Viaggio in Italia con targa RS

Buongiorno a tutti.


Vorrei sapere se qualche italiano residente in Tunisia si è recato recentemente in Patria con la propria vettura targata RS (dove RS è naturalmente scritto in caratteri arabi) e se ha ricevuto contestazioni proprio in merito ai caratteri arabi della stessa.

Ho letto un'infinità di articoli e nuove leggi che indicano la necessità di fare ristampare  e sostituire la targa con numeri arabi e lettere in latino per entrare e circolare in Italia, ma non è assolutamente chiaro se questa regola valga solo per i residenti in Italia oppure no.

Grazie a chiunque possa fornire chiarimenti!
A marzo sono rientrato in Italia con la mia macchina targa tunisina. No rs. Nessun problema.
Graxie!
Non vale solo per la RS ma anche per la tunisina e per qualsiasi targa scritta con caratteri non conformi alla normativa comunitaria e quindi illeggibili. Il fatto di "scamparla" o di non trovare il poliziotto che voglia applicare la norma non vuol dire che si persegue la legge. L'art. 132 comma 3 del codice della strada è chiaro in questo:
3. Le targhe dei veicoli di cui ai commi 1 e 2 devono essere chiaramente leggibili e contenere il contrassegno di immatricolazione composto da cifre arabe e da caratteri latini maiuscoli, secondo le modalita' da stabilire nel regolamento. Chiunque viola le disposizioni del presente comma e' soggetto alle sanzioni di cui all'articolo 100, commi 11 e 15.
Come molti connazionali che viaggiano in auto ho la doppia targa, la tunisina normale che uso fino alla Goulette e viceversa e quella con caratteri "europei" che uso dalla Goulette in viaggio e viceversa.
La prima è una normale targa tunisina XXX tunisi in arabo XXXX la seconda è invertita XXXX TU XXX in aggiunta (è possibile farlo) ho fatto applicare una banda laterale anteriore rossa su entrambe le targhe "da viaggio" con la scritta TN (tunisia) in bianco in modo da fare a meno dell'adesivo di nazionalità sulla carrozzeria. Nel caso della RS in versione tunisina sarebbe scritto XXXXXX rs in arabo e in quella da viaggio RS XXXXXX
I portatarga hanno la possibilità di sfilare la targa per sostituirla quindi non le ho fissate con viti o rivetti ma levando un blocco sono cambiabili.
Come immaginavo! Non si tratta di una qualsiasi targa europea che, comunque sia modulata, è sempre e comunque leggibile!
Grazie ancora Antonio, sempre preciso e puntuale!
Attenzione che il 21 marzo nasce il nuovo codice della strada che istituisce il REVE che è il registro dei veicoli immatricolati all'estero, riguarda i cittadini con residenza italiana che conducono veicoli con targa estera, quindi attenzione se una volta in Italia per una vacanza lunga, superiore al mese, affidiate la vostra auto a parenti per un giro qualsiasi, la norma non mi interessa ma per chi fa periodi simili se la vada a studiare :)
Piccola aggiunta quando sbarchi dalla nave ti conviene avere la copia della tua iscrizione AIRE per poter circolare con targa RS devi dimostrare che sei realmente iscritto al registro suddetto

@Ronaldregan esatto, a Palermo la Guardia di Finanza mi fermò al controllo e verificarono in centrale se ero iscritto AIRE

A marzo sono rientrato in Italia con la mia macchina targa tunisina. No rs. Nessun problema.
- @Paulviolin

Buongiorno a tutti
Gia successo ad un mio conoscente!
Residente ad Hammamet,  va in Italia  con auto targa RS in caratteri arabi.
Fermato due volte,  la prima Carabinieri  l'ha  scampata, la seconda volta pochi giorni  dopo a Rimini  vigili  urbani  si è  ficcato la multa!
Poi ha imparato che basta andare dal tipo che fa le targhe vicino alla rotonda Batam  ad Hammamet,  e ti vende per qualche dinaro una decina di adesivi con su scritto RS .
Quando sei nel traghetto prima di scendere in Italia ne appiccichi  uno dietro e uno davanti a coprire i caratteri arabi.
Quando rientri allo sbarco alla Goulette  li stacchi.
Più semplice  di così !
Senza complicarsi  troppo la vita !
Ottima soluzione!