Close
Seguici su Facebook!

Pensione detassata , si ma quando?

Bruna e Salvatore :

Vorrei contattarti tramite mail ma non la trovo nel tuo profilo, puoi contattarmi tu cortesemente.

Ciao, clicca sul nome utente che vuoi contattare.
Sarai ridiretto alla pagina del suo profilo dove troverai il pulsante "Invia un messaggio"
Cliccandoci sopra potrai contattare l'utente attraverso il sistema di messaggeria privata del sito.
Se nella pagina profilo non trovi questa funzionalità, significa che è stata disattivata dall'utente che non desidera essere contattato attraverso questa modalità.

Cordialmente,

Francesca

Ciao bruno, a chi ti riferisci realtivamente alla mail che non trovi? Buona giornata.
Beppe

altav :

Residenza in Portogallo, esenzione fiscale per redditi pensionistici


L'ottenimento dello statuto giuridico del Residente non Abituale permette ottenere riduzioni o sgravi fisclai totali o significativi per vari tipi di redditi, sia ottenuti in territorio portoghese tali come lavoratori dipendenti o indipendenti (solo per certe categorie di attività), sia per redditi ottenuti all'estero, come redditi di capitale e finanziari, immobiliari, royalty e pensionistici . Per iniziare questa pratica è ovviamente necessario essere disponibile a spostare la propria residenza in Portogallo. Infatti il termine “Residente non Abituale” non significa che non si esige una residenza effettiva in Portogallo, ma semplicemente che beneficia di un regime fiscale non usuale (appunto a causa degli sgravi fiscali).
Per i redditi pensionistici, normalmente il punto di partenza della pratica è la ricerca e ottenimento in Portogallo (tramite acquisto o, più semplicemente affitto) di una abitazione dove fissare la propria residenza. Con la conclusione del contratto di acquisto o di affitto di una abitazione è possibile giustificare nei termini delle circolari emesse dall’autorità fiscale portoghese, l’ottenimento immediato della residenza fiscale in territorio portoghese. Infatti con la legge finanziaria per il 2015 è stato modificato l’art. 16º del Codice Redditi Persone Fisiche Portoghese (CIRS) per cui non  è più necessario attendere 183 giorni di permanenza effettiva per ottenere la residenza fiscale, ma la stessa può essere attribuita immediatamente tramite una prova presuntiva dell’intenzione di risiedere in Portogallo, normalmente effettuata con un contratto di acquisto o affitto abitazione o anche con un contratto di lavoro.
Ovviamente questa presunzione e immediata attribuzione della residenza fiscale non esime dall’obbligo di adempiere alla permanenza dei 183 giorni anno (anche in modo intermittente). Ottenuta la residenza è possibile istruire la pratica di richiesta statuto di Residente non Abituale presso il registro centrale contribuenti portoghesi, e richiedere la competente vidimazione dei moduli INPS, INPGI o altro ente previdenziale, per ottenere fin la subito dell’accredito lordo pensione Italiana. Infatti ricordiamo che nei termini dell’art. 18º e 19. Comma 3 dell’accordo atto ad evitare la doppia tassazione sottoscritto tra l’Italia ed il Portogallo le pensioni che non siano pagate in corrispettivo di servizi resi allo Stato o ad un ente locale, sono tassate esclusivamente nel Paese di residenza (e non quindi nel Paese fonte de reddito pensionistico – Italia appunto). Attualmente la risposta a confermare l’attribuzione dello statuto di Residente non Abituale è di circa 3, 4 mesi (con tendenza a ridursi), ma questo riconoscimento ha un mero fine fiscale interno portoghese, non impedendo ottenere fin da subito l'accredito lordo della pensione come residente estero, bastando per questo istruire apposita domanda con vidimazione dell’agenzia delle entrate Portoghese presso il proprio ente previdenziale.
Oltre alla parte fiscale è necessario curare la parte anagrafica, ottenendo l’omologo del permesso di soggiorno portoghese ed effettuare la competente iscrizione AIRE presso il competente ufficio consolare locale. In complemento potrà nel frattempo essere anche aperto un conto corrente bancario portoghese per eventuale accredito pensione italiana (non obbligatorio ma consigliabile) e procedere con l’emissione del Modello S1 per effetti sanitari.

io ci sto, mettimi pure nel gruppo di quelli che aderiranno alla tua proposta.
Mi sembra un'idea da perseguire
Di dove sei?
Posso avere un tuo numero di telefono per poterti parlare di persona?
Ciao

