bollo auto

Vivo con la famiglia a Lisbona da 16 mesi e l'anno scorso ho cambiato la targa italiana in portoghese. Ho pagato il bollo che mi scade in maggio. Quest'anno quanto devo pagare e dove devo pagarlo ? Spero con il tempo di imparare la lingua e anche altre cose perchè mi sembra di essere "un pesce fuori dall'acqua ".
Ciao a tutti
Liliane, Luigi e Henri

Ciao, sul sito "financas" alla voce  IUC, inserisci  la targa e l'anno  e ti verra' fuori l'importo da pagare.

buongiorno, entrando nel sito dell'Autorità tributaria con i dati : NIF e password, in prossimità della scadenza devi vedere pagamenti in attesa e troverai il pagamento del bollo auto.
Cordialità
diego

Salve,
ho re-immatricolato la mia vettura in PT lo scorso mese di Marzo e a tutt'oggi non la vedo ancora registrata nel portale dell'autorità tributaria.
Mi chiedo se è normale quanto sopra oppure devo preoccuparmi di fare un sollecito?
Grazie
Roberto

Buongiorno, la mia esperienza, quando ho ricevuto, per posta, la carta di circolazione portoghese ho potuto vedere  nel Portal das financias la mia vettura ed ho potuto pagare il bollo.
Cordialità
diego

d stigliani :

Buongiorno, la mia esperienza, quando ho ricevuto, per posta, la carta di circolazione portoghese ho potuto vedere  nel Portal das financias la mia vettura ed ho potuto pagare il bollo.
Cordialità
diego

Confermo, perchè l'ho potuto verificare con il mio scooter.

Ma la mia domanda era un'altra, che formulo in diversa maniera: dal momento dell'immatricolazione di una vettura, quanto tempo passa affinchè la si possa vedere registrata sul portale della finanza?  Nel mio caso son passati circa 2 mesi e ancora non la vedo, e tanto meno posso pagarci il bollo. Sono tempi normali oppure tutto è ritardato a causa del lockdown pandemico?

Grazie

Per la mia immatricolazione, sono passati circa 2 mesi prima di "vedere" l'auto e poter pagare, adesso un pò di ritardo per il lockdown ci sta.
Più che provare a fare un quesito all'autorità tributaria ( che, normalmente risponde), non saprei cosa consigliare.
Cordialità
diego

Buongiorno signori, sicuramente potete aiutarmi.
Venendo in Portogallo oltre la patente la macchina va immatricolata "portoghese"
Chiedendo alla polizia ci sono 6 mesi di tempo, dopo si rischia 300 euro di multa.
Ho chiesto in un agenzia qui è mi fanno il "quasi" tutto.
IL QUASI vuol dire che.... fanno il tutto qui in portogallo ma in Italia nulla, se non viene cancellata da Italia penso che sia un problema (bollo e revisioni da fare in Italia)
Come si risolve il tutto?
Un grazie a tutti coloro che mi daranno info
Buon weekend a tutti

Hops.... forse sono andato fuori tema, se così fosse  chiedo perdono a Francesca 😭

Buongiorno, la mia esperienza è questa: dopo aver immatricolato l'auto in Portogallo, al primo rientro in Italia ho consegnato le targhe all'ACI, fornendo copia della nuova immatricolazione, con un costo abbastanza relativo, non ricordo la cifra esatta. Naturalmente finchè non si fa questo, se scade il bollo bisognerà  pagarlo.
Cordialità
diego

Grazie Diego, gentilissimo.

Salve Biagio,
con l'entrata in vigore del nuovo codice della strada il 1/1/2020 sono intervenute alcune modifiche alla procedura di radiazione per esportazione  (vedere il link del MIT http://www.mit.gov.it/comunicazione/new … ne-veicoli) , e di conseguenza anche la cancellazione della targa dal PRA e quindi non pagare più il bollo.
Con la pandemia in corso è diventata una disavventura: ho scritto al PRA, all'ACI più volte, alla Regione dove pagavo il bollo inviando tutta la documentazione a conferma dello sdoganamento e re-immatricolazione della mia auto... ho solo ricevuto risposte evasive, demandando la responsabilità al MIT.
Solo recentemente, con una lettera, il MIT mi ha chiarito che a causa del coronavirus hanno esteso il periodo per rilasciare la dichiarazione di espatrio autovettura solo presso l'Ambasciata di Lisbona.
Contattare l'Ambasciata in questo periodo è un'avventura.... quindi ho chiesto via email un appuntamento allegando anche la lettera del MIT. Ora sono in attesa della loro chiamata....

