IRS per redditi giá tassati all' estero

Leggendo i siti ufficiali portoghesi sulle doppie imposizioni fiscali e sul trattamento del fisco portoghese intendo che chi riceve compensazioni su patrimoni all' estero non verrá esecutata la tassazione sopra quel montante caso abbia giá pagato le tasse in quel paese.

Questo procede veramente? Qualcuno che ha giá avuto esperienza puó delucidare ?

non ho ancora esperienza diretta in merito, la mia prima dichiarazione portoghese é del 2016, ma ho interpellato il commercialista portoghese di un mio amico portoghese (di fiducia al 100%) e la banca
tutti mi hanno detto di si, che i redditi che non fanno parte della pensione sono tassabili
se avete altre conferme o smentite gradirei sapere
un caro saluto a tutti
Dario

completo il messaggio precedente
da un testo di avvocati portoghese che mi sembra chiaro, i redditi percepiti al di fuori del Portogallo non sono imponibili se tassati nel paese d'origine:

In pratica, il riconoscimento dello statuto di residente fiscale non abituale permette al soggetto passivo di ottenere vantaggi fiscali relativamente ai seguenti tipi di reddito: (i) reddito da lavoro dipendente e indipendente, quando gli stessi siano percepiti in Portogallo e risultino dall’esercizio di attività ad alto valore aggiunto ai sensi dell’elenco approvato da decreto del Ministro delle Finanze; (ii) reddito da lavoro dipendente; da lavoro indipendente risultanti da attività ad alto valore aggiunto; pensioni e redditi passivi, sempre che, in ogni caso, siano percepiti all’estero.

2.3. REDDITI PASSIVI
Per quanto riguarda i redditi passivi, come interessi, dividendi, altri redditi da capitali, rendite e plusvalori percepiti all’estero, essi saranno esenti da tassazione in Portogallo sempre che, in alternativa, possano essere tassati nello Stato della fonte, in conformità con l’accordo di doppia tassazione siglato tra il Portogallo e detto Stato, o, in assenza di accordo di doppia tassazione, (i) tali redditi possano essere soggetti a imposta
nello Stato della fonte, in conformità con il Modello di Convenzione Fiscale sul Reddito e il Patrimonio dell’OCSE; (ii) i redditi non siano da considerare percepiti in territorio portoghese, alla luce del Codice dell’IRS, e (iii) il Paese, territorio o regione della fonte dei redditi non faccia parte dell’elenco portoghese di paradisi fiscali.
A questo proposito, e per quanto riguarda la tassazione dei plusvalori mobiliari, si sottolinea che la maggior parte degli accordi di doppia tassazione siglati dal Portogallo prevede la tassazione di questo tipo di reddito unicamente da parte dello Stato in cui il soggetto passivo è residente, il che inviabilizza, all’origine, l’applicazione dell’esenzione suddetta


III. ALTRE IMPOSTE
Attualmente l’ordinamento fiscale portoghese non contempla alcuna imposta sul patrimonio o le fortune.
Allo stesso modo, e per quanto riguarda la tassazione delle trasmissioni gratuite, in particolare per morte o donazione, sono esenti da imposta di Bollo le trasmissioni gratuite a favore del coniuge o unito di fatto, discendenti o ascendenti (si noti, tuttavia, che l’imposta di Bollo sarà sempre dovuta sulla trasmissione di beni immobili localizzati in Portogallo).

