Checklist per trasferirsi in Portogallo

Il forum è fonte numerose e preziose notizie utili per trasferirsi in Portogallo. Il problema è che queste informazioni sono frazionate su vari thread. Mi sembrava necessario compilare una cecklist che raggrupasse tutte le operazioni necessarie per ottenere la residenza.  La lista potrebbe non essere esaustiva o contenere imprecisioni o orreri.
Confido che gli utenti, che hanno già vissuto questa esperienza, suggeriscano le eventuali rettifiche da apportare. La cecklist riguarda solo i pensionati perchè egoisticamente mi sono occupato solo di tale situazione.
Da ultimo, vorrei precisare che quanto segue è riservato non tanto agli amanti del "fai da te", quanto a coloro che, più giustamente, affidandosi ad un'agenzia, vogliono seguire consapevolmente lo svolgimento di tutte le varie fasi.

Documenti da portarsi dietro:
Certificato di matrimonio, Estratto di famiglia internazionale, Certificato storico di residenza, Ultime dichiarazione redditi,  Certificato pensione, Ultimi incassi da INPS, Estratti conto banca

1* Dichiarazione di pre-iscrizione all'AIRE  presso il proprio Comune
                 la necessità della dichiarazione, da presentare su modulo del Comune, nasce dal fatto
                 che si verrà  inseriti, in via provvisoria, nel registro AIRE,  in attesa di conferma da
                 parte del Consolato (punto 4).  La decorrenza del trasferimento sarà appunto quella
                 della pre-iscrizione. Alcuni Comuni ollo allo Stato chiedono anche l'indirizzo. In questo
                 caso bisognerà anticipare i punti 1 e 2.

2* richiesta del NIF  al Balcao de Finanças 
                 documenti necessari : carta d'identità e fotocopia

3* ricerca abitazione – contratto affitto per 12 mesi minimo (da registrare)
                 con il contratto ci si presenta al Municipio per il rilascio del certificato di residenza
                 Al Balcao de Finanças ti rilascieranno il NIF con l'indirizzo portoghese

4* iscrizione all'AIRE
                presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Lisbona, (entro 90 giorni dalla pre-
                iscrizione) la richiesta può essere fatta personalmente, per posta, per e.mail o per fax

documenti necessari:
1) formulario di domanda compilato, datato e firmato (mod.  Cons 01)
2) copia di un documento di identità;
3) prova di residenza: copia di utenze intestate all’interessato (es. bolletta di acqua,
luce o gas), oppure copia  del contratto di acquisto o di affitto di un immobile della
durata di almeno un anno e rinnovabile.
L' Ambasciata comunicherà direttamente per posta elettronica l’avvenuto invio al Comune della domanda di iscrizione all’AIRE.  (Consolato Lisbona domande frequenti. doc)


5* richiesta del modulo S1 all'ASL 
                 dopo l'iscrizione all'AIRE,  si può richiede personalmente o con la PEC 

6* certificato residenza  (certificado do cidadao)  valido 5 anni
                 da richiedere al municipio. Documenti : contratto affitto e NIF  e/c certificato pensione
                 copertura medica, dichiarazione predisposta per cerificado cidadao   

7* presentazione mod.S1 al Servico Nacional de Saude per l'assegnazione del medico

                                                                                                                                                                    Pag. 7


8* apertura conto corrente
                 documenti: carta identità e NIF e Certificado do cidadao

9* comunicazione all'INPS del c/c  (tramite sito, occorre registrarsi e avere un PIN dispositivo)
                  prelevare il mod. AP03 , da far convalidare alla Banca portoghese,  e il mod
                  mod.   TRASF 01 E  e inviarli all'INPS on line o per  posta. 


