Il carico mentale dell’espatrio in Francia

Buongiorno a tutte e a tutti,

Spero stiate bene.

Cerco il vostro aiuto per affrontare un tema importante, quanto delicato, che riguarda il carico mentale legato all'espatrio in Francia, o qualsiasi altro paese estero.

Il carico mentale viene spesso associato alle donne casalinghe, o lavoratrici, che in seguito al trasferimento in Francia si trovano a gestire una nuova quotidianità domestica e professionale. Ma ciò non esclude che questo stato d'animo non possa estendersi anche gli uomini.

Vi siete mai sentiti sopraffatti dal carico mentale? Cosa l'ha causato e come avete imparato a gestirlo?

Che situazione specifica fa alzare il vostro livello di stress e che sintomi vi provoca a livello fisico e mentale?

Vivere in Francia che incidenza ha sul vostro equilibrio psico-fisico?

Grazie per il vostro contributo,

Francesca
Team Expat.com

Cara Francesca ti parlo per mio conto e sinceramente all'inizio dell'espatrio dalla Italia alla Francia ero mentalmente stressato e triste, perché pensavo che la situazione fosse critica pure qui. Per fortuna non lo è 🙏🏾 La Francia a differenza della mia povera Italia da la possibilità di inserirti nella società molto facilmente, con la disponibilità di aumentare le tue competenze con dei corsi pagati per la maggior parte dei casi o dallo stato o dalla ditta stessa.
Attualmente nonostante non stia lavorando ( COVID 😷) non soffro di ansia o stress anche per il fatto che medito e pratico yoga 🧘🏾‍♂️ e questo incentiva il mio benessere fisico ma soprattutto MENTALE.
Scusa per il papiro 🙏🏾 😅

Ciao Davido_kk, grazie mille per il tuo contributo  :top:

Prego Francesca 🙋🏾‍♂️

Nuova discussione