Questa é una pessima notizia Dario, ma grazie per la risposta
Magari telefono a qualche contabilista per verificare..... ma fosse cosí allora mi chiedo a che servono queste politicaggini per evitare la doppia tassazione.
Nel mio caso non stavo riferendomi alla pensione o a chi é residente non abituale ma a chi prende la resindenza in etã non pensionabile.
Diego

Ops ...hai postato ancora prima che rispondessi.
In ogni caso , veramente molto gentile Dario

Io sono andato da un commercialista la settimana scorsa per fare il mio IRS. Permetto che io ho la residenza in Portogallo dal 9/12/2016 ed ho solo redditi italiani ed ho pagato le tasse in Italia per tutto il 2016.
Il commercialista come si trattava di un caso particolare ha chiamato la AT per avere chiarimenti e la risposta fu che se io avevo già pagato le tasse sui redditi ottenuti in Italia e se non avevo redditi in Portogallo non dovevo fare il IRS. Dovevo aemplicemente conservare il modello 730 per mostrarlo se mai ci sarà un controllo, di avere pagato le tasse in Italia.
Il prossimo anno invece dovrò fare il IRS perchè non farò il 730 in Italia.

Grazie mormon,

ho cercato varie informazioni oggi in internet e realmente se non si ha una rendita proveniente dal Portogallo non bisogna fare IRS.

Grazie 1000

quindi se ho ben capito la convenzione ed i consigli del commercialista di Porto:
1
se sei pensionato in Italia non pagherai tasse sulla tua pensione italiana per 10 anni,
2
se hai immobili in Italia pagherai le tasse locali in Italia e non in Portogallo ma dovrai dichiararli in Portogallo come proprietà immobiliari nel tuo IRS Portoghese
3
se hai un patrimonio mobiliare in Italia sarai prelevato alla fonte in Italia e non pagherai in Portogallo ma dovrai dichiararne il possesso sul tuo IRS Portoghese
4
se hai redditi mobiliari in Portogallo dovrai dichiararli nel tuo IRS e sarai tassato
5
se hai redditi da immobili in Portogallo sarai tassato con un prelievo secco del 22% e dovrai dichiararli nel tuo IRS Portoghese per verificare il cumulo (mi sembra fino a 250,000 €)

E' cosi'? il mio portoghese é corretto, ma certo non come il tuo (lol!) spero di aver capito tutto quello che mi ha detto il commercialista

un caro saluto

Tchao
Dario

Mi sembra che é cosi e in ogni caso dobbiamo ricordarci che ognuno di noi ha una storia differente per cui credo sia sempre meglio appoggiarsi ad un fiscale/contabilista ou avvocato all inizio per avere tutte le cose in chiaro.

buona giornata a tutti

scusate se vi disturbo, volevo sapere,
quindi
la pensione se ho ben capito, non è tassata in Portogallo?

aldo armando :

scusate se vi disturbo, volevo sapere,
quindi
la pensione se ho ben capito, non è tassata in Portogallo?

Se ha recevuto lo status de RNH la pensione e qualunque altro reddito che non sia prodotto in Portogallo è esente tasse per 10 anni.

DARIO ALFREDO VIALE :

completo il messaggio precedente
da un testo di avvocati portoghese che mi sembra chiaro, i redditi percepiti al di fuori del Portogallo non sono imponibili se tassati nel paese d'origine:

In pratica, il riconoscimento dello statuto di residente fiscale non abituale permette al soggetto passivo di ottenere vantaggi fiscali relativamente ai seguenti tipi di reddito: (i) reddito da lavoro dipendente e indipendente, quando gli stessi siano percepiti in Portogallo e risultino dall’esercizio di attività ad alto valore aggiunto ai sensi dell’elenco approvato da decreto del Ministro delle Finanze; (ii) reddito da lavoro dipendente; da lavoro indipendente risultanti da attività ad alto valore aggiunto; pensioni e redditi passivi, sempre che, in ogni caso, siano percepiti all’estero.