10* comunicazione della residenza al Balcao de Finanças per ottenere lo stato di RNH
                  La richiesta, compilata in portoghese, è da consegnare/inviare unitamente a:
                  fotocopia carta identità o passaporto - fotocopia contratto affitto o acquisto immobile
                  - copie contratti utenze - il certificado de cidadao -  il NIF e la dichiarazione di non
                  rientrare nelle condizioni  previste dall'art. 16 del CIRS , ovvero non aver avuto
                  residenza in Portogallo nei 5 anni  precedenti. La documentazione potrebbe variare
                  secondo gli Uffici.   Entro il 31 marzo dell'anno successivo.                   
                  La risposta da parte dell'Ufficio Finanza di Lisbona arriverà in seguito per posta.
                  (operazione da effettuare preferibilmente tramite un Avvocato – vedi lista fornita nel
                  sito del Consolato).
                  Istruzioni per la richiesta online:             
ind.millenniumbcp.pt/pt/geral/fiscalidade/Pages/atualidades_legais/2016/junho/Portal-das-Financas-e-inscricao-eletronica-como-residente-nao-habitual.aspx

11* Mod. EP 1/1 ( 3 copie)  dal sito  INPS e validazione presso il Balcao de Finanças
                da fare dopo 183/184 giorni dalla pre-iscrizione di trasferimento fatta al Comune

12* trasmessione telematica all'INPS del mod. EP 1
            entro il 30/9 . Oltre questo termine la  restituzione delle imposte trattenute dall'INPS
            andranno  richieste  all'AdE – Pescara)

13* consegna originali EP all'INPS per posta con RR o preferibilmente di persona

14* per l'anno fiscale successivo: dichiarazione redditi
             al Serviços de Finanças come RNH  e
             all'Agenzia delle Entrate come non residente  se vi sono redditi percepiti in Italia

Esempio di limiti temporali per ottenere entro l'anno il rimborso delle trattenute dell'INPS:
entro il 15/3 pre-iscrizione all'AIRE  da fare al Comune di Residenza - punto 1
entro il 15/6 iscrizione all'AIRE presso il Consolato - punto 4 (entro 90 gg. dalla pre-iscrizione)
entro il 16/9 ottenere validazione mod. EP 1 da Balcao de  Finanças  - punto 11
entro il 30/9 trasmissione telematica all'INPS del mod. EP 1  - punto 12

Speriamo che il Torquemada italoportoghese del forum,  sempre pronto a fustigare gli utenti per i loro errori o per  le domande già postate utilizzando la sua frusta di consonanti, vocali, maiuscole e scritte in rosso, sia occupato altrove o decida di ignorarmi. So che il suo desiderio inespresso è quello di proporsi come Moderatore unico sostituendosi alla gentile e troppo paziente Francesca, da lui ritenuta eccessivamente tollerante.
Speriamo.
A Francesca vorrei chiedere se è possibile, in seguito, modificare o cancellare un post per ripresentarlo con le correzioni degli utenti.
Bom dia.
filippo

Caro FILFOR

Ehe  behh ...ehhehhhheee ...  non posso che essere io  :idontagree:   perlomeno riguardo ai COLORI ... però  vi sono anche  ALTRI TORQUEMADA non meno fustiganti.

Spero di non essere troppo in ritardo, hai postato alle 08:13 e sono già le 09:01

Il ROSSO è per evidenziare i punti salienti per una immediata focalizzazione.

Vedrò di  "limitare"  la mia  INQUISIZIONE (blu .. mi piace)  ai soli casi "disperati" .

Per quanto riguarda Francesca non interviene (credo) sui punti "tecnici"  delle  varie  questioni, lasciati ai singoli che "credono" me compreso di avere le competenze necessarie.

Complimenti per il resoconto ... 

Un Saluto

Stefano

Caro Stefano,
ritengo che il tuo contributo al forum sia determinante. Molto di quello che ho scritto lo devo ai tuoi sapienti interventi.  Ti sarei, anzi,  grato se volessi contribuire a correggere/integrare/migliorare/ il post.
Buona domenica.
filippo

Bravo Filfor.
Questo e’ un contributo positivo, senza tante chiacchere.
Migliorabile? Bene che altri contribuiscano.
Ognuno si e’ fatto la sua check list con il contributo di altri utenti, non e’ questo uno degli scopi del forum?
Apprezzo lo sforzo e ...il coraggio di sintetizzare questo tema.

