Schede telefoniche italiane

Chiedo se alcuni di voi hanno patito la mia esperienza: mio marito e io siamo residenti in Portogallo da poco più di un anno,lo scorso anno per motivi burocratici abbiamo viaggiato 3 volte fra Italia e Portogallo e l’ultimo viaggio è stato fatto a novembre; lo scorso mese di maggio le nostre SIM italiane (una Wind3 l’altra Vodafone) hanno smesso di funzionare, non rilevavano più la rete. Dopo varie richieste d’intervento e di chiarimento fatte alle rispettive compagnie telefoniche, pare che la motivazione sia questa: l’operatore in Italia rileva la nostra assenza dal territorio italiano per più (o meno) 6 mesi e praticamente disattiva la scheda e non la riattivano nè la sostituiscono, a meno che il titolare non vada fisicamente in un negozio della compagnia restituendo la scheda “guasta” e ne richieda il duplicato, non accettano deleghe, pec o altro e pare sia un “regolamento “ adottato da tutte le compagnie telefoniche, italiane e non.
Abbiamo dovuto far acquistare da un amico una nuova scheda , cambiando nr ovviamente, e poi farcela spedire in Portogallo.
Quindi se una persona non vuole rientrare in Italia deve cambiare nr telefonico italiano 2 volte l’anno? 🤨
Spero qualcuno di voi possa illuminarmi sull’argomento e, vista l’ora ........ buonanotte 😌

ma...è strana sta cosa...le schede telefoniche con l'abbattimento del roaming a maggior ragione valgono sempre e dappertutto, almeno in Europa. La mia sim e quella di altri amici che frequento ed hanno la 3 e Tim, Vodafone italiane funzionano regolarmente da molti mesi e da due anni che stiamo in PT.
Il tema è invece che le nuove tecnologie sfornano moltissime sim in virtù di questa follia di passare da un operatore all'altro ed è questa la ragione che spesso si "smagnetizzano" e vanno sostituite.
A me è capitato con la sim CoopVoce ed appena torno in Italia vado a farmela sostituire. Ma non c'entra nulla, tecnicamente, stare tanto tempo all'estero.

ho avuto un periodo di tempo .2settimane. che la sim portoghese Lycamobile dopo 3 mesidi permanenza  in marocco si era disattivata….improvvisamente e senza far niente la 3 settimana dal rientro  in portogallo si è di nuovo messa a  funzionare

Buongiorno Matiza
è proprio come dici in quanto se leggi/leggete/leggiamo  attentamentye tutte le "regoline"  che ci fanno firmare .... quasi tutti i contratti sottoscritti avvertono della FACOLTA' che l'operatore si riserva di attuare la sospensione/revoca in caso di prolungata (continuativa)  presenza su  celle estere.

OK  sul fatto che con roaming / globalizzazione / ecc siano vincoli oramai superati ....  ma  tant'è ... così facendo incamerano il residuo, e ti obbligano a nuova scheda.

E' necessario fare opzione per  ESTENSIONE ESTERO  ...  verificando mediante  mail alla compagnia (no telefonata...)  che  eviti la possibile disattivazione.

OPPURE altra soluzione sarebbe TOGLIERE la scheda ....  inutilizzarla per un certo periodo di tempo , reinserirla ... ritoglierla ....    BLEAHHHHHH  ........... infattibile.

E  lo stesso problema potrebbe presentarsi per prolungato utilizzo in ITA  di sim con contratto PT.

E' una FACOLTA' che hanno le compagnie.

Un saluto

Ste

Grazie a voi e a Ste, fonte sempre informata e attendibile.
Temevo infatti fosse cosi ,😔.
Un saluto a voi.

Buon pomeriggio Matizia, se non ho capito male una volta in Portogallo avete tolto le schede SIM italiane e le avete sostiute con SIM Portoghesi? se cosi' fosse le compagnie italiane non rilevando traffico applicano una norma del contratto. Io ho sempre usato le SIM italiane anche in Portogallo. A questo punto nasce una domanda.....posso fare un contratto con una compagnia presente in Portogallo, per esempio la stessa Vodafone con la quale ho un contratto in Italia, e chiedere di mantenere lo stesso numero (a parte il prefisso nazionale ovviamente). Se non si puo' allora dovro' utilizzare la segreteria telefonica e/o reindirizzare le chiamate al nuovo numero portoghese. Forse questo escamotage evitera' di perdere il numero italiano con una spesa di pochi euro.

Franco

La Vodafone portoghese non ha niente in comunune con la vodafone italiana. Io ho wind da tre anni qui in portogallo e non ho mai avuto problemi. La carico tutti i mesi con tariffa fissa e posso chiamare tranquillamente tutti i telefoni i taliani, compresi quelli all'estero dentro all'unione europea. Anche con internet mai avuto problemi anche se loro dicono che all'estero puoi usare solo una quantità limitata di giga calcolata in base al contratto che hai stipulato. Io comunque ho un numero portoghese, senza internet, per telefonare a numeri porroghesi.
Qui in portogallo hanno delle tariffe per internet piuttosto alte rispetto all'Italia, sia in casa che sul cellulare e spesso solo internet, in casa, non lo danno perché per risparmiare un po' ci devi includere la tv. I costi arrivano sui 35 euro al mese per Tv base e internet illimitato a casa. Comunque sempre minimo due anni di contratto. Poi si possono trovare promozioni come la Nowo che l'anno scorso faceva 23 euro solo internet illimitato in casa

Ho sempre usato la scheda italiana in Portogallo e purtroppo è così, scritto anche nei regolamenti delle compagnie telefoniche, se rilevano un’assenza in Italia superiore al 50% in un anno disattivano la scheda. Ora proverò a verificare i costi “estensione estero”  e capire il da farsi.
Grazie di nuovo a tutti, ogni opinione e suggerimento è sempre prezioso.

Nuova discussione