2.3. REDDITI PASSIVI
Per quanto riguarda i redditi passivi, come interessi, dividendi, altri redditi da capitali, rendite e plusvalori percepiti all’estero, essi saranno esenti da tassazione in Portogallo sempre che, in alternativa, possano essere tassati nello Stato della fonte, in conformità con l’accordo di doppia tassazione siglato tra il Portogallo e detto Stato, o, in assenza di accordo di doppia tassazione, (i) tali redditi possano essere soggetti a imposta
nello Stato della fonte, in conformità con il Modello di Convenzione Fiscale sul Reddito e il Patrimonio dell’OCSE; (ii) i redditi non siano da considerare percepiti in territorio portoghese, alla luce del Codice dell’IRS, e (iii) il Paese, territorio o regione della fonte dei redditi non faccia parte dell’elenco portoghese di paradisi fiscali.
A questo proposito, e per quanto riguarda la tassazione dei plusvalori mobiliari, si sottolinea che la maggior parte degli accordi di doppia tassazione siglati dal Portogallo prevede la tassazione di questo tipo di reddito unicamente da parte dello Stato in cui il soggetto passivo è residente, il che inviabilizza, all’origine, l’applicazione dell’esenzione suddetta


III. ALTRE IMPOSTE
Attualmente l’ordinamento fiscale portoghese non contempla alcuna imposta sul patrimonio o le fortune.
Allo stesso modo, e per quanto riguarda la tassazione delle trasmissioni gratuite, in particolare per morte o donazione, sono esenti da imposta di Bollo le trasmissioni gratuite a favore del coniuge o unito di fatto, discendenti o ascendenti (si noti, tuttavia, che l’imposta di Bollo sarà sempre dovuta sulla trasmissione di beni immobili localizzati in Portogallo).

Ciao Dario
in riferimento alla tassazione redditi passivi concordo  su dividendi , interessi, redditi da capitale, aggiungerei cedole azionarie ma siamo certi dei  "plusvalori " ? Io farei una verifica
Se fosse vero ti offrirei una cena "abbondante"
saluti

non é tassata in Portogallo per dieci anni, la convenzione sarà ridiscussa nel 2018  e dipende dalle direttive europee  di Bruxelles
resta tassata in Italia per i dipendenti pubblici
l'ICI esiste, recentemente, solo per proprietà del valore superiore ai 600,000 €
i redditi da altri beni sono dichiarabili ed esenti da imposta se già tessuti alla fonte

E per i redditi da immobili in italia si è  esenti per 10 anni oppure bisogna pagare le tasse in italia?

se sei residente in Portogallo devi pagare le imposte locali come seconda casa

se paghi le imposte in Italia non sei soggetto a doppia tassazione

Ricapitolando un po' redito da affitti percepito si paga nel paese dove si prende e non si paga più niente come la pensione imps per 10 anni , in Italia fa cumulo con pensione indap imps e affitti e redditi da libretti bancari.
Se mi sbaglio grazie per una dritta di come dovrò comportarmi.

qualsiasi reddito già tassato alla fonte, dividendi, pensione, deve essere dichiarato ma non é soggetto a doppia tassazione
altri redditi non tassati alla fonte (affitti, prestazioni, ecc...) vanno dichiarati e sono tassati nel paese di residenza

quindi se percepisco affitti in italia la pensione lorda del portogallo fara 'cumulo con questi affitti?