Grazie Didi08
Un caro saluto.
filippo

Grazie Filippo! La stampo e tengo da parte PREZIOSO !   Raffaella

Buongiorno a Tutti e a Filfor,
grazie, ottimo lavoro e di validissimo aiuto.
Mancherebbe, se non sbaglio,l'iscrizione all'INSS(Istitudo National de Seguranca Social) tipo INPS.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buongiorno
ai dimenticato la freghesia e i 3 mesi da turista poi devi metterli in ordine nif , banca , affitto cambiare indirizzo nif con quello del Portogallo
secondo la freghesia ti richiede i famosi 3 mesi da turista poi chiedi la residenza entro fine marzo alcune freghesie non ti richiedono i tre mesi
andare alla camera municipal e fare i vari documenti compreso quello di citadino europeo
in Italia fare richiesta di espatrio in comune avendo gia indirizzo pt entro fine marzo poi subito in consolato cosi da avere tutti i documenti pronti per INPS ai primi di settembre ed avere esenzione per ottobre .
sanita alla prossima puntata

Grazie RAFFYIAC
ma potrebbero esserci  errori. Meglio aspettare eventuali rettifiche.
Un saluto.
filippo

alfredo luigi caruso :

Buongiorno a Tutti e a Filfor,
grazie, ottimo lavoro e di validissimo aiuto.
Mancherebbe, se non sbaglio,l'iscrizione all'INSS(Istitudo National de Seguranca Social) tipo INPS.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Ciao Alfredo Luigi,
pensavo fosse il punto 7. Se non è così ti prego di estendere il suggerimento con maggiori particolari.
Un caro saluto
filippo

Buongiorno Filfor,
Il punto 7) é  riferito al Centro de Saude(ASL).
Infatti qualora tutti i modelli S1 fossero uguali sul territorio italiano noterai trascritto in fondo pagina la scritta INSS da non confondere con il Centro de Saude.
Un caro saluto,
alfredo luigi caruso

Chumy :

Buongiorno
ai dimenticato la freghesia e i 3 mesi da turista poi devi metterli in ordine nif , banca , affitto cambiare indirizzo nif con quello del Portogallo
secondo la freghesia ti richiede i famosi 3 mesi da turista poi chiedi la residenza entro fine marzo alcune freghesie non ti richiedono i tre mesi
andare alla camera municipal e fare i vari documenti compreso quello di citadino europeo
in Italia fare richiesta di espatrio in comune avendo gia indirizzo pt entro fine marzo poi subito in consolato cosi da avere tutti i documenti pronti per INPS ai primi di settembre ed avere esenzione per ottobre .
sanita alla prossima puntata

Grazie Chumy
per il contributo. Verifico quanto hai segnalato. Credo tuttavia che esistano richieste leggermente diverse da Ufficio a Ufficio. Per esempio,  ricordo aver letto che l'apertura di un conto fatta prima di avere il certificado de cidadao comporti il cambiamento da non residente a RNH. Operazione che qualche banca esegue con la chiusura del primo conto e l'apertura del successivo.
Di nuovo ti ringrazio. Un saluto
filippo

Bravo Filfor, è un ottimo punto di partenza, da personalizzare a seconda delle freguesias che, come dice Chumy hanno comportamenti diversi sui primi tre mesi in Portogallo.
Aggiungo questo: per la preiscrizione presso il Comune in Italia si può anche inserire inizialmente solo il paese (Portogallo) senza specificare la residenza portoghese se ancora non c'è. Naturalmente va poi comunicata immediatamente appena registrato il contratto di affitto.
Inoltre, attenzione che per aprire il c/c in banca portoghese mi risulta per esperienza diretta che richieda la residenza in Portogallo e quindi il contratto di affitto, ma anche qui non esiste una regola unica.
Buona domenica.