buongiorno,
ho avuto la mi residenza il 15 Novembre e la pratica é tuttora in corso
quindi appena avrò' informazioni precise le mettero' sul Blog,
il mio caso é un po' diverso, io sono già residente all'estero quindi si tratta di cambiamento del registro Aire
La sede Inps da cui attualmente dipendo é quella di Imperia
Cio' che mi viene detto é che una volta ottenuti tutti i documenti (all'incirca 5/6 mesi) presso l'Inps si ottiene la pensione lorda e che gli arretrati vengono corrisposti dal momento della prima iscrizione all'Aire nuovo, nel mio caso il 15 Novembre, facendo richiesta all'INPS de Pescara
L'iter sia portoghese che (ancor piu') italiano é piuttosto tortuoso
Io ho iniziato con un "fai da te" parlando abbastanza bene portoghese sono riuscito facilmente ad ottenere il "codigo" fiscale che é indispensabile per affittare l'appartamento ed allacciare gas, acqua e telefono
Poi ci sono delle "trappole informatiche" complicate
per cui consiglio vivamente di affidarsi ad un professionista che fa questo lavoro e che conosce tutti i passaggi
vi eviterà frustrazioni , perdite di tempo e viaggi su e giu'
consiglio inoltre un rapido apprendimento della lingua, pochissimi portoghesi al di fuori di Lisbona parlano inglese o francese
lo spagnolo é molto sgradito dalla piu' parte dei portoghesi, oltre ad essere una lingua molto diversa, per ragioni storico culturali, consiglio pertanto di parlare piuttosto italiano e chiedere alla controparte di parlare "divagar" lentamente, si arriva a capirsi
a disposizione per altre informazioni

Dario Alfredo

Moderato da Francesca 4 mesi fa
Motivo : Forum pubblico,comunica dati personali tramite messaggeria privata del sito

Buongiorno Dario Alfredo Viale.

Concordo con quello che hai scritto. La cosa migliore dovrebbe essere quella di appoggiarsi ad un professionista. Uso il condizionale perché , purtroppo aimè, capita che in mezzo ai professionisti si celino degli "improvvisati" o per meglio dire non professionisti che possono generare problemi che vengono poi "riconsegnati" irrisolti al committente con le conseguenze che tutti noi possiamo immaginare.
Dunque l'augurio che faccio a tutti coloro che decidono di intraprendere il cammino in oggetto, è di intrattenere dialoghi con chi, per professione, si dedica con preparazione e struttura adeguata per assolvere in modo garantito al servizio richiesto. Il fai da te non sempre paga , anche avendo tempo.
Sergio

DARIO ALFREDO VIALE :

buongiorno,
ho avuto la mi residenza il 15 Novembre e la pratica é tuttora in corso
quindi appena avrò' informazioni precise le mettero' sul Blog,
il mio caso é un po' diverso, io sono già residente all'estero quindi si tratta di cambiamento del registro Aire
La sede Inps da cui attualmente dipendo é quella di Imperia
Cio' che mi viene detto é che una volta ottenuti tutti i documenti (all'incirca 5/6 mesi) presso l'Inps si ottiene la pensione lorda e che gli arretrati vengono corrisposti dal momento della prima iscrizione all'Aire nuovo, nel mio caso il 15 Novembre, facendo richiesta all'INPS de Pescara
L'iter sia portoghese che (ancor piu') italiano é piuttosto tortuoso
Io ho iniziato con un "fai da te" parlando abbastanza bene portoghese sono riuscito facilmente ad ottenere il "codigo" fiscale che é indispensabile per affittare l'appartamento ed allacciare gas, acqua e telefono
Poi ci sono delle "trappole informatiche" complicate
per cui consiglio vivamente di affidarsi ad un professionista che fa questo lavoro e che conosce tutti i passaggi
vi eviterà frustrazioni , perdite di tempo e viaggi su e giu'
consiglio inoltre un rapido apprendimento della lingua, pochissimi portoghesi al di fuori di Lisbona parlano inglese o francese
lo spagnolo é molto sgradito dalla piu' parte dei portoghesi, oltre ad essere una lingua molto diversa, per ragioni storico culturali, consiglio pertanto di parlare piuttosto italiano e chiedere alla controparte di parlare "divagar" lentamente, si arriva a capirsi
a disposizione per altre informazioni

Dario Alfredo

Per avere gli arretrati dall'inps bisogna fare una specifica richiesta oppure verranno corrisposti spontaneamente una volta riconuscita la residenza estera da parte dell'inps?

Sono d'accordo sul fatto di affidarsi ad un professionista ma quale? Italiano? Portoghese? Io ho trovato difficoltà a trovare dei professionisti in Portogallo conoscitori della materia.

Concordo con Dario sul fatto della lingua spagnola. Essendo io portoghese di nascita vi posso assicurare di una cosa. Al contrario degli italiani, ai portoghesi piacciono gli stranieri ma con gli spagnoli non vanno molto d'accordo.
Invece i portoghesi amano gli italiani ma attenzione vi conviene dirlo da subito che siete italiani perche molti confondono italiano con spagnolo.

buongiorno,
giustissima informazione
io mi permetto di consigliare di rivolgersi a Maurizio e sua sorella che sono molto professionali
avevo pensato di cavarmela con il "fai da te" parlando correntemente portoghese e conoscendo discretamente il paese, ma, ahimè, avevo dimenticato gli intoppi burocratici che in questo caso sono duplici: lusitano-italici
ciao!
Dario

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo

Voli per il Portogallo

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Portogallo