Mormon avrei bisogno di conoscere il tuo commercialista perchè sto in mezzo ad un casino.
Io sono residente ad Olhao dal 2 agosto 2017 ed ho avuto redditi di lavoro dipendente fino a marzo 2017 più la vendita di azioni di una mia società con una plusvalenza, più da luglio ho preso la pensione che grazie alla direzione INPS della mia città prendo ancora al netto avendomi bocciato la pratica perchè non c'era il timbro ad inchiostro sul certificato di residenza fiscale, pazzesco, c'èra quello a rilievo.
OK il problema è che il primo contabilista mi ha detto che se avevo pagato le tasse in Italia e, io le ho pagate tutte in Italia essendo residente per più di 183 giorni in Italia, non dovevo fare la dichiarazione IRS.
Ai primi di giugno vengo a sapere invece che la dichiarazione IRS la dovevo fare ugualmente: prendo i CUD vado da un'altro contabilista che in effetti mi fa la dichiarazione IRS inserendo però solo il reddito di lavoro ed il reddito da pensionato, omettendo di indicare le trattenute già avute in Italia. Manco a dirlo i primi di agosto mi arriva la cartella esattoriale e per farla breve ho dovuto pagare circa 45.000€ di tasse.
Ho cambiato quattro contabilisti che non parlano una parola di inglese e figuriamoci l'italiano; sono andato diverse volte all'uficio della Finanza di Olhao adove ho consegnato le copie autenticate della mia dichiarazione dei reditti e del F24 che ho pagato, nulla da fare, forse adesso vogliono anche altri 120.000€ sulla plusvalenza azionaria.
Non so più come fare, sono disperato e non posso non pagare perchè sono proprietario di un terreno edificabile e di una casa che mi sequestrerebbero senza se e senza ma: rapinatori rapaci peggio che in Italia.
Se puoi inviami le coordinate del tuo commercialista così lo contatto.
Se altri hanno esperienze in queste cose e mi rispondono mi fanno un grosso favore.
Grazie in anticipo

peppone220 :

Un'agenzia molto seria ad Olhao è X, sono rientrato in Italia proprio ieri ma in due settimane ho:
Affittato casa .....................................
Dato incarico per progettazione villetta
............
La cosa più importante è che ho potuto riscontrare una competenza ed una affidabilità totale
Sono contento di risiedere in Olhao

Ciao e scusa se mi permetto, avevo anche chiesto se confermavi (in quella discussione) che il terreno era solo (nelle 2 settimane) stato e  impegnato a compromesso e non già anche rogitato.

Ma tu non hai risposto ....

di solito si risponde giusto per fare capire come funzionano le cose e dare i maggiori input possibili che rimangono di  aiuto per tutti.

Quanto scrivi :

- sulla pensione (non accettata la detassazione per il 2018)

- e sopratutto sulla dichiarazione dei redditi

getta un'enorme discredito sull'agenzia che tu hai detto essere superlativa.

Mi spiace per quanto ti accade (lo dico veramente)  ma  NON TI AVEVANO AVVISATO delle modalità delle dichiarazioni dei redditi e di ciò che è o non è ricompreso nel Trattato per Evitare le Doppie Imposizioni ?....  che come dice il titolo è per EVITARE le doppie tassazioni  che altrimenti ci sono.

INOLTRE  ".....rapinatori rapaci peggio che in Italia..... "
a mio parere è solo la prova che siamo in uno Stato con la S maiuscola che funziona... al contrario di altri (non faccio nomi).

....... ti prego di rispondere... stavolta .....

Stefano

Lei ha sempre lo stesso difetto: usa questo blog solo per parlare male dei suoi concorrenti.
In ogni caso la tranquillizzo dicendole che non ho interpellato la mia agenzia per la parte fiscale e che per la de tassazione della pensione non ha nessuna colpa, zero.

X Sbertan.       Stefano lascia perdere, questa mi sembra una bufala come la precedente. Basta guardare le cifre in gioco per capire che, se fosse tutto vero, uno con la testa e con tanti soldi in gioco saprebbe a chi rivolgersi. In ogni caso io per la dichiarazione dei redditi ho chiesto all’agenzia che mi ha seguito e mi ha indirizzato a uno studio preparato.... proprio in Olhao (e ho redditi immobiliari e altro). Luigi

