Trasferimento in USA, saro' troppo vecchio ? Non mi do' per vinto !

Ciao a tutti.
Vi racconto la mia "lunga" storia triste  :)
Mi chiamo Fabrizio e sono di Torino. Ho 51 anni (anche se a detta di tutti ne dimostro molti meno) .
La voglia di espatriare dall'Italia la ho da molto tempo, ed ho gia' avuto esperienze di vita all'estero. Una in Spagna di diversi mesi nel 1994, e una di 3 anni a Stoccolma dal 2009 al 2012 (luogo che NON ho apprezzato assolutamente)
Purtroppo pero', io ho sempre e solo amato gli Stati Uniti  (che ho gia visitato molto tempo fa') e la situazione lavorativa di questa nostra amata Italia, almeno per me, non fa altro che spingermi sempre piu' nel cercare di realizzare il mio sogno di una vita.
Io ho una figlia di 10 anni che sarebbe entusiasta di questa opportunita', ed una ex moglie (straniera che sa' 5 lingue) con cui vado d'amore e d'accordo, ed anche lei percepisce l'ineluttabilita' del NON  lavorare quì in Italia e vuole comunque muoversi.
Siamo consci delle defficolta', e comunque abbiamo ancora 1 anno davanti per organizzarci, in cui mia figlia finira' la 5 elementare, e io prendero' l'attestato di Sommelier di vini, con rilascio di attestato internazionale , che ho intenzione di sfruttare per cercare di trovare lavoro in qualche azienda vinicola in California.
Mia moglie ha lavorato sempre per il colosso dell'abbigliamento H&M, sia in Italia che in Svezia. La mia ex moglie e' di origine Lettone .
Dulcis in fundo, la parte migliore. Le conoscenze che ho negli USA !!!!
1 - Una amico di infanzia che vive da 17 anni a New York, ma penso che il suo aiuto possa essere piu'
     che altro  "teorico"
2 - Uno dei miei migliori amici, abita a Chicago da 12 anni, e' sposato con una americana, ed e' un
      manager di Eat Italy, il famoso brand di prodotti alimentari italiani di alta fascia e qualita', (che tra
      l'altro e'partito propio da Torino). Sulla carta LUI potrebbe essere la mia chiave di ingresso, ma ho
      l'impressione che abbia il timore di farmi arrivare e non riuscire ad aiutarmi, quindi sta' un po'
      sulle sue.
3 - Infine una amica di gioventu'  che abita a Manhattan Beach California, lei vive il sogno americano
     e' bella ricca e fa una vita meravigliosa...... non so' quanto possa e voglia aiutarmi, ma appena
     ritorna dalle sue vacanze in Europa le scrivero' (l'ho gia' avvisata)
Ecco, quasta e' la mia storia. Io vorrei cercare di andare a San Diego, che ritengo la citta' migliore e a misura d'uomo della California, e senz'altro una delle migliori degli Stai Uniti, secondo me.
A voi tutti l'ardua sentenza !!! :)
P.S. Conosco l'inglese scritto e parlato discretamente bene ! e a scanso di equivoci, non sono ricco, purtroppo.....

Ciao Fabrizio,

Ben arrivato su Expat.com e grazie per la presentazione! :-)

Se è il tuo/vostro sogno perchè non provarci? In fondo si vive una volta sola e l'ideale sarebbe riuscire a sfruttarla al massimo.
Mi pare che tu abbia parecchi agganci li negli States, un bel vantaggio rispetto a non aver nessuno.
Da quello che so io, per ottenere un permesso di lavoro, devi essere assunto da un datore di lavoro che ha base in America, e tu devi essere in possesso di skills professionali non disponibili in loco.
Il datore di lavoro o l'azienda devono dimostra all'immigrazione, o chi per esso, che prima di assumere te hanno cercato (e non trovato) forza lavoro locale.
Sulla questione visti e lavoro trovi tante info utili nella nostra Guida sulla vita negli Stati Uniti.
Ti suggerisco di dare una letta agli articoli disponibili.

Un saluto e un grande in bocca al lupo per tutto!

Francesca
Team Expat.com

Nuova discussione