Intanto il bollo auto scade questo mese; ovviamente non lo pagherò e se mai ricevessi una richiesta di pagamento ho sufficiente documentazione e comunicazioni a tutti gli enti preposti a difesa del mio tentativo di sanare la questione, inficiata solo dalla solita e farraginosa burocrazia italiana.

Mi scuso per essere stato prolisso, ma l'ho ritenuto utile per chi volesse farne tesoro e non incappare nelle mie stesse lungaggini burocratiche.

Saluti. Roberto

Grazie Roberto,
Si penso che sia un'avventura cancellare ste targhe al PRA....
Grazie ancora Roberto

Biagio

Sui portali governativi ITA era ben indicato che serviva effettuare l  esportazione solo con radiazione già fatta

Certo SBERTAN
Ma visto che frontiere aerei è tutto bloccato, anche se vorrei riportare l'auto in italia nemmeno se la spedisco in elicottero arriverebbe... e tra un po' se la guido qui prendo multe.... e si.... sono messo bene 😃

SBERTAN :

Sui portali governativi ITA era ben indicato che serviva effettuare l  esportazione solo con radiazione già fatta

la norma è stata pubblicizzata sin da fine 2019 (cioè PRIMA dell'entrata in vigore)   proprio per evitare problemi ed  hanno anche tenuto conto di chi nel frattempo avesse già esportato per dar modo di utilizzare ancora le "vecchie" modalità.

Poi hanno ancora tenuto conto di Covid dando ulteriore utilizzo del canale Ambasciata.


E' stata una delle POCHE / RARE / UNICHE  volte che la  BurontoCrazia ITA  (copyrigth by ALFREDO) mi ha stupito in positivo.

Purtroppo non  basta a compensare le nefandezze stratificate e consolidate.

Stefano

Biagio Catalano :

Certo SBERTAN
Ma visto che frontiere aerei è tutto bloccato, anche se vorrei riportare l'auto in italia nemmeno se la spedisco in elicottero arriverebbe... e tra un po' se la guido qui prendo multe.... e si.... sono messo bene 😃

Io per assenza di voli sono venuto in Algarve in auto ed essendo residente mi hanno fatto transitare in Francia e Spagna ed entrare in Portogallo soltanto esibendo i certificati di residenza mio e di mia moglie, a fine giugno ritorno in auto in Italia e anche se la situazione rimane come adesso posso ritornare alla mia abitazione in Italia nella casa nel mio ex luogo di residenza dove risulto iscritto Aire. Anche se sei residente portoghese rimani cittadino italiano e puoi rientrarci se ritorni nella tua abitazione (naturalmente bisogna averla, se si è venduto tutto non si può ritornare da parenti, figli o altro).

[at] Sbertan: ma avendo cambiato residenza ( con vettura a seguito) in Aprile 2019 che norma si applica? Io l'ho inizializzata a Marzo 2020 ed adesso COVID19 permettendo sono in dirittura d'arrivo.

morcal :

[at] Sbertan: ma avendo cambiato residenza ( con vettura a seguito) in Aprile 2019 che norma si applica? Io l'ho inizializzata a Marzo 2020 ed adesso COVID19 permettendo sono in dirittura d'arrivo.

La parte PT è ovviamente invariata... sono le pratiche di esportazione ITA che sono variate.... anzi lo erano già prima di Mr. Covid

Caro Sbertan,
dire che il processo si è sburocratizzato è una bella barzelletta!  :dumbom:

Basta leggere più sopra in quale disavventura sono incappato e nessuna, dico nessuna autorità italiana, è riuscita a risolvere il mio caso di espatrio auto nel 2019 e immatricolazione PT nel 2020. Un rimbalzo di responsabilità tra PRA, ACI, Regione e MIT.
Ora è tutto nelle mani del Consolato che, ahimè, non risponde nè al telefono nè alle email... chissà, un bel dì....

Quindi lungi dal venire la semplificazione, basta ascoltare qualche dibattito politico per capire in quale disastro è sprofondata la ns povera Italia...  :sosad:

morcal :

[at] Sbertan: ma avendo cambiato residenza ( con vettura a seguito) in Aprile 2019 che norma si applica? Io l'ho inizializzata a Marzo 2020 ed adesso COVID19 permettendo sono in dirittura d'arrivo.

