Trasferimento negli Stati Uniti: aggiornamento sui vostri progetti

Buongiorno a tutti,

Spero stiate bene!

Secondo un'indagine condotta dal Boston Consulting Group risulta che sempre più italiani sono propensi a trasferirsi all'estero, principalmente per cercare lavoro. Ci rivolgiamo quindi a chi, tra voi, sta pianificando una vita oltre confine: a che punto siete del vostro progetto di espatrio negli Stati Uniti?

Quali sono i motivi che vi spingono a lasciare il vostro paese natale? Partirete da soli, in coppia, o con la famiglia?

Perché avete scelto di trasferirvi negli Stati Uniti? Cosa vi attira maggiormente di questa nazione?

La pandemia del coronavirus ha modificato, o rallentato, i vostri piani?

Che strumenti usate per rimanere aggiornati sull'andamento della situazione sanitaria negli Stati Uniti?

Spero di avere vostre notizie!

Grazie per il contributo,

Francesca
Team Expat.com

Ciao a tutti!

C'è qualcuno che ha voglia di raccontarci i suoi progetti di trasferimento negli Stati Uniti?

Vi aspetto fiduciosa  ;)

Grazie

Francesca... Vorrei tanto trasferirmi... Ma non ho le credenziali sufficienti per farmi assumere da un datore di lavoro... Ne credito sufficiente per aprire una mia attività.... Sarebbe davvero bello vivere in Canada o negli Usa... Ma rimarrà soltanto un bellissimo sogno nel cassetto che non si realizzerà mai...

La pandemia ha annullato tutto :(

La volontà c'è...ma se non vinco la green card la vedo ardua.

Federica96 ha scritto :

La pandemia ha annullato tutto :(


Pandemia a parte è Davvero difficile stabilirsi li. Avendo zii la ho avuto la fortuna di stare lì oltre 1 mese e mezzo e purtroppo ci sono moltissimi passaggi burocratici.

Ciao a tutti,

Io mi sono trasferita nel 2016. La pandemia di certo non sta aiutando gli spostamenti attualmente, ma perlomeno con la nuova amministrazione governativa americana il processo di immigrazione è più semplice rispetto che sotto il mandato di Trump.

In bocca al lupo a tutti!


Chiara

Buonasera Francesca.
Ne ho cambiato idea io ne ha influenzato la pandemia, o solo capito che con le mie competenze non posso stare altro che in Italia.

Grazie a tutti  :)

Anche nel mio caso gli USA restano solo un sogno... ma non perdo le speranze di poterci andare in vacanza, un giorno!

:cheers:

Buongiorno a tutti,  sono sposato  con una Americana, residente negli States, ed io  residente in Italia in attesa di prendere la residenza USA, nonstatnte la pandemia sono riuscito ad andare a trovarla più di una volta...sono in attesa della revisione della Petition ( richiesta online all'USCIS da parte di un familiare Americano residente negli USA nel mio caso ) , avrei potuto anche aspettare là la revisione e la fine dell'iter ( adjustment of status ) , ma no ho potuto per motivi di lavoro !
Se la compilazione della richiesta è andata a buon fine mi sarà dato un appuntamento al Consolato per un colloquio..dopo non so quanto si dovrà  aspettare per il rilascio del permesso..
Spero che queste poche informazioni possano aver aiutato qualcuno !

Ciao a tutti, non usavo questo sito dal 2013... l'ho riaperto dopo l'email di Francesca. Io ho ancora questo sogno nel cassetto che spero un giorno di realizzare. Al momento a causa degli studi e pandemia sono bloccata qui per qualche anno però, appena possibile, farò 1 anno all'estero (prima ero orientata per gli Stati Uniti, ma da qualche anno ho cambiato la mia destinazione per il Canada). Un in bocca al lupo a tutti!

sandro bernardini ha scritto :

Buongiorno a tutti,  sono sposato  con una Americana, residente negli States, ed io  residente in Italia in attesa di prendere la residenza USA, nonstatnte la pandemia sono riuscito ad andare a trovarla più di una volta...sono in attesa della revisione della Petition ( richiesta online all'USCIS da parte di un familiare Americano residente negli USA nel mio caso ) , avrei potuto anche aspettare là la revisione e la fine dell'iter ( adjustment of status ) , ma no ho potuto per motivi di lavoro !
Se la compilazione della richiesta è andata a buon fine mi sarà dato un appuntamento al Consolato per un colloquio..dopo non so quanto si dovrà  aspettare per il rilascio del permesso..
Spero che queste poche informazioni possano aver aiutato qualcuno !


Grazie mille Sandro per le informazioni! Hanno una politica molto stretta di immigrazione anche per chi sposa un cittadino americano... non pensavo!
Auguri per tutto, spero potrai ricongiungerti con tua moglie al più presto  :cheers:

Mady95 ha scritto :

Ciao a tutti, non usavo questo sito dal 2013... l'ho riaperto dopo l'email di Francesca. Io ho ancora questo sogno nel cassetto che spero un giorno di realizzare. Al momento a causa degli studi e pandemia sono bloccata qui per qualche anno però, appena possibile, farò 1 anno all'estero (prima ero orientata per gli Stati Uniti, ma da qualche anno ho cambiato la mia destinazione per il Canada). Un in bocca al lupo a tutti!


Bentrovata Mady95  :) Grazie per averci dato tue notizie!
Semmai optassi per il Canada, potrai chiedere informazioni qui.

Ciao, io sono ancora intenzionato ad andare negli USA per lavorare, non penso di avere i requisiti per richiedere un visto, ma spero che le cose cambino il prima possibile, ho partecipato alla lotteria ma non ho vinto, ci riproverò ogni anno, il mio spero che non sia solo un sogno nel cassetto, vorrei andare al consolato americano qui a Napoli per vedere se si può fare qualcosa.

Voglio andare negli USA perché mi è sempre piaciuta, partirò da solo per il momento, quando partirò

Mi piacciono le città, i luoghi meravigliosi etc.

La pandemia ha decisamente reso difficile partire, ma le cose stanno migliorando grazie al vaccino

Per quanto riguarda la situazione sanitaria, non mi tengo aggiornato per il momento

Francesca ciao.

La mia intenzione di lavorare negli USA è sempre valida.
Stò cercando lavoro come programmatore.
Ho notato che negli USA c'è una buona richiesta nel mio settore.
Chiaramente il mio Handicap è l'età (66 anni).
Se dovessi trasferirmi partirei solo ,  anche perchè sono separato dal 2017.
La pandemia non ha rallentato i miei piani.

Se trovassi lavoro in smart working sarebbe l'ideale per i iniziare.

Cordiali Saluti.
Mario Castelli.