Buongiorno Filfor,
d'accordo,  infatti quando mi sono recato alla Freguesia ed é  stato il primo passo, mi é stato indicato di recarmi alla Loja do citadao.  Comunque per precisione, mi fu ugualmente rilasciato l'attestato di residenza per le pratiche auto e centro de Saude.
Infatti qualcosa cambia da località a località.
Moto cordialmente,
alfredo luigi caruso

buongiorno
io o aperto il conto corrente a santandertota prima di avere la residenza
mi anno dato una carta di credito e l'altra e stata spedita in Italia cosi fatto contratto di affitto e pagato con bonifico bancario da banca portoghese poi modificato indirizzo da Italia a Portogallo

Boa tarde as todos, come si evince dalle varie esperienze le situazioni variano a seconda dell'interlocutore di turno. Proprio per questo la check list deve servire da guida generale che va personalizzata riguardo al susseguirsi dei vari passaggi.
Faccio un semplice esempio personale di questi giorni. Avendo cambiato casa mi sono attivato per i contratti luce, gas e acqua. Con EDP e GALP nessun problema: documento di identità, NIF e nuovo contratto. Ma ai Serviços Municipalizados non è stato cosí. Mentre la volta precedente erano bastati i documenti citati, questa volta mi è stata chiesta l'autorizzazione della proprietaria di casa e copia della sua carta di identità. Quindi necessità a ritornare una seconda volta e, guarda caso, altro impiegato che ha bellamente ignorato l'autorizzazione e la carta di identità richiesta dalla collega, richiedendomi solo il NIF il mio passaporto e il contratto di affitto. E' un banale esempio, ma è quello che può accadere.

giorugge :

Boa tarde as todos, come si evince dalle varie esperienze le situazioni variano a seconda dell'interlocutore di turno. Proprio per questo la check list deve servire da guida generale che va personalizzata riguardo al susseguirsi dei vari passaggi.
Faccio un semplice esempio personale di questi giorni. Avendo cambiato casa mi sono attivato per i contratti luce, gas e acqua. Con EDP e GALP nessun problema: documento di identità, NIF e nuovo contratto. Ma ai Serviços Municipalizados non è stato cosí. Mentre la volta precedente erano bastati i documenti citati, questa volta mi è stata chiesta l'autorizzazione della proprietaria di casa e copia della sua carta di identità. Quindi necessità a ritornare una seconda volta e, guarda caso, altro impiegato che ha bellamente ignorato l'autorizzazione e la carta di identità richiesta dalla collega, richiedendomi solo il NIF il mio passaporto e il contratto di affitto. E' un banale esempio, ma è quello che può accadere.

devi dirlo alla nuova freghesia il cambio indirizzo
al consolato , dove ti anno dato ep1 e la banca che ti manda la pensione che prossimo anno ti invia la richiesta di esistenza in vita .

Grazie Chumy, sto facendo tutte le comunicazioni necessarie: freguesia, banca, autoritade tributaria già fatto, da domani inizio le comunicazioni "italiane" cominciando dal consolato.
Boa noite.

alfredo luigi caruso :

Buongiorno Filfor,
Il punto 7) é  riferito al Centro de Saude(ASL).
Infatti qualora tutti i modelli S1 fossero uguali sul territorio italiano noterai trascritto in fondo pagina la scritta INSS da non confondere con il Centro de Saude.
Un caro saluto,
alfredo luigi caruso

Ciao Alfredo Luigi,
credo che il NISS,  numero iscrizione alla sicurezza sociale  (INSS è l'acronimo per i brasiliani) , riguardi solo i lavoratori. In premessa, nel post iniziale, ho precisato che il tutto era riferito ai pensionati.
Credo, perchè nel web non sono riuscito a trovarne la conferma.
L'unico riferimento che posso citare è:
http://www.seg-social.pt/documents/1015 … 94352f0f5c
Ti auguro una buona giornata
filippo