Super Peppone,  io non ho nessun concorrente, sono un privato come te e cerco di capire le tematiche per  arrangiarmi DA SOLO. E  non per farmi gli affari tuoi / Suoi  ma veramente per sapere.  Per questo saresti carino a dettagliare la cosa ad uso di tutti (e ... si ... ovviamente anche mio). Daii  aiutaci ... in gruppo è  sempre meglio.   Se vuoi interpella l agenzia che ti ha iscritto alla fiscalità PT e che poi ha richiesto beneficio RNH e .. per favore ... facci sapere. .. (io non ho certezze e mi interessa molto) se chi è residente (data cert. do Cidadao) nel secondo semestre ha SEMPRE l obbligo dichiarativo IRS per quei mesi finali d anno e se una eventuale omissione comporta la decadenza del beneficio RNH come ho letto in altra discussione. e  poi (dopo chiudo...) ..... allora se non ho capito male .. la colpa è solo tua che hai sbagliato contabilista ? Grazie anticipate Stefano

anche a me la cosa sembra talmente abnorme per essere vera, pero' a discapito di Peppone, che prende un granchio colossale ad attaccare Sbertan pensando scioccamente che sia un'agenzia mentre mette al servizio di tutti le sue capacità di segugio, dico che gli sbirri delle tassocrazie in ogni latitudine, parlo per esperienza, sono talmente stupidi e solerti nell'accanimento sulla classe media che quando afferrano l'osso cercano di spolparlo mandando in rovina il poveraccio cha vittimizzano impoverendo cosi' indirettamente la comunità intera
é cosi' purtroppo da sempre e non cambierà 
per questo che noi onesti, che non hanno, alla Benetton, da maglioncini colorati economici a gestori di ponti e autogril coi soldi nostri (banche), o alla DeBenedetti, tessera Pd n°1 e onnivoro investitore a breve, sempre coi soldi nostri (banche), amici demosinistri che ci aiutano ad esportare le nostre fortune in Lussemburgo o in isole vergini, andiamo in Portogallo, in Tunisia, alle Canarie, in Bulgaria, in Tailandia, a respirare il duro pane dell'esule (lol!)
Né piu mai tocchero' le sacre sponde ove il mio corpo fanciulletto giacque ...

per la regola della non doppia imposizione il patrimonio mobiliare che da origine a dividendi tassati alla fonte e immobiliare che rende affitti con prelievo di imposta nel paese d'origine non sono sottoposti a tassazione portoghese, sussiste pero' l'obbligo (obbligo spontaneo, a buon intenditor... della dichiarazione di patrimonio

DARIO ALFREDO VIALE :

per la regola della non doppia imposizione il patrimonio mobiliare che da origine a dividendi tassati alla fonte e immobiliare che rende affitti con prelievo di imposta nel paese d'origine non sono sottoposti a tassazione portoghese, sussiste pero' l'obbligo (obbligo spontaneo, a buon intenditor... della dichiarazione di patrimonio

Dario è come scrivi, ma bisogna anche specificare ,nella dichiarazione ,che si sono pagate le tasse nel paesed’origine. Io ho fatto così e ho avuto la lettera da parte loro che è tutto a posto, con il prospetto riassuntivo ( sugli immobili chiedono il reddito prodotto). Un qualsiasi ebete di commercialista qui in Portogallo lo sa. A me la dichiarazione l’ha compilata una delle impiegate dello studio, niente di speciale o di barocco.

Buongiorno,
Io non ho nessuna voglia di fare polemiche e sono inc* nero con me stesso per aver fatto quello che tutti fanno qui: andare da un ufficio di contabilità e fiscalista ed aver seguito quello che mi hanno detto di fare.
Aggiungo che il contabilista che mi ha fatto la dichiarazioni IRS (con la mia password)e ha sbagliato tutto perchè non hanno indicato le detrazioni delle tasse già trattenute in Italia; di  conseguenza AT mi ha mandato la cartella che ho dovuto pagare altrimenti mi avrebbero pignorato c/c , auto, casa e terreno che ho acquistato qui in Portogallo.
Comunque avevo scritto sul blog per capire se a qualche altro connazionale era successa la stessa cosa, beati voi che non ci siete capitati.
Adesso ho trovato un avvocato italiano a Porto che si occupa anche di queste problematiche e vediamo cosa succederà.
Vi faro sapere appena avrò qualche notizia certa.