Ciao Morcal,
il tuo caso è simile al mio, leggi più sopra quanto mi sta accadendo. Credo possa darti qualche risposta ed evitare le mie traversie...  ;)

Teniamoci in contatto, io mi sto studiando le varie circolari. Penso che il nostro caso ( vettura esportata  a seguito di cambio residenza) sia diverso da una generica esportazione di autoveicolo usato normalizzato con la regolamentazione di Gennaio 2020. Ad ogni buon conto il bollo a Marzo l'ho pagato.

Buongiorno a tutti
Se e dico se non ho capito male per immatricolazione auto in portogallo siamo abbastanza allineati.
Per cancellare ste benedette targhe in Italia "stradine molto contorte"

Dopo innumerevoli telefonate in Italia una signora di un'agenzia mi dice:
(Tralasciamo la mia è la sua idea di questa nuova regola in attivo da Gennaio 2020)

1) un contatto in Italia
2) delega a questo contatto in Italia
3) targhe e libretto "originale" della vettura
4) Da firmare e non compilare documenti che mi invierà, firmarli e rinviarli al mio
     contatto italiano (targhe e libretto compreso).
5) qui nascono i problemi:
    La vettura DEVE AVER FATTO UNA REVISIONE MAX 6 MESI PRIMA DEL'ESPORTAZIONE
    DELL'AUTO
La signora mi dice che è tutto automatizzato e quando andrà ad inserire i dati della vettura per la cancellazione, se entro 6 mesi prima la vettura non risulta revisionata, la cancellazione delle targhe non procede.

Tutta la pratica circa 100 euro

Io sono ok, la mia vettura ha 3 anni è mi ha detto che il punto 5 non devo considerarlo
Per tutti gli altri che hanno vetture che necessita REVISIONE.....

NB

- punto 3: il libretto "originale" viene ritirato dall'autorità portoghese quando si fa le re-immatricolazione (così è stato nel mio caso); serve invece copia del nuovo libretto portoghese.

- punto 5: confermo che le vetture con <4 anni non necessita la revisione pre-export.

per BIANCOR

scusa ma non sono d'accordo.

1) Hanno pubblicizzato BEN PRIMA DELL'ENTRATA IN VIGORE in quanto c'era su molti portali  che trattano auto e assicurazioni già ai primi di dicembre 2019

2) hanno considerato un periodo di transizione fino a maggio (circa 5 mesi ) proprio per dare tempo di gestire eventuali revisioni

Mala sorte per chi non si è informato (detto fra noi nemmeno io lo sapevo...) ed è rimasto a "mezzo".

Per chi dovesse fare la revisione l'unica strada è ritornare in ITA dato che la REVISIONE eseguita in PT (di durata annuale) è valevole solo ai fini interni in PT e non riconosciuta in ITA.

Hanno cambiato una norma  MA l'hanno ben pubblicizzata.

Insisto ... hanno lavorato bene .

Non ho trovato riscontri al fatto che la radiazione per esportazione causa trasferimento di residenza (???) abbia una considerazione differente dalla semplice ed UNICA .... radiazione per esportazione.

Si radia perchè non rimarrà più sul suolo ITA e  quindi cade l'obbligo  di registrazione e di tassa.

Un saluto

per biancor

punto 3: il libretto "originale" viene ritirato dall'autorità portoghese quando si fa le re-immatricolazione (così è stato nel mio caso); serve invece copia del nuovo libretto portoghese.

+++++++++++++++++

Difatti questo potrebbe essere un problema in quanto il libretto (se ricordo bene quando lessi la norma) deve essere consegnato in originale in ITA prima dell'esportazione (oltre alla revisione).

Difatti  in un post lo scrissi .... attenzione ... valutate/verificate che il PT non ritiri il libretto in quanto poi dovrete renderlo e non lo avrete più !!

Ma il PT altro non può fare che ritirare l'unico documento presentabile cioè non essendovi foglio  di esportazione ovvio ...

Quindi ritira il libretto MA POI NON SI COMPLETA LA DERUBRICAZIONE lato  ITA con le nuove norme.