Buongiorno a Tutti e a Filfor,
confermo, lo stesso riferimento mi era stato dato e cioè  che si trattasse del Brasile.
Però, però, l'S1 mi é  stato richiesto sia dalla Seguranca Social portughese che dal Centro de Saude.
Mi era  stato pure fatto presente che era stata trascritta  male  la dicitura referente alla Seguranca Social portoghese.
Altro non so .
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buonasera, mi sono aggregato da poco a questo forum e vorrei cogliere l'occasione per chiedervi a cosa serve effettivamente il modello S1. Ho letto tante cose, ma, fin'ora e forse per mio errore, non ho ancora dissipato i dubbi che il modello S1 mi solleva. Mi è stato detto che i Centri da Saude non lo richiedono e che ci si può iscrivere anche senza. Mi è stato detto che in realtà serve per l'Italia più che per il Portogallo. Quindi, serve veramente, a cosa? Se ne può fare a meno? Grazie

Buongiorno a Tutti e a Mauri46,
effettivamente nessun Ente in Portogallo ne ha fatto richiesta.
Però s modulo S1 e riportato molto esplicitamente che é a cura dell'interessato consegnare gli originalu(due copie) all'assistenza sanitaria di competenza e all'ISS.
L'utilità é quella di permettere al Portogallo di addebitare all'Italia i costi anticipatamente sostenuti.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Grazie Alfredo. Perdonami però, la tua risposta, per quanto io creda bene che sia affidabile e rispondente alla situazione, mi conferma i miei dubbi.  Quale è l'interesse della persona? Cioè noi? Permette al Portogallo di fatturare, d'accordo, ma senza S1 il Portogallo comunque eroga l'assistenza sanitaria in quanto residenti? Se si l'interesse non è nostro. Si ha comunque il medico di base assegnato? L'interrogativo mi si è posto per le difficoltà (dovute alla mia situazione specifica) di ottenere l'S1 dalla ASL. Se devo addentrarmi nel sistema burocratico italiano per sciogliere dei nodi di interpretazione delle norme, di casi non affrontati in precedenza e via discorrendo, allora ci rinuncio se posso fare a meno di presentare questo dannato S1. Quindi, per cortesia, potrei avere, da te o da chiunque ne sia in grado, una risposta, una spiegazione più approfondita sulla questione, cioè se non si presenta l'S1? Grazie ancora a te Alfredo ed a tutti gli altri.

Mauri46 :

Grazie Alfredo. Perdonami però, la tua risposta, per quanto io creda bene che sia affidabile e rispondente alla situazione, mi conferma i miei dubbi.  Quale è l'interesse della persona? Cioè noi? Permette al Portogallo di fatturare, d'accordo, ma senza S1 il Portogallo comunque eroga l'assistenza sanitaria in quanto residenti? Se si l'interesse non è nostro. Si ha comunque il medico di base assegnato? L'interrogativo mi si è posto per le difficoltà (dovute alla mia situazione specifica) di ottenere l'S1 dalla ASL. Se devo addentrarmi nel sistema burocratico italiano per sciogliere dei nodi di interpretazione delle norme, di casi non affrontati in precedenza e via discorrendo, allora ci rinuncio se posso fare a meno di presentare questo dannato S1. Quindi, per cortesia, potrei avere, da te o da chiunque ne sia in grado, una risposta, una spiegazione più approfondita sulla questione, cioè se non si presenta l'S1? Grazie ancora a te Alfredo ed a tutti gli altri.

