto unilaterale e una lesione al diritto internazionale,
visti i tempi sarebbe certamente meno peggio che bombardare senza consenso Onu una nazione sovrana per provare qualche giocattolo nuovo e vantarsene per vendere un po' di armi per es a nazioni pacifiche come Saudi Arabia, come fanno Francia UK e Usa
o tempora o mores!
personalmente, affermazione personale e quindi di validità legale nulla, non penso che accada anche perché , come ho letto da qualche parte, i residenti finlandesi sono un 600 ca, quindi molti ma molti di meno delle migliaia di francesi, inglesi, italiani
bene, dunque i Finlandesi se ne fregano e tassano unilateralmente?
da quando? dal 2018? non credo, 2019? forse
i Finlandesi a cascata possono essere imitati da altri
l'Italia per es.? ma se abbiamo un governicchio!
essendo una cosa di scarsa incidenza sul bilancio dell'INPS ma di grande impatto come notizia (tipo i missili sulla Siria) potrebbe essere una ottima operazione d'immagine, magari con l'annullo del vitalizio agli ex parlamentari, quelli che hanno delle belle pensioncine, la più parte di loro senza aver pagato grandi contributi
quindi spicciatevi a venire in Portogallo, vi aspettiamo a braccia aperte, c'é posto!
ma anche chi già c'é potrebbe essere tassato con una tassa retroattiva, in Italia si fa, anche nottetempo tipo prelievo bancario Amato o legge Severino
tutto é possibile nelle nostre belle democrazie patrie del diritto
bella no come chiacchierata da bar sport di Caciocavallo, provincia di Milano, mi ci metto anch'io! e vado a dormire :dumbom:
buona notte, anzi
boa noite
Dario

:D

Buongiorno a tutti/e
mi scuso in  anticipo  per tornare in argomento ma sono un "precisino"  ... direi fin puntiglioso e vorrei tornare sulla situazione creata dalla Finlandia.

Dunque ........

CRONOLOGIA

- abbiamo 2 paesi PT e FIN  che hanno da tempo un trattato per evitare le doppie imposizioni

- 2009  il PT promulga la legge che instaura status RNH  con (tra gli altri)  tasse 0% per pensionati

- 201x  la FIN  chiede una revisione del trattato per evitare che i propri contribuenti  NON PAGHINO LE TASSE nè all' uno nè all'altro paese ed i PT collaborano raggiungendo un accordo sul nuovo trattato

- 2016 dicembre i FIN  approvano da parte loro il nuovo trattato

- 2017 i PT  ancora non lo fanno  cosicchè  ancora non lo si può applicare

- 2018 i FIN si lamentano   :mad:  di non poter ancora riscuotere le tasse in quanto il PT  non ratifica il  new  trattato e  così facendo se non pronti per la fiscalità 2019  costringeranno la FIN a   disconoscere unilateralmente TUTTO il trattato per le doppie imposizioni con ovvie conseguenze per tutti i contribuenti  persone fisiche ed aziende sia PT che FIN .


CONSIDERAZIONI OGGETTIVE

- un Paese membro UE  si è attivato per recuperare fiscalità sui propri contribuenti expatriati

- ha coinvolto la controparte estera la quale HA COLLABORATO 

- hanno  GIà MODIFICATO UN TRATTATO BILATERALE per evitare l' elusione delle tasse solo che da parte PT     (ehhhe  :cool:   che  strano ...)    ancora  non è stata ratificata

- la FIN attende di poter tassare 


CONSIDERAZIONI SOGGETTIVE    o da  bar Finanza

- la FIN è notoriamente un Paese Virtuoso (conti in ordine  ... rigore  nordico ... eccc) ... ed  anche un  paese piccolo per cui probabilmente questo  squilibrio di tassazione tra pensionati dello stesso paese dà fastidio e  si  "nota"

- la modifica del trattato  consente l'imposizione alle Finanze  Finlandesi (che fremono) sui propri pensionati esteri però  non ne conosciamo ancora la  misura e le modalità ma è ovvio che se  sarà la FIN a tassare .....   ipotizziamo dal 2019 ...   tasserà  dal  2019   anche chi è RNH in PT  dal 2017 ... quindi i 10 anni di esenzione sfumeranno in quanto l'esenzione è solo  del PT con legge interna.

- la SVEZIA sembra avere presentato analoga istanza

- la FRANCIA al proprio interno ha  trattato la materia con il Min.Finanze che ha chiesto un parere  ad un loro alto organismo giuridico (non ricordo quale) sulla  correttezza o meno di avere un trattato che consente alla fine  (data la legge del 2009 del PT )  di non pagare alcuna tassa nè in Francia ... nè in PT.
L'ovvia risposta ottenuta (cioè no)  consente anche alla  Francia di chiedere una revisione del  loro trattato con il PT

- sono già troppi gli interessi  e LE AZIONI IN CORSO per dire  che sono solo ipotesi e che non ci riguarda ....

Le modalità di tassazione della Finlandia sui suoi expat ci devono interessare in quanto non saranno retroattive ma interverranno da quel momento in barba  al  tempo ancora disponibile di detassazione in PT.

Scusate ancora per la lunghezza

Io me sto' a grattar........

Nuova discussione