Moderato da Francesca la settimana scorsa
Motivo : *moderazione parziale

Peppone .. i miei più sinceri auguri  :top:  che tutto vada bene.   :one

attenzione agli avvocati italiani a Porto, alcuni, come molti avvocati purtroppo, sono un rimedio peggiore del male
Dario

peppone220 :

Buongiorno,
Io non ho nessuna voglia di fare polemiche e sono inc* nero con me stesso per aver fatto quello che tutti fanno qui: andare da un ufficio di contabilità e fiscalista ed aver seguito quello che mi hanno detto di fare.
Aggiungo che il contabilista che mi ha fatto la dichiarazioni IRS (con la mia password)e ha sbagliato tutto perchè non hanno indicato le detrazioni delle tasse già trattenute in Italia; di  conseguenza AT mi ha mandato la cartella che ho dovuto pagare altrimenti mi avrebbero pignorato c/c , auto, casa e terreno che ho acquistato qui in Portogallo.
Comunque avevo scritto sul blog per capire se a qualche altro connazionale era successa la stessa cosa, beati voi che non ci siete capitati.
Adesso ho trovato un avvocato italiano a Porto che si occupa anche di queste problematiche e vediamo cosa succederà.
Vi faro sapere appena avrò qualche notizia certa.

Buona sera Peppone

Non sei l’unico, e’ successo anche a me. A mio giudizio questi cosidetti contabilisti portoghesi sono un disastro o per lo meno sono molto superficiali.

Intanto al momento della prima compilazione dell’Irs 2017, ho dovuto correggere la dichiarazione proposta dal contabilista con i conti da me effettuati. E a ragione.

Poi al momento dell’inoltro della dichiarazione (anche nel mio caso fornendo la mia passw) il contabilista si e’ scordato di allegare nella dichiarazione le detrazioni maturate su alcune spese che ho effettuato in Portogallo.  Come conseguenza e’ arrivata anche a me un ingiunzione di pagamento da parte di AT.

Quando ho ricevuto la cartella e ho consultato il contabilista per avere ulteriori delucidazioni riguardo la motivazione per la cifra richiesta da AT sono stato io a dover ipotizzare che probabilmente “ci eravamo” scordati di allegare le esenzioni maturate. Il contabilista, diversamente, sosteneva che la richiesta era congruente.

Personalmente la prossima dichiarazione non solo me la calcolo da me ...ma me la inoltro anche. Almeno sbaglierò da solo.

Umberto675 :

.......... Personalmente la prossima dichiarazione non solo me la calcolo da me ...ma me la inoltro anche. Almeno sbaglierò da solo.

ciao Umberto,

e siamo arrivati al punto della questione ... sostengo da SEMPRE che bisogna comprendere il percorso in tutte le sue componenti proprio per non essere alla "mercè"  degli altri.

Non so se sarei riuscito a fare come te .... accidenti BRAVO !!

Mi sono scaricato la guida  che hai postato .... e  ... ti è bastato seguire quella oppure ci sono malizie // intuizioni particolari ?

Nel tempo sarà certamente più facile .... fatta la prima ....   magari si potrà fare un  breve vademecum mirato per un reformado che abbia  solo:

- casa in ITA
- Cud  ITA

E sopratutto un piccolo dBase

CONTABILISTI  per ITALIANI in tutto il PT

che  siano già stati "testati"  da  qualcuno di noi e  quindi abituati ad inserire tematiche ITALIANE.

Ribadisco .... solo già utilizzati  e  CON SUCCESSO.

Parimenti anche coloro che si sono sbagliati, per scartarli ovviamente.

+++++++++++++++++++++++++++

Chiedo a Francesca se sia possibile in deroga alle regole del Furum che si possano postare i
NOMI // COGNOMI // INDIRIZZI
messaggio per messaggio,  i contatti diretti cioè telefono + e.mail  saranno dati dalla persona che fa il post via messaggeria privata a  chi lo  richiede.