Quanto esposto da Alfredo Luigi Caruso è corretto
Aggiungo solo che la tessera europea assicurazione malattia (TEAM,  in inglese l'acronimo è EHIC)  consente una copertura sanitaria nei paesi  EU ma,  ha un limite temporale.
Occorre dunque, se  in pensione, chiedere all'USL il mod. S1 (ex E121).  Questo modulo servirà  al Centro de Saludad  per sapere a chi dovrà addebitare le spese sanitarie sostenute per l'assistenza fornita. Verrà così assegnato un medico.
Nel caso non si "godesse" di una pensione,  occorrerà stipulare una polizza assicurativa sanitaria. Ovviamente,  svolgendo una attività o un lavoro dipendente, ci si dovrà iscrivere al NISS e versare, personalmente o da parte del datore di lavoro, i relativi contributi.
Per saperne di più,  puoi guardare la "Guida per gli italiani all'estero"
http://www.sfcomites.org/guide/guida-pe … -e-doveri/    (a pag. 21)
clicca su "scarica qui" quasi invisibile,  perchè scritto  con un carattere incredibilmente piccolo.
Lì troverai anche altre preziose informazioni.
e anche quì:
http://www.salute.gov.it/portale/temi/p … u=italiani
Un caro saluto.
filippo

Buongiorno Mauri 46,
indipendentemente dall'S1 il medico di famiglia, in generale, non é  di facile assegnazione.
Basti pensare che gli stessi portoghesi non hanno tutti il medico di famiglia.
Il motivo é la carenza di medici e nient'altro.
Io ho avuto in brevissimo tempo l'assegnazione per il motivo che sono un "trapiantato d"organo" e che mi é dtata riconosciuta la invalidità dalla Commisdione medica del Centro di Saude a vui sono stato assegnato.
Quindi per essere pratici nessuno qui in Portogallo ha richiesto l'S1, sono stato io ad insistere nel consegnarlo visto che é richiesto esplicitamente dall' autorità sanitaria italiana.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Bene Alfredo e Filfor, grazie. Vi chiedo scusa, ma ci sono ancora delle ombre. Filfor, mi dici che una volta iscritti al centro da Saude (grazie all'S1? Quindi è indispensabile? Ma ciò è in contrasto con quanto mi dice Alfredo, secondo cui molti espatriati non lo hanno presentato e tuttavia hanno l'assistenza dal Centro) si ha assegnato un medico. Questo medico è il medico di famiglia di cui ha scritto Alfredo o altro? Da quello che scrivete non è ben chiara la distinzione tra medico di famiglia e medico del Centro da Saude (è la stessa figura o sono due medici diversi che operano in due contesti diversi?). Come funziona nei Centri da Saude? Si fa la fila con qualunque medico ci possa essere o ci si rivolge sempre ad uno stesso che magari fa su la tua cartella clinica?
Alfredo, che ne dici? Io sono pensionato, ma andrei incontro a "delle difficoltà" per ottenere l'S1. Inoltre ho bisogno di medicinali per l'asma (che è il motivo principale per cui desidero venire in Algarve) su base quotidiana. Ogni mese devo avere lo stock di medicinali che mi servono su prescrizione medica, sempre gli stessi fino a quando lo stesso medico (od un controllo periodico) decide di cambiarli a seconda delle mie condizioni. Questo lo otterrei nei Centri da Saude anche senza il medico di famiglia?
Grazie. Spero davvero che  avrò l'occasione di incontrarvi

Mauri46 :

Bene Alfredo e Filfor, grazie. Vi chiedo scusa, ma ci sono ancora delle ombre. Filfor, mi dici che una volta iscritti al centro da Saude (grazie all'S1?

Caro Mauri46,
mi dispiace,  ma non so rispondere a tue domande così specifiche. Mi sono limitato a citare le regole stabilite dal Ministero della salute derivate, credo, da accordi  in sede EU.
A me manca l'esperienza, quello che ho capito è che ci sono differenze tra i vari Centri di salute. Il medico che ti verrà indicato, con difficoltà pare, è quello che agisce nei pressi della tua residenza portoghese.
Posto che l' S1 è un problema successivo ad altre incombenze, che dovrai espletare in Portogallo,  nell'immediato potrai utilizzare  la TEAM. Avrai così tutto il tempo di informarti direttamente presso il CdS della città da te scelta .
In seguito, nel caso la tua ASL dovesse opporre un nuovo rifiuto, potrai mostrare loro le disposizioni del Ministero della salute riportate nel link che ti ho inviato. Per evitare una discussione,  hai sempre la possibilità di  inviare  la richiesta con una PEC, a seguito della quale, sono obbligati a risponderti in modo puntuale.
In ogni caso,  mi auguro che qualcuno degli iscritti, per esperienza diretta,  sia in grado di soddisfare le tue domande.
Un saluto
filippo