SE PROCEDURA PT INIZIATA e LIBRETTO RITIRATO
Unica soluzione  denuncia  di smarrimento in ITA da consegnare al PRA ma solo se il PT non  inoltra il libretto ritirato al PRA ITA.  ... serve chiedere che fine fa il libreto ritirato da IMT.

SE PROCEDURA PT ANCORA DA INIZIARE ed auto nuova entro i 3 anni 6 mesi
delegare a persona in ITA per eseguire presso Agenzia od ACI
fermare il veicolo in quanto sarà privo di copertura assicurativa
immatricolarlo in PT con foglio di esportazione ITA

SE PROCEDURA PT ANCORA DA INIZIARE ed auto che debba fare  la revisione
rientrare in ITA per fare revisione atta alla derubricazione
ritornare in PT
delegare a persona in ITA per eseguire presso Agenzia od ACI
fermare il veicolo in quanto sarà privo di copertura assicurativa
immatricolarlo in PT con foglio di esportazione ITA

Mica meglio acquistare in PT ???

Non mi piace questa avventura auto.
Domani guardo altre agenzie qui in PT... e vediamo se riesco a non consegnare il libretto in originale.
Dice bene Biancor, anche a me un agenzia qui mi ha chiesto il libretto originale.
Per me.... Ita o PT una copia la devono accettare.
Per quanto riguarda la mia auto la procedura diciamo che è più  "semplice" ma chi deve fare la revisione come può fare?
SBERTAN  dici bene "Mala sorte per chi non si è informato" ma è una cosa da risolvere .....non saprei proprio come.

SBERTAN Mica meglio acquistare in PT ???
Sìiiiiiiiiiii

Comincio a pensare di buttare la mia auto su un treno e mandarla (%#[at]&^) in Italia

RADIAZIONE per ESPORTAZIONE


... ricordavo bene ... basta verificare su portale ACI

aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/esportazione.html

Modalità di presentazione della richiesta
Per richiedere la radiazione per esportazione è necessario presentare la seguente documentazione:

Istanza Unificata
Se la richiesta è presentata dall'avente titolo non intestatario al PRA è necessario allegare anche il titolo di acquisto in originale (atto di vendita, provvedimento della Pubblica Amministrazione, verbale di vendita all'asta, accettazione di eredità ecc.) redatto nelle forme prescritte dalla legge.

Certificato di Proprietà (CdP) in formato cartaceo, Carta di circolazione o Documento Unico di Circolazione.
Targhe (anteriore e posteriore).
Documento di identità/riconoscimento.

Le "fotocopie" non sono ammesse !!

Io proverei a  verificare in PT se in IMT accettano fotocopia +  denuncia portoghese di smarrimento del  libretto ITA.

Non è una cosa impossibile a capitare ...... e  renderebbe la parte ITA decisamente più facile.

Credo che quest'anno la GNR  registrerà molte denunce di smarrimento.

Una rettifica ....
prima ho scritto di denunziare in PT lo smarrimento se IMT ritira il libretto.

E' un FALSO clamoroso e potrebbero verificare e quindi si è passibili di denuncia.
ASSOLUTAMENTE da NON FARE

In caso IMT abbia già ritirato il libretto chiedere che fine fa (se lo tngono agli atti oppure se lo inviano annullato in ITA.

E ... se non lo inviano  in ITA  ... fare denuncia MA  in ITA ... sempre falso è ....  ma non verificabile .

Quanto descrive Sbertan non riguarda il mio caso, quindi non metto in dubbio quanto ha descritto relativamente alle esportazioni che avvengono a partire dal 2020.

Il mio caso, come credo quello di Morcal, afferisce a vettura esportata nel 2019 e immatricolata nel 2020 in PT, quindi si applica la procedura transitoria, come qui descritta.

Richieste di radiazione tramite Consolato relative a veicoli esportati entro il 31/12/2019 e reimmatricolati nel 2020. Procedura eccezionale – emergenza COVID - 19

Possono essere richieste tramite il Consolato esclusivamente le radiazioni per definitiva esportazione all’estero relative a veicoli esportati entro il 31/12/2019 ma reimmatricolati nel 2020, a condizione che tali veicoli siano stati, alla data di richiesta della radiazione, reimmatricolati con targa estera.