E' possibile Francesca ? 
se  sì  apro la discussione , o  meglio  ... puoi aprirla tu elencando gli OBBLIGHI in ROSSO + GRASSETTO nel primo post.

Grazie

Umberto buongiorno,
I contabilisti qui in Portogallo sono un disastro completo e non inserendo il loro pin sulla dichiarazione ma usando la nostra password non si assumono nessuna responsabilità e non ti fanno nessuna ricevuta, peggio che in Italia.
Per fortuna ieri penso di aver trovato una specialista fiscale iscrittà all'ordine nazionale che veramente ci capisce perché la mia dichiarazione 2017 è un pò complessa avendo avuto redditi di diverse provenienze e non solo lavoro e pensione.
Il problema è che io non dovrei comunque pagare niente in Portogallo avendo avuto tutti i redditi in Italia prima di trasferirmi in Portogallo e dopo aver vissuto per oltre 183 giorni in Italia dove ho già dichiarato e pagato tutte le tasse dovute.
Speriamo bene.
Informerò il forum una volta conclusa questa storia.
buona giornata

Dario quello che dici è verissimo aggiungerei probabilmente anche fra quelli indicati dall'Ambasciata sul suo sito.

peppone220 :

.......Il problema è che io non dovrei comunque pagare niente in Portogallo avendo avuto tutti i redditi in Italia prima di trasferirmi in Portogallo e dopo aver vissuto per oltre 183 giorni in Italia dove ho già dichiarato e pagato tutte le tasse dovute.

Il contabilista DEVE invocare il Trattato bi-laterale per evitare le doppie imposizioni ed in base a quello dichiarare già evaso l'obbligo.

Però non è "omnibus" per qualsiasi tipologia di reddito.  Ci sono redditi compresi ed altri NO per i quali rimane l'obbligo impositivo in PT .....

Se aggiungiamo l'obbligo di dichiarazione in PT   (siamo sicuri ??? .... ho interpellato ieri sera ATFinancas ed aspetto una risposta che pubblicherò)     
... dicevo .... obbligo anche per i pochi mesi finali del 2017 abbiamo un buon MIX  di difficoltà nell'eseguire .. per un contabilista  di "media" caratura.

E' importante aprire una discussione SOLO per passarsi pubblicamente i NOMI e INDIRIZZI  dei contabilisti già utilizzati con successo da tutti noi / voi.

In MSG PRIVATO  poi forniremo i contatti  diretti.

Speriamo che l' ADMIN   conceda questa deroga .... un  lusso ... sarebbe molto utile ...

SBERTAN :
peppone220 :

.......Il problema è che io non dovrei comunque pagare niente in Portogallo avendo avuto tutti i redditi in Italia prima di trasferirmi in Portogallo e dopo aver vissuto per oltre 183 giorni in Italia dove ho già dichiarato e pagato tutte le tasse dovute.

Il contabilista DEVE invocare il Trattato bi-laterale per evitare le doppie imposizioni ed in base a quello dichiarare già evaso l'obbligo.

Però non è "omnibus" per qualsiasi tipologia di reddito.  Ci sono redditi compresi ed altri NO per i quali rimane l'obbligo impositivo in PT .....

Se aggiungiamo l'obbligo di dichiarazione in PT   (siamo sicuri ??? .... ho interpellato ieri sera ATFinancas ed aspetto una risposta che pubblicherò)     
... dicevo .... obbligo anche per i pochi mesi finali del 2017 abbiamo un buon MIX  di difficoltà nell'eseguire .. per un contabilista  di "media" caratura.

E' importante aprire una discussione SOLO per passarsi pubblicamente i NOMI e INDIRIZZI  dei contabilisti già utilizzati con successo da tutti noi / voi.

In MSG PRIVATO  poi forniremo i contatti  diretti.

Speriamo che l' ADMIN   conceda questa deroga .... un  lusso ... sarebbe molto utile ...