Buongiorno a Tutti e a Mauri 46,

provo a rispondere punto per punto ed ovviamente faccio esclusivamente riferimento alla mia diretta e personale esperienza. Premesso che sono un trapiantato d' organo da ben 26 anni e che la mia invalidità italiana é  stata riconosciuta anche in Portogallo, in misura pure maggiore, passando la visita medica, documentazione etc.. , presso la Commissione medico sanitaria del Centro de Saude.

Ciò premesso :

Mi sono iscritto al Centro de Saude e al momento dell'iscrizione medesima il Centro de Saude non ha ritenuto necessario ritirare l'S1;

Il caso ha voluto, come precedentemente scritto, che dopo il mio risollecitare il medico di famiglia e avendo tutti i requisiti per la precedenza dovuta alla mia invalidità, il medico di famiglia mi é  stato attribuito. Al mio suddetto "risollecitare" e contemporaneamente insistere nel consegnare l'S1, a tale proposito l'ufficio del cittadino ha verificato ed accertato che dovevo consegnare l'S1, ebbene fu allora cge dopo qualche giieno mi fu attri uito il medico di famiglia.

Che sia stato per una coincidenza o per qualsivoglia altra ragione, ebbene non lo so.


Tuttavia medico di famiglia o no l'assistenza presso  il Centro de Saude viene lo stesso data tramite i medici di turno addetti alla medicina interna.

Penso che se non é  lo stesso medico sarà  quello di turno che di volta in volta prendere visione dello schedario personale.

Faccio notare, potrebbe essere un elemento chiarificatore che perfino per i vaccini viene attribuito un infermiere dedicato, ergo che anche per il medico generico sia la stessa cosa.

Quindi si tratta di medici diversi.

Non c'è dubbio, a mio avviso, che per la prescrizione dei farmaci, sia esso il medico di famiglia assegnato o il medico generico, i farmaci vengano ugualmente prescritti.


Per ulteriore informazione, salvo casi di urgenza, il medico di famiglia visita su appuntamento.  Personalmente programmo di visita in visita quella successiva.

In caso di urgenza invio la email al medico di famiglia che viene letta anche dalla segreteria del Centro de Saude e in un modo o nell'altro ricevo quanto necessito ed in tempi rapidissimi.

L'assistenza medica, da me sperimentata ad oggi (da due anni abbondanti) é  efficentissima sia a livello di Centro de Saude che di ospedali ai quali sono stato assegnato (tre ospedali a seconda dei controlli etc...richiesti dal protocollo sanitario).

Spero caro Mauri di averti risposto in maniera esaustiva e comunque resto a tua disposizione, molto cordialmente,

alfredo luigi caruso

PS. Vivo ad Estoril frazione  facente parte di Cascais/Lisbona.
Sei sempre il benvenuto.

Grazie Alfredo, mi stai facendo capire bene come funziona l'assistenza medica all'atto pratico, cosa che fin'ora non mi era chiara. Il medico di famiglia riceve presso il Centro da Saude o ha un suo studio in altra parte? Se lavora anche lui nello stesso Centro da Saude, allora la differenza tra l'averlo o no sta nel fatto che io paziente, senza avere il medico di famiglia attribuito vado al Centro da Saude e mi metto in fila per il medico di turno che ci può essere (immagino poi che saranno, non so, 2-3-4 che si possono alternare), mentre avendo il mio medico andrei direttamente da lui, previo appuntamento specifico. Giusto? Infine la mia storia clinica personale , con le mie necessità terapeutiche permanenti, sarebbe compilata di volta in volta dal medico di turno che incontrerei e che a sua volta troverebbe lì tutti i miei dati. Giusto? Bene, E, a tua esperienza questo sistema funziona bene, è affidabile? Mi sembra di capire di si. Se poi io volessi assolutamente un medico di riferimento, cioè il medico di famiglia, potrei sempre seguire la tua stessa strada, di farne richiesta alla Commissione che valuterà ......... Giusto? Se decidessero di no resto con il sistema di cui sopra. Giusto?
Abbi pazienza se insisto, ma sto finalmente capendo. Avevo tante domande, tanti dubbi ed ora mi stai dando le risposte dal ...campo.
Grazie ancora.

