Registrazione Matrimonio in Italia

Un suggerimento a quanti si accingano a sposarsi o sono in attesa dei documenti.
Da un paio di mesi nelle Filippine è stata attivata Apostile invece del Red Ribbon.
Questo significa che la legalizzazione in ambasciata non è piu necessaria.
Ambasciata è in una fase di ristrutturazione e delega all'ufficio VIA per tutte le pratiche.
Il mio consiglio è portare i documenti in italia, potete fateveli tradurre da un traduttore giurato in un qualsiasi tribunale oppure dall'ambasciata filippina in italia e poi facendo vidimare la traduzione in prefettura. poi andate in comune per la registrazione come uno italiano.
Passare per ambasciata è un suicidio ora, passerete mesi ad aspettare inutilmente, inoltre i matrimoni esteri sono registrati in sezioni speciali dei vari municipi, che di solito usano tempi biblici.

Scusa, si, purtroppo sono da un anno che combatto, ma il visto lo da l'ambasciata che trasmette i documenti al comune per la registrazione, alla risposta positiva del comune l'Ambasciata rilascia il visto "coniuge".
So che quella è la via più spiccia, ma nel tuo caso devi fare il visto turismo e a questo scopo non sono propenso a finanziare le assicurazioni.
Io la procedura all'Ambasciata l'avrei terminata il 20 p.v. , e onestamente mi sembra la più corretta nonostante abusi e prevaricazioni che ne renderanno conto.
Ho osservato che ci sono variazioni in corso - Dio me la mandi buona, altrimenti faccio arrivare i carabinieri della Procura prima del tempo.

La procedura almeno sino ad un anno fa, era che si presentavano in ambasciata i documenti per la registrazione in italia, ambasciata li trasmetteva, di solito in pochi giorni al comune, se non c'erano discrepanze sui dati, e poi quando il matrimonio era registrato in italia, con una fotocopia del certificato di matrimonio si andava all'ufficio visti, insieme al biglietto aereo e passaporto e si richiedeva il visto, che era il classico turistico da 90 giorni  multi ingresso, il tipo D era stato abolito da qualche anno, in 3-5 giorni.
Ora leggo di una fantomatica e ridicola procedura di verifica del certificato di matrimonio, che rallenta tutto.
Comunque qualcosa in peggio sta accadendo in ambasciata, sono stato ad agosto per i vidimare le traduzioni dei documenti per la cittadinanza  e ho visto caos e meno personale, e si parlava di ristrutturazione in corso.

Qua al Comune mi hanno confermato che i documenti devono arrivare tramite ambasciata, dopo di che mi chiamano per la conferma, registrano la residenza e danno l'OK all'Ambasciata. All'arrivo dell'OK da parte del Comune, l'ambasciata rilascia il visto.
Mi sembra una procedura corretta, anzi la più corretta di quella seguita finora, si vedrà, mi è stato detto che il visto arriva a circa 1 mese dall'inoltro della pratica con documenti, compreso biglietto aereo.
Il ridicolo di tutta la procedura è che per prima cosa è in una lingua della comunità europea e l'Ambasciata è un ufficio della CE rilasciando i visti Schenghen pertanto la richiesta delle traduzioni è un abuso, in aggiunta basterebbe una autocertificazione in base a documenti esistenti nell'amministrazione italiana o da presentare in seguito, tenendo conto che una autocertificazione è pari ad un atto notorio con sanzioni penali. Forse l'ambasciata vuole scaricare queste responsabilità su altri e complicare la vita a chi vuole fare le cose in regola.
Quella dell'assicurazione poi è una sparata per Legge di Renzi per finanziare le assicurazioni - e questo è una vergogna che l'Italia persista su questa Legge.
Per il visto turistico sono 60 Euro, mentre per il coniuge non ci dovrebbe essere, per turismo, e tu dici 90 giorni equivarrebbe 45 euro x 90 giorni di pocket money, e poi anche l'assicurazione malattia .... io consigliavo visita breve di 1 settimana e subito all'arrivo prorogare il visto in polizia per non sopportare spese indecenti e direi anche incivili.
Io ci sono stato 4 volte all'Ambasciata e in tutti i casi ho trovato cittadini italiani incazzati per i servizi inesistenti e carenti, uno persino si lamentava che gli sono arrivati i documenti per votare incompleti.
A me è successo di arrivare in dogana all'uscita e di dover pagare una sanzione  di 80 euro per 5 giorni in più .... dovuta per omissione di atti d'ufficio dell'Ambasciata che non ha contratto con il governo Filippino le condizioni di reciprocità (90 giorni) che dovrebbero valere ovunque. E non dico quale sia stata la risposta dell'Ambasciata.
Che dire ... purtroppo siamo nelle mani dei burocrati protetti e inadempienti.
Certo è che sono in trattativa con un ufficio della CISL per aprire una sede di patronato nelle Filippine, sarà difficile, ma ci proverò.

In ambasciata sono dei criminali, 4 ore di taxy per chiedere informazioni e ti rispondono (noi non siamo qui per dare informazioni), confermo che dal 14 maggio 2019 le Filippine fanno parte dell'accordo Apostille di cui fa parte anche l'Italia, quindi fate apostillare al DFA il certificato di matrimonio e ve lo fate spedire con dhl, 3 giornio avete, altri 120 euro per traduzione del certificato e ANCHE dell'Apostille, e asseverazione in tribunale. Poi andate in comune a registrare.
Dato che avevo già pagato prima una persona in loco per la traduzione, lha fatta tradurre la, (non commento la traduzione)... Ad ogni modo si presenta in ambasciata solo per asseverare la traduzione con mia delega firmata e tanto di copia passsporto, si sono rifiutati di farla... Alla fine fatto tutto qui in italia... Ma per il visto so già che dovrò andare per avvocati.

Il visto per il coniuge è gratuito, turistico è unico che ora rilasciano, giusto il tempo per arrivare e andare in prefettura a chiedere la carta di soggiorno per familiare UE, con quella non ci sarà più bisogno del visto per partire e tornare in Italia

So bene come funziona, il problema è che ormai c'è un guerra dichiarata tra me e quei criminali, in particolare con il responsabile visti, che come già accennato fan di tutto per ostacolarmi, negando anche le cose più semplici e dovute fa parte loro, ignorando qualsiasi legge. E si stanno attaccando a mille porcate per osteggiarmi... Con loro dovrò andare avanti solo per avvocati.
E comunque ora sono in attesa che il mio comune di residenza termini la registrazione del mio matrimonio, in quanto fino ad allora per l'Italia mia moglie non è nessuno.
E il certificato di matrimonio italiano lo spedirò in originale a lei via corriere in quanto son sicuro che in copia stampata da mail lo rifiuteranno.

Nuova discussione