A tale fine, dovrà essere prodotta al Consolato che provvederà a trasmettere la documentazione via pec al PRA, dopo averla scansionata con le modalità in precedenza utilizzate, la seguente documentazione:

- nota redatta sul retro del CdP cartaceo (se il veicolo è dotato di CdP cartaceo) o - in assenza di CdP cartaceo - nota NP3C ; se il veicolo ha il CDPD dovrà essere compilata e sottoscritta solo la delega alla materializzazione del CDPD; provvederà il PRA a materializzare il CDPD e a predisporre la nota,

- copia documento di identità/riconoscimento dell’intestatario o avente titolo che richiede la radiazione (vedere anche Sezione chi può richiedere la radiazione per esportazione) ;

- copia della carta di circolazione estera;

- documentazione dalla quale si rilevi direttamente o indirettamente che il veicolo è stato esportato entro il 31/12/2019;

- eventuali targhe del veicolo, se ancora in possesso del richiedente ; le targhe verranno trattenute e distrutte dal Consolato;

- ricevuta di pagamento effettuata con le seguenti modalità:
   - Pagamento Formalità PRA presso UMC”, che permette di Accedere al sito www.aci.it - menù servizi - Tutti i servizi - e scegliere il servizio denominato effettuare pagamenti di importi liberi;
   - dopo aver selezionato “nuovo pagamento”, compilare la form inserendo i dati richiesti e specificando, quale codice pratica, il codice convenzionale C03301, a prescindere dalla tipologia di operazione per cui si effettua il pagamento;
   - effettuare il pagamento della somma totale dovuta al PRA (vedere prospetto importi);
   - devono essere anche compilati gli altri campi inerenti le informazioni di colui che effettua il pagamento (soggetto beneficiario della pratica/soggetto passivo d’imposta);
   - la ricevuta, recante il cd. IUV del pagamento tramite sistema PagoPA, va inviata all’Ufficio Consolare, insieme alla restante documentazione sopra elencata.

Importi per la richiesta di esportazione
Emolumenti ACI : 13,50 euro
Imposta di bollo : 32,00 euro  per richiesta su nota retro CdP/CDPD
                            48 euro per richiesta su nota NP3C (nota libera)
Diritti DT : 10,20 euro + 1,78 euro per versamento postale (solo per esportazioni UE )

Grazie [at]Biancor per l'aggiornamento. Seguiro' la procedura non appena attaccata la targa portoghese ( assegnata oggi ).

sono pignolo ......  lo so .....


per Biancor e per Morcal

non so se eravate informati PRIMA di espatriare sulle nuove normative.

Le  avevo visionate  a marzo ed avevo visto che le ambasciate avevano tempo per accettare le pratiche "vecchia maniera" sino al 30/04/2020.

Non sono certo che  fosse proprio aprile e  non il 31/05/2020.

Quando dico che COVID  ha  aiutato chi era a metà del guado dico il vero.

Chi non lo sapeva .. NON avendo fatto esportazione entro il 31/12/2019 e NON essendo expatriati con il foglio di via (richiesto appositamente) non  aveva altra strada che "inventarsi" una soluzione alternativa e sperando.


Poi è arrivato COVID ed hanno esteso la disponibilità delle ambasciate ma serve prova documentale di presenza del veicolo in PT ante 31/12/2019.

"...... documentazione dalla quale si rilevi direttamente o indirettamente che il veicolo è stato esportato entro il 31/12/2019 ......... "

SE siete anche solo partiti per il PT a gennaio 2020  non potrete produrre scontrini autostradali, multe, biglietto traghetto che provino la presenza in PT nel 2019 come richiesto   .... e  servirà soluzione alternativa. ...

Io ho l'imbarco da Genova a gennaio 2019

Gennaio 2019?  ottimo!

Io ho l'imbarco da Savona datato Novembre 2019 e le registrazioni su Telepass europeo fino al Portogallo in pari data...  :)

Allora entrambi a postissimo... sono contento.!

SBERTAN :

Sui portali governativi ITA era ben indicato che serviva effettuare l  esportazione solo con radiazione già fatta

Sinceramente ho fatto tutto da solo e senza muovermi dal Portogallo,per le targhe ho chiamato ACI e le ho inviate  loro via DHL (da Olhao) tutto risolto.
Saluti
Nicola

Ciao Nicola,
Scusami ma vorrei sapere quando hai fatto il tutto.
2020? Hai spedito targhe piu libretto di circolazione in originale?
Grazie
Biagio

Nuova discussione