Alfredo, un'ultima cosa per finire la mia ricapitolazione del sistema. Per l'assistenza "generica" non c'è bisogno dell'S1, mentre serve per richiedere il medico di famiglia. Giusto? :) :)

Buonasera Mauri 46,
perfettamente d'accordo con le risposte che ti sei dato alle domande di ulteriore chiarimento.
Per il medico di famiglia, wuesti visita presso il Centro de Saude e non press o uno studio privato.
Inoltre é previsto, in casi di impossibilità gravi, la visita del medico di famiglia a domicilio.
Penso inoltre che qualora non fosse attribuito ancora il medico di famiglia, in casi di urgenza il medico generico del Centro de Saude si possa recare ugualmente a domicilio.
Questa sopraddetta possibilità é  una mia opinione non suffragata da esperienza.
Molto cordialmente,  alfredo luigi caruso

Per Mauri 46,
completo  per la tua domanda in merito allla Commissione Medica.  Quest'ultima é per il riconoscimento della tua invalidità.  Ovviamente riconosciuta l'invalidità , dipende con quale percentuale,  avrai la partecipazione della Sanità portoghese allrsenzione del ticket (taxa moradora) e alla priorità dellattribuziine del medico di famiglia.
Spero di aver risposto alle tue domande,
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

XMauri46,
L'S1 non é  per l'assegnazione del medico di famiglia. L'S1e' una questione "buricratica" in merito a convenzioni tra Stati per la reciprocita' di addebiti delle spese sanitatie in cosi detti conti contabili "di corrispondenza".
Non é  un nostro problema è tanto meno una nostra preoccupazione.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buonasera Mauri 46,
perfettamente d'accordo con le risposte che ti sei dato alle domande di ulteriore chiarimento.
Per il medico di famiglia, wuesti visita presso il Centro de Saude e non press o uno studio privato.
Inoltre é previsto, in casi di impossibilità gravi, la visita del medico di famiglia a domicilio.
Penso inoltre che qualora non fosse attribuito ancora il medico di famiglia, in casi di urgenza il medico generico del Centro de Saude si possa recare ugualmente a domicilio.
Questa sopraddetta possibilità é  una mia opinione non suffragata da esperienza.
Molto cordialmente,  alfredo luigi caruso

Grazie Alfredo e Filfor, siete stati molto cortesi e pazienti. Adesso ho le idee molto più chiare. E' stato un piacere. Chiudo qui le mie domande a voi. Rientro nell'ambito forum. Sarebbe interessante sapere se è successo che ad un pensionato divenuto RNH sia mai stata rifiutata l'assistenza sanitaria per mancata presentazione dell'S1.
Un vero cordiale saluto a tutti.

Buongiorno a Tutti e a Mauri,
per quanto mi riguarda, nell'entourage italiano  di Cascais, alcuni si, altri, non é  una mia cattiveria, sono del tutto indifferenti in quanto vivono più di  là (italia) che di qua.
Non me ne vogliate, molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Buongiorno Mauri,.
mi sono accorto di aver scritto male:
Per alcuni sì,  era riferito dall'avere presentarto l'S1.
Non mi risulta alcun rifiuto di assistenza medica in Portogallo per non avere presentato l'S1.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Ottimo Alfredo. In effetti questa precisazione è proprio benvenuta, avevo capito in quell'altro modo.
Spero di venire a trovarti.
Ciao.

Buonasera Mauri,
ti aspetto, buona domenica,  alfredo

Nuova discussione