Salve, farò sapere.

Grazie

Penso che, come in ogni paese, ci sia un albo con i nomi dei professionisti e con le regole e responsabilità. Conoscendo bene il portoghese non dovrebbe essere difficile capire cosa si può o non si può ottenere da un contabilista o da un professionista iscritto all’albo.

Concordo ma il problema che io non parlo ancora portoghese ma italiano ed inglese

Francesca :
SBERTAN :
peppone220 :

.......Il problema è che io non dovrei comunque pagare niente in Portogallo avendo avuto tutti i redditi in Italia prima di trasferirmi in Portogallo e dopo aver vissuto per oltre 183 giorni in Italia dove ho già dichiarato e pagato tutte le tasse dovute.

Il contabilista DEVE invocare il Trattato bi-laterale per evitare le doppie imposizioni ed in base a quello dichiarare già evaso l'obbligo.

Però non è "omnibus" per qualsiasi tipologia di reddito.  Ci sono redditi compresi ed altri NO per i quali rimane l'obbligo impositivo in PT .....

Se aggiungiamo l'obbligo di dichiarazione in PT   (siamo sicuri ??? .... ho interpellato ieri sera ATFinancas ed aspetto una risposta che pubblicherò)     
... dicevo .... obbligo anche per i pochi mesi finali del 2017 abbiamo un buon MIX  di difficoltà nell'eseguire .. per un contabilista  di "media" caratura.

E' importante aprire una discussione SOLO per passarsi pubblicamente i NOMI e INDIRIZZI  dei contabilisti già utilizzati con successo da tutti noi / voi.

In MSG PRIVATO  poi forniremo i contatti  diretti.

Speriamo che l' ADMIN   conceda questa deroga .... un  lusso ... sarebbe molto utile ...

Salve, farò sapere.

Grazie

Buongiorno Stefano,

Credo si possa iniziare a costruire un valido database inserendo i contatti nell'Elenco Commerciale Portogallo, categoria Consulenti fiscali in Portogallo
Man mano che gli utenti si avvalgono del servizio di un consulente, e ne sono soddisfatti, si prenderanno la briga di inserire il contatto dell'elenco commerciale.
Il contatto si può anche raccomandare cliccando su " Mi piace " (accrescita di credibilità all'interno della comunità).
Questo è il modo migliore per accentrare i contatti che altrimenti sul forum andrebbero dispersi perchè, soprattutto i nuovi utenti, raramente si prendono il tempo di leggere il materiale disponibile (vedi creazione di innumerevoli doppioni).
Ovvio che poi ci impegnamo tutti ad indirizzare chi fosse alla ricerca di contatti verso l'elenco commerciale.
Volendo posso creare una discussione ad hoc sul forum spiegando come fare ad inserire/consultare i contatti.
Se vuoi, scrivimi un MP e proseguiamo il discorso.

Grazie,

Francesca

@Sbertan

Ciao Stefano, buona sera e scusa se rispondo solo ora.

A mio giudizio non è che i contabilisti portoghesi sono incapaci, anzi. Personalmente ho sempre avuto indicazioni puntuali e veritiere. Il punto è che sono superficiali al momento della compilazione dell’Irs. Mia moglie sostiene ( e forse a ragione) che gli girano un po’ i maroni quando vedono che siamo in esenzione totale (+o-) sulle imposte. Come dagli torto 😄

C’è da dire che qui in Portogallo non e’ un dramma se ti arriva la “cartella” esattoriale. Ti inviamo l’avviso cartaceo e in area riservata sul sito dell’AT, hai un mesetto di tempo per regolarizzare, gli importi sono quelli dovuti senza more o interessi stratosferici, si pagano on-line facile facile e si comunica il pagamento sempre in area riservata.

Non dico un fisco amico però decisamente meglio dell’abbinata AdE+equitalia.

Continuo...perché sono argomentativo 😛

Nuova discussione